La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Obblighi e diritti dei chierici (can. 273-289) La missione specifica ecclesiale dei chierici si esplica nellesercizio sacramentale delle funzioni sacre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Obblighi e diritti dei chierici (can. 273-289) La missione specifica ecclesiale dei chierici si esplica nellesercizio sacramentale delle funzioni sacre."— Transcript della presentazione:

1 Obblighi e diritti dei chierici (can ) La missione specifica ecclesiale dei chierici si esplica nellesercizio sacramentale delle funzioni sacre. Il sacerdote ministeriale forma e regge il popolo sacerdotale «Il sacerdote ministeriale, con la potestà sacra di cui è investito, forma e regge il popolo sacerdotale, compie il sacrificio eucaristico in persona di Cristo e lo offre a Dio a nome di tutto il popolo;…» LG, 10. qualcosa di essenzialmente diverso Lo specifico dato dellordine sacro non implica qualcosa in più, ma semplicemente qualcosa di essenzialmente diverso proprio per limpressione del carattere sacramentale che cambia ontologicamente il fedele e lo istituisce in ministro sacro. 1

2 I chierici hanno il dovere di: comunione gerarchica 1.curare la comunione gerarchica (can. 273);-(incardinazione/obbedienza) 2.assumere lincarico loro affidato (can. 274 §2); (cfr. can. 129 §1) 3.collaborare 3.collaborare fraternamente tra loro (can. 275 §1); 4.riconoscere e promuovere il laicato 4.riconoscere e promuovere il laicato (can. 275 §2); vita spirituale 5.curare la propria vita spirituale (can. 276); (can. 210; cfr. CIC-17 can. 125) celibato 6.osservare il celibato (can. 277); forme associative 7.mantenere la comunione ecclesiastica tramite forme associative di chierici astenendosi da associazioni non confacenti allo stato clericale (can. 278); formazione permanente 8.provvedere alla propria formazione permanente (can. 279); 9.risiedere 9.risiedere nella diocesi (can. 283); (incardinazione/officio ecclesiastico) labito 10.portare labito ecclesiastico (can. 284); 11.astenersi 11.astenersi de cose indecorose (can. 285); 12.astenersicommercio 12.astenersi dal partecipare allesercizio del commercio (can. 286); 13.astenersiattività politiche e sindacali 13.astenersi dal partecipare ad attività politiche e sindacali, se non per difendere i diritti della Chiesa e il bene comune (can. 287 §2); 14.astenersiservizio militare volontario 14.astenersi dal servizio militare volontario (can. 289 §1); uffici civili pubblici 15.astenersi dallesercizio di uffici civili pubblici estranei allo stato clericale (can. 289 §2). 2

3 I chierici sono esortati a: vita comune 1.praticare la vita comune (can. 280); vita semplice 2.condurre uno stile di vita semplice (can. 282); austerità di vita 3.favorire la pace e la concordia 3.favorire la pace e la concordia (can. 287 §1). I chierici hanno il diritto di: uffici clericali 1.ottenere uffici clericali (can. 274 §1); sostentamentoprevidenza sociale 2.usufruire del sostentamento e della previdenza sociale (can. 281). 3

4 Ministero Rapporto con la gerarchia/ superiore (can ) Rapporti reciproci (can. 275 §1; 278) Rapporto con i laici (can. 275 §2; 287 §1) -Rispetto ed obbedienza -Disponibilità -Rom. Pont. -Ordinario proprio Doveri Diritti -Fraternità e preghiera -Favorire la collaborazione Associazione (can 278) -Riconoscere e favorire la missione -Favorire la pace e la concordia Giustizia 4

5 Vita Vocazione alla santità Mezzi: Spirituali Sopranaturali: Messa quotidiana, preghiera mentale, confessione frequente, devozione mariana, altri mezzi comuni e particolari (can. 276 §2, 1-5; 277; 282 §1) Naturali: Studi; lezioni di pastorale e teologia; vita comune dove esista (doveri) Procurare di conoscere altre scienze collegate (can ) Materiali Doveri: Gli avanzi (can. 282 §2); residenza (can. 283 §1); vestito ecclesiastico (can. 284) Diritti: Giusta retribuzione (can. 281); previdenza sociale (can. 282 §2); vacanze (can. 283 §2) 5

6 Da evitare In genere (can. 285 §1-2) Chierici tra loro (can. 278 §3) -Incarichi pubblici con potestà civile -Partecipare a partiti politici -Dirigere sindacati -Servizio militare volontario -Amministrazione civile -Essere debitore Beni materiali (can. 285 §4; 286) Società civile (can. 285 §3; 287 §2; 289) 6

7 La perdita dello stato clericale ( ) Lo stato clericale non sidentifica con lordine sacro come lo stato di christifidelis non sidentifica con il battesimo. Lordine, in quanto sacramento, imprime carattere e abilita il ministro ad agire in persona Christi (1008) Semel sacerdos, semper sacerdos… Lo stato clericale si riferisce alla condizione giuridica del chierico nella Chiesa 7

8 Proibizione del diritto allesercizio La proibizione può derivare di una mancanza di incardinazione Religioso chierico dimesso non accolto da un vescovo Limitazione nellesercizio del proprio ministero Proibizione a causa di una pena canonica che impedisce lesercizio finché rimane la pena o lirregolarità La proibizione può essere totale o parziale 8

9 I modi in cui si perde lo stato clericale sono tre: 1.Dichiarazione di nullità con sentenza e decreto. 2.Dimissione mediante pena inflitta 3.Dispensa mediante indulto grazioso La perdita dello stato clericale può essere con la cancellazione di tutti i diritto e doveri, oppure con la permanenza dellobbligo del celibato In caso di emergenza (pericolo di morte), si prevede eccezionalmente lesercizio del ministero (c. 976) 9

10 Dichiarazione di nullità c. 290, 1°: per sentenza o decreto: secondo le prescrizioni stabilite nei c Non è una vera perdita ma la dichiarazione che questa ordinazione non è mai stata ricevuta Gli atti compiuti in buona fede, sia dal chierico che dai fedeli, sono validi. 10

11 Dimissione mediante pena legittimamente inflitta (290, 2°) Va applicata solo di fronte ad un delitto (c. 1321) La Chiesa ricorre ad essa solo in casi estremamente gravi e come pena ferendae sententiae. La pena espiatoria di dimissione dello stato clericale (c §1,5°) va applicata a norma del processo penale (c ) Criteri importanti: 1.Deve essere inflitta solo per sentenza (c §2) 2.Per un tribunale collegiale (c §1,2°) De Delicta graviora 11

12 Rescritto di grazia (290, 3°) La possibilità di ricevere la grazia avvenne con Paolo VI (1964 in poi). Criteri: Cong. Dottrina della fede, lettera circolare del 13 gennaio 1971: 1.Coloro che da tempo hanno lasciato il ministero e non possono tornare ad esso 2.Malattia, età avanzata Giovanni Paolo II, Cong. Dottrina della fede, lettera circolare del 14 ottobre 1980: 1.Coloro che non dovevano essere stati ordinati 12

13 Dispensa del Diacono Sposato Si concede la dispensa tenendo presente: 1.Lutilità del ministero per la chiesa locale 2.Presenza di figli minorenni da curare 3.Presenza di genitori/suoceri anziani da assistere Dal 1997 basta solo uno dei motivi e non tutti e tre insieme come in precedenza 13

14 Ultimi criteri: c. 293: solo la Santa Sede può riammettere il chierico al ministero c. 292: effetti della perdita dello stato: 1.Perdita immediata dei diritti propri dello stato 2.Liberazione da tutti gli obblighi connessi allo stato 3.Non può più esercitare la potestà dellordine 14


Scaricare ppt "Obblighi e diritti dei chierici (can. 273-289) La missione specifica ecclesiale dei chierici si esplica nellesercizio sacramentale delle funzioni sacre."

Presentazioni simili


Annunci Google