La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La chirurgia oncologica del torace Stadiazione TNM Facolta di Medicina e Chirurgia Anno Accademico 2008-9 Polo C CHIRURGIA TORACICA Prof. Marcello Migliore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La chirurgia oncologica del torace Stadiazione TNM Facolta di Medicina e Chirurgia Anno Accademico 2008-9 Polo C CHIRURGIA TORACICA Prof. Marcello Migliore."— Transcript della presentazione:

1 La chirurgia oncologica del torace Stadiazione TNM Facolta di Medicina e Chirurgia Anno Accademico Polo C CHIRURGIA TORACICA Prof. Marcello Migliore

2 TNM T TUMOR N NODES M METASTASIS

3 TNM - STORIA Ultima modifica

4 La decisione avvenuta anni addietro di uniformare la stadiazione del cancro ha permesso che gli specialisti e ricercatori di tutto il mondo parlassero la stessa lingua STADIAZIONE DEL CA POLMONARE

5 aiutare il clinico a programmare il trattamento (cTNM)aiutare il clinico a programmare il trattamento (cTNM) dare informazioni sulla prognosi (pTNM)dare informazioni sulla prognosi (pTNM) essere semplice e facilmente applicabileessere semplice e facilmente applicabile essere facilmente aggiornabileessere facilmente aggiornabile OBIETTIVI DELLA STADIAZIONE TNM

6 consentire di identificare quei pazienti candidati alla resezione chirurgicaconsentire di identificare quei pazienti candidati alla resezione chirurgica essere applicabile a qualunque distretto anatomicoessere applicabile a qualunque distretto anatomico consentire un raffronto dei risultati terapeutici di casistiche di centri diversiconsentire un raffronto dei risultati terapeutici di casistiche di centri diversi OBIETTIVI DELLA STADIAZIONE

7 STADIOTUMORELINFONODO METASTASI IA T 1 N 0 M 0 IA T 1 N 0 M 0 IB T 2 N 0 M 0 IB T 2 N 0 M 0 IIA T 1 N 1 M 0 IIA T 1 N 1 M 0 IIB T 2 N 1 M 0 IIB T 2 N 1 M 0 T 3 N 0 M 0 T 3 N 0 M 0 III A T 3 N 1 M 0 III A T 3 N 1 M 0 T 1-3 N 2 M 0 T 1-3 N 2 M 0 IIIB OGNI T N 3 M 0 IIIB OGNI T N 3 M 0 T 4 OGNI N M 0 T 4 OGNI N M 0 IV OGNI T OGNI N M 1 IV OGNI T OGNI N M 1 Revisionata da Mountain 1997 e convalidata dalla AJCC e dalla UICC STADIAZIONE T N M

8 Diametro massimo < 3 cm IL FATTORE T T1

9 T2 Neoplasia con una delle seguenti caratteristiche: - diametro massimo > 3 cm - che infiltra il bronco principale ad oltre 2 cm dalla carena - che affiora alla pleura viscerale

10 T 2

11 - che invade la parete toracica (compresi i tumori del solco superiore), e/o diaframma, pleura, tessuto adiposo del mediastino, pericardio parietale - che infiltra il bronco principale a meno di 2 cm dalla carena, senza il coinvolgimento della stessa - che si associa ad atelettasia polmonare o polmonite ostruttiva estesa allintero polmone IL FATTORE T T3

12 - che invade organi e strutture mediastiniche (cuore, grossi vasi, carena, trachea, esofago, corpi vertebrali) - che presenta versamento neoplastico pleurico o pericardico - che presenta noduli satelliti nel lobo interessato dal tumore primitivo IL FATTORE T T4

13 T 4

14 IL FATTORE N N0N0 Assenza di metastasi linfonodali Metastasi a linfonodi peribronchiali e/o ilari omolaterali Metastasi a linfonodi mediastinici omolaterali e/o carenali Metastasi a linfonodi mediastinici e/o ilari controlaterali, sovraclaveari o scaleni N1N1 N2N2 N3N3

15 T N2 N3

16 VALUTAZIONE DEL FATTORE N TAC.: sensibilità - specificità - accuratezza La TAC non raggiunge livelli di attendibilità accettabile: Sensibilità 55-90% Specificità 60-94% Accuratezza 59-90% Incidenza media di falsi negativi 15-20% La verifica cito-istologica è assolutamente necessaria per ottenere una diagnosi certa

17 Dal 1994 sono comparsi in letteratura i risultati sullutilizzazione della PET nella stadiazione linfonodale mediastinica, ultimamente la positività dei linfonodi mediastinici è messa in discussione per la presenza di falsi positivi: Sensibilità 87-98% Specificità78-99% Accuratezza95-96% PET: sensibilità - specificità - accuratezza VALUTAZIONE DEL FATTORE N

18 N 2 ?

19 IL FATTORE M M0M0 Assenza di metastasi a distanza M1M1 Metastasi a distanza ( anche se il paziente ha un unico nodulo polmonare satellite in un lobo diverso da quello interessato dal tumore primitivo )

20 Lesioni intrapolmonari sincrone al tumore primitivo, ipsilaterali, spesso nello stesso lobo, dello stesso tipo istologico, ma di dimensioni piu piccole NODULI POLMONARI SATELLITI T 4 - M 1

21 Alla ricerca di noduli satelliti Se nello stesso lobo T 4 Se in lobo differente M 1

22 VALUTAZIONE DEL FATTORE M PET SCAN


Scaricare ppt "La chirurgia oncologica del torace Stadiazione TNM Facolta di Medicina e Chirurgia Anno Accademico 2008-9 Polo C CHIRURGIA TORACICA Prof. Marcello Migliore."

Presentazioni simili


Annunci Google