La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

O.S.R.Q. (Organizational Stress Risk Questionnaire)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "O.S.R.Q. (Organizational Stress Risk Questionnaire)"— Transcript della presentazione:

1 O.S.R.Q. (Organizational Stress Risk Questionnaire)
RIccardo G. Zuffo - M. Barattucci Valutazione Rischio Stress-lavoro correlato

2 Motivazione della proposta
L'ex. Dlgs 81/08 ha stabilito un termine di legge (16 maggio 2009, poi prorogato al 1 agosto 2010)) come limite ultimo per effettuare l'analisi sul livello di stress lavoro-correlato nelle aziende a seguito delle indicazioni in merito all’Accordo Europeo sullo Stress sul Lavoro (8/10/2004) Il Testo Unico definisce la valutazione del rischio una valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti nell’ambito dell’organizzazione in cui essi prestano la propria attività, finalizzata ad individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione e ad elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza. […] La valutazione di tutti i rischi […] ivi compresi quelli riguardanti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari, tra cui anche quelli collegati allo stress lavoro-correlato, secondo i contenuti dell’accordo europeo dell’8 ottobre 2004, alle differenze di genere, all’età, alla provenienza da altri paesi (Art. 28 (TU/81), rif.: art. 4 d.lgs. n. 626/1994).

3 Motivazione della proposta
Secondo l’Accordo Europeo sullo Stress sul Lavoro (8/10/2004); “(…)Lo stress è uno stato, che si accompagna a malessere e disfunzioni fisiche, psicologiche o sociali e che consegue dal fatto che le persone non si sentono in grado di superare i gap rispetto alle richieste o alle attese nei loro confronti. L’individuo (…) di fronte ad una esposizione prolungata a forti pressioni, (…) avverte grosse difficoltà di reazione.(…). Lo stress non è una malattia, ma un’esposizione prolungata allo stress può ridurre l’efficienza sul lavoro e causare problemi di salute (…)”; “(…)Tutti i lavoratori hanno il dovere generale di rispettare le misure di protezione decise dal datore di lavoro. I problemi associati allo stress possono essere affrontati nel quadro del processo di valutazione di tutti rischi, programmando una politica aziendale specifica in materia di stress e/o attraverso misure specifiche mirate per ogni fattore di stress individuato (...)”. In tal senso risulta opportuno pensare ad un intervento organizzato su più momenti: VALUTAZIONE: assessment della presenza, dell’entità e della caratteristiche ambientali lavorative favorenti lo stress nei dipendenti; INTERVENTO: sulla base dell’assessment, verranno messi in atto interventi preventivi e di contrasto di rischi correlati al livello di stress; MONITORAGGIO: follow up dell’efficacia degli interventi attuati con verifica periodica della condizione dei rischi ambientali.

4 Presentazione dello Strumento
Telema International ha promosso lo sviluppo di uno strumento di indagine delle fonti di rischio trasversali, organizzative e psicosociali, in grado di fornire chiare indicazioni relative ai rischi da stress lavoro-correlato per la redazione dei documenti di sicurezza. L’O.S.R.Q. si presenta come uno strumento saldamente ancorato ai principali modelli teorici della letteratura internazionale e nazionale in tema di rischi connessi allo stress lavorativo (Karasak, 1979; Cooper & Marshall, 1978; Sutherland Cooper, 1988; Cooper, Sloan, Williams, 1986; Cox, Griffiths & Rial-Gonzales, 2000; Maslach Jackerson, 1981; Sirigatti & Stefanile, 1993; De Carlo & Al., 2008; Meyer & Allen, 1991; Rick et. Al., 2001; Cousins et. Al., 2004; Kahn & Byosiere, 1992; Cooper et. Al., 2001; Jackson & Shuler, 1985) e ai più importanti strumenti di misurazione ideati (JCQ di Karasek, 1979, Karasek & Theorell, 1990; ERI Questionnaire di Siegrist et. Al, 2004) Allo stesso tempo, L’O.S.R.Q trae il suo elemento di forza nel configurarsi come uno strumento multidimensionale ad alta praticabilità in quanto composto da un numero limitato (48) di items che lo rende facilmente somministrabile.

5 Presentazione dello strumento
La versione proposta è sufficiente per adempiere gli obblighi di legge, tuttavia la struttura del questionario è tale da rendere possibile anche disporre l’utilizzo di una versione estesa in cui il numero di items per ogni dimensione risulta raddoppiato (90).

6 Presentazione dello strumento
Il servizio di valutazione, effettuato tramite questionari anonimi, viene quindi proposto in strumenti a complessità crescente, per meglio aderire alle diverse esigenze delle aziende clienti anche di grandi dimensioni Questionario Ottemperanza art. 28 e 25 Standard (48 Items) SI Ampliato Standard (90 Items) Ampliato “ad hoc” (fino a XX items)

7 Presentazione dello Strumento
O.S.R.Q: Composizione Presentazione dello Strumento L'O.S.R.Q. (Organizational Stress Risk Questionnaire) è un questionario per la misurazione dei rischi trasversali, organizzativi e psicosociali. Si compone di: una scheda di: a) rilevazione di indicatori correlabili al rischio psicosociale di stress (12-24 fattori) relativi alla organizzazione di riferimento. Gli indicatori utilizzabili potranno essere definiti nell’ambito di un set predefinito (pe assenteismo, turn-over, ristrutturazioni in corso, contenzioso sindacale, contenzioso individuale, conflittualità….). un questionario (48 items standard) integrato da alcune variabili anagrafiche relative al soggetto e comunque tali da garantire con certezza l’anonimato (genere, età, titolo di studio, funzione/area di appartenenza, livello di inquadramento, anzianità lavorativa….) : a) di indagine delle aree di rischio indotto dal sistema organizzativo (cultura aziendale, clima aziendale e caratteristiche del lavoro). b) di rilevazione degli outocomes del lavoro c) di valutazione delle risorse personali.

8 Descrizione sintetica dello strumento
Scheda di rilevazione degli indicatori obiettivi di rischio psicosociale Descrizione sintetica dello strumento Scheda Anagrafica dei Soggetti (genere, titolo di studio, area aziendale, ecc.) delle aree di rischio organizzativo Questionario di indagine Fattori connessi alle caratteristiche organizzative (località,area aziendale, ecc.) 12-24 fattori Fattori organizzativi di rischio trasversale (assenteismo, turnover, ecc.)‏ Fattori connessi alla gestione e alla cultura aziendale Fattori connessi al clima aziendale 48 items Fattori connessi alle caratteristiche del lavoro Indicatori di benessere organizzativo Indicatori di strain e stress sul lavoro Indicatori di situazioni di disagio lavorativo Indicatori di Risorse personali e supporto sociale

9 Personalizzazione dello strumento
E’ possibile, all’occorrenza, sviluppare versioni ad hoc del questionario in funzione delle specifiche esigenze del singolo cliente, con l’opzione di ampliare con un maggior numero di item la struttura di alcune delle dimensioni che lo compongono. Anche per quanto riguarda la rilevazione di indicatori oggettivi di rischio psicosociale i fattori potranno essere ridefiniti congiuntamente con il cliente per valutare le peculiarità della specifica azienda

10 Scheda di rilevazione degli indicatori obiettivi di rischio psicosociale
La scheda provvederà alla rilevazione dei principali indicatori che caratterizzano la vita aziendale. I dati saranno raccolti con il supporto del Medico Competente, del RSPP, del Responsabile RU (…) Qualora lo si ritenga necessario ed opportuno, gli indicatori oggettivi da indagare potranno essere integrati a seconda delle esigenze specifiche del cliente e degli ambiti professionali esplorati.

11 Esempio di scheda di rilevazione degli indicatori oggettivi di rischio psicosociale

12 Questionario di indagine del rischio organizzativo: scale
La versione standard del questionario di indagine delle aree di rischio organizzativo si compone di 6 scale di 7 item ciascuna più una scala relativa alle Risorse personali di 6 item. La parte anagrafica, finalizzata comunque a garantire la riservatezza, comprende dati di base (genere, età, scolarità, funzione di appartenenza, etc…) che sono necessari per clusterizzazioni di interesse per l’analisi del rischio aziendale e per eventuali analisi di benchmark

13 Organizzazione aziendale (Cultura)
Questionario di indagine del rischio organizzativo: scale NOME SCALA N° ITEM DESCRIZIONE Organizzazione aziendale (Cultura) 7 Stress indotto dalla tipicità organizzativa e gestionale (cultura aziendale) Clima Stress indotto dal clima aziendale Job Rischi connessi alle caratteristiche del lavoro Outcomes positivi Indicatori di benessere organizzativo Outcomes negativi Strain Indicatori di strain e stress Disagio Indicatori di situazioni di disagio lavorativo Risorse personali 6 Indicatori di risorse personali e supporto sociale (La scala rappresenta un indice di correzione degli outcomes del lavoro)

14 Output del prodotto L'output del questionario è un report contenente una serie di grafici e tabelle che mostrano gli indici dei diversi aspetti del rischio organizzativo per l'intera azienda (o per unità lavorativa, unità funzionale, gruppi professionali, etc). A richiesta potranno essere date valutazioni clusterizzate in rapporto ad altre variabili considerate, o potrà essere elaborata una analisi specifica interpretativa e di contesto e/o di benchmark con altre aziende di settore o gruppi professionali.

15 Esempi di tabelle di analisi a livello aziendale
Tabella Livelli medi di Rischio complessivi aziendali: >3,5 rischio potenziale; >4 rischio medio; >5 rischio alto Fattori di Rischio Outcomes dello stress IRT Stile di Gestione Clima Job Media Fattori di Rischio Malessere organizzativo Outcomes negativi Media Outcomes dello stress 3.35 3.07 2.92 3,11 2.90 2.54 2.66 2.88

16 Esempio Tabella distribuzione dei soggetti per fascie di rischio
Tabella – Distribuzione dei livelli di Rischio: 1-3 Rischio accettabile; 4 Rischio medio; 5 Rischio elevato Rischio 1 (1-1,99) Rischio 2 (2-2,99) Rischio 3 (3-3,99); Rischio potenziale (>3,5) Rischio 4 (4-4,99) Rischio 5 (5-5,99) Frequenz a % Frequen za Frequenza Stile di Gestione / Cultura 8 5.4% 38 25.5% 69 (29 Rischio Potenziale) 46.2% (19.5% Rischio Potenziale) 29 19.5% 5 3.4% Clima 4 2.7% 45 31.5% 94 63.1% 6 4% - Job 15 10.1% 47 79 (20 Rischio Potenziale) 53% (13.4% Rischio Potenziale) Media Fattori di Rischio 30.2% 84 (28 Rischio Potenziale) 56,3% (18.8% Rischio Potenziale) 12 8.1% Malessere organizzativo 14 9.4% 56 37.6% 72 (20 Rischio Potenziale) 48.3% (13.4% Rischio Potenziale) 7 4.7% Outcomes Negativi 39 26.2% 60 40.3% 43 (6 Rischio Potenziale) 28.8% (4% Rischio Potenziale) 1 0.7% Outcomes dello stress 27 18.1% 71 47.7% 47 (12 Rischio Potenziale) 31.5% (8.1% Rischio Potenziale) Indice di Rischio Totale 17 11.4% 61 40.9% 67 (20 Rischio Potenziale) 45% (13.4% Rischio Potenziale)

17 Esempio Report Grafico di benchmark Area organizzativa/indice aziendale
Output del prodotto Un report grafico potrà essere definito anche per una comparazione interna del livello di stress lavorativo tra le varie aree organizzative. I dati vengono confrontati tra aree diverse all’interno dell’organizzazione, per comprendere quali aree funzionali (o fasce di popolazione) sono maggiormente a rischio. Aree Organizzative Indice di Area Aziendale Area 1 3,81 3,44 Area 2 2,88 Area 3 3,50 Area 4 3,80 Area 5 3,20 3,73 3,10 2,97 Area n 3,37

18 Esempio Report Grafico di valutazione dei singoli soggetti
Output del prodotto Tabella 1 – Livelli di Rischio per soggetti critici: >3,5 rischio potenziale; >4 rischio medio; >5 rischio alto Fattori di Rischio Outcomes dello stress IRT Risorse Personali Direzione/Area Funzionale Stile di Gestione Clima Job Media Fattori di Rischio Malessere organizzativ o Outcomes negativi Media Outcomes dello stress 1 Customer Service 6 3,86 4,43 4,76 3,57 5,21 4,67 3,83 2 5,14 4,29 4,33 4 4,50 4,38 3 Tecnici e Logistica 3,71 3,95 4,21 2,33 Marketing 5,43 4,57 3,14 3,62 4,10 4,17

19 Report Grafico: indice globale
E’ possibile, inoltre, paragonare a livello grafico, il risultato ottenuto rispetto ad un benchmark predefinito (PMI, settore merceologico, funzioni aziendali, etc), ottenendo una chiara indicazione sul livello di stress presente nell’organizzazione analizzata rispetto al settore di riferimento.

20 Output del prodotto Privacy
I dati personali saranno raccolti in forma anonima al fine di garantire la riservatezza delle informazioni. Le informazioni raccolte verranno trattate, per conto dell’Azienda cliente, da Riccardo G. Zuffo, psicologo iscritto all’Albo degli Psicologi della Regione Lombardia con il n dal 22/09/1994, per consentire la corretta valutazione dei risultati.

21 Documenti e Dichiarazioni
Output del prodotto A conclusione del progetto vengono rilasciati al cliente: un report dettagliato di output dell’analisi ad uso della Direzione per valutazioni puntuali a livello organizzativo Una dichiarazione formale di Valutazione dei rischi stress lavoro correlato sottoscritta da Riccardo G. Zuffo, psicologo iscritto all’Albo degli Psicologi della Regione Lombardia con il n dal 22/09/1994, da inserire nel DVR aziendale


Scaricare ppt "O.S.R.Q. (Organizational Stress Risk Questionnaire)"

Presentazioni simili


Annunci Google