La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Tracce di viaggio nel web 2.0 a cura di Simonetta Leonardi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Tracce di viaggio nel web 2.0 a cura di Simonetta Leonardi."— Transcript della presentazione:

1 Tracce di viaggio nel web 2.0 a cura di Simonetta Leonardi

2 Comincia lavventura Me ne stavo tranquilla, ormai da due anni, nel recinto tecnologico della IULINE quando arriva un ordine perentorio: Su, fate i bagagli si va a fare un giro per il web!!! –ma io ci sono già nel web- pensai ingenuamente- sono due anni che non faccio altro che download, upload, postare, aprire thread nei forum ed elaborati ipermediali a volontà. La solida piattaforma IULINE è diventata la mia seconda casa. Che cosa posso desiderare di più? Recinto tecnologico da Giovanni Bonaiuti e-learning 2.0 il futuro dellapprendimento in rete tra formale e informale. Erickson

3 Seguitemi...non ve ne pentirete Ci dice il prof. Andreas Formiconi- se faccio cose scontate io mi annoio e poi vi annoiate anche voi, andiamo in giro insieme a sperimentare, state tranquilli poi vi riporto a casa. Non cè voluto molto a convincermi, gli studenti della IULINE sono tutti curiosi e vogliosi di scoprire mondi altri come direbbe una collegamondi altri

4 Comincia il viaggio… …e comincio a capire che il viaggiare coincide con lapprendere. Si apprende facendo, si apprende collaborativamente,si apprende in solitudine, si apprende per tentativi, si apprende per imitazione,si apprende per scommessa e qualche volta si scambiano i ruoli e si diventa anche insegnanti.

5 Primo apprendimento Tutti abbiamo imparato ad aprire un blog, perché nel viaggio è previsto che ogni tanto ci si fermi e si racconti agli altri compagni di viaggio e si stia ad ascoltare quello che gli altri hanno da raccontare a loro volta. Il blog è il mezzo, o meglio il medium, che ci permette di farlo.

6 Prime incertezze Allinizio il blog e la sua gestione è stato loggetto stesso dei nostri scambi comunicativi, poi in breve tempo, come si dice nel gergo, lo strumento è diventato trasparente e nessuno chiede più come fare post, inserire video, immagini e cose del genere.

7 Affordance del mezzo Il mezzo mi invita ad essere usato, mi viene la voglia di scrivere, commentare, parlare di me, degli altri, segnalare, condividere.

8 La blogclasse Sperimento luso dei feed RSS e così ogni giorno ho la notifica dell'arrivo di nuovi post dai blog dei colleghi che con me compongono la blogclasse. Un sistema molto comodo che evita di visitare quotidianamente tutti i blog e di rimanere comunque aggiornato sulle novità. Gli RSS sono diventati una modalità standard per la syndication e la distribuzione di contenuti sul web, e l'opzione di sottoscrizione agli "RSS feed" è su quasi tutti i blog e siti. syndication Conoscevo teoricamente questa possibilità ma non lavevo mai sperimentata, lho trovata molto utile.

9 Un aggregatore Per raccogliere tutti i feed RSS ho scoperto luso dellaggregatore Google Reader che risulta essere di facile utilizzo grazie alle indicazioni del prof. Formiconi che con i suoi tutorial e con il file OPL ci facilita le operazioni. Altra grande scoperta, non lavevo mai usato.

10 il nostro socialnetwork Ora la blogclasse è a punto e comincio a coltivare le connessioni. Il prof. Formiconi (che non ama essere definito professore!) ci sollecita con degli assignment che subito diventano oggetto di dibattito e ci fanno tirare fuori le nostre esperienze,le nostre conoscenze, le nostre opinioni

11 folksonomy rispolvero il mio Del.icio.us e così approfondisco il Social bookmarkingDel.icio.usSocial bookmarking Ovviamente condivido il mio Delicious con la blogclasse

12 Lascolto Andreas va al cinema. Viene colpito dalla tematica sullascolto, ma non riflette tra sé e sé, perché ha una vocazione comunicativa. La sua vocazione in breve tempo diventa anche la nostra, il tema dellascolto riscuote un grande successo e viene declinato in tutte le sue possibili sfumature

13 Etica hacker su

14 OPR: la filosofia del condividere Dopo più di due mesi di intensi scambi di opinione il prof. Formiconi è diventato per tutti noi Andreas. Andreas ci sollecita sul tema delle Open Educational Resources attraverso delle storie reali Intervengo nel dibattito e seguo le opinioni degli altri, veramente interessante.

15 E tanti altri momenti di crescita Lintervista Che oltre ad esplorare la semplicità e lumiltà di Andreas ci ha consentito di conoscere il canale Red TV di Sky e il conduttore Stefano Blasone. Common craft Video simpaticissimi realizzati con materiali semplici per spiegare concetti complicatissimi.

16 Bilancio Innovare si può – è questa la conferma che ricevo. Poi mi dico che forse innovare in un corso di editing multimediale è anche abbastanza normale, quasi ovvio. In realtà molte delle tematiche trattate le avevo già approcciate nei corsi IULINE seguiti precedentemente, però sempre in maniera molto teorica. Ricordo che il blog lho studiato dal punto di vista tecnico, comunicativo, come fenomeno sociale, ma mai mi è stato chiesto di aprirne uno e di usarlo. Invece io credo questa sia la strategia didattica vincente, il famosolearning by doing molto nominato ma poco attuato. Il blog non va raccontato va praticato, è il miglior modo per capire cosa è! Lo stesso dicasi per tutti gli strumenti del Web 2.0 che nonostante la loro gratuità sono spesso proposti attraverso schede descrittive piuttosto che attraverso inviti ad usarli.

17 Spero con queste tracce di essere riuscita a trasmettere il piacere e linteresse che ho provato nel seguire questo corso. Grazie Andreas e grazie ai colleghi tutti per averlo reso possibile


Scaricare ppt "Tracce di viaggio nel web 2.0 a cura di Simonetta Leonardi."

Presentazioni simili


Annunci Google