La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Una formazione (… e le-learning, il knowledge management e tutto il resto) poietica, olistica ed olografica web based Allinterno di una proposta di rifondazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Una formazione (… e le-learning, il knowledge management e tutto il resto) poietica, olistica ed olografica web based Allinterno di una proposta di rifondazione."— Transcript della presentazione:

1 Una formazione (… e le-learning, il knowledge management e tutto il resto) poietica, olistica ed olografica web based Allinterno di una proposta di rifondazione della consulenza direzionale

2 Lo sviluppo etico ed estetico del nostro Sistema Paese La nostra mission

3 Da un impegno di ricerca Metafora della complessità Pensiero post-moderno Tre conclusioni

4 Oggi sostanzialmente bloccati I processi di sviluppo sono 1 Gli attori attuali stanno perdendo di significato Non nascono nuovi attori!

5 Processi di creazione sociale di conoscenza I processi di sviluppo sono 2

6 Tutti i processi di sviluppo: Costruire socialità Fare strategia Fare organizzazione Fare mercato Fare formazione Hanno la stessa forma, lo stesso ritmo Condividono gli stessi problemi 3

7 Costruire un management dello sviluppo Metafore, modelli, metodologie e tecnologie per stimolare e gestire processi di creazione sociale di conoscenza Allora è necessario intervenire!

8 Un sistema di servizi per supportare i processi di sviluppo fondamentali Sviluppare mercati Strutturare ambienti politico-sociali Disegnare strategie Cambiare Organizzazioni Sviluppare sistemi di competenze Metafore, modelli, metodologie e tecnologie per stimolare e gestire processi di creazione sociale di conoscenza

9 Il management dello sviluppo Lo sviluppo di un contesto culturale

10 Il caso particolare della formazione

11 La situazione della formazione oggi alcuni segni dei tempi

12 La rinuncia alla profezia La dimensione retorica della formazione Il top management fa sempre meno formazione Lunico risultato dimostrabile è il gradimento Nei Consigli dAmministrazione nei ruoli di vertice … non ci vanno i formatori Il disinteresse alla innovazione alcuni segni dei tempi

13 Perché lattuale formazione non funziona Il processo di cambiamento spontaneo La nostra proposta di formazione … … in alcuni casi Il processo di apprendimento spontaneo

14 Perché lattuale formazione non funziona 1

15 Quello che non funziona! Le metodologie La gestione I fornitori

16 Le metodologie

17 Le metodologie La formazione direttiva La formazione partecipativa

18 Trasferimento Risultati Esercitazione Compor- tamenti Esistono oggetti che vengono trasferiti e sperimentati valori competenze conoscenze valori competenze conoscenze La formazione direttiva

19 Si creano nuovi oggetti Risultati Creazione valori competenze conoscenze comportamenti Riflessione La formazione partecipativa Compor tamenti

20 Comunicazione di gruppo & registrazione individuale Auto apprendimento sociale valori competenze conoscenze comportamenti valori competenze conoscenze Creazione individuale Riflessione individuale Sperimentazione artificiale La formazione direttiva La formazione partecipativa

21 valori competenze conoscenze comportamenti E ancora la vera filosofia della formazione! Comunicazione di gruppo & registrazione individuale Il grande equivoco dellaula La formazione direttiva

22 La sfida della competitività Le ipotesi di fondo della formazione direttiva 1 valori competenze conoscenze Nuovi, inediti comportamenti Competitivi … in realtà si tratta di una ipotesi necessaria ma trascurata …

23 Le persone da plasmare 2 Le ipotesi di fondo della formazione direttiva

24 La formazione come evento eccezionale 3 Le ipotesi di fondo della formazione direttiva

25 4 Valori, competenze e valori come oggetti Le ipotesi di fondo della formazione direttiva

26 5 La comunicazione come processo fondamentale Le ipotesi di fondo della formazione direttiva

27 Lapprendimento come registrazione 6 Le ipotesi di fondo della formazione direttiva

28 La formazione come luogo di potere 7 Le ipotesi di fondo della formazione direttiva

29 I comportamenti positivi sono una conseguenza automatica 8 Le ipotesi di fondo della formazione direttiva

30 Perché non può funzionare La formazione direttiva

31 La sfida della competitività 1 valori competenze conoscenze Nuovi, inediti comportamenti Nuovi, inediti Ma dove … lhai già fatto? Le ipotesi di fondo della formazione direttiva

32 Le persone da plasmare 2 Resistenze alla negazione dellidentità Le ipotesi di fondo della formazione direttiva

33 La formazione come trasferimento eccezionale 3 evasione.,premio. … inutilità Le ipotesi di fondo della formazione direttiva

34 4 Valori, competenze e valori come oggetti Le ipotesi di fondo della formazione direttiva Ma dove sono le cose da trasferire?

35 5 La comunicazione come processo fondamentale Le ipotesi di fondo della formazione direttiva Ma … non esiste la telepatia!

36 Valori, competenze e conoscenze devono diventare oggetti contenuti Poiché non esiste la telepatia! da trasferire

37 I contenuti sono espressi in linguaggi Si cercano linguaggi e processi sempre più potenti! Docente in gamba! musica teatro cinema

38 Creano la realtà! Cioè i contenuti. Cioè: valori, competenze e conoscenze Si cercano linguaggi e processi sempre più potenti! Il management che vive nellaula

39 Si trasferiscono i contenuti creati dal docente attraverso un linguaggio! Spesso in modo contingente Si propone ad esempio la personalità del docente La comunicazione come processo fondamentale

40 Lapprendimento come registrazione 6 Le ipotesi di fondo della formazione direttiva Il vivo e lacqua

41 La formazione come luogo di potere 7 Le ipotesi di fondo della formazione direttiva La disaffezione delmanagement

42 I comportamenti positivi sono una conseguenza automatica 8 Le ipotesi di fondo della formazione direttiva Non si riesce a generarecomportamenti

43 Ma perché continuare a sprecare tempo e denaro organizzando aule di trasferimento? conclusione Comunicazione di gruppo & registrazione individuale La formazione direttiva

44 Auto apprendimento sociale Auto apprendimento cooperativo supportato dalle Web Technologies Ma sempre trasferimento è!

45 valori competenze conoscenze comportamenti ? valori competenze conoscenze Può essere risolto il problema della registrazione Rimane irrisolto il problema del comportamento Rimane senza risposta la domanda: ma dove sono valori, competenze e conoscenze? Auto apprendimento sociale

46 Auto apprendimento sociale Può avere qualche senso se si fanno progressi nelle metodologie di registrazione conclusione

47 valori competenze conoscenze sperimentazione artificiale comportamenti mondi diversi Outdoor Impresa virtuale Formazione attiva sperimentazione artificiale

48 sperimentazione artificiale Le competenze e i valori non sono cose in sé, ma proprietà emergenti espresse da individui in contesti localmente definiti Poi si torna e … Il capo non capisce!

49 sperimentazione artificiale conclusione Ma perché continuare a sprecare tempo e denaro organizzando aule controproducenti?

50 valori competenze conoscenze comportamenti riflessione individuale ? riflessione individuale

51 valori competenze conoscenze comportamenti valori competenze conoscenze Creazione individuale ? ? ? Creazione individuale

52 La gestione

53 Anche il processo di gestione ideale della formazione analisi pianificazione erogazione valutazione implementazione non può funzionare!

54 Il problema dellanalisi Troppo lunga troppo costosa! Liste di competenze in competizione Le persone come gap

55 Il problema della valutazione Cercando di trovare i risultati.. … si perde anche il buon senso ….. Il ROI della formazione

56 Il problema della istituzionalizzazione Lanalisi oggettiva invece della profezia

57 I fornitori

58 Uno spazio vitale sempre più angusto I Signori dei lucidi e dellaula I nuovi entranti tecnologici I fornitori alternativi

59 Il risultato complessivo …. del manager …. dellimprenditore … degli utenti Lo sconcerto sociale

60 Il processo di apprendimento spontaneo 2

61 Il processo di cambiamento spontaneo Alcuni brevi cenni …

62 Il processo di apprendimento spontaneo Levoluzione autonoma della mente Il realizzarsi della mente nel mondo

63 Levoluzione autonoma della mente Il primo momento dellapprendimento spontaneo

64 Nuclei di pensieri potenziali Questi pensieri potenziali sfuocati sono: Poietici Olistici Olografici Sono incompleti. Cioè: sfuocati Reagiscono agli stimoli esterni come una cosa sola

65 A causa (grazie) al fatto che sono: Poietici Olistici Olografici evolvono attraverso un processo che abbiamo definito Sviluppo ecologico Nuclei di pensieri potenziali

66 1 Crescita poietica Lo sviluppo ecologico di un insieme di pensieri avviene attraverso due fasi fondamentali 2 Degenerazione ideologica

67 Il processo di Crescita poietica selezionesintesi tempesta

68 I due momenti del processo di crescita creativa 2 La potenzialità di divenire di una immagine mentale seleziona le opportunità con le quali relazionarsi. 3 Il suo relazionarsi è un creare una sintesi

69 Il gioco relazionale (selezionare e creare sintesi) continua … Proposta Controproposte Sintesi … fino a che …

70 2 Degenerazione ideologica

71 selezionesintesi Il gioco della Tende a saturare le potenzialità di divenire di una configurazione stabile Infatti …

72 Piano, piano.. la rete si satura si strutturano i confini … La configurazione stabile diventa sistema Diventando sistema come reagisce ai continui stimoli del resto della rete diventato ambiente? È solo a questo punto che si può parlare di Sistema e Ambiente!

73 Il processo di Degenerazione ideologica Rifiuto della diversità Riduzione della diversità

74 Il processo di Riduzione della diversità

75 È falso... Il processo di rifiuto della diversità

76 Il risultato finale I nuclei di pensieri diventano un sistema di isole ideologiche a bassa potenzialità di evoluzione … con una opzione rivoluzionaria

77 Una nuova competenza fondamentale Imparare a gestire lo sviluppo di una ecologia di immagini mentali Che può avvenire solo attraverso la meditazione … Una meditazione un po particolare Un dilemma: apprendere ad apprendere o … meditare?

78 Si formano isole di comportamenti Isole di racconti Il realizzarsi della mente nel mondo Il secondo momento dellapprendimento spontaneo

79 2 Meccanismi fondamentali Meccanismi di incarnamento Meccanismi di ascolto I pensieri non sono direttamente accessibili e non si manifestano telepaticamente

80 Immagini Mentali Rappresentazioni linguaggi raccontare Raccontare pensieri. Cioè: costruire rappresentazioni avviene nello spazio dei media dà origine a rappresentazioni Meccanismi di incarnamento I.1

81 avviene nello spazio della tecnologia dà origine a manufatti Immagini Mentali manufatti tecnologie concretizzare Concretizzare pensieri. Cioè: costruire manufatti Meccanismi di incarnamento I.2

82 Il problema è allora il seguente Realizzazioni Rappresentazioni … devono essere accettati! dallambiente che è popolato da altri attori! Cioè si relazionano con altre rappresentazioni ed altri manufatti Meccanismi di ascolto

83 Si attivano … Meccanismi di ascolto Azioni di interpretazioneAzioni di astrazione

84 Interpretare rappresentazioni avviene attraverso media dà origine a pensieri Immagini Mentali Rappresentazioni linguaggi interpretare Meccanismi di ascolto A.1

85 Astrarre dai manufatti avviene attraverso la tecnologia dà origine a pensieri Immagini Mentali manufatti tecnologie astrarre Meccanismi di ascolto A.2

86 Il risultato finale Un sistema di isole chiuse, in equilibrio di potere a bassa potenzialità di evoluzione … con una opzione rivoluzionaria Ecologia di rappresentazioni

87 Il risultato finale Un sistema di isole chiuse, in equilibrio di potere a bassa potenzialità di evoluzione … con una opzione rivoluzionaria Ecologia di comportamenti

88 Le diverse tipologie di processi di relazione della mente con il mondo Immagini Mentali Rappresentazioni linguaggi raccontare Immagini Mentali manufatti tecnologie concretizzare Immagini Mentali Rappresentazioni linguaggi interpretare Immagini Mentali manufatti tecnologie astrarre Meccanismi di incarnamento Meccanismi di ascolto tecnologielinguaggi

89 attore Esempio: io ho in mente un medium e un interlocutore Scrivo un testo avendo in mente un interlocutore La differenza è che in genere non scrivo testi. Ma parlo soltanto. Mi rifiuto di usare media diversi.

90 Tecnologie Ecologia delle Immagini Mentali Attore 1 media Interlocutore Ecologia dei Racconti Ecologia dei manufatti Ecologia delle Immagini mentali Accoppiamento debole interpretare Raccontare (comportamenti espressivi) astrarre Concretizzare (comportamenti realizzativi) Un modello di riferimento: la rete a nodi protagonisti Utilizzandolo utilizzandolo La mente come rete di pensieri Il mondo come rete di racconti Il mondo come rete di manufatti e di istituzioni che considero manufatti Comportamenti introspettivi

91 Equilibrio consolidato a coerenza debole Ecologia dei Pensieri Ecologia delle Rappresentazioni Ecologia dei Comportamenti Il risultato del processo naturale di apprendimento

92 Il problema dell accoppiamento strutturale Le immagini sono trascinate nel gioco delle immagini Le rappresentazioni sono trascinate nel gioco delle rappresentazioni I comportamenti sono trascinati nel gioco dei comportamenti

93 Deriva autoreferenziale Deriva autoreferenziale Deriva autoreferenziale Ecologia delle Immagini Mentali Ecologia dei Racconti Ecologia dei Comportamenti Accoppiamento debole paranoia ideologia burocrazia interpretare raccontare astrarre realizzare

94 Il processo di cambiamento spontaneo 3

95 Il processo normale di cambiamento Progettazione del cambiamento Implementazione del cambiamento

96 Si progetta solo lorganizzazione formale Progettazione del cambiamento

97 Conventions Formazione manageriale astratta I problemi dell organizzazione informale e dei comportamenti Implementazione del cambiamento Formazione/informazione professionale

98 Il definirsi dellorganizzazione informale e dei comportamenti Processo di creazione sociale di conoscenza non gestito

99 Processo di creazione sociale di conoscenza non gestito Proviamo a guardarlo da vicino …

100 Il formarsi di visioni a bassa sovrapposizione Visioni: ideologiche non esplicite Negoziazioni conflittuali Organizzazioni a basse prestazioni e a bassa soddisfazione

101 Una formazione che diventa un nuovo modo di gestire il cambiamento La nostra proposta di formazione … … in alcuni casi 4

102 Trasferimento Risultati Esercitazione Compor tamenti valori competenze conoscenze valori competenze conoscenze Il percorso formativo in uso Risultati Percorso formativo auto poietico Il percorso formativo auto poietico Compor tamenti valori competenze conoscenze Unobiettivodicambiamento Il percorso formativo in uso

103 Percorso formativo auto poietico Se sceglie un obiettivo di cambiamento Si ragiona sulle variabili libere Si affida ai managers e i loro collaboratori la progettazione e la realizzazione del cambiamento

104 Obiettivi di cambiamento Supermercato Azienda produttiva Banca Public utilities Riduzione delle differenze inventariali Miglioramento del processo di pulizia periodica Miglioramento delle performaces di vendita Miglioramento della efficienza produttiva

105 Percorso formativo auto poietico Defreezing cognitivo 1 insegnamento 2 Lespressione e la comunicazione 3 Il dialogo progettuale 4 La sintesi sociale 5 La celebrazione sociale 6

106 Defreezing cognitivo Si sbloccano le visioni personali e si genera una esigenza di progettualità sociale Descrizione dellobiettivo di cambiamento prima in termini di problemi e poi di opportunità Descrizione del contesto organizzativo Esigenza di progettualità Esigenza di condivisione 1

107 Defreezing cognitivo 1 Il formatore fa sperimentare il defreezing ai managers I managers fanno sperimentare il defreezing ai collaboratori

108 insegnamento Lorganizzazione informale e le dinamiche del cambiamento spontaneo Il processo di gestione del cambiamento I valori di fondo delle persone 2

109 Lespressione e la comunicazione Si apprendono tecniche di espressione e comunicazione. Le si sperimentano nel proporre soluzioni al problema iniziale 3 Es. mappe semantiche Es. utilizzo di immagini Es. testi letterari Luomo non è telepatico

110 Lespressione e la comunicazione Il formatore ai managers Il managers ai collaboratori 3

111 Il dialogo progettuale Si apprendono tecniche di gestione del dialogo sociale. Le si sperimentano nel costruire socialmente una soluzione al problema iniziale 4 Il problema del posizionamento sociale La gestione delle diverse strategie di posizionamento

112 Il formatore ai managers Il managers ai collaboratori Il dialogo progettuale 4

113 La sintesi sociale I managers apprendono tecniche di costruzione di sintesi. Le si sperimentano nel costruire una soluzione socialmente condivisa al problema iniziale 5 Tecniche di integrazione di manufatti

114 La celebrazione sociale I managers apprendono le modalità per organizzare un Evento di presentazione (celebrazione sociale) della soluzione al problema iniziale I managers e i loro collaboratori vivono insieme una esperienza di celebrazione sociale 6

115 Percorso formativo auto poietico Leadership imprenditoriale Genera

116 La leadership imprenditoriale

117 Molto più che …. lorganizzazione diventi una occasione di auto realizzazione personale.

118 Molto più che …. Stimolare la nascita di nuovi pensieri insegnare ad esprimere i nuovi pensieri.

119 Molto più che …. Operare una sintesi inclusiva che trascende e valorizza pensieri personali.

120 Molto più che …. Significa dargli unanima

121 Percorso formativo auto poietico Genera leadership imprenditoriale

122 Risolve tutti i guai della formazione ….. … risolvendo il problema del cambiamento Leadership imprenditoriale

123 Suggerisce una nuova politica di gestione delle risorse umane Leadership imprenditoriale La gestione progettuale degli Stakeholders interni


Scaricare ppt "Una formazione (… e le-learning, il knowledge management e tutto il resto) poietica, olistica ed olografica web based Allinterno di una proposta di rifondazione."

Presentazioni simili


Annunci Google