La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

III Simposio Satellite Della SOCIETA ITALIANA DI NEUROCHIRURGIA S. Giovanni Rotondo 09 Novembre 2003 Approcci toracotomici coi nuovissimi sistemi di sintesi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "III Simposio Satellite Della SOCIETA ITALIANA DI NEUROCHIRURGIA S. Giovanni Rotondo 09 Novembre 2003 Approcci toracotomici coi nuovissimi sistemi di sintesi."— Transcript della presentazione:

1 III Simposio Satellite Della SOCIETA ITALIANA DI NEUROCHIRURGIA S. Giovanni Rotondo 09 Novembre 2003 Approcci toracotomici coi nuovissimi sistemi di sintesi nella patologia traumatica e neoplastica III Simposio Satellite Della SOCIETA ITALIANA DI NEUROCHIRURGIA S. Giovanni Rotondo 09 Novembre 2003 Approcci toracotomici coi nuovissimi sistemi di sintesi nella patologia traumatica e neoplastica DIPARTIMENTO DI NEUROCHIRURGIA Azienda Osp. San Giovanni Roma Roma C. Fiore – M. Neroni, A. Rustia e S. Esposito* * Capo Dipartimento

2 La nostra casistica operatoria 95-Settembre 2003 Traumi vertebro-midollari n. 89 Traumi vertebro-midollari n. 89 Patologia tumorale n. 8 Patologia tumorale n. 8 Totale……………………………………. n. 97 Totale……………………………………. n. 97

3 Traumi toraco-lombari casistica operatoria dal 95 – 9/03 89 casi: da T4 a L5 Prevalenza della cerniera toraco-lombare Prevalenza di maschi giovani (circa il 70%) Età media (16a.-72a.) a Dovuti: Incidenti del traffico stradale Incidenti del traffico stradale Incidenti sul lavoro Incidenti sul lavoro Incidenti domestici Incidenti domestici Incidenti sportivi Incidenti sportivi

4 Traumi toraco-lombari casistica operatoria dal 95 – 9/03 89 casi (T4-L5) 79 casi per via posteriore mediante luso di viti peduncolari monoassiali inizialmente e negli ultimi 4 anni di viti poliassiali. 79 casi per via posteriore mediante luso di viti peduncolari monoassiali inizialmente e negli ultimi 4 anni di viti poliassiali. 10 casi per via anteriore con toracotomia ed uso di V.B.R. + placca 10 casi per via anteriore con toracotomia ed uso di V.B.R. + placca

5 Traumi toraco-lombari casistica operatoria dal 95 – 9/03 89 casi (T4-L5) Tipi di fratture Da scoppio circa il 50% Da scoppio circa il 50% Compressione Compressione Frattura-dislocazione Frattura-dislocazione Flessione-distrazione Flessione-distrazione

6 Traumi toraco-lombari casistica operatoria dal 95 – 9/03 89 casi (T4-L5) According to Frankel Grade (f-u 6 mesi-5 anni) Gruppo A circa il 20% rimasti A Gruppo E circa il 50% rimasti E Gruppo B, C, D il 30% scesi di grado

7 Pre-operatorio Valutazione condizioni generali ed eventuali lesioni extra-rachidee ed extra-neurologiche. Valutazione condizioni generali ed eventuali lesioni extra-rachidee ed extra-neurologiche. Es. neurologico approfondito e ricerca della concordanza tra clinica e livello lesionale. Es. neurologico approfondito e ricerca della concordanza tra clinica e livello lesionale. Rx. dirette, TAC con ricostruzioni planari ed R.M. se possibile. Rx. dirette, TAC con ricostruzioni planari ed R.M. se possibile. Valutazione instabilità. Valutazione instabilità. Scelta del timing chirurgico. Scelta del timing chirurgico. Scelta via dapproccio chirurgico. Scelta via dapproccio chirurgico.

8 Traumi toracici tratto medio-basso Via anteriore 10 casi Durata m. intervento 8h.45 min. Perdita ematica media 450 cc. Recupero sangue quando poss. Amplificatore sempre Timing chirurgico 8h gg.

9 Traumi toracici – Via anteriore 10 casi Complicanze intra-operatorie Emo-pneumotorace 1 p. Emo-pneumotorace 1 p. Piccola lacerazione del polmone 1 p. Piccola lacerazione del polmone 1 p. Emotrasfusione intra-op. 2 p. Emotrasfusione intra-op. 2 p.

10 Traumi toracici – via anteriore 10 casi Complicanze post-operatorie 1 Anemia acuta 1 Anemia acuta 2 Infezioni urinarie 2 Infezioni urinarie 1 Polmonite risolta con antibiotico-terapia 1 Polmonite risolta con antibiotico-terapia

11 Indicazioni alla toracotomia: Lapproccio anteriore fu introdotto da Hodgson per la cura del m. di Pott, Br. J. Surgery compressioni spinali prettamente ventrali e/o ventrolaterali da : infezioni, tumori, burst fractures, il 90% di queste lesioni sono anteriori. - Nelle burst fr. se esiste compromissione anche degli elementi posteriori è consigliato un approccio a 360°. - Necessita della collaborazione del Chirurgo Toracico e delcollasso del polmone omolaterale allapproccio. - Provvede ad una immediata stabilizzazione ed aumenta la qualità di vita del p.

12 Anatomia

13 Corpectomia e posizionamento viti L-L

14 Posizione

15 V.B.R.

16 Position for Thoracotomy

17 1° caso Frattura D 9, moto, m. aa. 29, ant e post.

18 1° caso

19

20 fracture D7-D8: anterior approach after failure posterior approach (m. 30 y.) MRI CT 2° caso

21 Procedure

22 2° caso V.B.R + Plate

23 3° caso Solitary plasmacytoma of D8 paraparesis m. 60 y.

24 3° caso MR post-operatory

25 4° caso Cordoma D8-D9 paraparesis m. 77 y. XR CT

26 4° caso Procedure * * * Tumor

27 4° caso V.B.R. + Plating

28 4° caso XR Check

29 CARATTERISTICHE DEI NUOVI SISTEMI PROTESICI: GABBIE AD ESPANSIONE V.B.R. Possibile distrazione in situ Stabile ancoraggio ai corpi vertebrali Possibilità di riempimento con osso Adattamento agli angoli anatomici richiesti Stabilizzazione immediata

30 Conclusioni… E una chirurgia complessa e, nei traumi, dai tempi lunghi in pazienti spesso altamente instabili perché politraumatizzati. Poco gratificante per limpossibilità di soddisfare pienamente le aspettative del paziente. Deve essere eseguita dalla stessa equipe dopo una buona curva di apprendimento. Può giovarsi dellendoscopia. GRAZIE

31 GRAZIE


Scaricare ppt "III Simposio Satellite Della SOCIETA ITALIANA DI NEUROCHIRURGIA S. Giovanni Rotondo 09 Novembre 2003 Approcci toracotomici coi nuovissimi sistemi di sintesi."

Presentazioni simili


Annunci Google