La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Daniel Levasseur – C.I.O. Levoluzione delle architetture e delle applicazioni ICT IL NUOVO MODELLO ICT SECONDO LABORATOIRES BOIRON.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Daniel Levasseur – C.I.O. Levoluzione delle architetture e delle applicazioni ICT IL NUOVO MODELLO ICT SECONDO LABORATOIRES BOIRON."— Transcript della presentazione:

1 Daniel Levasseur – C.I.O. Levoluzione delle architetture e delle applicazioni ICT IL NUOVO MODELLO ICT SECONDO LABORATOIRES BOIRON

2 filiale italiana del Gruppo Boiron, azienda leader nella produzione di medicinali omeopatici. In Italia è presente con tre stabilimenti che si occupano di produzione e distribuzione si avvale della collaborazione di circa 270 dipendenti con un fatturato di oltre 53 milioni di euro (anno 2010) in costante crescita negli ultimi anni. Nel mondo è presente in più di 25 paesi si avvale della collaborazione di circa 4000 dipendenti con un fatturato di circa 525 milioni di euro (anno 2010) in costante crescita negli ultimi anni. Laboratoires Boiron

3 OBIETTIVI STRATEGICI DELLA FUNZIONE ICT Massima flessibilità e reattività nel seguire e soddisfare le politiche e le strategie aziendali; Esteso controllo sullandamento del business (dati in real time); Accesso ai servizi ed alla comunicazione dalle postazioni aziendali (interne o esterne) e attraverso qualsiasi dispositivo (PC, Palm, etc…); Elevate performance, massima sicurezza ed operatività semplificata ed intuitiva;

4 Il piano predisposto dalla funzione ICT ha previsto 4 ambiti di intervento: 1.Architettura / infrastruttura abilitante (server farm e reti); 2.Rinnovo software applicativi 3.Sicurezza e controllo 4.Gestione e manutenzione IL PIANO OPERATIVO DELLA FUNZIONE ICT

5 LA VIRTUALIZZAZIONE A 360° AMBITO SERVER AMBITO DESKTOP AMBITO APPLICATIVO AMBITO BUSINESS CONTINUITY SWOA: PILASTRI PORTANTI DEL PROGETTO DEL RINNOVAMENTO ICT

6 ARCHITETTURA / INFRASTRUTTURA ABILITANTE Centralizzazione della server farm: CED unico a Segrate con leliminazione di tutti i server periferici; 30 server fisici nel server fisici nel 2010 Virtualizzazione dei server (VMWare); 30 server fisici nel server virtuali nel 2010 Introduzione di una SAN; Da <4 Tb a 4 Tb dischi lenti + 7,5 Tb dischi veloci Implementazione di un sistema di backup centralizzato; Da 11 DLT da 40/80 Gb a 2 LTO4 robotizzati da 1,6 Tb Da 11 DLT da 40/80 Gb a 2 LTO4 robotizzati da 1,6 Tb libreria con 48 nastri da 1,6 Tb libreria con 48 nastri da 1,6 Tb

7 SAN Nodi VMWare 4 server 1 Server di mng 1 Server per bck 1 Server per test Libreria Nastri bck

8 ARCHITETTURA / INFRASTRUTTURA ABILITANTE Evoluzione rete geografica: Rete unica per trasportare tutte le informazioni (voce, dati e video); Doppio canale in fibra a Segrate –50 Mbps per il canale WAN + bck SHDSL 8Mbps –Doppio router in HSRP e attestazione linee su centrali diverse –10 Mbps per il canale Internet + bck SHDSL 8Mbps –Doppio router in HSRP e attestazione linee su centrali diverse Doppio canale SHDSL per ogni stabilimento –SHDSL 4 Mbps + bck SHDSL 4 Mbps –Doppio router in HSRP e attestazione linee su centrali diverse

9 ARCHITETTURA / INFRASTRUTTURA ABILITANTE Svincolare i servizi erogati dai dispositivi end user: Sostituzione dei PC con dei terminali leggeri (Thin Client) 100 PC nel PC e 130 TC nel 2010 Gestione centralizzata della pubblicazione delle applicazioni (Citrix) Consentire lutilizzo di una risorsa in pochi secondi Accesso a tutte le applicazioni aziendali e al proprio desktop via Web

10 21cm 20cm 5cm

11

12 Web Interface

13 ARCHITETTURA / INFRASTRUTTURA ABILITANTE Copertura wireless di tutte le sedi. Accesso WIFI privato a tutti gli utenti dotati di dispositivi MobileAccesso WIFI privato a tutti gli utenti dotati di dispositivi Mobile Accesso WIFI dedicato a tutti gli ospiti con generazione di password one shotAccesso WIFI dedicato a tutti gli ospiti con generazione di password one shot Logistica con sistema di picking tramite terminali WIFI da braccio e lettore di barcode 3D da ditoLogistica con sistema di picking tramite terminali WIFI da braccio e lettore di barcode 3D da dito Predisposizione per tecnologia VOIPPredisposizione per tecnologia VOIP

14 Al servizio di chi deve gestire Oracle JDEdwards Enterprise One Al servizio di chi deve comunicare Exchange Server – VOIP – FOIP – Audio e videoconference Al servizio di chi deve prendere delle decisioni Hyperion - Reports – Analisi OLAP - Budgets forecasts - Data Mining - Dashboards Al servizio di chi vuole trovare informazioni SharePoint – Corporate Portal - Dematerializzazione Il progetto di rinnovo delle applicazioni software è stato sviluppato secondo il modello dei servizi core: RINNOVO SOFTWARE APPLICATIVI

15 Accesso alla rete: Ridefinizione delle policy di sicurezza attraverso i progetti active directory, single sign on, accessi VPN e HTTPS; Regolamentazione e ottimizzazione della navigazione: Introduzione del software Websense per la gestione degli accessi ad internet; Controllo del traffico da e verso internet per tutti gli utenti, compresa la forza esterna dotata di portatile e scheda UMTS/HSDPA; Monitoraggio dei software installati su ogni client; Prevenzione di spam e DOS con soluzione centralizzata: Prevenzione antivirus: AV su tutti i server e tutti i client Monitoraggio sul funzionamento corretto e puntuale aggiornamento Penetration test periodici Disaster Recovery e Patching regolare di server e PC Implementazione di un sito di Disaster Recovery/Business Continuity remoto Implementazione di un sistema di monitoraggio centralizzato per il controllo di tutti i sistemi e processi strategici. SICUREZZA E CONTROLLO

16 Affidare una parte della gestione dei nostri sistemi in sourcing a partner qualificati: Implementazioni tecnologiche di nuovi sistemi; Manutenzioni ordinarie e straordinarie; Consulenze sistemistiche e applicative; Affitto risorse per attività ripetitive e/o di basso profilo; Noleggio operativo per apparecchiature informatiche (server, PC, accessori, fotocopiatrici, stampanti, …) comprensivo del servizio di assistenza e materiale di consumo. GESTIONE E MANUTENZIONE

17 TARGET ARCHITETTURA OracleSQLExchangePAM Users homefoldres DATI APPLICAZIONI ERPOCSB.I.DCM PRESENTATION & SECURITY SHAREPOINT E_PORTAL ACCESSI XENAPP VDI THIN CLIENTS, PC, SMART PHONES e PALM

18 Architettura di sistema Service Oriented; Massima flessibilità e reattività nel seguire e soddisfare le politiche e le strategie aziendali; Miglioramento delle performances; Notevole incremento della sicurezza e dellaffidabilità complessiva dei sistemi; Semplificazione di gestione; Riduzione dei costi di gestione e manutenzione; Totale controllo dei sistemi, anche da remoto; BENEFICI PER LAZIENDA

19 VOIP – Videoconferenza Contact Center – Evoluzione del servizio clienti CRM – Ampliamento dei servizi (marketing, vendite, help desk, HR, …) Ampliamento del document management Print Assesment RFID Nuovi progetti avviati nel 2011 e pianificati per il futuro

20 Grazie


Scaricare ppt "Daniel Levasseur – C.I.O. Levoluzione delle architetture e delle applicazioni ICT IL NUOVO MODELLO ICT SECONDO LABORATOIRES BOIRON."

Presentazioni simili


Annunci Google