La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TECNICHE DI PRODUZIONE DEI RUMINANTI La curva di lattazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TECNICHE DI PRODUZIONE DEI RUMINANTI La curva di lattazione."— Transcript della presentazione:

1 TECNICHE DI PRODUZIONE DEI RUMINANTI La curva di lattazione

2 alveoli mammari cisterna capezzolare cisterna mammaria dotti galattofori

3 Rappresentazione schematica dell'alveolo mammario - (Naitana et al. 1992) Cellule mioepiteliali Dotto alveolare Lume alveolare Tessuto secretivo Alveoli: diametro 0,1-0,4 mm

4

5 Modello di alveolo (a) con i piccoli dotti (d) - irrorazione sanguigna, adipociti, cellule mioepiteliali, e cellule plasmatiche (PC = tipo di globuli bianchi che producono anticorpi). Alveoli: diametro 0,1-0,4 mm

6 Cellule secretrici Rappresentazione schematica dellepitelio mammario in diversi stadi fisiologici (TJ = tight junction; GJ = gap junction; D = desmosomi; RER = reticolo endoplasmatico rugoso) Canali ionici

7 Curva di lattazione perturbazione temporanea perturbazione permanente

8 PL = N X k PL = Produzione di latte N= Numero di cellule secretrici k= Efficienza di sintesi di ciascuna cellula La curva di lattazione e la produzione giornaliera di latte sono determinate dalla relazione:

9 Numero di cellule secretrici - N (Cappio-Borlino et al., 1996) differenziazione involuzione Cellule inattive Cellule attive dN/dt = r 1 N i - r 2 N a N a (t) = Ae -r1t + Be -r2t Nelle vacche il turnover cellulare durante la lattazione è del 50% (Capuco et al., 2001) Cellule senescenti r 1 = tasso di differenziazione r 2 = tasso di apoptosi k = ritmo di secrezione cellulare

10 Efficienza di sintesi delle cellule secretrici - K La massima efficienza dipende dal genotipo (RNA/DNA per cellula, dallefficienza di captazione dei metaboliti, ecc.), dal quadro ormonale, dagli apporti nutritivi, dal DIM Riduzione del K per fattori di origine: Stress metabolici Stress emozionali

11 parto Curva di lattazione: evoluzione del numero di cellule(N) [ + differenziazione – involuzione] N = numero di cellule

12 Involuzione durante lasciutta GH + OLP

13 parto Curva di lattazione : efficienza di sintesi cellulare (K) K = efficienza cellule

14 parto Curva di lattazione N = numero di cellule K = efficienza cellule

15 Latte = N x K ( Capuco et al., 2001) parto Curva di lattazione

16 tg

17 Le perturbazioni della curva di lattazione possono essere: Temporanea attribuibile a K Permanente, attribuibile a N

18 Principali fattori di stress che agiscono sul K Stress metabolici: bilanci nutrivi negativi provocano la riduzione del flusso ematico nella mammella e riducono la captazione dei substrati (Davies e Collier, 1983) Stress tecnici: effetto della frequenza di mungitura o dellintermungitura

19 La soppressione di una mungitura settimanale (13 vs 14) comporta la riduzione della produzione media giornaliera del 3,7% di latte (- 1,1 L/d)

20 Laumento della frequenza di mungitura comporta un aumento della produzione di latte (JDS, 78, 1995)

21 Produzione di latte in funzione della frequenza di mungitura e della tecnica di svezzamento (Bar-Peled et al., 1995) 3x 6x 3x + 3 suckl

22 Quali sono i meccanismi che legano la riduzione di produzione di latte dovuta a k con lo stress di mungitura?

23 Meccanismo locale: FIL (Knight et al., 1998)

24 Caja et al., JDS 87 Ayadi et al., JDS 86 Relazione tra latte prodotto e area della cisterna misurata con ecografo (distanza 8 h dalla mungitura)

25 Relazione tra produzione di latte e dimensioni della cisterna in pecore Sarde (Nudda et al., 2002)

26 PA-PPS -CN PPCB (res 1-28) K + Na + Cl - PPCB = FIL? Meccanismo locale PPCB (Silanikove et al., 2000) Blocco sintesi lattosio

27 Principali fattori di stress che agiscono sul N Cellule inattive Cellule attive Cellule senescenti r 1 = tasso di differenziazione r 2 = tasso di apoptosi Gli stress di mungitura e quelli emozionali prolungati aumentano il tasso di apoptosi (r 2 ) e riducono il tasso di differenziazione (r 1 )

28 Aumento del tasso di apoptosi (r 2 ) dovuto a mancata rimozione del latte per lunghi periodi PA-PPS CN (HCN) (-Ca ++ ?) (Shamay et al., 2002)

29 PA-PPS CN (HCN) (-Ca ++ ?) Glucocorticoidi PA-PPS Matrix metallo proteine Aumento del tasso di apoptosi (r 2 ) dovuto a stress emozionali prolungati ECM

30 PA-PPS -CN PPCB (res 1-28) K + Na + Cl - Blocco sintesi lattosio CN (HCN) (-Ca ++ ?) Glucocorticoidi I meccanismi locale e sistemico possono agire simultaneamente PA-PPS Matrix metallo proteine

31 Relazione fra Plasmina nel latte e produzione in pecore Sarde (Battacone et al., 2004)

32 Cellule inattive Cellule attive r 1 = tasso di differenziazione Gli stress di mungitura ed emozionali prolungati riducono il tasso di differenziazione

33 EM 50% (Kirkland e Gordon, 2001) No stress

34 EM 25% Stress acuto

35 EM 25% leptina Stress prolungato


Scaricare ppt "TECNICHE DI PRODUZIONE DEI RUMINANTI La curva di lattazione."

Presentazioni simili


Annunci Google