La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SCOPO DELLESPERIENZA PRINCIPI TEORICIDISEGNO ed ESPERIMENTO RACCOLTA DATI E LORO MANIPOLAZIONE DESCRIZIONE ESPERIENZA E CONCLUSIONI RINGRAZIAMENTI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SCOPO DELLESPERIENZA PRINCIPI TEORICIDISEGNO ed ESPERIMENTO RACCOLTA DATI E LORO MANIPOLAZIONE DESCRIZIONE ESPERIENZA E CONCLUSIONI RINGRAZIAMENTI."— Transcript della presentazione:

1 SCOPO DELLESPERIENZA PRINCIPI TEORICIDISEGNO ed ESPERIMENTO RACCOLTA DATI E LORO MANIPOLAZIONE DESCRIZIONE ESPERIENZA E CONCLUSIONI RINGRAZIAMENTI

2 Determinare lenergia potenziale gravitazionale e lenergia cinetica posseduta da un carrello, trascinato da un pesetto, posto sulla rotaia a cuscino daria MENU PRINCIPALE

3 In un sistema ISOLATO, lenergia meccanica si conserva Approfondimenti Teorici: ENERGIA CINETICA (PREMERE IL PULSANTE)

4 La indichiamo con il simbolo Ec: è lenergia posseduta da un corpo in virtù del fatto che la sua massa (m) è in moto con velocità V. La formula per calcolare lenergia cinetica è: Ec= ½ *m*V 2 Approfondimenti Teorici: ENERGIA POTENZIALE GRAVITAZIONALE (PREMERE IL PULSANTE)

5 La indichiamo con il simbolo Epg: è lenergia posseduta da un corpo di massa m in virtù del fatto che si trova in una determinata posizione rispetto ad un livello di riferimento (preso arbitrariamente) nel campo gravitazionale. La formula per calcolare lenergia potenziale gravitazionale è: Epg=m*g*h Approfondimenti Teorici: ENERGIA MECCANICA PREMERE IL PULSANTE M Sabbia h Esempio: la massa della sabbia si trova ad unaltezza h rispetto al livello di riferimento assunto come zero dellenergia potenziale gravitazionale

6 Lenergia meccanica di un corpo, indicata col simbolo Em, è data dalla somma di Ec ed Ep (lEp può essere di tipo gravitazionale e/o elastico). La formula per calcolare lenergia meccanica è: Em=Ec+Ep MENU PRINCIPALE

7 ESPERIMENTO IN TEMPO REALE Carrello con massa M 2 su rotaia a Cuscino daria s i = 10,0 cm Spazio percorso dal carrello nel tempo ti, misurato dal cronometro, dopo che la massa M 1 ha toccato terra h = 0,935 m Massa M 1 trainante CLOCK

8 MENU PRINCIPALE s i = 10,0 cm M 2 = 0,211 kg ti = 0,110 s M 1 = 0,010 kg

9 M1 (kg)M2 (kg)h (m)Ti (s)Si (m)Vi (m/s)Epg (J)Ec (J) 0,0100,2110,9350,1100,1000,9090,0920,0913 0,0200,2110,9350,0800,1001,250,180,180 0,0100,3110,9350,1320,1000,7580,0920,0922 0,0200,3110,9350,0950,1001,050,180,182 CALCOLI DELLA PRIMA RIGA

10 Vi = si/ti = 0,100m/0,311s= 0,909 m/s Epg = m 1 *g*h= 0,010kg*9,81m/s 2 *0,935m= 0,092 J Ec= ½*(m 1 +m 2 )*V 2 = ½*(0,010+0,211)kg*(0,909) 2 m 2 /s 2 = 0,913 J MENUPRINCIPALE

11 Con un cronometro digitale abbiamo misurato il tempo istantaneo impiegato dal carrello per percorrere uno spazio di 10,0 cm appena dopo che il pesetto ha toccato terra, quando il sistema si muoverà di moto rettilineo uniforme. In questo modo è possibile calcolare la velocità del sistema un istante prima che il pesetto tocchi terra, perché il sistema conserverà questa velocità per il primo principio della dinamica. Sono state effettuate quattro misurazioni variando ogni volta la massa totale del sistema Abbiamo svolto i calcoli per trovare Vi Abbiamo svolto i calcoli per trovare Epg Abbiamo svolto i calcoli per trovare Ec CONCLUSIONI

12 Lenergia potenziale della massa m 1 si è convertita in energia cinetica del sistema infatti, dai calcoli eseguiti, risulta che tali valori sono uguali nellambito delle incertezze sperimentali. Ciò conferma che lenergia meccanica del sistema (carrello + pesetto) rimane costante durante il moto. Infatti: E i m = E f m E i pg sistema + E i c sistema = E f pg sistema + E f c sistema E i pgm2 + E i pgm1 + E i cm2 + E i cm1 = E f pgm2 + E f pgm1 + E f cm2 + E f cm1 quindi m 1 gh=1/2 (m 1 +m 2 )v 2 MENU PRICIPALE i = configurazione iniziale in cui il sistema è fermo f = configurazione finale un istante prima che il pesetto tocchi terra = 0 Si semplificano perché sono uguali in entrambe le configurazioni

13 LUCA MARONCELLI ( immagini, animazioni, montaggio e rielaborazione presentazione) FEDERICO MAESTRI (principi teorici, approfondimenti) DAVIDE MINUTOLO (tabella raccolta dati e calcoli) Classe IID A.S FINE PRESENTAZIONE ********************************************************************************************************* ****************************** - Lavoro parzialmente rielaborato e corretto dai Docenti mantenendo la grafica e la struttura sviluppata dagli studenti - Gif Animate scaricate liberamente in rete da Google Immagini ********************************************************************************************************* ****************************** LUCA MARONCELLI FEDERICO MAESTRI DAVIDE MINUTOLO Classe IID A.S Docenti: Prof.ssa Barbara Teodorani - Prof. Luca Bruschi


Scaricare ppt "SCOPO DELLESPERIENZA PRINCIPI TEORICIDISEGNO ed ESPERIMENTO RACCOLTA DATI E LORO MANIPOLAZIONE DESCRIZIONE ESPERIENZA E CONCLUSIONI RINGRAZIAMENTI."

Presentazioni simili


Annunci Google