La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. S.F. Mingiardi UNITELSEREGNO UNITELSEREGNO LIntelligenzaLIntelligenza Psicologia Generale Secondo corso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. S.F. Mingiardi UNITELSEREGNO UNITELSEREGNO LIntelligenzaLIntelligenza Psicologia Generale Secondo corso."— Transcript della presentazione:

1 Prof. S.F. Mingiardi UNITELSEREGNO UNITELSEREGNO LIntelligenzaLIntelligenza Psicologia Generale Secondo corso

2 Cosa vuol dire essere intelligenti? Lintelligenza (dal lat. inter – lègere = leggere tra) la si può intendere come: Insieme di caratteristiche diverse per valore e grado Insieme di abilità caratterizzanti culture diverse - Intelligenza Articolo Cavalli-Sforza

3 Alle origini del concetto di intelligenza Nella storia del pensiero occidentale la riflessione sul concetto di intelligenza si è sviluppata tra due coppie di dicotomie: Intelligenza unica Intelligenza molteplice Intelligenza innata e immutabile Intelligenza innata e immutabile Intelligenza legata allambiente e coltivabile Ogni assunto ha implicazioni notevoli sulla definizione e sulle funzioni dellintelligenza, sulla sua misurazione, oltre che sulla progettazione delle attività formative.

4 Intelligenza: quale definizione? Come possiamo definire lintelligenza? Partiamo da una riflessione di Edoardo Boncinelli: [Lintelligenza è] «Capacità di vedere connessioni e legami significa-tivi tra cose diverse, anche molto distanti tra di loro. Una conseguenza quasi immediata può essere la capacità di cogliere lessenza di una situazione, reale o immaginaria, e vederne tutte le implicazioni. (…) Questo può condurre tanto alla risoluzione di un problema quanto alla capacità di cavarsela egregiamente nella vita. (…) La persona di grande intelligenza risolve brillantemente i problemi che le vengono posti. Quella di intelligenza eccezionale i problemi se li pone da sola». (E. Boncinelli, Il cervello, la mente e lanima, 1999).

5 Come possiamo definire lintelligenza? Excursus storico Gli studi condotti da Alfred Binet (1895; 1905) sul comportamento intelligente lo portarono a sottolineare il carattere attivo dellintel- ligenza. Tre sono le caratteristiche dei processi mentali da lui eviden- ziate: la tendenza a mantenere la direzione presa senza lasciarsi distrarre o fuorviare. la capacità di adattare i mezzi agli scopi. la capacità di autocritica e linsoddisfazione per le soluzioni parziali che non chiariscono realmente il problema. Intelligenza: quale definizione?

6 Come possiamo definire lintelligenza? Excursus storico Gli studi di Charles Spearman (1904) sostengono la teoria del mini- mo dei fattori, secondo la quale lintelligenza consiste in 2 tipi di fattori: fattore generale g: maggiore è g, più intelligente è il sogget- to fattore specifico s: dei domini di conoscenza come il verbale, il quantitativo, lo spaziale. Intelligenza: quale definizione?

7 Come possiamo definire lintelligenza? Excursus storico Questo modello fu messo in discussione verso la fine degli anni '30 da Luis Leon Thurstone, il quale non trovò un fattore genera- le ma tanti fattori che corrispondevano a sei abilità indipendenti che chiamò abilità primarie: 1.comprensione verbale, 2.memoria, 3.fluidità verbale, 4.ragionamento, 5.capacità numeriche, 6.velocità percettiva, 7.visualizzazione spaziale. Intelligenza: quale definizione?

8

9 Come possiamo definire lintelligenza? Excursus storico L' Un modello multidimensionale dell'intelligenza è quello di James Cattel (anni '70) che distinse due tipi di intelligenza: l'intelligenza fluida e l'intelligenza cristallizzata. L'intelligenza fluida consiste nella capacità di percepire le relazioni, indipendentemente da un esercizio o un apprendi- mento avvenuti in precedenza. L'intelligenza cristallizzata, invece, è la tendenza ad appli- care soluzioni secondo schemi di passate esperienze. Robert Sternberg (1987) ha proposto invece una teoria tripartita, incentrata su: capacità analitiche, creative, sintetiche e pratiche, includendo anche le variabili di motivazione e personalità. Intelligenza: quale definizione?

10 Una teoria modulare (T.I.M.)

11

12

13

14 Lintelligenza emotiva

15 I test mentali

16 Molti problemi aperti …

17 Dovranno sviluppare…


Scaricare ppt "Prof. S.F. Mingiardi UNITELSEREGNO UNITELSEREGNO LIntelligenzaLIntelligenza Psicologia Generale Secondo corso."

Presentazioni simili


Annunci Google