La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PIANO NAZIONALE DI FORMAZIONE E RICERCA C A R E I.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PIANO NAZIONALE DI FORMAZIONE E RICERCA C A R E I."— Transcript della presentazione:

1 PIANO NAZIONALE DI FORMAZIONE E RICERCA C A R E I

2 I I m p a r a r e C C o o o o m u n i c a r e A A g g g g i r e i n u n a R R e t e E E d u c a t i v a

3 Fine a.s. 2006/07 viene presentata la Fine a.s. 2006/07 viene presentata la versione cartacea del versione cartacea del progetto progetto Ottobre 2007 seminario per referenti Ottobre 2007 seminario per referenti provinciali e regionali provinciali e regionali Novembre 2007 presentazione candidature Novembre 2007 presentazione candidature istituzioni scolastiche istituzioni scolastiche Gennaio 2008 selezione progetti. Gennaio 2008 selezione progetti. Giornata di studio a Roma Giornata di studio a Roma Febbraio 2008 si parte… Febbraio 2008 si parte… Un po di storia…

4 Un po di numeri… Ladesione delle scuole al progetto è stata superiore alle attese: 838 progetti presentati in Italia, 424 progetti finanziabili; Le reti di scuole formate sono di solito composte da più di 3 partner Le nostre reti più numerose contano 7 partner, in alcune regioni arrivano a 11

5 LA SITUAZIONE NAZIONALE (…dalla presentazione di Onger – seminario del 22 gennaio) Progetti selezionabili e progetti presentati: dato nazionale

6 Progetti selezionabili e progetti presentati per gruppi di regioni progetti selezionabili progetti presentati

7 Scuole capofila - Scuole coinvolte Scuole capofilaScuole coinvolte

8 PIEMONTE Sono state presentate 50 candidature ne sono state accolte 33 (dati USR) ne sono state scartate 7 le 10 scuole rimanenti sono diventate partner di altre scuole

9 Totale scuole coinvolte: 130 Tipologia scuole coinvolte:

10 NUMERO SCUOLE E PROGETTI PRESENTATI ALATBICNNOTOVBVC TOTALE SCUOLE PROGETTI PRESENTATI

11 Criteri adottati per la selezione dei progetti I CARE Presenza delle condizioni che attestino la buona qualità del progetto (significatività,fattibilità, aspetti organizzativi, coerenza tra lanalisi del pregresso e il miglioramento) Rappresentatività territoriale Rappresentatività di tutti gli ordini di scuola Ampiezza del coinvolgimento esterno

12 FINANZIAMENTI 1° finanziamento ,00 euro Integrazione ,00 euro TOTALE ,00 euro Per ogni rete: 9.937,40 euro Per ITIS Sella (BI) 999,80 euro ( Sede allocazione fondi )

13 STRUTTURA DEL PERCORSO Ricognizione e analisi critica delle esperienze pregresse Ricognizione e analisi critica delle esperienze pregresse Progettazione del miglioramento Progettazione del miglioramento Piano operativo Piano operativo Valutazione del miglioramento Valutazione del miglioramento Diffusione delle esperienze Diffusione delle esperienze Tale articolazione risulterà vincolante per le realtà partecipanti

14 PRONTI ? DATE UN TITOLO AL PROGETTO DATE UN TITOLO AL PROGETTO DELIMITATE IL CAMPO DELLA RICERCA: MEGLIO OCCUPARSI DI UN SOLO AMBITO DELIMITATE IL CAMPO DELLA RICERCA: MEGLIO OCCUPARSI DI UN SOLO AMBITO LAVORATE IN RETE LAVORATE IN RETE INDIVIDUATE ALCUNI INDICATORI, OSSERVABILI, PER VALUTARE IL MIGLIORAMENTO INDIVIDUATE ALCUNI INDICATORI, OSSERVABILI, PER VALUTARE IL MIGLIORAMENTO

15 I GRUPPI DI GESTIONE E COORDINAMENTO Referente per ogni scuola: coordina le azioni assegnate al proprio istituto e mantiene i rapporti con le altre scuole Referente per ogni scuola: coordina le azioni assegnate al proprio istituto e mantiene i rapporti con le altre scuole Un docente per ogni rete: cura la memoria storica dellintero processo, verbalizza e garantisce la diffusione delle informazioni Un docente per ogni rete: cura la memoria storica dellintero processo, verbalizza e garantisce la diffusione delle informazioni Referente USP e USR, Gruppo di lavoro Regionale: consulenza e supporto, monitoraggio. Referente USP e USR, Gruppo di lavoro Regionale: consulenza e supporto, monitoraggio. Referente di rete: cura i rapporti con USP e con USR e coordina le attività delle scuole afferenti Referente di rete: cura i rapporti con USP e con USR e coordina le attività delle scuole afferenti

16 LINK UTILI FORUM ?


Scaricare ppt "PIANO NAZIONALE DI FORMAZIONE E RICERCA C A R E I."

Presentazioni simili


Annunci Google