La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Palermo, 6 ottobre 2012 Johnny PADULO; Enzo IULIANO; Giovanna AQUINO; Giuseppe CALCAGNO The effect of the step frequency manipulation on the step length.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Palermo, 6 ottobre 2012 Johnny PADULO; Enzo IULIANO; Giovanna AQUINO; Giuseppe CALCAGNO The effect of the step frequency manipulation on the step length."— Transcript della presentazione:

1 Palermo, 6 ottobre 2012 Johnny PADULO; Enzo IULIANO; Giovanna AQUINO; Giuseppe CALCAGNO The effect of the step frequency manipulation on the step length in marathon runners

2 Introduzione La corsa è una delle forme di locomozione più estensivamente studiata Lelevato numero di passi che effettuano i maratoneti (circa 40000) durante la maratona mette in evidenzia il ruolo cruciale dei parametri meccanici. Scopo dello Studio: verificare se la modifica della frequenza dei passi durante un training in salita (2%) possa modificare lampiezza del passo in pianura Kyrolainen, H., Pullinen, T., Candau, R., Avela, J., Huttunen, P. & Komi, P. V. (2000). Effects of marathon running on running economy and kinematics. Eur J Appl Physiol, 82, Padulo, J., Annino, G., Migliaccio, G. M., D'Ottavio, S. & Tihanyi, J. (2012). Kinematics of Running at Different Slopes and Speeds. J Strength Cond.Res., 26,

3 Materiali e metodi 24 maratoneti Età ± 4.27 anni Altezza 1.75 ± 0.06 m Peso ± 5.93 kg Performance ~2h45 24 maratoneti Età ± 4.27 anni Altezza 1.75 ± 0.06 m Peso ± 5.93 kg Performance ~2h45 Soggetti SFF (n=12) Step Frequenzy Free SFF (n=12) Step Frequenzy Free SFM (n=12) Step Frequenzy Modulation SFM (n=12) Step Frequenzy Modulation

4 Lunghezza del Passo1.42 m 2% Fig. 1 Dinamica del passo durante la corsa in salita (2%) Training Due sessioni settimanali su treadmill (3 settimane) Due sessioni settimanali su treadmill (3 settimane) Padulo, J., Annino, G., Migliaccio, G. M., D'Ottavio, S. & Tihanyi, J. (2012). Kinematics of Running at Different Slopes and Speeds. J Strength Cond.Res., 26, SFM group 5 serie da 5 di corsa al 2% con Iso- Efficiency Speed (13.83 ± 1.11 km/h) e modulazione passi (2.76 ± 0.11 Hz) così da riprodurre in salita la stessa ampiezza del passo della pianura (Fig.1) con la training equation (Padulo 2012) SFM group 5 serie da 5 di corsa al 2% con Iso- Efficiency Speed (13.83 ± 1.11 km/h) e modulazione passi (2.76 ± 0.11 Hz) così da riprodurre in salita la stessa ampiezza del passo della pianura (Fig.1) con la training equation (Padulo 2012) SFF group 5 serie da 5 di corsa al 2% con Iso- Efficiency Speed (13.84 ± 1.09) senza modulazione passi (2.98 ± 0.10 Hz) SFF group 5 serie da 5 di corsa al 2% con Iso- Efficiency Speed (13.84 ± 1.09) senza modulazione passi (2.98 ± 0.10 Hz) Il recupero era di 5 di corsa in pianura -1.5 km/h rispetto a IES 2

5 Tempo di contatto Tempo di volo Frequenza del passo Lunghezza del passo 5 di corsa in pianura Iso-Efficiency Speed (Padulo 2012) 5 di corsa in pianura Iso-Efficiency Speed (Padulo 2012) Padulo, J., Annino, G., Smith, L., Migliaccio, G. M., Camino, R., Tihanyi, J. & D'Ottavio, S. (2012). Uphill Running at Iso-Efficiency Speed. Int J Sports Med In Press Materiali e metodi Post test Training sessions Pre test Analisi Cinematica (Camera Hi-Speed 210 Hz) e analizzati in 2D con Dartfish Pro5.1 Analisi Cinematica (Camera Hi-Speed 210 Hz) e analizzati in 2D con Dartfish Pro5.1 Analisi statistica RM-ANOVA Analisi statistica RM-ANOVA

6 Risultati PRE-TESTPOST-TEST Variable SFM + SFFSFMSFF MeanSDMeanSDMeanSD Tempo di contatto (ms) Tempo di volo (ms) Frequenza del passo (Hz) Lunghezza del passo (m) * Conditions that differ from groups (SFM – SFF) versus baseline conditions, are denoted with a * p < 0.05, or a p < Fig. 2 Traiettoria del malleolo nelle tre condizioni SF/BT – SFM/AT – SFF/AT Repeated measures ANOVA showed significant differences between both training groups in: CT: F (1,22) = 8.12, p = (η 2 = 0.270), and the interaction training type × time F (1,22) = 7.05, p = (η 2 = 0.243). SF: F (1,22) = 18.99, p = (η 2 = 0.463), and the interaction training type × time F (1,22) = 47.92, p = (η 2 = 0.685). SL: F (1,22) = 28.09, p = (η 2 = 0.569), and the interaction training type × time F (1,22) = 58.50, p = (η 2 = 0.727). FT: F (1,22) = 15.80, p = (η 2 = 0.418), and the interaction training type × time F (1,22) = 18.86, p = (η 2 = 0.462).

7 Conclusioni Dal presente studio sono emersi interessanti elementi che caratterizzano i parametri cinematici del passo. È possibile ritenere che i parametri meccanici possono essere direttamente modificati. Patrick Makau Musyoki Running world record at Berlin Marathon 2011

8 Grazie per lattenzione!!


Scaricare ppt "Palermo, 6 ottobre 2012 Johnny PADULO; Enzo IULIANO; Giovanna AQUINO; Giuseppe CALCAGNO The effect of the step frequency manipulation on the step length."

Presentazioni simili


Annunci Google