La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

24 aprile 2002 Avvisi: Risultati 1 o Esonero: (entro) lunedi 27 disponibili nella pag. WEB, ma anche esposti nella bacheca fuori dal corridoio 2 o dente,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "24 aprile 2002 Avvisi: Risultati 1 o Esonero: (entro) lunedi 27 disponibili nella pag. WEB, ma anche esposti nella bacheca fuori dal corridoio 2 o dente,"— Transcript della presentazione:

1 24 aprile 2002 Avvisi: Risultati 1 o Esonero: (entro) lunedi 27 disponibili nella pag. WEB, ma anche esposti nella bacheca fuori dal corridoio 2 o dente, piano terra. Speciale 1 o Esonero: soluzioni, commenti, correzioni compiti prossima lezione (giovedì 2 maggio). Progetti: gia disponibili nella pag. WEB.

2 Qualche minuto di laboratorio Esercizio 6.19 Scrivere un programma C che simuli il lancio di due dadi. Il programma dovra utilizzare rand per lanciare il primo dado e poi invocarla nuovamente per lanciare il secondo dado: poi calcolera la somma dei due valori. (Nota: tale somma puo variare tra 2 e 12). Tale programma dovra lanciare i due dadi volte e poi dovra visualizzare i seguenti risultati: Un vettore di frequenze F per i risultati di ogni lancio cioe tale che F(i) rappresenta quante volte la somma dei due dadi e stata uguale ad i con i=2,3,…12. Una matrice D 6x6 tale che D(i,j) rappresenta quante volte si e ottenuto i col primo dado e j con il secondo dado con i,j=1,2,…,6. Vediamo le soluzioni proposte da voi…

3 Chiamata di funzioni per riferimento Chiamata per riferimento usando puntatori come argomenti –Si passa lindirizzo di un argomento usando loperatore & –Consentono di cambiare il valore nella locazione di memoria –Gli array non si possono passare con & perche il nome dellarray e gia un puntatore operatore * –Usato come alias per una variabile allinterno di una funzione void double(int *number) {*number = 2 * (*number);} *number si usa come alias per la variabile passata

4 1. /* Elevare al cubo mediante una chiamata per valore */ 2.#include 3.int cubeByValue(int); 4.main() 5.{ 6. int number = 5; 7. printf("The original value of number is %d\n", number); 8. number = cubeByValue(number); 9. printf("The new value of number is %d\n", number); 10. return 0; 11.} 12.int cubeByValue(int n) 13.{ 14. return n * n * n; /* eleva al cubo */ 15.} The original value of number is 5 The new value of number is 125 Output

5 1/* Fig. 7.7: fig07_07.c 2 Elevare al cubo mediante chiamata per riferimento 3 mediante puntatori */ 4 5#include 6 7void cubeByReference( int * ); 8 9int main() 10{ 11 int number = 5; printf( "The original value of number is %d", number ); 14 cubeByReference( &number ); 15 printf( "\nThe new value of number is %d\n", number ); return 0; 18} 19 20void cubeByReference( int *nPtr ) 21{ 22 *nPtr = *nPtr * *nPtr * *nPtr; 23} The original value of number is 5 The new value of number is 125 Notare che viene dato lindirizzo di number – infatti cubeByReference aspetta un puntatore (indirizzo di una variabile). Allinterno di cubeByReference, si usa *nPtr ( *nPtr e number ). Output

6 Usare il qualificatore Const con i puntatori Qualificatore const – una variabile non puo essere cambiata –Utile avere const se la funzione non deve cambiare una variabile –Tentativi di cambiare un const produce errore in compilazione Puntatori const – puntano alla stessa locazione di memoria –Devono essere inizializzati quando sono dichiarati int *const myPtr = &x; Tipo int *const – puntatore costante a un int const int *myPtr = &x; Puntatori regolari a const int const int *const Ptr = &x; const puntatore a const int x puo essere cambiato, ma non *Ptr

7 1./* Fig7_10 Converting lowercase letters to uppercase letters */ 2./* using a non-constant pointer to non-constant data */ 3.#include 4.void convertToUppercase(char *); 5.main() 6.{ 7. char string[] = "characters"; 8. printf("The string before conversion is: %s\n", string); 9. convertToUppercase(string); 10. printf("The string after conversion is: %s\n", string); 11. return 0; 12.} 13.void convertToUppercase(char *s) 14.{ 15. while (*s != '\0') { 16. if (*s >= 'a' && *s <= 'z') 17. *s -= 32; /* convert to ASCII uppercase letter */ s; /* increment s to point to the next character */ 19. } 20.}

8 The string before conversion is: characters The string after conversion is: CHARACTERS Output

9 1./* Fig7_11 Printing a string one character at a time using */ 2./* a non-constant pointer to constant data */ 3.#include 4.void printCharacters(const char *); 5.main() 6.{ 7. char string[] = "print characters of a string"; 8. printf("The string is:\n"); 9. printCharacters(string); 10. putchar('\n'); 11. return 0; 12.} 13.void printCharacters(const char *s) 14.{ 15. for ( ; *s != '\0'; s++) /* no initialization */ 16. putchar(*s); 17.} The string is: print characters of a string Output

10 1./* Fig7_12.c Attempting to modify data through a */ 2./* non-constant pointer to constant data */ 3.#include 4.void f(const int *); 5.main() 6.{ 7. int y; 8. f(&y); /* f attempts illegal modification */ 9. return 0; 10.} 11.void f(const int *x) 12.{ 13. *x = 100; /* cannot modify a const object */ 14.} 13 Warning: assignment of read-only location 13 ERROR: Cannot modify a const object Dev-C++ Borland

11 1./* Fig Attempting to modify a constant pointer to */ 2./* non-constant data */ 3.#include 4.main() 5.{ 6. int x, y; 7. int * const ptr = &x; 8. ptr = &y; /* attempt to modify a const pointer*/ 9. return 0; 10.} 10 Warning: assignment to read-only variable ptr 10 ERROR: Cannot modify a const object Dev-C++ Borland

12 1/* Fig. 7.14: fig07_14.c 2 Attempting to modify a constant pointer to 3 constant data */ 4 5#include 6 7int main() 8{8{ 9 int x=5, y; const int * const ptr = &x; *ptr = 7; 16 ptr = &y; return 0; 19} FIG07_13.c: Error E2024 FIG07_13.c 15: Cannot modify a const object in function main 16: Cannot modify a const object in function main *** 2 errors in Compile ***

13 Bubble Sort usando chiamata per riferimento Implementare bubblesort usando puntatori –Scambia due elementi –La funzione swap deve ricevere un indirizzo (usando &) degli elementi dellarray Gli elementi dellarray hanno una chiamata-per- valore per default –Usando puntatori e loperatore *, la funzione swap puo scambiare elementi dellarray

14 1/* Fig. 7.15: fig07_15.c 2 This program puts values into an array, sorts the values into 3 ascending order, and prints the resulting array. */ 4#include 5#define SIZE 10 6void bubbleSort( int *, const int ); 7 8int main() 9{9{ 27 return 0; 28} 11 int a[ SIZE ] = { 2, 6, 4, 8, 10, 12, 89, 68, 45, 37 }; 12 int i; printf( "Data items in original order\n" ); for ( i = 0; i < SIZE; i++ ) 17 printf( "%4d", a[ i ] ); bubbleSort( a, SIZE ); /* ordina larray */ 20 printf( "\nData items in ascending order\n" ); for ( i = 0; i < SIZE; i++ ) 23 printf( "%4d", a[ i ] ); printf( "\n" ); Bubblesort prende lindirizzo dellarray. Il nome di un array e un puntatore..

15 Data items in original order Data items in ascending order Output 33 int pass, j; 34 for ( pass = 0; pass < size - 1; pass++ ) for ( j = 0; j < size - 1; j++ ) if ( array[ j ] > array[ j + 1 ] ) 39 swap( &array[ j ], &array[ j + 1 ] ); 40} 41 42void swap( int *element1Ptr, int *element2Ptr ) 43{ 44 int hold = *element1Ptr; 45 *element1Ptr = *element2Ptr; 46 *element2Ptr = hold; 47} 29 30void bubbleSort( int *array, const int size ) 31{ 32 void swap( int *, int * );

16 103void bubbleSort( int a[] ) 104{ 105 int pass, j, hold; for ( pass = 1; pass <= SIZE - 1; pass++ ) for ( j = 0; j <= SIZE - 2; j++ ) if ( a[ j ] > a[ j + 1 ] ) { 112 hold = a[ j ]; 113 a[ j ] = a[ j + 1 ]; 114 a[ j + 1 ] = hold; 115 } 116} Nelle lezioni precedenti…

17 Aritmetica con i puntatori Alcune operazioni aritmetiche possono essere utilizzate con i puntatori –Incrementa/decrementa puntatori ( ++ o -- ) –Si puo aggiungere/sottrarre un intero a/da un puntatore ( + o +=, - o -= ) –Puntatori possono essere sottratti uno dallaltro –Attenzione : Sono operazioni senza significato a meno che non siano effettuate su array.

18 Aritmetica con i puntatori int v[5] (supp int e di 4 byte) –vPtr = v oppure vPtr = &v[0] vPtr punta al primo elemento v[0] nella locazione ( vPtr = 3000 ) –vPtr +=2; assegna a vPtr valore 3008 vPtr punta a v[2], ma un int vale 4 byte! variabile puntatore vPtr v[0]v[1]v[2]v[4]v[3] locazione

19 Aritmetica con i puntatori Sottrarre puntatori –Restituisce il numero di elementi tra uno e laltro –vPtr2 = &v[2]; vPtr = &v[0]; vPtr2 - vPtr = 2. ( numero di elementi del vettore tra vPtr2 e vPtr ) Confronti tra puntatori ( ) –Per vedere quale puntatore punta allelemento dellarray di indice maggiore… –Anche per controllare se un puntatore punta a

20 Aritmetica con i puntatori Puntatori dello stesso tipo possono essere assegnati uno allaltro –Se non sono dello stesso tipo, deve essere usato un operatore cast –Eccezione: puntatori a void (tipo void * ) Puntatori generici, rappresentano qualunque tipo Non occorre casting per convertire un puntatore ad un puntatore void Puntatori void non possono essere dereferenziati


Scaricare ppt "24 aprile 2002 Avvisi: Risultati 1 o Esonero: (entro) lunedi 27 disponibili nella pag. WEB, ma anche esposti nella bacheca fuori dal corridoio 2 o dente,"

Presentazioni simili


Annunci Google