La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CIRCOLO DIDATTICO NOVARO - NETWORK AVIMES (TORINO) MIUR - DIREZIONE GENERALE REGIONALE PER IL PIEMONTE - UFF.DIRIG.TECN. (TORINO) Sviluppo della qualità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CIRCOLO DIDATTICO NOVARO - NETWORK AVIMES (TORINO) MIUR - DIREZIONE GENERALE REGIONALE PER IL PIEMONTE - UFF.DIRIG.TECN. (TORINO) Sviluppo della qualità"— Transcript della presentazione:

1 CIRCOLO DIDATTICO NOVARO - NETWORK AVIMES (TORINO) MIUR - DIREZIONE GENERALE REGIONALE PER IL PIEMONTE - UFF.DIRIG.TECN. (TORINO) Sviluppo della qualità delleducazione attraverso la valutazione interna nei diversi contesti socio-culturali

2 SEMINARIO APERTO INTERNAZIONALE Leadership e autovalutazione della cultura della scuola Rete di Scuole PIEMONTE Torino, 2 Dicembre 2004 Progetto VALINT

3 S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004 Il progetto VALINT in quattro paesi Silvana Mosca Dirigente Tecnico USR Piemonte Coordinatrice del Progetto VALINT Rete di Scuole PIEMONTE

4 S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004 Individuare gli ambiti di decisione sulla valutazione a livello di SCUOLA SCUOLA INTERMEDIO INFERIORE INTERMEDIO INFERIORE INTERMEDIO SUPERIORE INTERMEDIO SUPERIORE CENTRALE CENTRALE

5 S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004 I processi di autonomia e di decentralizzazione sollecitano la valutazione interna la rendicontazione lautoriflessione

6 Lautoriflessione si riferisce agli ambiti di decisione in cui listituto è competente/responsabile S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004

7 Analisi comparata fra 4 paesi LOCUS OF DECISION MAKING con particolare riferimento alla valutazione Fonte EEDS e OCSE Network C S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004

8 Esempi di pratiche interessanti Il Sistema PECCAN - Spagna per la valutazione esterna e il miglioramento dei Piani educativi di Scuola La Formazione dei nuovi Capi di Istituto in Romania e lapplicazione dello schema di Quinn e Rohrbaugh come esercitazione formativa La Formazione degli insegnanti ai metodi di valutazione in Polonia Lorganizzazione in rete di scuole per lalternanza interno/esterno nelluso dei risultati valutativi Italia-Piemonte S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004

9 Rete di Scuole AVIMES Piemonte Steering Committee Progetto VALINT Spagna Polonia Romania Insegnanti Ispettori MIUR - USR ITALIA S S S S S S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004

10 LA RETE DI SCUOLE AVIMES Rete di Scuole PIEMONTE A uto V alutazione di I stituto per il M iglioramento dell E fficacia della S cuola

11 S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004 Efficacia della scuola Reciproche relazioni tra blocchi del sistema Descrizione operativa con la programmazione retroattiva che attiva percorsi di miglioramento nei metodi e nei contenuti per ottenere lincremento di risultati quantitativi e qualitativi

12 Contesto Processi Risultati Risorse Fig. 2 – Riduzione e adattamento da Sintesi dei principali risultati della ricerca sullefficacia della scuola (Scheerens,1989) Estratto da: G. Barzanò, S. Mosca, J. Scheerens Lautovalutazione nella scuola, Milano, Mondadori, 2000 S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004

13 Autovalutazione come stimolo per la riflessione progressiva Lautovalutazione sospinge lorganizzazione ad apprendere dal feedback dellautovalutazione stessa Errore e (è) apprendimento

14 S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004 USO CONCETTUALE e USO STRUMENTALE delle informazioni delle informazioni Sviluppo professionale dei docenti Circolazione di materiali

15 S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004 Azioni istituzionalizzate indice di status socio-culturale degli allievi indice di status socio-culturale degli allievi analisi valutazioni formali analisi valutazioni formali

16

17 S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004 Autovalutazione delle strategie cognitive Prove oggettive diagnostiche con item a risposta aperta

18 S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004 Percezioni sul funzionamento e lefficacia della scuola Questionario genitori (Elans) Questionario genitori (Elans) Questionario allievi Io la penso così Questionario allievi Io la penso così Questionario insegnanti (Autointervista didattica, Leadership diffusa) Questionario insegnanti (Autointervista didattica, Leadership diffusa) Bilancio Tempo D.S. Bilancio Tempo D.S.

19 Etica dellautovalutazione Rigore metodologico Rigore metodologico Riservatezza Riservatezza No alle classifiche fra istituti e fra classi No alle classifiche fra istituti e fra classi Sì ai confronti co-decisi Sì ai confronti co-decisi Progressiva estensione della partecipazione alle azioni Progressiva estensione della partecipazione alle azioni Equilibrio tra motivazione allinsegnamento e autovalutazione Equilibrio tra motivazione allinsegnamento e autovalutazione Interazione sostenuta con esperti Interazione sostenuta con esperti Pluralità di dati e sintesi integrate Pluralità di dati e sintesi integrate S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004

20 Qualità complessiva dIstituto VALINT Inventario della cultura della scuola Inventario della cultura della scuola Misura della Leadership Misura della Leadership

21 MODELLO RELAZIONI UMANE mezzi: coesione, morale fini: sviluppo delle risorse umane MODELLO A SISTEMA APERTO mezzi: flessibilità, prontezza fini: crescita, acquisizione delle risorse QUESTIONARIO GENITORI MODELLO A PROCESSO INTERNO mezzi:informazione, management, comunicazione fini: stabilità, controllo VALUTAZIONE DEL TEMPO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO MODELLO RAZIONALE PER OBIETTIVI mezzi:pianificazione, impostazione degli obiettivi fini: produttività, efficienza GLI ALTRI STRUMENTI AVIMES flessibilità controllo interno esterno Quadrante di Quinn & Rohrbaugh Qualità dei risultati S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004

22 Lapplicazione dello strumento INVENTARIO DELLA CULTURA DELLA SCUOLA nei 4 paesi Italia: 11 scuole, 812 rispondenti Spagna: 6 scuole, 141 rispondenti Polonia: 6 scuole, 134 rispondenti Romania: 6 scuole, 139 rispondenti S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004

23 La cultura della scuola può essere definita come le convinzioni, le norme, i valori di base e gli artefatti culturali che vengono condivisi dai membri di una scuola, e che ne influenzano il modo di agire nella scuola. cit. da relazione di Jaap Scheerens Misurare la cultura della scuola del 20 maggio 2004 LA CULTURA DELLA SCUOLA S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004

24 a Torino a Tenerife a Chestochowa a Craiova LIMPATTO

25 S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004

26

27

28

29 Important 1.Mutual understanding Innovation orientation Flexibility Security Of no importance orhardly importantOf no importance orhardly importantSomewhat important Relatively important Of utmost importance To what degree do you think of these values as important? To what degree do others at your school think of these values as important?

30 Importante 1. Comprensione reciproca Orientamento verso linnovazione Flessibilità Sicurezza Di nessuna oscarsa importanzaDi nessuna oscarsa importanzaDi qualche importanza Abbastanza importante Molto importante In quale misura ritenete questi valori importanti? In quale misura pensate che altri nella vostra scuola ritengano questi valori importanti?

31 S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004 Autovalutazione a partire dal modello delle scuole efficaci Torino (1996). Recenti dettati legislativi (L. 53/03 art. 3) inseriscono le scuole autonome e lautovalutazione di istituto nel sistema nazionale di valutazione. Linee Guida Qualità MIUR 2003

32 Scuola intesa come organizzazione che apprende che apprende S. Mosca, Torino 2 dicembre 2004


Scaricare ppt "CIRCOLO DIDATTICO NOVARO - NETWORK AVIMES (TORINO) MIUR - DIREZIONE GENERALE REGIONALE PER IL PIEMONTE - UFF.DIRIG.TECN. (TORINO) Sviluppo della qualità"

Presentazioni simili


Annunci Google