La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Codice internazionale dei segnali 1969 con annesso il Mersar, (edito dallIstituto Poligrafico dello Stato) è una delle tante pubblicazioni in dotazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Codice internazionale dei segnali 1969 con annesso il Mersar, (edito dallIstituto Poligrafico dello Stato) è una delle tante pubblicazioni in dotazione."— Transcript della presentazione:

1

2 Il Codice internazionale dei segnali 1969 con annesso il Mersar, (edito dallIstituto Poligrafico dello Stato) è una delle tante pubblicazioni in dotazione ad ogni nave. Il testo originale è redatto in inglese ed in francese, ma ogni nave ne possiede uno tradotto nella propria lingua.

3 Breve storia del Codice Struttura Segnali ad una lettera con complementi Bandiere letterali Bandiere numeriche e Ripetitrici Intelligenza uso e significato Uso delle bandiere ripetitrici

4 Breve storia del Codice Verso la metà dellottocento, con lincremento dei traffici marittimi, si avvertì la necessità di facilitare le comunicazioni tra navi appartenenti a nazionalità diverse. Nel 1857 fu pubblicato il primo Codice internazionale dei segnali a cura del Ministero del Commercio inglese (Board of Trade) Questo Codice era costituito da ben segnali e 18 bandiere. Lo stesso Codice venne revisionato dopo circa quarantanni con lintendo di renderlo più agevole nelluso e soltanto nel 1934 venne pubblicato, da parte di un Comitato internazionale, il nuovo Codice in sette lingue (Inglese, Francese, Spagnolo, Italiano, Tedesco, Norvegese e Giapponese) e in due volumi, uno per i segnali acustici ed ottici, laltro per i segnali radio.

5 Intorno agli anni 30, la Conferenza Internazionale delle Telecomunicazioni affidò lincarico di revisionare il Codice, all I.M.C.O. (Intergovernmental Maritime Consultative Organization) una commissione permanente formata da rappresentanti di varie nazioni Nel 1960 lIMCO (oggi I.M.O.) iniziò un complesso e radicale lavoro di revisione del Codice che durò fino al 1964, anno di pubblicazione del Codice tuttora in uso. Nonostante tutto il Codice risultava ancora troppo complesso, difficile da usare, perciò erano pochi coloro che lo utilizzavano. Il nuovo Codice, ratificato dallItalia e pubblicato con D.M. del è entrato in vigore il 1° Aprile 1969.

6 Il nuovo Codice, in unico volume e molto semplice da usare, si basa su due principi fondamentali: 1 – ad ogni segnale corrisponde un significato compiuto. 2 – ogni segnale può essere trasmesso con qualsiasi metodo di segnalazione. Indice

7 Metodi di segnalazione previsti dal Codice: A bandiere 1 A lampi di luce con luso dei simboli Morse 2 A voce con luso del megafono 3 Sonora con luso dei simboli Morse 4 Radiotelegrafica (RTG) 5 Radiotelefonica (RTF) 6 A braccia con bandiere o senza bandiere a) semaforica b) Morse 7

8 Struttura del Codice Premessa: Quando bisogna comunicare con una nave, o con una qualsiasi stazione, e non si conosce un linguaggio comune per entrambi, sorge il problema come fare. Allora i casi che si possono verificare possiamo ricondurli a due: Primo – la conversazione riveste carattere di semplice cortesia, come ad esempio saluti, auguri o informazioni di natura generale. Secondo – la conversazione riveste carattere di urgenza, tale da compromettere la sicurezza della nave o dellequipaggio stesso.

9 Nel primo caso, se non si riesce a farsi capire, pazienza, non succede nulla di grave, vuol dire solo che non si è riusciti a far pervenire una frase di cortesia. Mentre nel secondo caso, trattandosi di sicurezza della nave o dellequipaggio, è indispensabile farsi capire correttamente, senza che vi siano dubbi sulle richieste che vengono avanzate. In questo caso si può utilizzare il Codice Internazionale dei Segnali.

10 Per quanto riguarda i SEGNALI il codice prevede: Per utilizzare correttamente il Codice e con una certa rapidità è necessario conoscerne la struttura. Segnali a una lettera Segnali a due lettere Segnali a tre lettere

11 Segnali ad una lettera Sono 25 segnali alfabetici (le lettere dellalfabeto inglese eccetto la R) che devono essere compresi immediatamente senza dover consultare il Codice. Indicano azioni immediate, richiesta di assistenza oppure avvisi di pericoli. Alcuni di questi segnali vengono emessi soltanto acusticamente e segnalano manovre in fase di esecuzione.

12 Segnali a due lettere Questa è la parte più voluminosa del Codice ed è suddivisa in otto sezioni. I gruppi di lettere possono essere seguiti da un numero chiamato complemento numerico Il complemento numerico serve a specificare meglio oppure ad ampliare il significato originale del gruppo. Esempio: KW = Tenete pronto il cavo di rimorchio/catena. KW1 = Il cavo di rimorchio/catena è pronto. KW2 = Tenete pronto un altro cavo. KW3 = Tenete pronto un cavo di rimorchio/catena di riserva. KW4 = Un cavo di rimorchio/catena è pronto. In ordine alfabetico

13 Questa parte del Codice è la sezione medica, i cui gruppi iniziano tutti con la letteraM. Viene utilizzata per richiedere assistenza medica via Radio e per la diagnosi da parte del medico. Infatti, per un più facile e corretto utilizzo, questa importante parte del Codice è corredata da tre Tabelle: MI, MII ed MIII. Segnali a tre lettere In ordine alfabetico

14 Tabella MI Contiene lelenco degli organi e delle regioni del corpo umano. Per evitare ogni equivoco, ma anche per uniformità internazionale, la Tabella MI è corredata di due figure del corpo umano, una frontale ed una posteriore, con lindicazione dei complementi numerici corrispondenti alle varie regioni del corpo.

15 Indicare lato destro o sinistro * (Notare i complementi numerici di due cifre) (Parte dellelenco)

16 Indicare lato destro o sinistro * (Notare i complementi numerici di due cifre) (Parte dellelenco)

17 Tabella MII Porta lelenco delle malattie più comuni Ecco un esempio: Notare che ogni malattia viene indicata con un complemento numerico di 2 cifre.

18 Tabella MIII Porta lelenco di medicinali. Ecco un esempio: Anche qui notare che ad ogni medicinale è assegnato un complemento numerico sempre di 2 cifre.

19 Inoltre il Codice ha dueIndici : - INDICE ALFABETICO della SEZIONE GENERALE - INDICE ALFABETICO della SEZIONE MEDICA i quali risultano molto utili per luso del Codice stesso

20 Q u a d r o r i e p i l o g a t i v o Segnali ad 1 lettera Segnali a 2 lettere Segnali a 3 lettere Sez. I Sez. II Sez. III Parte I Parte II Parte III Richiesta di assistenza medica Consiglio del medico Tab. M I Tab. M II Tab. M III Sez. IV Sez. V Sez. VI Sez. VII Sez. VIII Pericolo - Emergenza. Sinistri - Avarie. Avvisi alla navigazione – Navigazione - Idrografia. Manovre. Varie. Meteorologia - Tempo. Comunicazioni. Regole sanitarie internazionali. Sono 25 segnali da ricordare a memoria in quanto spesso indicano azioni immediate o segnalano un imminente pericolo. Parti del corpo umano Malattie più comuni Medicinali Indice

21 Segnali ad una lettera con complementi numerici Per poter utilizzare il Codice abbastanza velocemente è utile ricordare come vengono trasmessi almeno quei dati che sono sempre presenti in ogni messaggio. Tali dati sono: Rilevamento e distanza Latitudine e Longitudine Rotta e Velocità Data e Ora

22 Una stazione mobile, qual è la nave, in ogni messaggio che trasmette ad unaltra stazione, quasi sempre deve fornire la propria Posizione, specialmente se il messaggio stesso contiene una richiesta di soccorso. La posizione può essere indicata con Rilevamento e la distanza da un punto noto oppure con Latitudine e Longitudine. Il Codice consiglia di comunicare la posizione, quando è possibile, utilizzando Rilevamento e distanza

23 Brevemente diciamo che il Rilevamento (Ril) è langolo formato tra la direzione del nord e loggetto osservato. Nord Faro 75° d = 20 mg Ril = 75°; d = 20 mg Nord Faro 320° d = 35 mg Ril = 320°; d = 35 mg In entrambi i casi i due parametri (Ril e d) sono sufficienti ad individuare la posizione della nave. In pratica è langolo sotto il quale dalla nave si vede loggetto rilevato

24 Adesso ti propongo 4 quesiti per verificare se ti è chiaro il concetto di Rilevamento Quesito 1: da una nave si rileva lisola di Pianosa per Ril = 180°. Qual è la posizione della nave, a nord oppure a sud dellisola? Pianosa Prima rifletti, poi premi spazio per verificare se hai risposto bene. Risposta: la nave si trova a nord di Pianosa, infatti se si trovasse a sud vedrebbe lisola verso nord, cioè sotto un angolo di 0° 0° N 180°

25 Quesito 2: da una nave si rileva lisola di Pianosa per Ril = 270°. Qual è la posizione della nave, ad Ovest oppure ad Est dellisola? Pianosa Prima pensaci, poi premi spazio per verificare la risposta. N 270° Risposta: la nave si trova ad Est di Pianosa, infatti se si trovasse ad Ovest il Rilevamento sarebbe 90° N 90°

26 Quesito 3: una nave rileva lisola di Pianosa per Ril = 45°. Qual è la posizione della nave rispetto dellisola, NE oppure SW ? Come al solito, prima pensaci, poi premi spazio per verificare. Is. Pianosa N 45° Hai pensato NE ?! ERRATO !! Risposta: la nave si trova a SW dellIsola, infatti da NE si rileva Pianosa per 225° N 225° ERRATO !!

27 Quesito 4: se una nave rileva un faro per Ril = 135°, in quale quadrante si trova il faro rispetto alla nave? Is. Pianosa I Quadr. II Quadr. III Quadr. IV Quadr. Pensaci prima e poi premi spazioper verificare. 135° Risposta: nel II Quadrante, cioè a SE della nave.

28 Ma se il concetto di rilevamento non ti è ancora chiaro, non preoccuparti più di tanto poiché esso sarà argomento di studio nella classe terza. Riprendiamo, lesame sulle modalità di trasmissione, in Codice, di alcuni dati fondamentali di ogni messaggio.

29 Rilevamento (o Azimut) e distanza Il Rilevamento (Ril) si conta da Nord (0°), circolarmente e in senso orario, fino a 360°; mentre la distanza (d)si misura in miglia. In Codice il Rilevamento si trasmette con la lettera A seguito da 3 complementi numerici che indicano i gradi; la distanza (d) con la lettera R seguita da un numero. Esempi: Ril e d (in chiaro) Ril e d (in Codice) Ril = 215° d = 5 mg A215 R5 Ril = 25° d = 15 mgA025 R15 Ril = 8° d = 110 mg A008 R110 Per aiutarti a ricordare: A deriva da Azimuth = azimut, rilevamento R deriva da Range = raggio, distanza

30 Latitudine La Latitudine si conta dallequatore (0°) fino ai poli (90°) verso Nord o verso Sud. In Codice si trasmette con la lettera L seguita da 4 complementi numerici e dalle lettere N oppure S. Esempi: Latitudine (in chiaro) Latitudine (in Codice) = 25°30 N L2530N = 40°3 S L4003S = 2°3 S = 5°10 L0203S L0510 Le prime due cifre indicano i Gradi, le ultime due i Primi. Per aiutarti a ricordare: L deriva da Latitude = latitudine

31 Longitudine La Longitudine si conta dal meridiano di Greenwich (0°) fino a (180°) verso Est o verso Ovest. In Codice si trasmette con la lettera G seguita da 5 (o da 4) complementi numerici e dalle lettere E oppure W. Esempi: Longitudine (in chiaro) Longitudine (in Codice) = 120°42E G12042E = 32° 33W G03233W =5°5E =20°4W G00505E G2004W Le ultime due cifre sono i Primi, quelle che restano sono i Gradi. Per aiutarti a ricordare: G deriva da Greenwich = meridiano di riferimento della longitudine

32 La Rotta Anche la Rotta è un angolo che si misura, circolarmente, da Nord (0°) fino a 360° e indica langolo che forma la traiettoria seguita dalla nave con il meridiano (direzione del Nord). In Codice si trasmette con la lettera C seguita da 3 complementi numerici Esempi: Rotta (in chiaro) Rotta (in Codice) R = 135° C135 R = 40° C40 R = 8° C008 Se la Rotta porta il mezzo grado si approssima al grado intero. Per aiutarti a ricordare: C deriva da Course = Rotta.

33 Velocità In Codice si può trasmettere con le lettere: S seguita da un numero per indicare la velocità in nodi; V seguita da un numero per indicare la velocità in Km orari. Esempi: S35 significa 35 nodi V150 significa 150 Km orari Per aiutarti a ricordare: S deriva da Speed = velocità V deriva da Velocity = velocità.

34 D a t a In Codice si trasmette con la lettera D seguita da due, quattro e sei cifre indicanti rispettivamente: giorno, mese, e ultime due cifre dellanno Esempi: D20 Il giorno 20 del mese in corso D1808 Il giorno 18 di agosto D Il 4 maggio 2003 I n d i c a Per aiutarti a ricordare: D deriva da Date = data

35 O r a In Codice si trasmette con la lettera T per indicare lora locale, oppure Zper indicare lora media di Greenwich, seguiti sempre da 4 cifre Esempi: T0105 indicaL1 e 5 minuti (locali) T1305indicaLe ore 13 e 5 minuti (locali) Z0830 indica Le ore 8 e 30 minuti (di Greenwich) Per aiutarti a ricordare: T deriva da Time = oraZ è la lettera assegnata al fuso orario di Greenwich (lItalia si trova nel fuso A) NB: lorario si esprime sempre in 24 ore, cioè dalle ore fino alle 24 00

36 A Rilevamento o Azimut (in Gradi) Lettera Complementi numerici Significato 3 R 1 o più Distanza in miglia L 4 più N o S Latitudine (i primi due indicano Gradi, gli altri i Primi) G 4 o 5 più E o W Longitudine (gli ultimi due indicano Gradi, gli altri i Primi) C 3 Rotta (in Gradi) S 1 o più Velocità in Nodi V 1 o più Velocità in Km orari D 2, 4 o 6 Data (gg, mm, aa) T 4 Ora locale (ore, minuti) Z4 Per aiutarti a ricordare Azimuth Range Latitude Greenwich Course Speed Velocity Date Time G reenwich (meridiano) Quadro riepilogativo Indice

37 Una caratteristica del Codice attualmente in vigore, come abbiamo già detto, consiste nel poter trasmettere i segnali in esso compresi usando qualsiasi mezzo di comunicazione. Uno di questi mezzi è la segnalazione a bandiere Le bandiere del Codice sono 40 così suddivise: 26 Bandiere letterali 10 Pennelli numerici 3 Ripetitrici 1 Intelligenza o Distintivo del Codice

38 Di ogni bandiera verrà mostrato: Il formato Il significato La fonetica internazionale Mentre è stato tralasciato il relativo simbolo Morse I segnali contrassegnati con un asterisco ( ) possono essere usati come segnalazioni sonore solo in conformità alle Regole 15 e 28 del Regolamento internazionale per prevenire gli abbordi in mare.

39 Alfa Gagliardetto bianco e azzurro Ho un palombaro (o sommozzatore) in immersione: mantenetevi lontano e procedete adagio Nota: questo segnale deve essere usato non solo da tutti i mezzi che operano avendo sommozzatori in acqua, ma anche dai piccoli battelli utilizzati come base dappoggio da coloro che (specie nel periodo estivo) fanno pesca subacquea, per evitare di essere investiti da motoscafi di passaggio.

40 Bravo Gagliardetto tutto rosso Sto imbarcando, o sbarcando, o trasportando merci pericolose Nota: questa bandiera va tenuta a riva in particolare dalle petroliere durante le soste in rada, oppure in porto, durante le operazioni di carico e scarico dei prodotti pericolosi. Di notte, invece, viene tenuta accesa una luce rossa in testa dalbero, visibile a giro di orizzonte. Ma anche qualsiasi altra nave deve avere a riva questa bandiera durante le operazioni di buncheraggio

41 Charlie Bandiera a fasce orizzontali: azzurro, giallo, rosso, giallo, azzurro Sì (affermativo), oppure: il gruppo che precede deve essere inteso in senso affermativo Tre fasce orizzontali: giallo, azzurro, giallo Mantenetevi lontano da me: sto manovrando con difficoltà Delta

42 Bandiera divisa orizzontalmente: azzurro e bianco Sto accostando a dritta Echo Rombo rosso in campo bianco Foxtrot Sono in avaria: comunicate con me

43 Golf Sei fasce verticali di colore giallo e azzurro alternati Richiedo il Pilota. Quando è usata da pescherecci che operano in stretta prossimità, in zona di pesca, significa: Sto issando le reti Nota: Le navi che si avvicinavo ad un porto e richiedono il Pilota devono giungervi con questa bandiera a riva, anche se sono fermi in rada in attesa del Pilota. Non appena il Pilota salirà a bordo essa sarà ammainata per essere sostituita dalla bandiera Hotel.

44 Bandiera divisa verticalmente a metà: bianco e azzurro Ho il Pilota a bordo Nota: questa bandiera deve essere messa a riva non appena il Pilota sale a bordo della nave. Sarà ammainata soltanto dopo il suo sbarco. Hotel

45 India Disco rosso in campo giallo Sto accostando a sinistra Juliet Tre fasce orizzontali: azzurro, giallo, azzurro Ho un incendio a bordo e trasporto merci pericolose: mantenetevi lontano da me

46 Kilo Divisa verticalmente a metà: giallo e azzurro Desidero comunicare con voi Lima Quattro scacchi: giallo e nero Fermate immediatamente la vostra nave Se usato, come segnale luminoso ( ), dalle stazioni di salvataggio e dalle unità di soccorso marittimo, nelle loro comunicazioni con le navi o persone in pericolo o viceversa significa: Questo è il miglior posto per prendere terra [SOLAS 1960 Cap. V Regola 16]

47 Mike Croce di SantAndrea bianca in campo azzurro La mia nave è ferma e senza abbrivo November Bandiera a scacchi: bianco e azzurro No (negativo), oppure: il gruppo che precede deve essere inteso in senso negativo. Questo segnale può essere usato solo per segnali ottici o acustici. Per segnalazioni a voce o a mezzo radio il segnale deve essere

48 Oscar Bandiera divisa diagonalmente a metà: giallo e rosso Uomo in mare Papa Rettangolo bianco in campo azzurro In porto :Tutti devono ritornare a bordo: la nave è in procinto di partire. In mare: può essere usato da pescherecci per significare: Le mie reti si sono impigliate in un ostacolo.

49 Quebec Bandiera tutta gialla La mia nave è < indenne > e chiedo libera pratica Nota: nave indenne significa che, durante il viaggio, a bordo non si sono verificati casi di malattie infettive gravi, come: colera, peste, vaiolo, febbre gialla, difterite, ecc. Con questa dichiarazione il Comandante chiede libera pratica cioè il permesso di poter imbarcare o sbarcare merci e/o passeggeri. Infatti, tutte le navi provenienti da un porto estero, giungendo al primo porto di uno Stato, devono avere a riva questa bandiera (detta anche di Quarantena) e fin tanto che, da parte del medico della sanità marittima, non sarà rilasciato il certificato di libera pratica è fatto divieto a chiunque di salire o di scendere a terra. La libera pratica può essere richiesta ed ottenuta anche via radio ma soltanto dalle navi di linea, cioè già conosciute in quanto effettuano viaggi fissi. Attenzione: una nave che mostra la bandiera gialla è da ritenersi, teoricamente, infetta perciò non può effettuare scambi di alcuna natura con la terra.

50 Romeo Croce di San Giorgio gialla in campo rosso. Il segnale acustico R ( ) deve essere emesso da una nave allancora nella nebbia, se vede avvicinarsi unaltra nave e ravvisa una situazione di pericolo. (La bandiera non è usata da sola) Sierra Rettangolo azzurro in campo bianco. Le mie macchine stanno andando indietro Se usato, come segnale luminoso ( ), dalle stazioni di salvataggio e dalle unità di soccorso marittimo, nelle loro comunicazioni con le navi o persone in pericolo o viceversa significa: È estremamente pericoloso prendere terra qui [SOLAS 1960 Cap. V Regola 16]

51 Tango Tre fasce verticali: rosso, bianco, azzurro. Mantenetevi lontano da me: sono impegnato in operazioni di pesca a due battelli Uniform Quattro scacchi: rosso e bianco State andando verso un pericolo

52 Victor Richiedo assistenza Croce di SantAndrea rossa in campo bianco. Wiskey Rettangolo rosso in campo bianco, tutto su campo azzurro. Richiedo assistenza medica

53 X-Ray Croce di San Giorgio azzurra in campo bianco. Sospendete ciò che state facendo e fate attenzione ai miei segnali Yankee Bandiera a fasce diagonali: giallo, azzurro La mia ancora sta arando

54 Zulu Richiedo un rimorchiatore. Quando è usata da pescherecci che operano in stretta prossimità, in zona di pesca, significa: Sto calando le reti Quattro triangoli uniti ai vertici: nero, giallo, azzurro, rosso Indice

55 Bandiere numeriche UNAONE (unauàn) BISSOTWO (bissotù) TERRATHREE (tèratrii) KARTEFOUR (cartefor) PANTAFIVE (pantafàiv) (Pennelli numerici)

56 SOXISIX (soxi six) SETTESEVEN (setteseven) OKTOEIGHT (òcto éit) NOVENINE (novenaine) NADAZERO (nadazero) Bandiere numeriche (Pennelli numerici)

57 Bandiere ripetitrici Prima ripetitrice Seconda ripetitrice Terza ripetitrice (Guidoni)

58 INTELLIGENZA (o Pennello distintivo del Codice dei Segnali) Uso della bandiera Intelligenza Assume significati diversi a secondo che viene messa a segno oppure a metà altezza: Indice A fasce verticali: rosso e bianco Alzata dalla Stazione trasmittente Alzata dalla Stazione ricevente A segno A metàA segno A metà Voglio comunicare con voi a bandiere Non ho decifrato i vostri segnali (oppure attesa) Ho decifrato i vostri segnali Non ho decifrato i vostri segnali (oppure attesa)

59 Prima di illustrare luso delle ripetitrici vediamo il significato di alcuni termini che è bene conoscere per la segnalazione a bandiere Alzata: indica una o più gruppi di bandiere messe sulla stessa drizza. Drizza: sagola utilizzata per legarvi le bandiere una dopo laltra e portarle a segno (nel punto più alto). Drizza separatrice: (lunga almeno 2 metri) è il tratto di drizza (sagola) che separa un gruppo di bandiere da un altro. A segno: (bandiere) disposte nel punto più alto per essere decifrate dalla stazione che riceve. Cifrare: mettere in codice una frase in chiaro (colui che trasmettere deve cifrare ) [messaggio cifrato indica un messaggio in codice]. Decifrare: tradurre un messaggio in codice in un linguaggio chiaro, cioè comprensibile (colui che riceve deve decifrare).

60 Uso delle bandiere ripetitrici Le navi della marina mercantile sono dotate di una sola serie di bandiere, a differenza di quelle della marina militare che hanno diverse serie (queste ultime, infatti, utilizzano più di frequente la trasmissione a bandiere) Le ripetitrici servono a ripetere una lettera oppure una cifra del gruppo a cui appartengono Il nuovo Codice è fatto in modo tale da non aver mai bisogno di utilizzare più di tre ripetitrici in unalzata di bandiere. Vediamo, con qualche esempio, come vengono utilizzate le bandiere ripetitrici

61 Esempio 1 - per trasmettere le ore 12 e 21 locali le bandiere saranno così disposte: Spiegazione: questa alzata di bandiere è formata da una parte letterale (T) ed una parte numerica (1221). La II ripetitrice ripete la cifra 2 che occupa il secondo posto nel gruppo numerico. La I ripetitrice ripete la cifra 1 che occupa il primo posto nel gruppo numerico. I Rip. 1 2 II Rip. T

62 Esempio 2 - per trasmettere le ore 21 e 21 di Greenwich le bandiere seguiranno questordine: Z 2 1 I Rip II Rip Spiegazione: questa alzata di bandiere è formata da una parte letterale (T) ed una parte numerica (2121). La I ripetitrice ripete la cifra 2 che occupa il primo posto nel gruppo numerico. La II ripetitrice ripete la cifra 1 che occupa il secondo posto nel gruppo numerico.

63 Esempio 3 - per trasmettere le ore 11 e 11 locali saranno messe le seguenti ripetitrici: T 1 I Rip II Rip III Rip Spiegazione: questa alzata di bandiere è formata da una parte letterale (T) ed una parte numerica (1111). La I ripetitrice ripete la cifra 1 che occupa il primo posto nel gruppo numerico. La II ripetitrice ripete la II Rip che rappresenta la cifra 1 ed occupa il secondo posto La III ripetitrice ripete la cifra che occupa il terzo posto, cioè la cifra 1.

64 Esempio 4 - il gruppo QQ (chiedo libera pratica sanitaria) si trasmette nel seguente modo: Q I Rip Nota: di notte le navi che chiedono libera pratica possono esporre, in un punto in cui siano ben visibili, una luce rossa sopra ad una luce bianca, visibili a giro di orizzonte e distanziati tra di loro almeno due metri.

65 Esempio 5 - il gruppo 2200 si trasmette nel seguente modo I Rip III Rip 2 0 Spiegazione: la prima ripetitrice ripete la cifra 2 che occupa il primo posto; la terza ripetitrice ripete la cifra 0 che occupa il terzo posto.

66 Drizza separatrice T E V L 4 I Rip 5 III Rip G II Rip L X 4 Qui vediamo quattro alzate di bandiere che, decifrate dallalto verso il basso e da sinistra verso dritta, significano: Voglio comunicare con voi – ore – (EV) la mia attuale posizione è Latitudine 44°55 - Longitudine 76°33 – (LX4) quando potrò entrare nel canale?

67 LX2LX2 Z140Z140 III Rip La risposta ai segnali precedenti comprende tre alzate le quali, decifrate, significano: Ho compreso i vostri segnali – (LX2) Potete entrare nel canale alle ore GMT.

68 Per concludere possiamo dire che saranno messe la I, la II oppure la III ripetitrice a secondo che si voglia ripetere una cifra (o lettera) che occupa il primo, il secondo oppure il terzo posto nel gruppo che precede la ripetitrice stessa. Altro particolare da ricordare è questo: se la ripetitrice si trova dopo una cifra ripete una cifra; se si trova dopo una lettera ripete una lettera.


Scaricare ppt "Il Codice internazionale dei segnali 1969 con annesso il Mersar, (edito dallIstituto Poligrafico dello Stato) è una delle tante pubblicazioni in dotazione."

Presentazioni simili


Annunci Google