La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Piano ISS Insegnare Scienze Sperimentali Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Piano ISS Insegnare Scienze Sperimentali Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia."— Transcript della presentazione:

1 Piano ISS Insegnare Scienze Sperimentali Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia

2 Percorso didattico sulle soluzioni Attività sperimentale realizzata in una prima media composta da 18 alunni di cui una diversamente abile Prof.ssa Carmela Lobello

3 MATERIALI UTILIZZATI In assenza di attrezzatura idonea, gli alunni hanno utilizzato per lesecuzione dellesperienza bicchieri di plastica trasparente, cucchiaini di plastica, barattoli di vetro, bilancia da cucina,….

4 I FASE Nella prima fase del percorso ho messo in un bicchiere di acqua un cucchiaino di sale, lho fatto girare e ho fatto passare il bicchiere agli alunni che lo hanno osservato

5 Cosa è successo? Scrivilo… 1. Il sale a contatto con lacqua si è spezzato in minuscoli pezzettini (n. risposte 2) 2. Il sale si è diluito nellacqua perché questa è in quantità maggiore (n. risposte 5) 3. Il sale è passato dalla parte più concentrata a quella più diluita (n. risposte 1 ) 4. Il sale è scomparso perché labbiamo girato e si è posato sul fondo (n. risposte 1 ) 5. Il sale non si vede più perché si è depositato sul fondo (n. risposte 1 ) 6. Il sale si è dilatato e si è posato sul fondo (n. risposte 1 ) 7. Il sale è scomparso perché lacqua è diventata salata (n. risposte 1) 8. Risposte nulle (n. risposte 3)

6 Riportiamo sulla lavagna….

7 Commentiamo………. Risposta I : quasi tutti dicono che è sbagliata perché il sale è già molto piccolo e non si può frantumare ancora; Risposte II e III : sono considerate giuste anche se non spiegano il fenomeno; Risposte IV e V : sono considerate sbagliate perché il sale sul fondo non si vede; Risposta VI : è sbagliata perché se il sale si fosse dilatato sarebbe diventato più visibile, invece accade il contrario; Risposta VII : è sbagliata perché se lacqua diventa salata vuol dire che il sale non è scomparso.

8 Raggruppiamo le risposte simili… RISPOSTAFREQUENZA A Il sale si spezza in piccoli pezzettini 2 B Il sale si diluisce6 C Il sale si deposita sul fondo3 D Il sale è scomparso1 E Risposte nulle3

9 Riportiamo in grafico….

10 Conclusione A questo punto dico che linsieme di acqua e sale che abbiamo osservato si chiama SOLUZIONE, che lacqua costituisce il SOLVENTE e il sale il SOLUTO, senza ancora dare una spiegazione del fenomeno verificatosi.

11 E con altre sostanze cosa succede? Sperimentiamo ancora e………… osserviamo

12 Osservazioni acqua + zucchero : lo zucchero non si vede più; acqua + sciroppo di menta : lacqua si colora di verde; acqua + solfato di rame : lacqua si colora di azzurro; acqua + farina : lacqua diventa biancastra come il latte; acqua + cacao : lacqua diventa marrone; acqua + olio : lolio rimane a galla; acqua + sabbia : la sabbia si deposita sul fondo.

13 Raggruppa comportamenti simili I gruppo : acqua + sale e acqua + zucchero perché le due sostanze non si vedono più; II gruppo: acqua + menta e acqua + solfato di rame perché lacqua si è colorata, ma è rimasta trasparente; III gruppo : acqua + farina e acqua + cacao perché lacqua si è colorata ed è diventata opaca; IV gruppo : acqua + olio e acqua + sabbia perché le sostanze non si sono mescolate con lacqua.

14 Raggruppamenti….

15 Secondo noi sono soluzioni…. acqua e sale acqua e zucchero acqua e menta acqua e solfato di rame.

16 Come diventa lacqua? E il soluto? limpida opaca colorata non si distingue, si deposita in parte, si deposita completamente, galleggia.

17 In tabella……. limpidaopacacoloratanon si distingue Si deposita in parte si deposita completamente galleggia Sale + + Zucchero + + Menta Solfato di rame Farina Cacao Olio + + Sabbia + + acquasoluto

18 Definizione operativa di soluzione: Una miscela limpida in cui la sostanza aggiunta non si distingue.

19 Quanto soluto si può aggiungere? Pesiamo e aggiungiamo a poco a poco Sperimentiamo… ancora

20 I vari gruppi cominciano ad aggiungere allacqua prima quantità maggiori di sale, poi, man mano che il sale impiega più tempo per sciogliersi, passano alle quantità più piccole,fino ad un grammo. Via via che mettono il sale prendono nota di quanto ne stanno aggiungendo e si fermano quando si accorgono che lultima porzione da un grammo non si scioglie più, questa aggiunta finale non viene conteggiata

21 Risultati ACQUA ( cc )SALE ( g )

22 In grafico

23 Questionario di verifica 1.Cosa hai osservato quando abbiamo messo un cucchiaino di sale in acqua e lo abbiamo girato? 2.Come spieghi quello che hai osservato? 3.Cosa accade quando al posto del sale abbiamo messo lo zucchero? 4.Come si chiama il miscuglio ottenuto aggiungendo sale o zucchero allacqua? 5.Come si chiamano i componenti di questo miscuglio? 6.Si può ottenere una soluzione aggiungendo allacqua una sostanza liquida? Fai un esempio. 7.Fai qualche esempio di soluzione preso dalla vita quotidiana. 8.Ad una certa quantità di acqua, posso aggiungere tutto il sale che voglio? Perché? 9.Come si chiama il soluto che non si scioglie più e si deposita sul fondo? 10.Si può misurare la solubilità in acqua di una sostanza come il sale o lo zucchero? 11.Come si può fare? 12.Dal grafico cartesiano ottenuto sulla solubilità del sale in acqua ricava la quantità di sale che si può sciogliere in 160g di acqua 13.Ricava dallo stesso grafico la quantità di acqua che occorre per sciogliere 40g di sale.


Scaricare ppt "Piano ISS Insegnare Scienze Sperimentali Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia."

Presentazioni simili


Annunci Google