La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

esci Le Alpi fanno parte delle catene alpine peritetidee, formatesi durante il Mesozoico e il Cenozoico, che si estendono dal Maghreb allEstremo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "esci Le Alpi fanno parte delle catene alpine peritetidee, formatesi durante il Mesozoico e il Cenozoico, che si estendono dal Maghreb allEstremo."— Transcript della presentazione:

1

2 esci

3

4

5 Le Alpi fanno parte delle catene alpine peritetidee, formatesi durante il Mesozoico e il Cenozoico, che si estendono dal Maghreb allEstremo Oriente. Una parte di queste catene montuose (le catene perimediterranee) è dovuta all'apertura, poi alla chiusura dei bacini oceanici del peritetidee. L'esistenza di questa orogenesi è legata alla convergenza delle placche africana e europea e all'interposizione di blocchi o di microplacche. Le Alpi propriamente dette si estendono su un migliaio di chilometri, tra Ginevra e Vienna, con una larghezza compresa tra 100 e 400 chilometri. Si possono suddividere secondo criteri geografici, geologici e topologici, in tre parti distinte: le Alpi occidentali, che formano un arco tra il mar Mediterraneo e le Valais, le Alpi centrali, tra le Valais e i Grigioni (Svizzera orientale), e le Alpi orientali e meridionali, che si inseriscono nel bacino Pannonico a Ovest dei Carpazi.

6 L'arco delle Alpi occidentali è classicamente suddiviso in due parti, separate dallaccavallamento pennico crostale: la zona esterna e le zone interne. Tale accavallamento maggiore unisce unità paleogeografiche distinte, con storie tettoniche e metamorfiche diverse: globalmente, le unità della zona esterna corrispondono alle parti vicine al margine europeo, che sono state poco accorciate metamorfizzate durante la storia della catena alpina, mentre le unità interne corrispondono alle parti più distali al fondale oceanico, che hanno subito un metamorfismo e un accorciamento più forti. Le deformazioni nelle Alpi (osservabili grazie ai movimenti tellurici e alla geodesia) sono attualmente piuttosto deboli. Tuttavia sono osservabili in Svizzera tassi di sollevamento dell'ordine di 1mm/anno; dei dati comparabili non sono disponibili in Francia o in Italia, ma è probabile che le velocità verticali siano comparabili. L'origine di un tale sollevamento resta oggi ampiamente dibattuta, tuttavia l'accorciamento nelle Alpi occidentali è pressoché nullo.

7 Sono la catena montuosa più importante d'Europa; si estendono per 1200km tra l'Italia settentrionale, la Francia sud-orientale, la Svizzera, il Liechtenstein, l'Austria, il Sud della Germania e la Slovenia. Sono un "sistema montuoso" costituito da più catene così che, nel suo punto più largo, tra Torino e Chambéry, raggiunge i 150km. La cima più alta è costituita dal Monte Bianco che con i suoi m è considerato anche il tetto d'Europa; seguono il Monte Rosa (4.634 m), il Dom (4.545 m), il Weisshorn (4.505 m) e il Cervino (4.476 m); altre vette sono il Gran Paradiso, il Bernina e il Monviso. Le Alpi sono abitate da circa 16 milioni di persone.

8

9 In occasione del IX Congresso Geografico Italiano, nel 1924, vennero stabilite le suddivisioni del sistema alpino e la loro ripartizione in

10 Alpi Liguri ( Marguareis, m) Alpi Marittime (Argentera, m) Alpi Cozie (Monviso, m) Alpi Graie (Monte Bianco, m) Alpi di Provenza (Trois-Évêchés, m) Alpi del Delfinato (Barre des Écrins, m) Prealpi di Provenza (Sainte-Baume, m) Prealpi del Delfinato (Grande Tête de l'Obiou, m) Prealpi di Savoia (Dents du Midi, 3257 m)

11 Alpi Pennine (Monte Rosa, m e Cervino, m) Prealpi biellesi (Massiccio del Bo, m) Alpi Lepontine (Monte Leone, m) Alpi Retiche (Piz Bernina, m) Alpi Venoste Gruppo dell'Ortles Monti Sarentini Monti Anauni Gruppo dell'Adamello Dolomiti di Brenta (Cima Tosa, m) Alpi Bernesi (Finsteraarhorn, m) Alpi di Glarona (Tödi, m) Prealpi Svizzere (Säntis, m) Prealpi Bavaresi (Zugspitze, m) Prealpi Lombarde (Pizzo di Coca, m) Prealpi Orobiche Prealpi Giudicarie Gruppo del Baldo

12 Alpi Noriche (Grossglockner, m) Alti Tauri Bassi Tauri Prealpi di Stiria (Ameringkogel, m) Alpi Giulie (Monte Tricorno, m) Alpi Giulie Occidentali (Jôf di Montasio, m) Alpi Giulie Orientali Caravanche-Bacher/Pohorje (Grintavec, m) Alpi Carniche (Monte Coglians, m) Dolomiti (Marmolada, m) Alpi di Gardena e Fassa Gruppo della Marmolada (Marmolada, m) Dolomiti Agordine Alpi Ampezzane e Cadorine

13

14 Aquila reale Gufo di Tengmalm

15 Stambecco camoscio

16

17 Taccola Gracchio alpino

18

19

20 Lepre di montagna Marmotta

21

22

23 Prunella collarisPernice bianca Cervo rosso

24

25

26

27 Stella alpina Genziana sessile

28

29 Ranuncolo glaciale Orchidea nana alpina

30

31

32 Gelsomino alpino Pino mugo Pulsatilla alpina

33

34


Scaricare ppt "esci Le Alpi fanno parte delle catene alpine peritetidee, formatesi durante il Mesozoico e il Cenozoico, che si estendono dal Maghreb allEstremo."

Presentazioni simili


Annunci Google