La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ANNO SCOLASTICO 2010/2011 ISTITUTO COMPRENSIVO TRENTO 4 SCUOLA PRIMARIA DI CLARINA : CLASSI III A e B SCUOLA PRIMARIA DI MADONNA BIANCA : CLASSI III A.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ANNO SCOLASTICO 2010/2011 ISTITUTO COMPRENSIVO TRENTO 4 SCUOLA PRIMARIA DI CLARINA : CLASSI III A e B SCUOLA PRIMARIA DI MADONNA BIANCA : CLASSI III A."— Transcript della presentazione:

1 ANNO SCOLASTICO 2010/2011 ISTITUTO COMPRENSIVO TRENTO 4 SCUOLA PRIMARIA DI CLARINA : CLASSI III A e B SCUOLA PRIMARIA DI MADONNA BIANCA : CLASSI III A e B

2 Ha lo scopo di: valorizzare della lingua inglese che viene usata come veicolo per insegnare e apprendere contenuti specifici di discipline non linguistiche come la musica e la motoria; Offrire agli alunni maggiori opportunità di migliorare le loro abilità e competenze.

3 Si tratta di un acronimo (Content and Language Integrated Learning) ovvero, Insegnamento Integrato di Lingua e Contenuto. Gli alunni apprendono i contenuti di una materia non linguistica attraverso una lingua straniera. Linsegnamento veicolare ha sempre un doppio scopo: 1. lapprendimento del contenuto; 2. lapprendimento di una lingua straniera.

4 1. Sfruttamento e potenziamento del fattore di crescita neuronale: Un bambino apprende una lingua con grande facilità perché il suo tasso di crescita neuronale è molto alto. Più noi rendiamo lapprendimento plurilingue durante letà precoce, più alti saranno i livelli di competenza in tutti i campi. Il bambino percepisce la lingua come un mezzo con cui imparare. Il bambino monolingue di fronte a un problema trova una soluzione. Il bambino plurilingue sa trovare più soluzioni.

5 2. Offrire maggiori opportunità di apprendimento a tutti gli alunni. Lapproccio CLIL : non richiede agli alunni un livello alto di conoscenza della lingua straniera. Sarà compito dellinsegnante proporre attività calibrate sulle reali e diverse capacità di ciascun alunno ( lavori di gruppo, compiti, giochi, etc.); coinvolge in prima persona gli alunni ai quali viene data la possibilità di imparare facendo anziché solo guardando o memorizzando; rende gli alunni : più sicuri nellaffrontare i problemi; più motivati nel lavoro e nella cooperazione; più abili nella comunicazione.

6 3. Stimolare negli alunni: una maggiore competenza linguistica - acquisizione di lessico specifico, fluidità di espressione, efficacia comunicativa; le abilità trasversali (ad esempio la capacità di saper leggere efficacemente, di partecipare attivamente ad una discussione, di fare domande, di chiedere chiarimenti, di esprimere accordo o disaccordo); le abilità cognitive - ad esempio saper riassumere, sintetizzare, parafrasare, fare ipotesi etc. lo sviluppo del ragionamento autonomo come pure le capacità argomentative.

7 Le attività di musica saranno svolte nellaula di inglese e quelle di motoria nella palestra; La lezione non sarà frontale ma basata su attività che coinvolgano in prima persona gli alunni; Le attività si svolgeranno in un clima di collaborazione e fiducia reciproca ; Sarà privilegiato lapproccio orale soprattutto nella prima parte dellanno scolastico; Linsegnante si dedicherà spesso alla lettura o alla narrazione di storie dalle quali prendere spunti per la presentazione dei contenuti. Saranno svolti lavori di gruppo, simulazioni di scenette di vita quotidiana, attività di canto e ripetizione di filastrocche tradizionali etc……..


Scaricare ppt "ANNO SCOLASTICO 2010/2011 ISTITUTO COMPRENSIVO TRENTO 4 SCUOLA PRIMARIA DI CLARINA : CLASSI III A e B SCUOLA PRIMARIA DI MADONNA BIANCA : CLASSI III A."

Presentazioni simili


Annunci Google