La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La difesa legale dei diritti di proprietà industriale e la concorrenza sleale Cuneo, 5 maggio 2006 Avv. Alberto Camusso Studio legale Jacobacci & Associati.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La difesa legale dei diritti di proprietà industriale e la concorrenza sleale Cuneo, 5 maggio 2006 Avv. Alberto Camusso Studio legale Jacobacci & Associati."— Transcript della presentazione:

1 La difesa legale dei diritti di proprietà industriale e la concorrenza sleale Cuneo, 5 maggio 2006 Avv. Alberto Camusso Studio legale Jacobacci & Associati Corso Emilia, 8 – Torino Tel Fax

2 . I. I rimedi a tutela dei d.p.i.

3 Introduzione Aspetti generali Scopi degli strumenti di tutela giurisdizionale Rapporti tra il C.P.I. ed il c.p.c. – coordinamento tra rimedi e procedure Giurisdizione, competenza territoriale, competenza per materia Forme di tutela: interinale / definitiva. I procedimenti a cognizione sommaria e a cognizione piena Rimedi tipici, atipici e generali

4 Le sanzioni civili Linibitoria (art. 124, I co. e 131) La penale (art. 124, II co.) La distruzione (art. 124, III co.) Lassegnazione in proprietà (art. 124 IV co.) La descrizione (art. 128) Il sequestro (art. 129) Tutela cautelare (art. 132)

5 Le sanzioni civili (cont) Il risarcimento del danno (art. 125) Principi generali: - nesso causale - danno risarcibile: danno emergente, lucro cessante – funzione compensativa del danno I criteri di quantificazione del lucro cessante - la royalty virtuale - lutile del contraffattore

6 Le sanzioni civili (cont) La pubblicazione (art. 126): - sentenza - ordinanza - a spese del soccombente Funzione della pubblicazione e sua applicazione ed utilità concreta

7 Le sanzioni penali Le fattispecie penali rilevanti e le relative sanzioni Contraffazione, alterazione o uso di segni distintivi – marchi, bevetti, modelli (art. 473 c.p.) Introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi (art. 474 c.p.) La vendita di prodotti industriali con segni mendaci (art. 517 c.p.) La frode nellesercizio del commercio (art. 515 c.p.)

8 Altre sanzioni penali ed amministrative Norme sussidiarie - art. 127 Codice a)Fabbricazione, vendita, esposizione, uso –Procedibilità a querela di parte –Sanzione pecuniaria fino a 1032,91 b)Apposizione di diciture mendaci (®, Brev./Pat. etc.) -perseguibile dufficio -sanzione da 51,65 a 516,46 Concorso con art. 648 c.p. (ricettazione)

9 La tutela dei domini Natura dei domini Tutela cautelare dei nomi a dominio (art. 133) - inibitoria delluso - trasferimento provvisorio - cauzione Giurisdizione e competenza Rapporti con larbitrato

10 Le misure anti-pirateria Atti di pirateria (art. 144): - atti di violazione della p.i. - realizzati dolosamente - in modo sistematico Comitato nazionale anticontraffazione (art. 145) Interventi contro la pirateria (art. 146) - sequestro amministrativo - distruzione, su richiesta dellamministrazione - autorizzata dal Presidente delle sezione specializzata - possibile opposizione ex l. 689/1981

11 Le novità del decreto 16 marzo 2006, n. 140 Attuazione della Direttiva Enforcement: Ordine di esibizione della documentazione bancaria – art. 121 Diritto di informazione mediante interrogatorio – artt. 121 bis e 127 Responsabilità degli intermediari – art. 124 Novità in tema di danni: riconoscimento del danno morale, valutazione globale, royalty virtuale come soglia minima – art. 125 Sequestro conservativo, anche sui conti bancari del contraffattore – art. 144 bis

12 II. La concorrenza sleale

13 La concorrenza sleale Principi generali – la tutela della correttezza concorrenziale nei rapporti tra imprenditori Lart c.c. e le ipotesi tipiche: n. 1 - uso di nomi o segni distintivi idonei a produrre confusione n. 1 - imitazione servile dei prodotti n. 1 – altri atti confusori

14 La concorrenza sleale Lart c.c. e le ipotesi tipiche: n. 2 – denigrazione su prodotti e attività del concorrente n. 2 – appropriazione di pregi

15 La concorrenza sleale Lart c.c. e le ipotesi residuali: n. 3 – ogni altro mezzo non conforme ai principi della correttezza professionale, e idoneo a danneggiare laltrui azienda Esempi: boicottaggio, storno di dipendenti, sottrazione di segreti, concorrenza parassitaria, vendite sottocosto …

16 La concorrenza sleale: rimedi e sanzioni –Inibitoria –Risarcimento dei danni –Risarcimenti in forma specifica: pubblicazione Aspetti processuali: - Ricorso allart. 700 c.p.c., rimedio atipico

17 III. Aspetti processuali

18 La competenza e le Sezioni specializzate Criterio generale: foro del convenuto Criteri speciali: - per nullità: foro del domicilio eletto - per contraffazione: foro dellillecito Le sezioni specializzate: d. lgs. 27 giugno 2003, n. 168: Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Trieste, Venezia Tutti i DPI e quasi tutta la concorrenza sleale

19 Il processo di diritto industriale Il procedimento di merito Estensione del rito societario al processo di diritto industriale - Scopi e caratteristiche: La rapida ed efficace definizione dei procedimenti Concentrazione del procedimento e riduzione dei termini processuali Facoltà del giudice di tentare la conciliazione e di tenerne conto ai fini delle spese di giudizio Intervento del giudice successivo allinstaurazione della lite

20 Il giudizio cautelare Ricorso, provvedimento inaudita altera parte, provvedimento in contraddittorio Ricorso ante causam / in corso di causa Il giudicato cautelare può diventare definitivo – Il giudice provvede sempre sulle spese Il provvedimento può essere revocato o modificato – nel corso del merito (eventuale) – dallo stesso giudice che lo ha emesso


Scaricare ppt "La difesa legale dei diritti di proprietà industriale e la concorrenza sleale Cuneo, 5 maggio 2006 Avv. Alberto Camusso Studio legale Jacobacci & Associati."

Presentazioni simili


Annunci Google