La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

3 Isaia: differenze Letterarie e stile: –nella prima parte lo stile è terso, solenne, e misurato; –nella seconda più retorico e caldo, appassionato, con.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "3 Isaia: differenze Letterarie e stile: –nella prima parte lo stile è terso, solenne, e misurato; –nella seconda più retorico e caldo, appassionato, con."— Transcript della presentazione:

1

2 3 Isaia: differenze Letterarie e stile: –nella prima parte lo stile è terso, solenne, e misurato; –nella seconda più retorico e caldo, appassionato, con ripetizioni, enumerazioni; –la terza parte ha un livello poetico meno elevato; storiche: siamo in tre contesti diversi: –prima dellesilio, durante e dopo; teologiche: –in è sviluppato una teologia della storia e limmagine di Dio Creatore; –in cè un interesse particolare per il culto.

3 Temi comuni santo di Israele; La gloria; Il consolare; La giustizia; Sion - Gerusalemme; La colpa.

4 Scuola/ discepoli Si chiuda questa testimonianza, si sigilli questa rivelazione nel cuore dei miei discepoli. (8,16) Ora va a scriverlo su una tavoletta, incidilo nel bronzo, perché serva in futuro da testimonianza perenne (30,8).

5 Contesto storico- sociale- religioso Impero assiro Vari re: Acaz Alleanze VIII secolo Giudea

6 Isaia Contemporaneo di Amos ed Osea Giudea: Sud, Gerusalemme Sposato, con due figli Martire: tagliato in due (Talumd)

7 Struttura Oracoli rivolti al popolo di Dio: 1-12 Oracoli contro nazioni straniere: La grande escatologia: Oracoli rivolti al popolo di Dio: La piccola escatologia: Appendice storica: 36-39

8 Oracoli rivolti al popolo di Dio: 1-12 Contiene la predicazione sotto Iotam e durante la guerra siro - efraimita; i temi più importanti sono: –la denuncia del culto (1,10-20); –la canzone della vigna (5,1-7), –la profezia dellEmmanuele e oracoli messianici (7-12); –la vocazione di Isaia (6); –la conclusione al capitolo 12 sembra essere un commento al nome Isaia;

9 Oracoli contro nazioni straniere: È un genere già incontrato (Am): la differenza e la caratteristica di Isaia è che troviamo oltre a oracoli di minaccia contro popoli che circondano Israele e che sono suoi nemici, anche promesse di salvezza per questi popoli stranieri; troviamo anche un oracolo contro un individuo (22);

10 La grande escatologia: È una specie di bilancio finale: tutta la terra è sottomessa al giudizio di Dio; sono testi quasi certamente non di Isaia, sulla linea di altri testi escatologici, genere che si diffondono soprattutto dopo lesilio, in cui si parla della lotta di Dio contro i nemici stranieri e della vittoria finale del popolo di Israele;

11 Oracoli rivolti al popolo di Dio: È la predicazione negli anni ; è formata da oracoli diversi: ma la caratteristica sono i guai a tal punto che Si parla di libro di guai; qui è evidenziata lopera di Dio: a)abbassamento dellAssiria e suoi successori, potenze orgogliose; b)umiliazione dellorgoglio di Israele; c)restaurazione di Sion.

12 La piccola escatologia: Sono 2 capitoli che costituiscono un dittico escatologico, con diversi elementi che si corrispondono: da una parte Jhwh si confronta con le nazioni pagane; dallaltra Israele popolo eletto è benedetto.

13 Appendice storica: Sono narrati 3 episodi: a) linvasione di Sennacherib (36-37); b) la malattia e la guarigione di Ezechia (38); c) ambasciata del re di babilonia (39)

14 Isaia 6 Vocazione del profeta Centro di Is 1-12 Rapporto con il contesto –Precedente –successivo

15 La struttura Possiamo suddividere il brano in tre momenti: la teofania: 1-5: è delimitata da un'inclusione tra 1 e 5 io vidi il Signore/ i miei occhi hanno visto il re, il Signore degli eserciti I v 1b e 4b si corrispondono in forma chiastica: I lembi del manto riempivano il tempio la casa si riempiva di fumo. Cè una corrispondenza tra tempio/ terra/ casa da una parte e lembi/ gloria/ fumo dallaltra; questo per sottolineare la santità divina. Cè uno schema ternario che ritorna più volte: tre coppie di ali dei serafini, il trisaghio, triplice reazione del profeta (sono perduto, sono impuro, abito con impuri).

16 la consacrazione: 6-7: consta di unazione simbolica (il toccare le labbra) e di una dichiarazione, collegata alla prima parte per il tema delle labbra; anche qui ritorna il ritmo ternario ( 6: uno dei sefarini volò, toccò, disse; 7: questo ha toccato, è scomparsa, è espiata); la missione: 8-13: la missione è introdotta dal verbo udire, che corrisponde al vedere di 6,1; il v. 13 manca nei LXX.

17 la teofania: –v. 1: introduce storicamente la visione, al tempo della morte del re Ozia; Isaia si trova nel tempio, dove vede Dio assiso su un trono come un Re; la visione è introdotta dal verbo vedere, tipico dellesperienza mistica: in realtà tutta la teofania è descritta con elementi uditivi e con la partecipazione attiva del profeta; –tutto è avvolto da un senso di pienezza: lorlo, il tempio, il fumo, la gloria; colmano e traboccano perché Dio non è circoscritto dal tempio, va oltre, rimane trascendente; la terra appare come un tempio gigantesco; –accanto a Dio cè la sua corte, il nome dei serafini brucianti in relazione al fuoco, allude alla capacità purificatrice di Dio; questi esseri misteriosi intonano un canto; qui spiccano due parole: santità e gloria di Dio; –di fronte a questa grandezza emerge la piccolezza delluomo, che avverte il suo peccato di fronte alla santità divina, scopre la propria radicale impurità.

18 La consacrazione: qui cè qualcosa simile ad un rito di purificazione, ma non solo, perché Dio perdona e cancella il peccato delluomo, ciò che in fondo separa luomo da Dio; uno dei serafini con il fuoco purificatore è inviato da Dio stesso, per purificare e consacrare: Dio vuole accorciare le distanze;

19 La missione: la vocazione profetica è essenzialmente missionaria, è invio; il profeta stesso si propone come volontario dopo la richiesta di Dio, la domanda che è una sfida: Ecco manda me, indica la sua totale disponibilità, deve tornare come messaggero di Dio dal popolo, non più chiamato da Dio mio popolo, ma questo popolo; ma il profeta deve accettare che la sua missione sarà un fallimento e il risultato sarà peggiore, perché la sua predicazione provocherà lindurimento, il rifiuto; nonostante ciò la sua parola deve destare la coscienza delluomo: è qui il paradosso, che deve accettare, il messaggio sconvolgente; tuttavia ci sarà un resto, come voce di speranza.

20 contrapposizioni fondamentali: al re Ozia morto, si contrappone Dio, il vero Re; a Dio seduto sul trono, corrisponde Isaia in mezzo al popolo; Isaia ormai purificato si contrappone al popolo dalle labbra impure; La santità di Dio è in opposizione al peccato delluomo; il cielo si contrappone la terra: il tempio accorcia le distanze; da una parte si sottolinea la distanza, il distacco, la separazione, ma cè un avvicinamento: è il profeta ormai purificato che deve unire Dio e il popolo.

21 Contenuto del libro

22 Is 1-12: oracoli contro Giuda e Gerusalemme Is 1: prologo Is 1: prologo 2-5: giudizio 2-5: giudizio 6: vocazione 6: vocazione 7-11: libro dellEmmanuel 7-11: libro dellEmmanuel Is 12: salmo conclusivo Is 12: salmo conclusivo

23 Is 1: Processo Inclusione: ribellarsi, peccare, abbandonare Inclusione: ribellarsi, peccare, abbandonare Processo preliminare Processo preliminare Perorazione: rottura dellAlleanza Perorazione: rottura dellAlleanza Profeta: pubblico ministero Profeta: pubblico ministero Testimoni: cielo e terra Testimoni: cielo e terra

24 Due requisitorie processuali: 1,2-9 1,2-9 Testimoni Testimoni Fedeltà di Dio, Fedeltà di Dio, Santo di Israele Santo di Israele e peccato del popolo - figlio e peccato del popolo - figlio Castighi passati Castighi passati Conseguenze esterne: corpo, ambiente Conseguenze esterne: corpo, ambiente Resto di Israele come dono di Dio: Resto di Israele come dono di Dio: differenza con Sodoma differenza con Sodoma Poveri e fedeli Poveri e fedeli

25 1,10-20 Parola accusatrice Parola accusatrice Alti funzionari, classi al potere Alti funzionari, classi al potere Cammino della salvezza Cammino della salvezza Purificazione Purificazione Appello alla trattativa: discutere insieme Appello alla trattativa: discutere insieme Alternativa: SE Alternativa: SE

26 1,21-26 Città trasformata Città trasformata Struttura concentrica Struttura concentrica Centro: Non difendono lorfano, non sincaricano della causa della vedova Centro: Non difendono lorfano, non sincaricano della causa della vedova Città fedele diritto- giustizia si è mutato in scoria amici, corrono dietro Non difendono avversari, nemici volgere la mano, scoria giudici, consiglieri Città fedele

27 Is 2: canto a Sion 2,1-5: 2,1-5: Tempio e palazzo: Sion Tempio e palazzo: Sion Monte: dimora di Dio, legge e Parola Monte: dimora di Dio, legge e Parola Armi: si convertono Armi: si convertono 2,6-8: 2,6-8: annuncio del giudizio, annuncio del giudizio, enumerazione in crescendo: litanie di miserie umane e peccati di idolatria enumerazione in crescendo: litanie di miserie umane e peccati di idolatria 2,12: 2,12: lista del giorno del Signore lista del giorno del Signore Peccato originale: orgoglio Peccato originale: orgoglio

28 Is 5: il canto della vigna Accusa diretta e personale Accusa diretta e personale 1-2: 1-2: parabola, parabola, delusione, delusione, infedeltà coniugale infedeltà coniugale Profeta: amico dello sposo Profeta: amico dello sposo Proprietario e vigna: coppia Proprietario e vigna: coppia Clima: aspettare Clima: aspettare 3-4: lamento di un innamorato deluso e giudizio degli spettatori 3-4: lamento di un innamorato deluso e giudizio degli spettatori 5-6: giudizio del padrone 5-6: giudizio del padrone 7: siamo noi 7: siamo noi

29 Autocondanna: siamo noi Allitterazione: Il Signore si attendeva dal suo popolo Allitterazione: Il Signore si attendeva dal suo popolo sedaqah (giustizia) ed ecco seaqah (grido degli oppressi) Mishpat (rettitudine) ed ecco mispach (spargimento di sangue) Voce del profeta: 6 guai!! Esame di coscienza

30 Libro dellEmmanuel Alla piscina superiore Segno Figlio di Isaia Narrazione e colloquio: 7,1-6 Narrazione e colloquio: 7,10-13 Narrazione e colloquio: 8,1-3 Oracolo:7,7-9aOracolo:7,14-16Oracolo:8,4 Punizione:7,9bPunizione:7,17-25Punizione:8,5-8

31 7,1-6 Alleanze Alleanze Guerra siro- efraimita Guerra siro- efraimita Profeta e Acaz: incontro Profeta e Acaz: incontro Piscina Piscina Figlio di Is: un resto tornerà Figlio di Is: un resto tornerà messaggio: non temere messaggio: non temere

32 Oracolo: 7,7-9a+ punizione: 9b Confronto tra Dio e grandi potenze Confronto tra Dio e grandi potenze Progetto di salvezza di Dio Progetto di salvezza di Dio Punizione: Punizione: ma se non crederete, non avrete stabilitàma se non crederete, non avrete stabilità

33 Segno: 7,10-13 Segno dellaiuto di Dio Segno dellaiuto di Dio non voglio tentare: falsa religiosità, pretesto non voglio tentare: falsa religiosità, pretesto Rifiuto di chiedere la volontà di Dio Rifiuto di chiedere la volontà di Dio Oracolo: 7,14-16: Oracolo: 7,14-16: Concezione e nascita di un figlio Concezione e nascita di un figlio Da almah, giovane donna/ vergine (partenos) Da almah, giovane donna/ vergine (partenos) Nome Emmanuel: grido di angoscia e di salvezza Nome Emmanuel: grido di angoscia e di salvezza Dieta: panna e miele (felicità, superstiti) Dieta: panna e miele (felicità, superstiti) Base: oracolo di Natan in 2Sam 7 Base: oracolo di Natan in 2Sam 7

34 Punizione: 7,17 Esilio Esilio Popolo assiro Popolo assiro Primo oracolo: Primo oracolo: Secondo oracolo: 20 Secondo oracolo: 20 Terzo oracolo: Terzo oracolo: 21-22


Scaricare ppt "3 Isaia: differenze Letterarie e stile: –nella prima parte lo stile è terso, solenne, e misurato; –nella seconda più retorico e caldo, appassionato, con."

Presentazioni simili


Annunci Google