La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA RESILIENZA Lanello mancante del Project Management.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA RESILIENZA Lanello mancante del Project Management."— Transcript della presentazione:

1 LA RESILIENZA Lanello mancante del Project Management

2 Secondo Prince2 (metodologia di Project Management molto diffusa), il P.M. può essere definito:"La pianificazione, il monitoraggio e il controllo di tutti gli aspetti del progetto e la motivazione di tutte le persone coinvolte nel raggiungimento degli obiettivi,nei tempi, nei costi, nella qualità e nelle prestazioni richieste. Secondo Prince2 (metodologia di Project Management molto diffusa), il P.M. può essere definito:"La pianificazione, il monitoraggio e il controllo di tutti gli aspetti del progetto e la motivazione di tutte le persone coinvolte nel raggiungimento degli obiettivi,nei tempi, nei costi, nella qualità e nelle prestazioni richieste.

3 In verità la tematica è stata ampiamente studiata nelle discipline manageriali sia sotto il profilo delle variabili hard (pianificazione, programmazione, organizzazione e controllo delle attività, costi, qualità)…sia sotto il profilo delle variabili soft (gestione e motivazione delle risorse umane, negoziazione, Project Leadership…)

4 Restano però intatte le difficoltà che il project manager/ leader deve affrontare e, semmai, negli ultimi anni queste difficoltà si sono moltiplicate, vuoi per la riduzione delle risorse a disposizione,vuoi per lintreccio di progetti che insistono sullo stesso bacino di risorse, vuoi per le pressioni esercitate sui progetti dal daily business valendo spesso la regola non scritta (ma molto nota a chi lavora nelle organizzazioni) secondo la quale lurgenza uccide limportanza.

5 Resta quindi centrale la capacità del project manager/ leader di lasciar correre il progetto giù per le rapide, affrontando con successo gli ostacoli visibili e quelli sommersi, individuando piste alternative in caso di ostruzioni apparentemente insuperabili, e risalendo in barca con un colpo di reni in caso di naufragio.

6 In ingegneria la resilienza è la capacità di un materiale di resistere a forze di rottura

7 In informatica la resilienza è la capacità di un sistema di adattarsi alle condizioni d uso e di resistere all usura in modo da garantire la disponibilità dei servizi erogati

8 In ecologia e in biologia la resilienza è la capacità di autoripararsi dopo un danno

9 In psicologia, la resilienza viene vista come la capacità dell uomo di affrontare e superare le avversità della vita

10 Nel Project Management La resilienza assorbe molte di queste definizioni al punto da costituire una somma di abilità che possiamo dividere in due grosse categorie : Adattamento passivo inteso come la capacità di accettare le situazioni su cui non è possibile in alcun modo intervenire senza continuare a valutarle negativamente

11 2) Adattamento attivo, inteso come la capacità di adottare nuovi comportamenti avendo verificato che i comportamenti abituali non funzionano

12 Ogni persona brilla con luce propria fra tutte le altre. Non ci sono due fuochi uguali, ci sono fuochi grandi, fuochi piccoli e fuochi di ogni colore. Ci sono persone di un fuoco sereno, che non sente neanche il vento, e persone di un fuoco pazzesco, che riempie l´ aria di scintille. Alcuni fuochi, fuochi sciocchi, né illuminano né bruciano, ma altri si infiammano con tanta forza che non si puó guardarli senza esserne colpiti, e chi si avvicina si accende. Eduardo Galeano Ogni persona brilla con luce propria fra tutte le altre. Non ci sono due fuochi uguali, ci sono fuochi grandi, fuochi piccoli e fuochi di ogni colore. Ci sono persone di un fuoco sereno, che non sente neanche il vento, e persone di un fuoco pazzesco, che riempie l´ aria di scintille. Alcuni fuochi, fuochi sciocchi, né illuminano né bruciano, ma altri si infiammano con tanta forza che non si puó guardarli senza esserne colpiti, e chi si avvicina si accende. Eduardo Galeano 12

13 Abbiamo lambizione di dare un contributo a tutti i Project Manager/ Leader che desiderino imparare larte delladattabilità senza rinunciare al coraggio necessario per accettare la sfida e difendere il progetto dagli attacchi …

14 …DELLAVVERSA FORTUNA…

15 DATE E LOGISTICA Il seminario è residenziale e si tiene a Salò presso lHotel Bellerive La durata complessiva è di 2 giornate La partecipazione è a numero chiuso. DATE 1a edizione 30 e 31 Ottobre 2008

16 COSTI Il costo della singola partecipazione al corso è di 800 euro + iva da liquidare entro la settimana antecedente lavvio del seminario, attraverso bonifico bancario intestato a COME S.A.S sul c.c n c/o Banca Popolare di Bergamo filiale di Rho via pace 16. ABI ; CAB Codice Iban it15c Condizioni di favore saranno applicate alle aziende che intendono iscrivere più di un partecipante. I costi di vitto e alloggio sono a parte e saranno liquidati dai Partecipanti direttamente con la struttura alberghiera: Telef Paolo Rossi

17 INTERVENTI IN HOUSE E possibile customizzare il programma per organizzazioni che abbiano la necessità di formare un gruppo di project managers/leaders sufficientemente numeroso. In questo caso contattateci x un incontro gratuito di approfondimento. Max Caccamo cell

18 Per Informazioni Il Responsabile del Progetto: Max Caccamo Il Tutor del progetto: Alfredo Panigada

19 In memoria di Paolo Bolzoni


Scaricare ppt "LA RESILIENZA Lanello mancante del Project Management."

Presentazioni simili


Annunci Google