La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CROLLE CLASSE 1B. Il progetto prende avvio nella classe prima e si svilupperà nel corso dei 5 anni di scuola primaria, articolandosi per moduli. Le attività

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CROLLE CLASSE 1B. Il progetto prende avvio nella classe prima e si svilupperà nel corso dei 5 anni di scuola primaria, articolandosi per moduli. Le attività"— Transcript della presentazione:

1 CROLLE CLASSE 1B

2 Il progetto prende avvio nella classe prima e si svilupperà nel corso dei 5 anni di scuola primaria, articolandosi per moduli. Le attività si svolgono il mercoledì pomeriggio con cadenza quindicinale durante la compresenza delle insegnanti, con modalità diverse, a seconda delle esigenze relative allunità didattica: classe suddivisa in 2 gruppi o gruppo classe. Si prevede anche il coinvolgimento dei genitori soprattutto nei momenti di osservazione del cielo durante le serate sotto le stelle in cui si effettuerà la visione e lanalisi del cielo stellato, lidentificazione delle principali costellazioni e pianeti e losservazione diretta di alcuni oggetti astronomici particolarmente interessanti. Vengono proposte visite ad alcuni osservatori al fine di conoscere la strumentazione dellOsservatorio e il suo utilizzo. Si parteciperà a laboratori presso alcuni Osservatori del territorio: Parco astronomico Infini.To di Pino Torinese e Osservatorio Osservatorio di Saint Barthlemy – Nus – Valle DAosta Si intende creare un collegamento con l'Osservatorio di Trieste per eseguire una reale osservazione remota aderendo al progetto Le stelle vanno a scuola, al fine di rendere studenti e docenti protagonisti dell'esperienza reale dell'osservazione astronomica, attraverso una partecipazione diretta ed interattiva alle diverse fasi di preparazione, osservazione ed acquisizione dei dati.

3 GLI OBIETTIVI Stimolare l'interesse, il senso di meraviglia e la voglia di scoperta che spontaneamente i bambini hanno nei confronti del mondo intorno a loro. Abituare i bambini all'osservazione dei fenomeni come primo passo del metodo per studiare il cielo. Portare i ragazzi allosservazione metodica e sistematica dei fenomeni celesti, nel tentativo di comprendere la realtà circostante, partendo da semplici fenomeni della vita quotidiana. Acquisire concetti fondamentali dal punto di vista astronomico. Introdurre i ragazzi allo studio delle dimensioni e delle distanze dei corpi del Sistema Solare partendo dal Sistema Sole – Terra – Luna Favorire l'introduzione ai movimenti della Terra, allorientamento, allosservazione del Sole. Considerare l'Astronomia una scienza trasversale che ci permette di illustrare il percorso storico e scientifico che ha portato a comprendere come l'universo, concepito per millenni statico e immutabile, sia invece dinamico e in evoluzione. Identificare le costellazioni più importanti e individuare i miti ad esse collegati, per scoprire insieme come regine e guerrieri, orse e cavalli alati aiutino a orientarsi in cielo come in terra, oppure a misurare lo scorrere del tempo. Ampliare il rapporto fra Scuola, Università ed Osservatorio, avvicinando i ragazzi al mondo della ricerca e dei suoi metodi, in modo continuativo ed interattivo, attraverso l'osservazione remota con l'Osservatorio di Trieste.

4 Viene lasciato ampio spazio alla parte immaginativa e fantastica, tipicamente presente ed importante in questa età. Proprio questa specificità verrà utilizzata per stimolare linteresse dei bambini verso gli obiettivi più scientifici. Obiettivo principale quello di abituare gli allievi/e all osservazione dei fenomeni, come primo gradino del metodo per studiare il cielo partendo da una prima indagine delle conoscenze possedute.

5 ALICE : GUARDO LA LUNA MATTHIAS : GUARDO GLI UCCELLI CLARISSA : ANNUSO… CAROLA : GUARDO GLI ALBERI MARCO C. : GUARDO IL CIELO, IL SOLE, LE STELLE CADENTI CHE COSA VEDETE CON IL NASO ALL INSÙ ?

6 MARTINA S.: GUARDO GLI ELICOTTERI MARCO F.: GUARDO IL SOFFITTO ALBERTO : GUARDO LAEREO ALESSANDRO Z.: GUARDO LE LUCI DEI TETTI VALENTINA : GUARDO LE STELLE E LE MONTAGNE MARTINA R. : GUARDO LE API BEATRICE: GUARDO LA PIOGGIA ELISA : GUARDO LE FARFALLE FRANCESCO : GUARDO I LAMPIONI VALENTINA : GUARDO LE STELLE E LE MONTAGNE MARTINA R. : GUARDO LE API BEATRICE: GUARDO LA PIOGGIA ELISA : GUARDO LE FARFALLE

7 LUCREZIA E GIORGIA : GUARDO IL CIELO, LE STELLE CHIARA E LUCIA : GUARDO LE NUVOLE VALENTINA : GUARDO LE STELLE E LE MONTAGNE MARTINA R. : GUARDO LE API BEATRICE: GUARDO LA PIOGGIA ELISA : GUARDO LE FARFALLE

8 MARTINA S. GLI UCCELLI LUCREZIA : GLI ANGELI E GLI EXTRATERRESTRI MARCO C. : LA TERRA ALBERTO: MARTE CHIUDIAMO GLI OCCHI E PARTIAMO PER UN VIAGGIO IMMAGINARIO; METTIAMOCI CON IL NASO ALL INSÙ E ANDIAMO NEL CIELO, COSA VEDIAMO ? ALICE : IL CIELO VALENTINA : LA LUNA CHIARA : LE STELLE COMETE, GLI AEREI EDUARDO : I GABBIANI MARCO F. E MARCO C. : LO SPAZIO CHIARA : LE STELLE FRANCESCO : GLI AEROPLANI CAROLA E MARTINA S. : LE STELLE

9 LUCA : LE NUVOLE LUCIA E BEATRICE : LA NEVE ALESSANDRO Z. : GLI ELICOTTERI ALESSANDRO A. : I MONDI CAROLA : LA NEBBIA E GLI UCCELLI LUCREZIA : LA PIOGGIA E LA LUNA PIENA ALBERTO : LA LUCE DEL SOLE E BABBO NATALE FRANCESCO: I PIANETI ALBERTO : I BAMBINI CHE SULLA TERRA SI TRAVESTONO DA HALLOWEEN CLARISSA : I RAGGI DEL SOLE GIORGIA : GLI ALBERI E IL SOLE


Scaricare ppt "CROLLE CLASSE 1B. Il progetto prende avvio nella classe prima e si svilupperà nel corso dei 5 anni di scuola primaria, articolandosi per moduli. Le attività"

Presentazioni simili


Annunci Google