La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il fondo dell'istituzione scolastica a cura di: Vincenzo Diceglie Responsabile amm.vo IPSSCTP GORJUX - BARI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il fondo dell'istituzione scolastica a cura di: Vincenzo Diceglie Responsabile amm.vo IPSSCTP GORJUX - BARI."— Transcript della presentazione:

1 Il fondo dell'istituzione scolastica a cura di: Vincenzo Diceglie Responsabile amm.vo IPSSCTP GORJUX - BARI

2 Fondo Istituto Indennità Direzione/ Amministr. Zone a rischio Aree immigrazione Docenti funzioni- obiettivo ATA funzioni aggiuntive Le risorse del fondo

3 Attività studenti DPR 10/10/96 n.567 Programmi UE, Enti pubblici, privati Legge 440/97 (sperimentazione POF) Educazione alla salute Altre risorse

4 Pratica sportiva Ore approfondimento (istituti professionali) Cattedre + 18 h H supplenza Extra fondo Indennità esami Relazioni corsi formazione Indennità missione

5 Altre risorse contrattuali Compenso Individuale Accessorio Tratt. econ. sviluppo professione docente Retribuzione aggiuntiva Dirigenti scolastici

6 Fondo dIstituto

7 CALCOLO DEL BUDGET SPETTANTE ALL'ISTITUTO somma base: lire x n. docenti in organico E disapplicato art.71 CCNL 1995: N. di alunni X ore lez. Sett. X lire + N. di posti in organico X lire

8 somme aggiuntive: lire x n. docenti in organico (per tutte le secondarie superiori, anche per IDEI) art.42 CCNL… 322 miliardi,…da destinare ai compensi per il personale impegnato negli IDEI (docenti ed ATA n.d.r.) art. 28 CCNI: …tale quota aggiuntiva è comprensiva del finanziamento per le attività correlate agli IDEI

9 Ulteriori somme aggiuntive per particolari tipologie

10 La modalità di quantificazione (che considera il solo numero di docenti in organico di diritto) non determina il diritto delle diverse professionalità ad accedervi: con il fondo si retribuiscono docenti e ATA, anche a tempo determinato.

11 Particol. tipologie 2/3milioni (carceri, EDA, osped., serali) somma aggiuntiva x n. docenti ( solo superiori ) somma base x n. docenti Fondo Istituto

12 Il fondo retribuisce le prestazioni aggiuntive: dei docenti del personale ATA previste dal POF per qualificare e ampliare lofferta di formazione

13 Flessibilità organizzativa e didattica Attività di cui al regolamento sullautonomia e decreti sperimentazione: turnazione flessibilità dellorario diversa durata ora lezione COMPENSO: da a annue

14 Attività di insegnamento Svolgimento, oltre lorario obbligatorio e fino a 6 ore settimanali, di interventi didattici volti allarricchimento e alla personalizzazione dellofferta formativa

15 Attività funzionali allinsegnamento progettazione/produzione di materiali per la didattica ore eccedenti le 40 annue (collegio, programmazione, inform. famiglie su scrutini)

16 Collaborazione con il D.S. e altro attività effettivamente prestate di collaborazione con il D. Scol. (retribuite in misura oraria - esclusi vicari e docenti con funz.obiett.) ogni altra attività prevista dal POF

17 Lart Attività aggiuntive del CCNL 1995: (sono retribuite le)...attività di aggiornamento oltre le 30 ore annue... non è più in vigore

18 Compensi prestazioni aggiuntive DOCENTI

19 Personale ATA prestazioni oltre lorario dobbligo particolari forme di organizzazione dellorario di lavoro intensificazione di prestazioni connesse allattuazione dellautonomia

20 Compensi prestazioni aggiuntive personale ATA Prestazioni intensive e flessibilità orario: FORFAIT

21 Le attività aggiuntive temporalmente non quantificabili sono retribuite in misura forfetaria

22 Sono retribuite con il capitolo di bilancio del fondo ma con risorse aggiuntive : funz.-obiettivo doc. e ATA indennità direzione/amm. aree immigrazione aree a rischio

23 Non sono retribuite con il fondo, ma con altri capitoli di spesa, le prestazioni per: cattedre con più di 18 ore ore di supplenza ore di avviamento alla pratica sportiva

24 altre risorse : quote per attività aggiuntive di: Legge n. 440/97 (sperim. POF) Educazione alla salute Attività studenti DPR 10/10/96 n.567 Prog. UE, Enti pubblici, privati

25 Il fondo dell'istituzione scolastica IL PERCORSO

26 Il Responsabile amm.vo calcola il budget Tiene conto, oltre che del fondo di istituto, delle quote per le attività aggiuntive del personale dei finanziamenti per: Legge n. 440/97 (sperim. POF) Educazione alla salute Attività studenti DPR 10/10/96 n.567 UE, Enti pubblici, privati

27 Il D.S. predispone il piano delle attività esamina proposte di organi collegiali consulta il resp. amministrativo (su aspetti organizzativi del POF) informa il personale ATA Le attività sono quelle previste dal POF

28 Il dirigente scolastico informa i RSA I Rappresentanti Sindacali Aziendali sono designati da OOSS rappresentative. Ad essi il D.S. consegna copia della documentazione relativa a: attività e progetti retribuiti criteri di retribuzione e utilizzazione del personale

29 Il collegio delibera: (tenuto conto delle risorse disponibili) attività e ore di impegno attività rivolte al pubblico collaborazione di docenti di altre scuole criteri per lassegnazione

30 Il consiglio d'istituto delibera Accerta la compatibilità finanziaria Tiene conto di: professionalità esistenti (docenti, ATA ) vari ordini e gradi che compongono la scuola (materna/elementare, istituti comprensivi, etc.)

31 Il D.S. affida gli incarichi Il provvedimento (meglio se collettivo), affisso allalbo, indica: le attività assegnate le ore di impegno per ciascuna la retribuzione oraria (o il compenso forfettario)

32 Informazione alle RSA Informazione successiva: Il Dirigente scol. fornisce alle RSA i nominativi del personale utilizzato nelle attività e progetti retribuiti

33 Il percorso del fondo POF Personale ATA Dirigente scol. (piano attività) Consiglio Istituto (accerta compatibilità finanziaria) Resp.Amm. informazione RSA (criteri) Collegio docenti (delibera attività, ore, criteri) Dirigente scol. (affida incarichi) RSA (informaz. su nominativi retribuiti dal fondo)

34 Indennità Direz./Amm. Aree immigrazione Zone a rischio

35 Indennità di direzione e amministrazione Spetta a dirigenti scol. e responsabili amm.vi In caso di assenza del titolare è corrisposta anche al vicario, detratta la quota del compenso individuale accessorio. L'importo è la risultante di tre parametri: misura fissa particolari tipologie di scuole complessità organizzativa (scuole con più di 35 docenti)

36 Indennità di direzione e amministrazione Misure lorde annuali Indennità di direzione e amministrazione Misure lorde annuali

37 Scuole in zone a rischio E previsto un compenso per retribuire l'impegno del personale di scuole collocate in aree a rischio : con alta dispersione per interventi mirati alla prevenzione di devianza sociale e criminalità minorile

38 Titolari dell'individuazione: aree a rischio: M.P.I. (vedasi C. Integr.) scuole delle aree (in numero limitato): intese Provveditori/OOSS

39 I progetti delle scuole individuate devono prevedere: obiettivi durata pluriennale attività d'insegnamento - flessibile- su orario antimeridiano/ pomeridiano coinvolgimento delle famiglie collegamento con EELL, ASL, UE

40 Il personale docente ed ATA deve dichiararsi disponibile a permanere nella scuola per non meno di tre anni

41 Saranno prioritariamente finanziati progetti di: scuole dellinfanzia fascia dellobbligo in continuità che prevedano il coinvolgimento di tutto il personale

42 Comp. annuo lordo (Aree a rischio) (per almeno 180 giorni di servizio)

43 Scuole in aree a processo immigratorio Significativa maggiorazione del fondo per sostenere l'impegno del personale a favorire lintegrazione di alunni e adulti iscritti di altri Paesi, nomadi

44 Scuole in aree a processo immigratorio Il compenso annuo lordo è ancora da definire. Le scuole verranno individuate in novembre.

45 Per il personale di scuole collocate: in aree a rischio a forte processo immigrat. sono organizzati specifici corsi di formazione Formazione


Scaricare ppt "Il fondo dell'istituzione scolastica a cura di: Vincenzo Diceglie Responsabile amm.vo IPSSCTP GORJUX - BARI."

Presentazioni simili


Annunci Google