La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INCONTRO N. 1 VIVENTI E NON VIVENTI RIVERGARO, 6 APRILE 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INCONTRO N. 1 VIVENTI E NON VIVENTI RIVERGARO, 6 APRILE 2009."— Transcript della presentazione:

1 INCONTRO N. 1 VIVENTI E NON VIVENTI RIVERGARO, 6 APRILE 2009

2 ALCUNI PROBLEMI DI METODO Il contesto metodologico è quello della DIDATTICA PER CONCETTI Quindi andremo a considerare: MAPPA CONCETTUALE DEFINIZIONE LINGUISTICA DEL CONCETTO CONVERSAZIONE CLINICA MATRICE COGNITIVA COMPITO DI APPRENDIMENTO FASI DI LAVORO OBIETTIVI TEMPI COSA FANNO INSEGNANTE ED ALUNNO RAGGRUPPAMENTI ALUNNI METODI MEZZI E STRUMENTI VERIFICA

3 VIVENTI E NON VIVENTI MAPPA CONCETTUALE Dal punto di vista biologico, il concetto di vivente è intrinsecamente indefinibile se non mediante l'attribuzione di proprietà che caratterizzano il vivente ovvero l'essere un'entità fisicamente delimitata costituita da materia organizzata, che è in grado di autoorganizzarsi mediante criteri ordinativi definiti e controllati dal patrimonio genetico, in grado di conservare l'organizzazione mediante l'utilizzo di reazioni metaboliche, di riprodursi e di evolvere. E. Boncinelli Prima lezione di biologia Laterza (Roma, Ba,2001)

4 VIVENTI E NON VIVENTI MAPPA CONCETTUALE Secondo Koshland la mappa diviene ancora più astratta. In questa vediamo che gerarchicamente il concetto di programma governa tutta la discussione. Koshland DE (2002) The seven pillars of life SCIENCE 295,

5 In Maturana e Varela abbiamo una definizione di essere vivente come soggetto dotato di autopoiesi. Un sistema autopoietico è un sistema che ridefinisce continuamente sé stesso ed al proprio interno si sostiene e si riproduce. Un sistema autopoietico può quindi essere rappresentato come una rete di processi di creazione, trasformazione e distruzione di componenti che, interagendo fra loro, sostengono e rigenerano in continuazione lo stesso sistema. Il criterio distintivo della vita, per il principio autopoietico, è il mantenimento della sua stessa organizzazione. Qualunque sistema che abbia tale caratteristica può a tutti gli effetti essere detto vivente. VIVENTI E NON VIVENTI ALTRE DEFINIZIONI

6 VIVENTI E NON VIVENTI MAPPA CONCETTUALE In questa mappa si prendono in considerazione i fenomeni considerati tipici del vivente quali: lo scambio di sostanze con l'ambiente esterno, le funzioni metaboliche (nutrizione, digestione, respirazione, assimilazione ed escrezione), la reazione agli stimoli, il movimento spontaneo, la riproduzione

7 VIVENTI E NON VIVENTI MAPPA CONCETTUALE

8


Scaricare ppt "INCONTRO N. 1 VIVENTI E NON VIVENTI RIVERGARO, 6 APRILE 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google