La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TEDESCO !!! PERCHE ? DEUTSCH !!! WARUM ?. Il tedesco è al centro dellEuropa! DEUTSCHLAND ÖSTERREICHSCHWEIZ.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TEDESCO !!! PERCHE ? DEUTSCH !!! WARUM ?. Il tedesco è al centro dellEuropa! DEUTSCHLAND ÖSTERREICHSCHWEIZ."— Transcript della presentazione:

1 TEDESCO !!! PERCHE ? DEUTSCH !!! WARUM ?

2 Il tedesco è al centro dellEuropa! DEUTSCHLAND ÖSTERREICHSCHWEIZ

3 I PAESI DI LINGUA TEDESCA SONO IL CUORE GEOGRAFICO DELLEUROPA! Il tedesco è la lingua materna più diffusa nellUnione Europea Il tedesco è la lingua materna più diffusa nellUnione Europea Dopo lallargamento dellUnione europea verso Est, la lingua tedesca ha acquistato ancora più importanza come lingua ponte verso i nuovi stati orientali in cui il tedesco occupa una importante posizione come lingua straniera Dopo lallargamento dellUnione europea verso Est, la lingua tedesca ha acquistato ancora più importanza come lingua ponte verso i nuovi stati orientali in cui il tedesco occupa una importante posizione come lingua straniera

4 Perchè scegliere tedesco alle scuole medie? Il tedesco non è così difficile! Pronuncia e intonazione del tedesco non presentano grosse difficoltà. La grammatica ha una struttura chiara e logica. Il tedesco dopo linglese è più semplice! I ragazzi che hanno già iniziato lo studio della lingua inglese sono agevolati poiché le due lingue, entrambe di origine germanica, hanno strutture simili: i ragazzi capiscono quindi più facilmente e rafforzano le conoscenze già acquisite nellaltra lingua. Il tedesco apre la mente!! Il tedesco, essendo una lingua di grande sistematicità e precisione, è una lingua altamente formativa; è importante affrontarne lo studio già alla scuola media in quanto stimola le capacità logico- analitiche dei ragazzi ed ha quindi una ricaduta positiva anche sullapprendimento di altre discipline

5 Perchè continuare il tedesco alle scuole superiori? Il tedesco offre in prospettiva importanti opportunità di qualificazione professionale e favorisce laccesso al lavoro!

6 I dati ufficiali confermano che la Germania è il primo partner commerciale dellItalia. Molte ditte tedesche hanno filiali in Italia, soprattutto nelle regioni del Nord. Sempre più imprese gradiscono che i propri collaboratori siano in grado di comunicare con i partner internazionali direttamente nella loro lingua, senza dover ricorrere a una terza lingua straniera. Anche nel settore del turismo il tedesco garantisce più opportunità di occupazione: i cittadini di lingua tedesca sono al primo posto fra coloro che scelgono lItalia come meta turistica.

7 I Dossier informativi sullinsegnamento del tedesco, pubblicati nel 2011 e nel 2012 dallUfficio Scolastico Regionale della Lombardia, contengono interessanti dati aggiornati ed articoli dalla stampa sullimportanza di questa lingua. I dossier si possono scaricare in formato pdf dal seguente link:

8 Qualche dato interessante su cui riflettere tratto dal Dossier …..

9 PAESI I. SEM I.SEM.2011 Germania Francia Spagna Russia Belgio Regno Unito Svizzera Austria Lussemburgo Liechtenstein 12 9 Fonte: Elaborazioni ICE su dati Istat (dati provvisori in attesa di convalida Istat) GERMANIA: PRIMO PARTNER COMMERCIALE DELLITALIA PER LE IMPORTAZIONI PRIMO SEMESTRE 2010 e 2011 Importazioni annuali in Italia per paese Valori in milioni di euro La Tabella evidenzia che lItalia vede la Germania al primo posto per le importazioni sia nel primo semestre 2010 sia nel primo semestre 2011

10 GERMANIA: PRIMO PARTNER COMMERCIALE DELLITALIA PER LE ESPORTAZIONI PRIMO SEMESTRE 2010 e 2011 Esportazioni annuali in Italia per paese Valori in Milioni di euro PAESI SEM SEM Germania Francia Spagna Russia Belgio Regno Unito Svizzera Austria Lussemburgo Liechtenstein Fonte: Elaborazioni ICE su dati Istat 2010 e 2011 (dati provvisori, in attesa di convalida Istat) La Tabella evidenzia che la Germania è il primo partner commerciale per le esportazioni dallItalia sia nel primo semestre del 2010 sia nel primo semestre del 2011

11 LA GERMANIA E I PAESI DI LINGUA TEDESCA: PARTNER PRINCIPALI PER FLUSSI TURISTICI IN ITALIA NEL 2010 e 2011 PAESI Germania Austria Belgio Danimarca Francia Grecia Olanda Regno Unito Slovenia26526 Spagna Fonte: Dati Istat Si può notare che i turisti provenienti dalla Germania e da altri paesi di lingua tedesca rappresentano il gruppo più numeroso

12 LA CONOSCENZA DELLE LINGUE STRANIERE: REQUISITI PREFERENZIALI NELLE ASSUNZIONI Come documentato dalla G.I.D.P/ H.R.D.A, (Associazione Nazionale Direttori Risorse Umane) nella XII Indagine Neolaureati & stage, uno dei requisiti per la selezione del personale è la conoscenza delle lingue straniere; dopo linglese la lingua straniera più richiesta è il tedesco XII Indagine G.I.D.P./H.R.D.A. NEOLAUREATI & STAGE – Anno 2011 Indica quali sono le due lingue più richieste nella tua azienda : INGLESE 58,98 % TEDESCO 18,81 % FRANCESE 16,24 % SPAGNOLO 4,27 % CINESE 0,85 % RUSSO 0,85 %

13 E qualche articolo tratto dalla stampa…..

14 Disoccupazione in calo e aziende assetate di personale Gli indirizzi e i numeri del miracolo tedesco Che cosa fare per trovare un lavoro in Germania Lavorare nella locomotiva d'Europa, mentre gli ultimi vagoni rischiano di deragliare. Per un numero crescente di cittadini del Vecchio Continente laGermania sta assumendo i contorni di un' oasi nella crisi, dove mettere in salvo le proprie competenze e le proprie prospettive professionali. Così, con la burrasca che ha lambito la terza economia dell' area Ocse senza scalfirne la solidità, grazie anche ad una bilancia commerciale fortemente in attivo, si prepara una nuova generazione di Gastarbeiter dal sud Europa. Non più la manodopera dequalificata arrivata in massa negli anni 50 e 60 per lavorare nelle miniere, nelle fabbriche e nei cantieri che spingevano il boom tedesco, ma lavoratori specializzati e con un buon bagaglio culturale. Oggi le aziende tedesche hanno bisogno di lavoratori qualificati per nutrire la propria ripresa, e da qualche mese mostrano crescenti difficoltà a trovarli sul mercato locale, spiega Ronny Seifert, direttore della Camera di commercio italiana a Lipsia. «È una nuova necessità del mercato. Sono richiesti soprattutto collaboratori altamente qualificati, con laurea, ad esempio ingegneri, oppure tecnici. Nei mesi passati la richiesta tedesca è molto aumentata, ad esempio nei settori delle energie rinnovabili, della subfornitura meccanica, del tessile », dice Seifert. È importante per l'inserimento lavorativo, spiega il segretario generale della Camera di commercio italiana a Francoforte Claudia Nikolai, «avere una buona conoscenza del tedesco, che spesso costituisce la principale difficoltà iniziale». 18 maggio 2012

15 La Repubblica 17 settembre 2012 di CATERINA PASOLINI La rivincita di Goethe su Shakespeare:"Col tedesco è più facile trovare lavoro" Effetto Germania sulla scelta della seconda lingua: nell'ultimo anno gli allievi nel nostro paese sono cresciuti del 18 per cento, a seguire una tendenza che percorre l'Europa e si intensifica man mano che si rafforza l'economia di Berlino. Oltre alle classi di grammatica e letteratura è boom di corsi mirati per professionisti "È vero, il boom del tedesco coincide con la crisi, ma non dimentichiamoci che siamo il vostro primo partner commerciale e che in Germania c'è grande richiesta di medici, ingegneri, tanto che noi organizziamo corsi specifici per le diverse professioni, dai giuristi agli insegnanti, ai dottori", racconta Thilo Will del Goethe Institut, l'istituto di cultura nazionale che organizza lezioni per 5 mila studenti in 4 sedi. Il tedesco viene visto ormai come ancora per un posto di lavoro. La Germania è infatti il primo partner commerciale per l'Italia con il 15,9 per cento delle importazioni e il 13 per cento delle esportazioni, ma soprattutto qui ci sono imprese a capitale tedesco (come Bosch, Mercedes, Lufthansa, Porsche) che danno lavoro a 170 mila italiani e hanno rapporti con decine di aziende nostrane. Soprattutto al nord e così tra Torino e Milano si moltiplicano i corsi aziendali, anche per duecento dipendenti, in maggioranza nel settore automobilistico. E visto il giro commerciale c'è anche chi come Simone Covino, tributarista, non pensa di trasferirsi, ma si è messo a studiare il tedesco perché "sono sempre di più gli imprenditori che vogliono aprire all'estero, soprattutto in Svizzera". E come lui sono tanti quelli che restano, che magari non vogliono partire ma imparano la lingua di Berlino pensando di lavorare nel commercio, nel turismo visto che su dieci che scelgono il nostro paese per le vacanze quattro arrivano da Germania, Austria, Svizzera. Pronti a dire "Ich liebe dich".

16 Massimo hat keine Lust mehr auf Italien, er sucht sein Glück im Norden. "Ick gehe nack Deutscheland", sagt Massimo. In der Nähe von Ulm hat Massimo Verwandte, da will er hin, da will er arbeiten und mehr Geld verdienen als daheim. Ein kleines Problem gibt es noch: Er muss Deutsch lernen. "Das sär schwierige", stöhnt er. Aber er werde es schon schaffen.Italien Deutschlernen ist plötzlich in: An Schulen und Universitäten, in den Kursen des Goethe-Instituts oder privater Sprachschulen. Mehr als italienische Schüler in Mittel- und Oberschulen wählen Deutsch als zweite Fremdsprache nahm die Zahl der Deutsch-Büffler um 18 Prozent zu, in diesem Jahr dürfte der Zuwachs noch größer ausfallen. Französisch und Spanisch dagegen liegen im Abwärtstrend. Auch Sprachschüler weit jenseits des Schulalters lernen privat "Deutsch für Ärzte" oder "Deutsch für Juristen". Lehrer und Ingenieure stürzen sich genauso auf die angesagte Fremdsprache. Denn wer Deutsch beherrscht, hat bessere Chancen auf einen guten Job und ein ordentliches Gehalt - oder hofft es zumindest. Denn Deutschland ist der größte Wirtschaftspartner Italiens. 16 Prozent aller Importe sind "Made in Germany", 13 Prozent aller Italo-Exporte gehen über die Alpen nach Deutschland. Über 2000 Firmen in Italien sind Außenstellen deutscher Unternehmen - Bosch, Mercedes, Lufthansa zum Beispiel - oder befinden sich in deutschem Besitz. Bei diesen Firmen arbeiten Italiener. Wer von denen "tedesco", (Deutsch) kann, hat bessere Aufstiegschancen. Aber auch rein italienische Betriebe entdecken den Wert der deutschen Sprache für ihre Geschäfte. 80 Prozent der italienischen Unternehmen, die einen Arbeitsplatz für Interessenten mit zwei Fremdsprachen offerieren, verlangen heute neben Englisch deutsche Sprachkenntnisse. Ganz besonders gilt das für Jobs im Tourismussektor. Denn vier von zehn Reisenden, die es nach "Bella Italia" zieht, kommen aus dem deutschsprachigen Raum Krise in Südeuropa: Italiener stürmen Deutsch-Kurse Von Hans-Jürgen Schlamp, Massa Marittima

17 IL TEDESCO E UNA LINGUA PORTATRICE DI GRANDE CULTURA! Grandi scienziati, letterati, musicisti e filosofi della cultura mondiale si sono espressi in questa lingua Grandi scienziati, letterati, musicisti e filosofi della cultura mondiale si sono espressi in questa lingua Il tedesco è fondamentale per gli studi e le ricerche universitarie e le attività scientifiche: in internet e nelle pubblicazioni scientifiche il tedesco è la seconda lingua più utilizzata dopo linglese Il tedesco è fondamentale per gli studi e le ricerche universitarie e le attività scientifiche: in internet e nelle pubblicazioni scientifiche il tedesco è la seconda lingua più utilizzata dopo linglese

18 Franz Kafka Sigmund Freud Johann Wolfgang von Goethe Albert Einstein Ludwig van Beethoven und… und … und …. Wolfgang Amadeus Mozart Karl Marx Jakob und Wilhelm Grimm Hermann Hesse

19

20 Quanti buoni motivi per studiare Tedesco ! Auf Wiedersehen !


Scaricare ppt "TEDESCO !!! PERCHE ? DEUTSCH !!! WARUM ?. Il tedesco è al centro dellEuropa! DEUTSCHLAND ÖSTERREICHSCHWEIZ."

Presentazioni simili


Annunci Google