La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DISCALCULIA EVOLUTIVA La DE è un disturbo specifico dellapprendimento che ostacola i normali processi di acquisizione dellaritmetica Evidenze genetiche,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DISCALCULIA EVOLUTIVA La DE è un disturbo specifico dellapprendimento che ostacola i normali processi di acquisizione dellaritmetica Evidenze genetiche,"— Transcript della presentazione:

1 DISCALCULIA EVOLUTIVA La DE è un disturbo specifico dellapprendimento che ostacola i normali processi di acquisizione dellaritmetica Evidenze genetiche, neurobiologiche ed epidemiologiche indicano che la DE, come altri disturbi dellapprendimento, è un disturbo su base cerebrale

2 Lorganizzazione Mondiale della Sanità, attraverso lICD-10, International Classification of Diseases (1995), colloca la discalculia evolutiva allinterno dei disturbi specifici di apprendimento. CODICE ICD-10 F81.2

3 ASPETTI EPIDEMIOLOGICI prevalenza: 5-6%; comorbidità: difficoltà di lettura e scrittura, ADHD, disturbi del linguaggio familiarità: un individuo con un familiare discalculico ha 10 volte più probabilità di un altro di essere lui stesso discalculico difficoltà spesso associate: attenzione, memoria visiva e uditiva, disprassia ecc.

4 CARATTERISTICHE Difficoltà nellautomatizzazione delle procedure del conteggio Difficoltà di transcodifica Difficoltà nellacquisizione e nel recupero dei fatti aritmetici Difficoltà nellesecuzione di calcoli Difficoltà nellapplicazione delle procedure di calcolo Difficoltà visuospaziali

5 Modello Neuropsicologico di McCloskey Sistema dei Numeri Sistema di Calcolo Indipendenza funzionale dei due sistemi

6 IL Sistema dei Numeri Alfabetico Orale Alfabetico Scritto Enumerazione Romana ArabicoPittografico CODICI

7 IL Sistema dei Numeri Ogni volta che si richiede il passaggio da un codice di presentazione allaltro occorre operare attraverso la TRANSCODIFICA NUMERICA Transcodificare significa quindi produrre un numero presentato in un determinato codice in un codice diverso

8 TRASCODIFICA NUMERICA 6776 seimilasettecentosettantasei 3587 tremilacinquecentocinquantasette 7001 settemilauno duemilacentonove 2109 milleduecentocinquantaquattro 1254

9 Il Sistema di Calcolo Elaborazione dei Segni delle Operazioni (+,- ecc… riconoscerli ed applicare le giuste procedure) I Fatti Aritmetici (tabelline, calcoli semplici, risultati memorizzati) Le Procedure di Calcolo (rispettare le regole dellalgoritmo, come lordine di svolgimento, lincolonnamento, i prestiti ed i riporti)

10 Modello Neuropsicologico di McCloskey Rappresentazione Interna astratta Comprensione dei numeri Segni delle operazioni Fatti aritmetici Procedure del calcolo Produzione dei numeri 8x3 Otto per tre Otto per tre 24 Ventiquattro Ventikwattro Comprensione Numeri arabi Comprensione Uditiva parola-numero Comprensione Visiva parola-numero Produzione Orale parola-numero Produzione Scritta parola-numero Produzione Numeri arabi

11 Disturbi della conoscenza numerica Disturbi relativi al calcolo vero e proprio

12 Conoscenza Numerica Errori Lessicali: riguardano il nome delle singole cifre leggo quattro invece di sette scrivo quattro invece di sette

13 Conoscenza Numerica Errori Sintattici: riguardano la relazione fra le diverse cifre che compongono il numero ll numero 1 ed il numero 3 nel 13 impongono una grammatica di relazione tra i due numeri valore posizionale dello 0

14 Conoscenza Numerica Errori Semantici: incapacità di riconoscere la grandezza del numero 70 è maggiore di 40

15 CALCOLO Errori procedurali o di applicazione di strategia: mancata applicazione di strategie facilitanti o attuazione di strategie immature nelloperazione 2+5 parto da 2 per aggiungere 5 invece di usare laddendo più grande come punto di partenza

16 CALCOLO Errori nel recupero di Fatti Aritmetici: difficoltà nellautomatizzare le tabelline o particolari addizzioni/sottrazioni = 25 3 x 3 = 6

17 CALCOLO Difficoltà visuo-spaziali: difficoltà a rilevare il dettaglio visivo mancato riconoscimento dei segni di operazione +,- mancate acquisizioni del concetto da destra a sinistra, alto-basso

18 Diagnosi La diagnosi di Discalculia Evolutiva (Disturbo Specifico delle Abilità Aritmetiche) viene posta non prima della fine della terza classe della scuola primaria

19 BDE Batteria per la Discalculia Evolutiva (Biancardi e Nicoletti, 2004) Conteggio Lettura dei numeri Scrittura dei numeri Ripetizione dei numeri Triplette ed Inserzioni Tabelline Moltiplicazioni a mente Addizioni e sottrazioni entro la decina Addizioni e sottrazioni oltre la decina Calcolo scritto Quoziente NumericoQuoziente di Calcolo

20 BDE Elaborazione Numerica (Sistema dei Numeri) Prova di Conteggio Linea dei numeri Lettura di numeri Scrittura di numeri Transcodifica Ripetizione di numeri Triplette Codifica Semantica Inserzioni

21 BDE Abilità Aritmetiche (Sistema di Calcolo) Tabelline Moltiplicazioni a mente Fatti Aritmetici Addiz. e sottraz. entro la decina Addiz. e sottraz. oltre la decina Calcolo mentale complesso Calcolo scritto Algoritmi calcolo

22 BDE Per lattribuzione della diagnosi di Discalculia Evolutiva viene definita la soglia di due deviazioni standard al di sotto della media Avendo posto la media pari a 100, va considerato discalculico ogni bambino che ottenga un QNC inferiore a 70 Qualora il quoziente di una soltanto delle due sottoscale sia inferiore a 70, tale risultato va tenuto in considerazione nel delineare il profilo funzionale della abilità numeriche ed aritmetiche del bambino

23

24 Sistema dei numeri Sistema di calcolo

25

26

27

28

29 APPROFONDIMENTO NEUROPSICOLOGICO

30

31 Intervento Lallenamento per la memorizzazione dei fatti aritmetici risulta poco efficace Utilizzo dei punti di forza per compensare le competenze maggiormente deficitarie

32 Intervento Processamento numerico Rappresentazioni (sotto varie vesti) ed automatizzazione della linea dei numeri Identificazione degli elementi costitutivi dei numeri (unità, decine, centinaia….)

33 Intervento Calcolo a mente Recupero dei fatti aritmetici attraverso il richiamo visivo e diretto Uso delle dita per i calcoli più semplici Strategie di scomposizione per i calcoli a mente più complessi

34 Intervento Calcolo scritto Strategie di richiamo della procedura corretta Maggior ordine nella collocazione dei dati Controllo dei risultati ottenuti

35 Corrispondenza anatomica esistenza di un circuito cerebrale per la rappresentazione delle quantità matematiche e della loro relazione

36 studi su pazienti con lesioni cerebrali regione parietale inferiore dellemisfero dominante In alcuni casi la comprensione dei numeri e le operazioni di calcolo vengono totalmente danneggiati In altri casi si possono osservare dei deficit maggiormente circoscritti ad abilità particolari allinterno della elaborazione numerica

37 studi effettuati attraverso luso delle immagini funzionali solco intraparietale (Dehaene, Piazza, Pinel e Cohen, 2003) (rappresentazione semantica non verbale dei numeri )

38 il giro angolare sinistro (Fiez e Petersen, 1998; Price 1998) (codifica verbale dei numeri) studi effettuati attraverso luso delle immagini funzionali

39 zona posteriore al lobo parietale superiore (Pinel, Dehaene, Riviere e LeBihan, 2001) (confronti, approssimazioni che coinvolgono i numeri) studi effettuati attraverso luso delle immagini funzionali

40 Bibliografia La Discalculia Evolutiva. Dai modelli neuropsicologici alla riabilitazione. (Biancardi A., Mariani E., Pieretti M. 2004) Batteria per la Discalculia Evolutiva (BDE) (Biancardi A, Nicoletti C. 2004)


Scaricare ppt "DISCALCULIA EVOLUTIVA La DE è un disturbo specifico dellapprendimento che ostacola i normali processi di acquisizione dellaritmetica Evidenze genetiche,"

Presentazioni simili


Annunci Google