La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

X Ustica Rinvenimenti archeologici subacquei. Banco Apollo Secca della Colombaia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "X Ustica Rinvenimenti archeologici subacquei. Banco Apollo Secca della Colombaia."— Transcript della presentazione:

1 X Ustica Rinvenimenti archeologici subacquei

2 Banco Apollo Secca della Colombaia

3 Ustica. Itinerario archeologico di Punta Gavazzi. Ceppo plumbeo con anima in legno di età ellenistico romana. Trapani. Isolotto e carcere della Colombaia. XII sec.

4 Ustica 1.Ceramica ed ancore 2.Relitto tardo romano (V sec. d.C.) 3.Ancora a quattro marre (XIX sec). 4.Relitto punico con mortaria (III/II a.C.) 5.Cannone borbonico (1780) 6.Itinerario Soprintendenza del Mare 7.Anfore vinarie italiche (II/I sec. a.C.) 8.Ancore litiche 9.Ancore di ferro (XIX sec.) 10.Aereo Stormo Baracca 11.Relitto punico o romano 12.Vascello del XIX sec. 13.Ancora di ferro (XIX sec.) 14.Anfore greco italiche (III sec. a.C.) 15.Frammenti di anfore Dressel 2-4 (I a.C.) 16.Itinerario subacqueo 17.Ceppo di ancora litica (età arcaica) 18.Frammenti di spatheia in grotta (V d.C.) 19.Relitto con macine (V sec. d.C.) 20. Anfora etrusca. VI sec. a.C. 21.Aereo Secchitello 22.Relitto della galera S. Paolo 23.Ancora islamica (VIII/XI sec.) 24.Frammenti di africane nella grotta Pastizza 25.Relitto punico di Punta San Francesco (?) 26.Ancora a quattro marre (XIX sec.) 27.Relitto romano (II/I a.C.) 20

5 Cala Santa Maria (Smyth, 1823) 1 Anfora corinzia A

6 Ustica. Villaggio dei pescatori Piatti spagnoli del 600.

7 Giovanni Mannino, primo rinvenitore delle antichità di Ustica Tombe ad arcosolio della Falconiera. IV/V sec. d.C.

8 2 Il relitto tardo romano di Cala Santa Maria. V sec. d.C. Il fotografo subacqueo Maurizio Sarra ad Ustica, Cala Santa Maria, negli anni 60.

9 Piero Pruneti recupera nel giugno 1991 unanfora tardo romana (V sec. d.C.) del relitto tardo romano di Cala Santa Maria, per salvarla dalla progettata realizzazione della banchina dormeggio del traghetto e la ricolloca temporaneamente con larcheologa inglese Honor Frost, scavatrice del relitto c.d. punico di Marsala, nellitinerario archeologico subacqueo di Punta Gavazzi.

10 Ustica. Grottino sotto il Villaggio dei pescatori. Ustica. Riproduzione di ricci.

11 Il cappuccino Padre Carmelo Seminara, parroco ed ispettore onorario di Ustica, rinvenitore del Villaggio preistorico dei Faraglioni, esamina nel 1991 le anfore del relitto tardo romano di Cala Santa Maria, recuperate per preservarle dalla gettata di massi per la costruzione del molo del traghetto.

12 3 Ancora a quattro marre a - 28/30 m., lungo la scarpata della Rocca della Falconiera (XIX sec.) Scavo del giacimento tardo romano di Cala Santa Maria (V sec. d.C.) Anfora bizantina (VI sec. d.C.) sulla scarpata della Rocca della Falconiera

13 4 Relitto punico con mortaria del Villaggio dei pescatori (III/II a.C.) Anfora punica Mañá C 1

14 Ventotene. Relitto con mortaria. II-III sec. d.C.

15 Cala Omo Morto Cala del Leone Itinerario Punta Falconiera Punta del Patano Relitto punico Cala del Cannone Ancora di ferro Relitto tardo romano

16 5 Cannone borbonico da Cala del Cannone, oggi collocato nel Castello della Falconiera. Reca la data 1780 e le insegne della Marina Borbonica

17 Rosa di Favignana in una finestra del Forte della Falconiera ad Ustica. Rara pianta succulenta, scomparsa in seguito ai restauri effettuati nel 1994.

18 Cannone della Falconiera, ripescato da Camillo Padovani (Camillone) nel 1956 nella cala del Cannone, tra Capo Falconiera e Punta del Patano, dove l'aveva segnalato il Tranchina nella sua Storia di Ustica (.../la Cala del cannone ove si ruppe un lancione e vi lasciò un cannone/). E' stato tenuto nella Villa Gargano sino al 1996, quando venne trasferito nella rocca della Falconiera, puntandolo in direzione della Villa Gargano.

19 Palermo. Comando Legione Militare Sud

20 6 Secondo itinerario archeologico subacqueo di Ustica, realizzato dalla Soprintendenza del Mare nel 2006.

21 Ancora bizantina V/VI sec. d.C. Ancora a ceppo mobile e contromarra (età ellenistica) Ancore bizantine (XI/XII sec.) in un nuovo relitto rinvenuto nei pressi di Taranto.

22 7 Anfore vinarie italiche (II/I sec. a.C.) in località Camposanto

23 8 Ancore litiche dalla costa del Villaggio dei Faraglioni

24

25 La presunta statua della Dea Madre. A destra dal Villaggio preistorico, a sinistra in fase di realizzazione.

26 10 Uno dei quattrordici caccia Aermacchi 200 Saetta della squadriglia di Setti Carraro è caduto nel settembre del 1941 al largo dei Faraglioni e si trova tra i sessanta ed i settanta metri di profondità. Carrello dellAermacchi del Secchitello Secchitello Faraglioni

27 Uno dei due piloti indenni (capitano Lucchini) dei quattordici caccia della squadriglia della quale faceva parte Setti Carraro si è salvato atterrando in località Tramontana. Per molti anni laereo rimase nel giardino di una casa alla periferia del paese, adibito a pollaio. Quattro riuscirono ad atterrare a Trapani.

28 Macchi MC 202 Folgore Mitragliatrici Breda Safat da 12,7 mm. di un Folgore ritrovato in mare a Ribera.

29 Il motore del MC 202 Folgore di Ribera, ritrovato da Mimmo Macaluso

30 11 Secca della Colombaia o Colombara ( kolÚmbaina, pianura sommersa) Relitto punico o romano

31 Secca della Colombaia. Relitto romano o punico

32 Rilievo effettuato nel 1968 da Enzo Sole, Beppe e Giovanni Michelini in scala 1: m.

33 Recupero nel maggio 1968 da parte di Enzo Sole di reperti dalla Secca della Colombaia.

34 Timone nella fontana dellatrio del Museo Archeologico di Palermo

35 Timone di un vascello del XVIII-XIX sec. da Ustica. Secca della Colombaia. (Palermo. Museo Archeologico). Scandaglio (Antiquarium. Torre S. Maria. Ustica)

36 Il 21 febbraio 2005 la motonave turca ITA, battente bandiera panamense, si incagliava nella notte sulla secca della Colombaia con un carico di marmo diretto da Carrara in Egitto, spargendo rottami e sostanze oleose in uno dei più bei siti subacquei del Mediterraneo.

37 Lo Scoglio del Medico ( SkÒpeloj ÐmÁlikoj, scoglio congiunto) da una finestra della torre dello Spalmatore e da una vedetta borbonica a Punta Megna. Ai piedi dellorlata, verso Punta Gavazzi, sono segnalate anfore greco italiche (III sec. a.C.) a 52 m. di profondità. 14

38 15 Frammenti di anfore Dressel 2-4 (I a.C./I d.C.) dinnanzi alla spiaggia del Villaggio dello Spalmatore. Anfora Dressel 2-4 (I a.C./I d.C.) dal Canale di Sicilia (Antiquarium di Terrasini)

39 16 Itinerario archeologico subacqueo Le Quarziti di Cala Sidoti.

40 Itinerario archeologico subacqueo

41

42 di Punta Gavazzi

43 Palermo. Magazzini del Museo Archeologico.

44 Kleistovj limhvn a Cesarea (Israele), grande porto commerciale costruito nel 10 a. C. da Erode, il grande, ove è stato realizzato un percorso archeologico subacqueo Casseforme per il cemento idraulico La celebre iscrizione di Ponzio Pilato da Cesarea Marittima

45 Isola dellAsinara. Cala reale. IV/V sec. d.C. Isola di Pianosa, sede di un progettato Itinerario archeologico sottomarino. I sec. a.C.

46 Lisbona. Monastero di Geronimo. Mostra: Ustica – Océan. Due percorsi archeologici sottomarini. Dicembre 1992.

47 Lisbona. Torre di Belem e Museo della Marina.

48 Ceppo arcaico, in pietra calcarea grigia rinvenuto fuori litinerario di Punta Gavazzi alla profondità di 37, 6 m., di unancora arcaica del VI – V sec. a. C., nei pressi un grande ceppo plumbeo di età romana alla profondità di 41 m. 17 Palermo. Secca Formica (foto Alessandro Purpura)

49 18 Frammenti di spatheia in una grotta sommersa in località Za Lisa (Erbe bianche)

50 19 Relitto tardo romano con macine (V sec. d.C.) nei pressi della Grotta dei Gamberi 2

51 Ustica. Secchitello Corallo nero (Gerardia Savaglia) a Cefalù 20

52

53 Aereo Secchitello. La ruota del carrello appariva ancora integra nel 2004 (foto di Vincenzo Di Martino e Bessy Stancanelli) Il motore del Saetta di Secchitello, recuperato da Enzo Sole, è stato posto in un monumento commemorativo ai caduti nel Museo storico A. M. a Vigna di Valle (Bracciano)

54 (foto di Vincenzo Di Martino e Bessy Stancanelli) Parti della fusoliera del MC 200 Saetta a Secchitello (Ustica)

55 Naufragio nel 1770 nellisola di Ustica della galera S. Paolo sotto il comando di Baroncelli Javon. Perirono cinquantotto uomini, tra cui il cavaliere francese De Sade, patrono della galera ed il cavaliere De Soubens. Il toponimo San Paolo risulta essere stato adottato ad Ustica per la prima volta poco prima del

56 Un cannone ed una bombarda a Punta San Paolo (Ustica) a - 53 m.

57 Bombarda dei Cavalieri di Malta

58 Relitto moderno a Cala San Paolo Il 21 giugno 1796 anche lo sciabecco Diligente della marina borbonica al comando di Giuseppe Carabba fu affondato dai barbareschi al largo di Ustica. Carabba perse la vita nello scontro.

59 22 Ancora islamica o bizantina (VIII/XI sec.)

60 Grotta della Pastizza o dellAccademia, dallo scoglio romboidale come una Pastinaca o Pastizza. Allinterno frammenti di anfore africane per raccogliere lacqua. 23 Africane del III/IV sec. d.C. a Marsala e Terrasini Statua di S. Bartolo con tridente, eretta allinterno della Grotta dellAccademia

61 Grotte dellIsola di Ustica (di G. Mannino)

62 24 Camillo Padovani, detto Camillone, segnalava anfore puniche in un relitto profondo a Punta San Francesco, ma la notizia non è mai stata controllata. Anfora etrusca recuperata alla profondità di c.a. cento metri a Punta Galera.

63 25 Rampino a quattro marre nella scarpata della Grotta Azzurra a – 32 m., utilizzato dalla Città di Milano, nave posacavi telegrafici che nel 1888 pose il cavo Palermo –Ustica – Napoli, che atterrava in prossimità dellaltro versante della Cala S. Maria.

64 Terminale del telegrafo a Cala S. Maria, ove si trova un altro rampino, sotto lattuale Villaggio dei Pescatori a circa 30 m. di profondità

65 I rampini utilizzati dalla Città di Milano. Ancore a quattro marre Haifa (Israele).

66 26 Grotta Azzurra. Relitto romano (II/I a.C.) Anfore Dressel 1 e Dressel

67 Gli autori dellItinerario archeologico di Ustica dinnanzi alla Grotta dellAccademia. Da sinistra, Purpura, Fioravanti, Padre Carmelo, Pruneti, Honor Frost, Riccardi.


Scaricare ppt "X Ustica Rinvenimenti archeologici subacquei. Banco Apollo Secca della Colombaia."

Presentazioni simili


Annunci Google