La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL PAZIENTE IMMIGRATO NELLAMBULATORIO DI MEDICINA GENERALE: INDAGINE TRA I MEDICI DEL DISTRETTO SANITARIO DI UDINE dott.ssa MARZIA INSERRA & dott. MASSIMO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL PAZIENTE IMMIGRATO NELLAMBULATORIO DI MEDICINA GENERALE: INDAGINE TRA I MEDICI DEL DISTRETTO SANITARIO DI UDINE dott.ssa MARZIA INSERRA & dott. MASSIMO."— Transcript della presentazione:

1 IL PAZIENTE IMMIGRATO NELLAMBULATORIO DI MEDICINA GENERALE: INDAGINE TRA I MEDICI DEL DISTRETTO SANITARIO DI UDINE dott.ssa MARZIA INSERRA & dott. MASSIMO PAVAN

2 OBIETTIVI: Il paziente immigrato è portatore di patologie esotiche? Il paziente immigrato è portatore di patologie esotiche? Quali aspetti sanitari e non è importante indagare col paziente immigrato? Quali aspetti sanitari e non è importante indagare col paziente immigrato? Esistono difficoltà relazionali tra MMG e paziente immigrato? Esistono difficoltà relazionali tra MMG e paziente immigrato? Sono identificabili tipologie di pazienti immigrati che differiscono per patologia e comportamento a seconda delletnia? Sono identificabili tipologie di pazienti immigrati che differiscono per patologia e comportamento a seconda delletnia? Quali suggerimenti per affrontare le difficoltà incontrate? Quali suggerimenti per affrontare le difficoltà incontrate?

3 MATERIALI E METODI: 13 MMG (20%) del Distretto di Udine arruolati secondo criteri di disponibilità e presenza di immigrati nelle proprie liste ed intervistati tramite questionario 13 MMG (20%) del Distretto di Udine arruolati secondo criteri di disponibilità e presenza di immigrati nelle proprie liste ed intervistati tramite questionario questionario a risposta multipla suddiviso in 2 parti: scheda del MMG e scheda immigrati per gruppo etnico (patologia e rapporto col MMG) questionario a risposta multipla suddiviso in 2 parti: scheda del MMG e scheda immigrati per gruppo etnico (patologia e rapporto col MMG) 790 immigrati indagati (11.2% del totale del Distretto) 790 immigrati indagati (11.2% del totale del Distretto) N.B: esclusi a priori i nomadi e sottratti i cittadini Europei non italiani, gli australiani ed i nordamericani. N.B: esclusi a priori i nomadi e sottratti i cittadini Europei non italiani, gli australiani ed i nordamericani.

4 DATI MMG: 5 M e 8 F 5 M e 8 F età media 46 anni età media 46 anni anni lavorativi 19 anni lavorativi 19 assistiti: assistiti:

5 DATI MMG: DATI MMG: Così hanno risposto: conoscenza fenomeno migratorio: 7/13 scarse, 3 /13 adeguate, 3/13 nessuna conoscenza fenomeno migratorio: 7/13 scarse, 3 /13 adeguate, 3/13 nessuna partecipazione a corsi di approfondimento: 9/13 nessuno partecipazione a corsi di approfondimento: 9/13 nessuno eventuale disagio da parte degli altri assistiti: nessuno eventuale disagio da parte degli altri assistiti: nessuno ambulatorio dedicato: 4/13 auspicabile ambulatorio dedicato: 4/13 auspicabile mediatore culturale: 2/13 richieste mediatore culturale: 2/13 richieste

6 DATI IMMIGRATI: 9 GRUPPI ETNICI: 9 GRUPPI ETNICI: Albania: 247 (147M e 100F) Albania: 247 (147M e 100F) Ghana: 210 (121M e 89F) Ghana: 210 (121M e 89F) Nordafrica e Medioriente: 186 (147M e 39F) Nordafrica e Medioriente: 186 (147M e 39F) Africa centro-meridionale: 61 (50M) Africa centro-meridionale: 61 (50M) America centro-meridionale: 45 (31F) America centro-meridionale: 45 (31F) Ex URSS: 16 (11F) Ex URSS: 16 (11F) Ex Jugoslavia Ex Jugoslavia Cina Cina India e Bangladesh India e Bangladesh

7 PAESI DI PROVENIENZA CAMPIONE

8 PAESI DI PROVENIENZA DISTRETTO

9 LA MAPPA

10 ANALISI PER PATOLOGIA

11 PATOLOGIA PSICHICA

12 …allorigine della depressione... Mancanza di riferimenti affettivi Mancanza di riferimenti affettivi lontananza dalla propria terra, clima, ritmi di vita, alimentazione,... lontananza dalla propria terra, clima, ritmi di vita, alimentazione,... occupazioni non gratificanti occupazioni non gratificanti paura della disoccupazione paura della disoccupazione difficile integrazione sociale difficile integrazione sociale lo chiediamo mai? lo chiediamo mai?

13 PATOLOGIA INFETTIVA

14 MALATTIE SESSUALMENTE TRASMESSE

15 PATOLOGIA URO-GINECOLOGICA

16 PATOLOGIA CARDIOVASCOLARE

17 ANALISI QUALITA RELAZIONE attraverso le seguenti domande: esistono difficoltà di comunicazione- relazione? esistono difficoltà di comunicazione- relazione? hai un dialogo con il paziente immigrato? hai un dialogo con il paziente immigrato? che cosa ti infastidisce di loro? che cosa ti infastidisce di loro? quali sono le tue preoccupazioni/disagi? quali sono le tue preoccupazioni/disagi? aderiscono alla terapia? aderiscono alla terapia? hai mai fatto visite domiciliari ? hai mai fatto visite domiciliari ?

18 12 MMG 12 MMG lingua e cultura diversa lingua e cultura diversa interprete interprete concezione diversa di malattia e corpo concezione diversa di malattia e corpo non accettazione ruolo di medico ( sesso diverso ) non accettazione ruolo di medico ( sesso diverso ) LAPPROCCIO E DIFFICOLTOSO

19 SONO INFASTIDITI 10 MMG 10 MMG difficoltà a comunicare difficoltà a comunicare differenze culturali differenze culturali riferite difficoltà economiche riferite difficoltà economiche richieste improprie richieste improprie frequenti accessi al PS frequenti accessi al PS atteggiamento di pretesa ed arroganza atteggiamento di pretesa ed arroganza abitudini non condivise abitudini non condivise inaffidabilità utilizzo regole ambulatorio inaffidabilità utilizzo regole ambulatorio

20 MMG SONO PREOCCUPATI non medicina preventiva non medicina preventiva IVG IVG problemi di solitudine e lontananza misconosciuti problemi di solitudine e lontananza misconosciuti incomprensione della richiesta incomprensione della richiesta non conoscenza del ruolo del MMG non conoscenza del ruolo del MMG

21 ADESIONE A TERAPIE BREVI E GRATUITE ADESIONE A TERAPIE BREVI E GRATUITE VISITE DOMICILIARI DIFFICILMENTE RICHIESTE ED ACCETTATE VISITE DOMICILIARI DIFFICILMENTE RICHIESTE ED ACCETTATE

22 DIFFERENZE TRA GRUPPI ETNICI ALBANIA: patologia professionale e dispeptica(dislipidemia, obesità, HTN), attenzione ai sentimenti che suscitano! ALBANIA: patologia professionale e dispeptica(dislipidemia, obesità, HTN), attenzione ai sentimenti che suscitano! GHANA: a rischio di sviluppare patologia psichica (abuso alcolico), informare sulla possibilità di contrarre malattie al rientro nei paesi africani, potenziale miglioramento del rapporto terapeutico GHANA: a rischio di sviluppare patologia psichica (abuso alcolico), informare sulla possibilità di contrarre malattie al rientro nei paesi africani, potenziale miglioramento del rapporto terapeutico NORDAFRICA: patologia psichica, educazione alimentare NORDAFRICA: patologia psichica, educazione alimentare AMERICA CENTRO-MER. ED EX URSS: disagio psichico, prevenzione MST AMERICA CENTRO-MER. ED EX URSS: disagio psichico, prevenzione MST CINA: la peculiarità consta nella completa riservatezza. CINA: la peculiarità consta nella completa riservatezza.

23 PROPOSTE DI MIGLIORAMENTO 1Maggiore informazione sulla figura del mediatore culturale 2 Interventi del mediatore mirati non solo alla traduzione ma anche alla informazione 3Corsi di formazione per MMG (aspetti culturali, conoscenze di tipo sociale, tipo di approccio diversificato, patologie tipiche, terapie specifiche, addestramento medico-linguistico per medico ed assistito), non in orario di ambulatorio 4Corsi di formazione per immigrati (ruolo del MMG e che tipo di servizi esso può offrire, ex certificazioni) 5Possibilità di segnalare alle autorità competenti eventuali casi di malattie tipiche, soprattutto se contagiose, per un maggior controllo in caso di spostamenti del portatore 6Maggiore assistenza per limmigrato per la compilazione di atti burocratici, come la compilazione della cartella di ricovero ospedaliero 7Effettuazione di uno screening infettivologico allingresso in Italia o dopo liscrizione col MMG tramite accessi preferenziali in accordo ad es. con centri di mal. Infettive o di Med. Preventiva

24 CONCLUSIONI I A)campione rappresentativo della realtà udinese e dei dati della letteratura A)campione rappresentativo della realtà udinese e dei dati della letteratura B)importanza delle informazioni sullinserimento socio-professionale, riferimenti affettivi, qualità di vita (alimentazione ed abitudini voluttuarie) patologia psichica B)importanza delle informazioni sullinserimento socio-professionale, riferimenti affettivi, qualità di vita (alimentazione ed abitudini voluttuarie) patologia psichica C) difficoltà del MMG soprattutto nella relazione terapeutica: -intervento del mediatore culturale nelleducazione del pz, corsi di formazione, superamento pratiche burocratiche C) difficoltà del MMG soprattutto nella relazione terapeutica: -intervento del mediatore culturale nelleducazione del pz, corsi di formazione, superamento pratiche burocratiche

25 CONCLUSIONI II D)immigrato da tutelare perché a rischio di sviluppare patologia in Italia: attenzione alla patologia professionale e psichica D)immigrato da tutelare perché a rischio di sviluppare patologia in Italia: attenzione alla patologia professionale e psichica E) ruolo della medicina preventiva: stato vaccinale, screening anticorpale e TBC, educazione alimentare, prevenzione MST,... E) ruolo della medicina preventiva: stato vaccinale, screening anticorpale e TBC, educazione alimentare, prevenzione MST,... F) peculiarità etniche F) peculiarità etniche

26 CONCLUSIONI III IL PAZIENTE IMMIGRATO RICHIEDE PIU TEMPO ED ATTENZIONE: IL PAZIENTE IMMIGRATO RICHIEDE PIU TEMPO ED ATTENZIONE: approfondire lanamnesi approfondire lanamnesi eseguire EO (cardiovascolare!) eseguire EO (cardiovascolare!) accertarsi dellesecuzione di screening accertarsi dellesecuzione di screening creare un rapporto più confidenziale (qualora il pz lo permetta) creare un rapporto più confidenziale (qualora il pz lo permetta)


Scaricare ppt "IL PAZIENTE IMMIGRATO NELLAMBULATORIO DI MEDICINA GENERALE: INDAGINE TRA I MEDICI DEL DISTRETTO SANITARIO DI UDINE dott.ssa MARZIA INSERRA & dott. MASSIMO."

Presentazioni simili


Annunci Google