La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

European Parliament - Bruxelles 29 novembre 2011 3rd Covenant of Mayors Ceremony 3 good reasons for cities and regions to be there 1 a cura del Settore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "European Parliament - Bruxelles 29 novembre 2011 3rd Covenant of Mayors Ceremony 3 good reasons for cities and regions to be there 1 a cura del Settore."— Transcript della presentazione:

1 European Parliament - Bruxelles 29 novembre rd Covenant of Mayors Ceremony 3 good reasons for cities and regions to be there 1 a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti" DIMINUIRE LE EMISSIONI, MIGLIORARE LA QUALITÀ DELLA VITA, FAR CRESCERE LECONOMIA VERDE.

2 La Commissione Europea, in accordo con il Consiglio dei Ministri e il Parlamento Europeo, ha approvato un pacchetto clima – energia che prevede il conseguimento al 2020 dei seguenti obiettivi: riduzione del 20% delle emissioni di gas a effetto serra; riduzione dei consumi energetici del 20%; aumento del 20% del ricorso a fonti rinnovabili per la produzione di energia 2 a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti"

3 LAmministrazione Comunale ha aderito a questa iniziativa mediante la sottoscrizione siglata dal Sindaco Maurizio Brucchi in data a Bruxelles e deliberata in Consiglio comunale con Atto n a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti"

4 L'impegno formale assunto deve poi essere tradotto in azioni concrete, tramite limplementazione e laggiornamento di un Piano di Azione per lEnergia Sostenibile(SEAP) con lobiettivo di ridurre di oltre il 20% le proprie emissioni di gas serra attraverso politiche e misure locali che riguardano i seguenti settori: edilizia, comprese le nuove costruzioni, i nuovi insediamenti, le riqualificazioni e ristrutturazioni importanti; infrastrutture urbane; trasporti e mobilità urbana; partecipazione dei cittadini; comportamento energetico intelligente di cittadini, consumatori e imprese; pianificazione territoriale. 4 a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti"

5 Le azioni già intraprese dal Comune di Teramo 1.Redazione del BEI Inventario di Base delle emissioni 5 a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti" Il BEI (inventario di base delle emissioni) quantifica il volume delle emissioni di gas serra a seguito del consumo di energia nel territorio per lanno 2005, per i settori di seguito elencati: - Edifici, attrezzature e impianti comunali; - Edifici, attrezzature e impianti del settore terziario; - Edifici residenziali; - Pubblica illuminazione; - Parco auto comunale; - Trasporti pubblici locali (autobus e treni regionali); - Trasporti privati e commerciali;

6 Le azioni già intraprese dal Comune di Teramo 2.Approvazione del Piano Energetico Comunale con delibera di Giunta Comunale n. 469 del a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti" Basandosi su dati TERNA, per realizzare gli obiettivi posti dalla Regione Abruzzo, il gap è di 500 GWh di energia da produrre con fonti rinnovabili in Abruzzo, e di almeno 24 Gwh per il Comune di Teramo. > 24 GWh > 500 GWh

7 - dagli impianti fotovoltaici almeno 14 GWh pari a circa 12 MW - dalla nuova geotermia almeno 5 GWh pari a circa 3 MW - dagli impianti eolici almeno 5 GWh pari a circa 1 MW Le proposte delle Linee Guida PEC – prima fase per il Comune di Teramo 7 24 GWh di competenza del comune di Teramo si è stimato possano essere prodotti: a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti"

8 Le azioni già intraprese dal Comune di Teramo 3.Produzione di energia da fonti rinnovabili 8 Nel 2009 ha realizzato impianti solari termici, per la produzione di acqua calda sanitaria, in 5 edifici pubblici tra cui, quello più significativo, in quanto il più grande dItalia, è quello della piscina dellAcquaviva (impianto di 350 mq. già funzionante). a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti"

9 9 Nel 2011 si realizzeranno impianti fotovoltaici su 12 edifici comunali, tra cui il Tribunale, per una produzione annua di 234 Mw e una riduzione di CO 2 pari a 139 Ton. a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti" Linvestimento ammonta a ,00 Intervento da realizzarsi con il sistema del finanziamento tramite terzi il cui bando di gara è stato inviato a ditte ESCo, con scadenza

10 Con Delibera di Giunta Regionale n. 39, del , il Comune di Teramo, ha avuto assegnati, ,00 derivanti dai finanziamenti comunitari di cui allAsse II Energia del POR-FESR 2007/2013, Attività II.1.2. I fondi verranno utilizzati per la Le azioni già intraprese dal Comune di Teramo 4.Promozioni di sistemi di risparmio energetico a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti" I Fondi sono stati destinati per interventi di: Manutenzione Straordinaria di edifici comunali vari, al fine di migliorarne lefficienza energetica I lavori sono stati affidati e termineranno entro marzo 2011

11 Le azioni già intraprese dal Comune di Teramo 4.Mobilità sostenibile 11 a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti" L Amministrazione comunale di Teramo intende avviare una serie di interventi finalizzati allo sviluppo di un sistema di mobilità sostenibile. Bici Blu:La Giunta Comunale di Teramo si è dotata di biciclette per gli spostamenti quotidiani.

12 Le azioni già intraprese dal Comune di Teramo 4.Mobilità sostenibile 12 a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti" BIKE SHARING lAmministrazione Comunale ha provveduto a distribuire in punti strategici della città (parcheggi, stazioni dei bus e dei treni, centro storico etc) n. 36 biciclette tradizionali con le relative infrastrutture che i cittadini possono utilizzare per spostarsi in città.

13 Le azioni già intraprese dal Comune di Teramo 4.Mobilità sostenibile 13 a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti" PROGETTO MO.S.T. lAmministrazione Comunale ha approvato un primo progetto pilota che prevede linstallazione di n. 2 pensiline fotovoltaiche per la ricarica delle biciclette a pedalata assistita.

14 Le azioni già intraprese dal Comune di Teramo 5.Mobilità sostenibile 14 a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti" PREMIO BICITY 2011 – Roma 8 maggio 2011 La Città di Teramo è tra gli otto comuni vincitori del premio Bicity edizione 2011 promosso dal Ministero dellAmbiente e riservato ai Comuni che hanno incrementato la lunghezza dei percorsi ciclabili, in termini generali o per i tragitti individuati per la Giornata nazionale della Bicicletta.

15 Le azioni già intraprese dal Comune di Teramo 5.Mobilità sostenibile 15 a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti" CAR POOLING Il progetto pilota della Provincia si rivolge a tutti coloro che utilizzano lauto per spostamenti sistematici (ad es. casa-lavoro) e sono disposti a condividere il medesimo autoveicolo, contribuendo alle spese sostenute dal proprietario dell'autovettura. La Città di Teramo ha aderito allIniziativa della Provincia di Teramo il Comune ha già individuato 40 stalli (distribuiti nei pressi degli uffici pubblici, finanziari, e dellospedale) che, grazie allevidenza di unapposita segnaletica, sono riservati al posteggio dei lavoratori che si iscriveranno al servizio e che riceveranno un preciso contrassegno da esporre negli stalli occupati.

16 Le azioni già intraprese dal Comune di Teramo 6.Progetto PARIDE 16 a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti" PROGETTO PARIDE lAmministrazione Comunale ha aderito al Bando IEE Approvazione proposta PARIDE, adesione al partenariato locale e riconoscimento della Provincia di Teramo in qualità di soggetto capofila per la realizzazione di interventi strutturale sugli impianti di pubblica illuminazione stradale previsti: Adeguamento degli impianti Diminuzione dellinquinamento luminoso Miglioramento dellefficienza energetica

17 Le azioni già intraprese dal Comune di Teramo 7.Modifica del Regolamento edilizio 17 a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti" ADEGUAMENTO DEL REGOLAMENTO EDILIZIO E DELLA NORMATIVA TECNICA DEL PRG PER FAVORIRE LA SOSTENIBILITÀ ENERGETICA E AMBIENTALE DEGLI EDIFICI LAmministrazione Comunale intende modificare i due strumenti cardini per favorire la sostenibilità energetica e ambientale degli edifici: - il Regolamento Edilizio Comunale, che deve essere rielaborato, anche alla luce degli impegni contenuti nel Patto dei Sindaci sottoscritto da Sindaco di Teramo Maurizio Brucchi; - la revisione delle NTA del PRG vigente, in maniera da rendere congruente la normativa con il primo strumento

18 Le azioni già intraprese dal Comune di Teramo 8.Progetto Europeo INTERREG IV B South East Europe ( ) Energy Savings and Renewable Energy supply in Urban Areas (ESRA) 18 a cura del Settore IV - Sez. 4.3 Promozione Ecologica e Ambientale – Energie Alternative – Controllo e gestione dei siti e dei fattori inquinanti" Il Comune di Teramo sarà una città pilota nell'ambito del progetto Europeo INTERREG IV B South East Europe. Il progetto permetterà di testare soluzioni innovative per l'inclusione nelle pratiche di governo delle trasformazioni urbane dei principi di efficienza energetica per garantire la sostenibilità dello sviluppo. Il Comune di Teramo potrà beneficiare : dello scambio di buone pratiche con gli altri partner; Del supporto dei partner scientifici; della sperimentazione di soluzioni innovative in campo energetico in città; Della diffusione dei risultati per sensibilizzare i proprietari privati al tema dell'efficienza energetica;


Scaricare ppt "European Parliament - Bruxelles 29 novembre 2011 3rd Covenant of Mayors Ceremony 3 good reasons for cities and regions to be there 1 a cura del Settore."

Presentazioni simili


Annunci Google