La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Romeo Danielis, Università degli Studi di Trieste.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Romeo Danielis, Università degli Studi di Trieste."— Transcript della presentazione:

1 Romeo Danielis, Università degli Studi di Trieste

2 Relazioni: Giancarlo Polidori: Il trasporto delle merci Vincenzo Li Donni: La domanda di trasporto

3 CNR_1999, CNR_2000, PRIN_2000, PRIN_2002 Trasporto merci, logistica e scelta modale. I presupposti economici del riequilibrio modale in Italia (a cura di) Giacomo Borruso, Giancarlo Polidori, F. Angeli, 2003 Riequilibrio ed integrazione modale nel trasporto delle merci. Gli attori e i casi italiani (a cura di) Giacomo Borruso, Giancarlo Polidori, F. Angeli, 2005

4 4 Trieste, 15 settembre 2004, Prin2002 Riequilibrio modale ed integrazione modale nel trasporto delle merci: gli attori ed i casi italiani

5 a quali condizioni finanziarie e qualitative (tempo di viaggio, puntualità ed affidabilità del servizio, sicurezza di integrità delle merci, frequenza e flessibilità delle spedizioni, servizi accessori) le merci potrebbe viaggiare usando altre modalità invece (oltre) al trasporto stradale? 5

6 pluralità di attori: operatori del trasporto e della logistica (organizzatori del trasporto, logistici, MTO, traizionisti stradali, ferroviari, marittimi), gestori dellinfrastruttura, e decisori pubblici. Interazione tra le scelte aziendali e contrattuali di questi attori nei rispettivi mercati derivano le condizioni per il trasporto della merci e matura la decisione se farle viaggiare solo su strada piuttosto che con altre modalità. 6

7 Chi intervistare? Cosa chiedere? Come strutturare lesperimento? Che dati raccogliere? Come elaborare i dati? Quali risultati si possono ottenere? 7

8 Caricatore (shipper): impresa manifatturiera Operatore dei trasporti o della logistica Entrambi separatamente: confronto tra preferenze Entrambi congiuntamente: interazione Caricatore: il titolare o lamministratore generale, il responsabile della logistica (asimmetria informativa e principale-agente)? Outsourcing? 8

9 Informazioni di carattere generale il trasporto tipico: scelto e non scelto (preferenze rivelate) la definizione dei cut-offs: scelte compensative e non compensative gli esercizi di scelta ipotetica 9

10 Definizione degli attributi e dei livelli status quo (la scelta attuale) altre problematiche tecniche (design, test di stabilità e coerenza nelle preferenze, ecc.) 10

11 Preferenze rivelate Preferenze dichiarate Cutoffs: soglie di rigetto Variabili di segmentazione Variabili attitudinali, di percezione, opinioni (classi latenti ed eterogeneità) 11

12 Modelli a scelta discreta: logit multinomiali logit misti o a parametri casuali logit a classi latenti stime individuali a posteriori 12

13 Importanza relativa degli attributi Aree di sostituibilità (trade-offs) e soglie di rigetto Determinanti delleterogeneità delle preferenze: effetto della categoria merceologica, tipologia di spedizione, tipologia di operatore, organizzazione logistica, grado di outsourcing, localizzazione geografica, esistenza e distanza dalle infrastrutture, importanza delle attitudini, percezioni, opinioni, grado di informazione 13

14 La distribuzione modale in funzione delle caratteristiche del servizio, della tipologia di attori e del contesto di mercato, infrastrutturale e regolamentare 14

15 una molteplicità di aziende coinvolte; una molteplicità di decisori; una molteplicità di risorse comuni; la presenza di vincoli presenti in serie nella catena di natura tecnologica, organizzativa e spazio-temporali;

16 I modelli a scelta discreta per lo studio delle decisioni di gruppo (famiglie, park & buy) Politiche per la distribuzione urbana delle merci e canali distributivi

17 Grazie per lattenzione! 17


Scaricare ppt "Romeo Danielis, Università degli Studi di Trieste."

Presentazioni simili


Annunci Google