La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DOVE DUE O TRE RIUNITI NEL MIO NOME IO SONO IN MEZZO A LORO La Comunità- famiglia animata dalla spiritualità dellAmore Misericordioso Fratelli vi esorto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DOVE DUE O TRE RIUNITI NEL MIO NOME IO SONO IN MEZZO A LORO La Comunità- famiglia animata dalla spiritualità dellAmore Misericordioso Fratelli vi esorto."— Transcript della presentazione:

1

2 DOVE DUE O TRE RIUNITI NEL MIO NOME IO SONO IN MEZZO A LORO La Comunità- famiglia animata dalla spiritualità dellAmore Misericordioso Fratelli vi esorto io, prigioniero del Signore, a comportarvi in maniera degna della vocazione che avete ricevuto, con ogni umiltà, mansuetudine e pazienza, cercando di conservare lumiltà dello spirito per mezzo del vincolo della pace (dalla lettera di San Paolo apostolo agli Efesini 4, 1-3)

3 L aspetto più mirabile del disegno di Dio è lunificazione di tutte le realtà in Cristo. Ogni divisione deve essere dunque superata con un comportamento umile, mite, paziente, misericordioso, il cui esito sarà la pace. E proprio la condotta quotidiana perciò che consente ai cristiani, di partecipare al mistero divino e di offrire al mondo limmagine di una Chiesa conforme al progetto del Padre. Lumiltà, la dolcezza, la generosità e soprattutto la carità sono virtù che caratterizzano particolarmente i chiamati a vivere la spiritualità dellAmore Misericordioso.

4

5 Siamo sorelle e fratelli perché siamo stati generati dallo Spirito che è Amore al fine di dar vita ad una famiglia che manifesti in tutto lAmore di Dio che chiama, unifica e ci identifica come famiglia. Occorre entrare nel mistero di Dio che è comunione, aprirsi alla Grazia speciale che viene da Lui e che, accolta, ci permette di testimoniare nella Chiesa questo spirito di famiglia, che si alimenta del perdono fino a settanta volte sette.

6 la carità è paziente, è benigna….tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta…. ( dall Inno alla carità di San Paolo) Nella Comunità dellAmore Misericordioso è fondamentale riconoscere il valore di ogni persona, accettarla e amarla per ciò che è e come è, con una carità misericordiosa come lAmore Misericordioso laccoglie e la ama.

7 Occorre pertanto stima, rispetto e fiducia nellaltro, accettazione positiva e cordiale; una vicendevole conoscenza amorosa che si approfondisce sempre più con la comprensione; una sincerità che rifiuta la finzione come inutile illusione, che ama il parlare chiaro senza ferire né offendere; una disinteressata premura che ci fa attenti agli altri, in una vera sintonia affettiva,una corresponsabilità che sia piena condivisione e collaborazione nelle scelte e nelle fatiche e in perfetta unione di pensiero e di intenti.

8 Ognuno deve apportare il tutto di se stesso, con radicalità, poiché questo costituisce il nostro modo di essere e di pensare. I beni da condividere sono tanti: le gioie, le sofferenze, le speranze, le esperienze, i progetti apostolici, i talenti, le energie ecc. Dal grado di condivisione raggiunto si avranno riunioni comunitarie fraterne e partecipate, in cui prevale il desiderio di cercare insieme la volontà di Dio in tutto ciò che facciamo.

9 Un solo corpo, un solo spirito, come una sola è la speranza alla quale siete stati chiamati, quella della vostra vocazione; un solo Signore, una sola fede un solo battesimo. Un solo Dio Padre di tutti, che è al di sopra di tutti, agisce per mezzo di tutti ed è presente in tutti. (dalla lettera di San Paolo apostolo agli Efesini 4, 1-6) Stretti come in una pigna alla sequela di cristo

10 Madre Speranza ha chiesto con molta forza che nelle nostre Comunità e in ognuno dei suoi membri si sradichi lio, lautosufficienza, lorgoglio e lindividualismo egoistico come condizione per diventare manifestazione visibile e duratura della carità misericordiosa di Dio. Poiché siamo figli del Padre misericordioso e Lui vogliamo imitare, dobbiamo essere persone di perdono pur quando ci dovessimo trovare in mezzo al disprezzo e alla calunnia.

11 LO SPIRITO DI FAMIGLIA, VISSUTO NELLA COMUNITÀ DELLAMORE MISERICORDIOSO, PORTA TANTI FRUTTI, TRA I QUALI: a) larricchimento reciproco per cui ognuno cresce come persona e in particolare nel desiderio sincero di essere un cuor solo e unanima sola.

12 LO SPIRITO DI FAMIGLIA, VISSUTO NELLA COMUNITÀ DELLAMORE MISERICORDIOSO, PORTA TANTI FRUTTI, TRA I QUALI: b) Lambiente di famiglia per cui lintera vita della Comunità sarà trasformata, facendola sentire nel cuore stesso di Dio.

13 LO SPIRITO DI FAMIGLIA, VISSUTO NELLA COMUNITÀ DELLAMORE MISERICORDIOSO, PORTA TANTI FRUTTI, TRA I QUALI: c) la libertà e la gioia per cui nessuno si sente obbligato e nessuno teme il giudizio dellaltro che è sempre misericordioso. Ognuno può esprimere liberamente ciò che pensa o sente.

14 Attenzione ! Attenzione ! Nessuno può realizzare il proprio lavoro personale in modo privato e individuale, cercando compensazioni personali. Questo è tradire il servizio allAmore Misericordioso e compromettere i frutti evangelici del proprio lavoro.

15 RICORDIAMO Cè una tentazione che da sempre insidia ogni cammino spirituale e la stessa azione pastorale: quella di pensare che i risultati dipendano dalla nostra capacità di fare e di programmare. Certo, Iddio ci chiede una reale collaborazione alla sua grazia, e dunque ci invita ad investire, nel nostro servizio alla causa del Regno, tutte le nostre risorse dintelligenza e di operatività. Ma guai a dimenticare che senza Cristo non possiamo far nulla Beato Giovanni Paolo II Beato Giovanni Paolo II

16 PREGHIERA PER LA COMUNITÀ SIGNORE, AIUTACI A COSTRUIRE UNA VERA COMUNITÀ DI PERSONE LIBERE E RESPONSABILI CHE SANNO RECIPROCAMENTE ACCETTARSI E RISPETTARSI NELLE LORO DIVERSITÀ E DIFETTI, CHE NON CONVIVONO INSIEME SOLO FISICAMENTE, MA CHE COMUNICANO, IN UNA PROFONDA APERTURA DANIMO, LA LORO INTERIORITÀ. AIUTACI AD ESSERE PERSONE CHE SANNO DONARE E RICEVERE, CHE SONO CAPACI DI CONDIVIDERE, DI PORTARE I PESI GLI UNI DEGLI ALTRI PER SOFFRIRE E GODERE INSIEME, CHE SI PERDONANO LUN LALTRO CON GENEROSITÀ, CAPACI DI UNA RICONCILIAZIONE CONTINUA. AIUTACI AD ESSERE PERSONE CONSAPEVOLI DEI PROPRI LIMITI CHE ACCETTANO E SI IMPEGNANO IN UNA ATTIVA COLLABORAZIONE A FORMARE UNA COMUNITÀ DAMORE E DI SERVIZIO. AMEN (dalla pastorale giovanile)


Scaricare ppt "DOVE DUE O TRE RIUNITI NEL MIO NOME IO SONO IN MEZZO A LORO La Comunità- famiglia animata dalla spiritualità dellAmore Misericordioso Fratelli vi esorto."

Presentazioni simili


Annunci Google