La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

~ 1 Relazione sul primo anno di attività

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "~ 1 Relazione sul primo anno di attività"— Transcript della presentazione:

1 ~ 1 Relazione sul primo anno di attività

2 ~ Relazione sul primo anno di attività T T RASCORSO ormai un anno dallinsediamento del nuovo Consiglio di Amministrazione e della nuova Direzione alla guida della Gestione Trasporti Metropolitani, si rende necessario tracciare un primo bilancio sulle attività messe in atto in questi dodici mesi di operatività. In un primo breve periodo gli sforzi si sono comprensibilmente concentrati nellacquisire prevalentemente le opportune indicazioni e conoscenze sulle condizioni dellazienda, sulle attività progettuali in essere, sullo stato delle relazioni industriali e sul reperimento dei dati pregressi. Occorre, naturalmente, notare che tale fase trovava collocazione in un contesto particolarmente delicato nel quale emergeva il percorso di riforma in atto per il riassetto normativo e finanziario del trasporto pubblico locale, percorso che per altro non è ancora giunto a definizione. E stato dunque conseguenziale individuare dapprima indirizzi generali ai quali informare ogni intervento del vertice e della struttura, determinati in razionalizzazione e contenimento dei costi in un quadro di sinergie con le altre Aziende regionali e di coerenza con le strategie fissate dallAssessorato ai Trasporti, quindi, gli obiettivi a breve/medio termine per rilanciare lattività aziendale. Al termine di questo rapido, ma necessario processo cognitivo e progettuale, sono state avviate e realizzate le seguenti principali attività, divise per blocchi:

3 ~ Levidenza di emergenze (in misura superiore al previsto) distribuite tra gestione ordinaria e adempimenti arretrati, con laggiunta di svariate carenze organizzative di fondo, ha dallinizio palesemente condizionato lattività sia quotidiana che strategica. Tale situazione ha quindi comportato la necessità di effettuare preliminarmente una attenta ricognizione al fine di pervenire in breve tempo a una approfondita conoscenza delle questioni, anche attraverso lesame e la ricostruzione delle principali tracce e filiere di servizi e prestazioni aziendali e lanalisi delle carenze di impostazione rilevate. Peraltro la situazione determinata dai lavori per lintegrazione tra le Società regionali di TPL ha portato, su parere della stessa Regione, a non produrre un piano dimpresa formalizzato, ma a dar corso ad un tavolo tecnico interaziendale per le analisi preliminari e la definizione del progetto di integrazione. Relazione sul primo anno di attività RICOGNIZIONE PREVENTIVA ATTIVITA

4 ~ Relazione sul primo anno di attività PRESIDIO E SVILUPPO PROGETTI SPECIALI Recupero del finanziamento per il Progetto Metano, per la realizzazione di un impianto industriale di erogazione e lacquisto di n. 29 autobus a metano. Il progetto, condiviso con la società ARPA SpA per ulteriori n. 29 autobus, verrà messo a gara di appalto entro il corrente esercizio. Accordo con Pescara Distribuzione Gas per metanodotto (revisione degli elaborati di gara con rinnovo del parere dei Vigili del fuoco e del permesso a costruire). Aggiudicazione definitiva della gara per limpianto filoviario. Superamento dei rilievi presso la Commissione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Redazione del progetto esecutivo e attuazione delle procedure di esproprio dei terreni interessati. Altresì, sono ripresi i contatti con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per eventuali futuri finanziamenti finalizzati allampliamento dellopera. Studio e approfondimento giuridico del rapporto in essere con Regione e Stato per quanto attiene la definizione giuridica del regime di proprietà dellimpianto filoviario e dellapplicabilità dellIVA, con recupero di circa 5 milioni a vantaggio dellinvestimento e costituzione di precedente a vantaggio di simili situazioni verificatesi tra Regione e Aziende di Trasporto. Completamento e collaudo della fornitura delle attrezzature di Telerilevamento e avvio della sperimentazione sul sistema nellarea Metropolitana, finalizzata allinstallazione delle paline intelligenti. Riattivazione e accelerazione procedure in precedenza rallentate o non completate:

5 ~ Relazione sul primo anno di attività INTERVENTI STRUTTURALI Piano Investimenti Il Piano Investimenti, deliberato nel marzo 07, contempla nellarco dellanno interventi per il rinnovo degli impianti fissi e del materiale rotabile per complessivi ,48. Investimenti per lo sviluppo Aggiudicata la realizzazione dellampliamento della Palazzina Mensa ed Uffici Tecnici. Aggiudicati i lavori di impermeabilizzazione della copertura del Deposito. Aggiudicati i lavori di messa in sicurezza e rifacimento facciata della Palazzina Direzionale e realizzazione nuovo ascensore esterno. Progettazione e finanziamento della razionalizzazione degli scarichi delle acque del Deposito, dellOfficina e della Palazzina Direzionale. Progettazione esecutiva delladeguamento degli impianti elettrici aziendali e sostituzione delle lampade a fini di sicurezza e recupero energetico. Conclusione lavori di adeguamento antincendio Deposito, Officina e Carrozzeria e rinnovo certificato di prevenzione incendi.i Ammodernamento impianti

6 ~ Relazione sul primo anno di attività Ottimizzazione della spesa che ha consentito di trasformare il deficit, accertato nella semestrale di agosto 2006 per oltre , in un utile di esercizio nel quale ha trovato capienza persino lampliamento della dotazione dei Fondi riserve e rischi per circa Prosecuzione nei primi nove mesi del 2007 delle strategie di contenimento e di recupero economico e finanziario. Rimodulazione del Piano incentivi allesodo e conseguenti recuperi (prevista, a fine 2007, diminuzione del costo del personale pari a ,50, cifra inferiore allimporto ipotizzato), oltre che diminuzione del personale inidoneo in azienda. Riduzione delle consulenze, sia in termini di numero complessivo che dei compensi unitari. Intervento di razionalizzazione dei rischi ai fini dellottimizzazione della spesa relativa ai premi assicurativi INAIL. novembre 2005 / Agosto 2006 Novembre 2006 / Agosto 2007 Comparazione di dati tra i periodi novembre 2005 / Agosto 2006 e Novembre 2006 / Agosto 2007: - Le spese sostenute dal CdA sono diminuite del 57 % - Le spese sostenute per il personale dirigenziale sono diminuite del 41 % - Diminuzione del 58% dellimporto relativo al lavoro straordinario (pari a ,14), grazie ad un razionale impiego delle risorse umane nei reparti Officina e Movimento Interventi finalizzati a ridurre il fenomeno dellevasione sui titoli di viaggio. Andamento favorevole della semestrale 2007 per un delta positivo di sul preventivo dellanno e di sul consuntivo dellanno precedente. Da notare, nel periodo, maggiori entrate per vendita biglietti pari a , pur in presenza di una riduzione delle percorrenze pari a km. Abbattimento costi

7 ~ Relazione sul primo anno di attività PIANO DI RIDISEGNO (Provvedimenti a breve e a ponte) Relazioni formali dei Dirigenti su funzioni e processi interessanti più Aree – Rilevazioni e segnalazioni da 18 Gruppi di lavoro su fasi o punti critici – Ricognizione della struttura HW e dei programmi applicativi disponibili e loro interazioni – Rilevazione dei ricorsi e delle manifestazioni di insoddisfazione da parte della clientela. Le risultanze del lavoro di premessa, svolto con la collaborazione dei Dirigenti e dello staff di Direzione, hanno portato a sviluppare un Piano Operativo, in corso di attuazione, articolato in 5 Macroprocessi: - Processi trasversali - Fasi o punti critici - Ottimizzazione e valorizzazione Risorse Umane - Rivisitazione strumenti informativi e applicativi - Sistema Gestione della Qualità Premesse

8 ~ Relazione sul primo anno di attività Coordinamento delle attività lavorative con istituzione del Comitato di Direzione e verifica di obiettivi e piani di lavoro. Adozione di Regolamento per laffidamento di servizi, forniture e lavori sotto soglia comunitaria e relativo Piano delle deleghe. Adozione di Regolamento per la disciplina dellaccesso agli atti aziendali. Razionalizzazione della rete vendita biglietti e dei servizi di esattoria. Interventi sulle condizioni di lavoro: - Climatizzazione su nuovi autobus; - Sperimentazione di sistema di videosorveglianza a bordo di autobus per la sicurezza del personale e dei viaggiatori; - Nuovi strumenti di produttività individuale (PC); - Separazione della zona Officina dal deposito autobus mediante pareti mobili divisorie; - Separazione forno verniciature da locali Officina; - Installazione di bagni chimici in capolinea non serviti; - Rinnovo divise e attenzione alla qualità dei prodotti; - Razionalizzazione degli spazi: distruzione beni di magazzino obsoleti in disuso. Riduzione del numero di personale inidoneo (attualmente n. 11, contro i n. 20 alla data del 31/12/2006), tramite lo strumento dellincentivo allesodo. Miglioramento efficienza

9 ~ Relazione sul primo anno di attività Riavvio e completamento dei Concorsi interni, a saturazione dei posti previsti in Pianta Organica. Avvio delle procedure di bando pubblico per la selezione di candidati a ricoprire i posti scoperti al termine delleffettuazione dei concorsi interni. Analisi dei bisogni formativi, in base alla rilettura organica dei 5 Macroprocessi, per giungere alla formulazione del PIANO DI FORMAZIONE, articolato in 26 corsi rivolti a tutto il personale aziendale, per ore totali (da 90 a 130 ore di formazione pro-capite). Avvio formale delle operazioni di formazione, a seguito dellapprovazione del Piano da parte della Regione – In corso di sviluppo il progetto esecutivo e di dettaglio. Individuazione delle carenze di organico per lArea Esercizio e assunzione a termine di 19 unità part-time (operatore di esercizio) nelle more dellespletamento del relativo concorso pubblico. Sviluppo risorse umane Stipulato un Protocollo di Relazioni Industriali per disciplinare il sistema di relazioni, articolandole in Strategiche e di indirizzo (con la Presidenza) e gestionali (con la Direzione) e definendo modalità e tempistica degli incontri. Definizione dei criteri per il riconoscimento del Premio di Risultato per gli anni pregressi. SISTEMA DI RELAZIONI INDUSTRIALI

10 ~ Relazione sul primo anno di attività QUALITA E MIGLIORAMENTO DEL SERVIZIO Immissione in servizio di nuovi 20 autobus di ultima concezione. Sottoscritto lAccordo di Programma con Comune di Pescara, Sistema SpA, Arpa SpA ed altri vettori di TPL per la realizzazione del Terminal Bus presso Stazione Centrale, da realizzarsi presumibilmente a dicembre. Integrazione al Contratto di Servizio con il Comune di Pescara con la previsione di servizi di bus-navetta tra i nuovi parcheggi di scambio e il centro commerciale cittadino. In elaborazione un Protocollo di Relazioni con il Comune di Montesilvano per migliorare il servizio e cooperare alla disciplina del traffico. Reimpostazione del Sistema di Qualità aziendale, revisione e aggiornamento del Manuale, corsi specifici per il mantenimento e il miglioramento delle prestazioni. Revisione della Carta di Servizi aziendale. Istituzione di un Ufficio di Relazioni con il Pubblico e progettazione di misure e iniziative per lAscolto del cliente. Riesame ed aggiornamento, in logica di Qualità, delle Prescrizioni di Servizio. Rivisitazione e razionalizzazione dei servizi interni. Innalzamento degli standard di qualità del servizio Penne – Pescara.

11 ~ Relazione sul primo anno di attività CONCLUSIONI IL IL LAVORO svolto dal C.d.A. in questo anno di riferimento è stato indirizzato a: – adottare una politica di ottimizzazione dei costi per recuperare risorse finanziarie per gli investimenti; – qualificare/innovare le strutture di servizio, tecniche e amministrative (rilevante è stata lattenzione verso il fattore umano); – aumentare la qualità delle prestazioni in favore dellutenza e delle comunità servite. La minuziosa ricostruzione del lavoro svolto è in grado di dare ampia dimostrazione dellimpegno profuso e dei risultati raggiunti. Il C.d.A. esprime piena soddisfazione per i traguardi conseguiti, per la positiva risposta data dalla dirigenza, dagli operatori e per il grado di condivisione e collaborazione mostrato dalle OO.SS.. Nel nostro lavoro ci hanno accompagnato alcune riflessioni che riguardano la nostra azienda e il servizio TPL in generale, allinterno di un contesto politico-sociale in grande trasformazione, caratterizzato dalla ricerca del miglioramento della qualità della vita, dalla lotta agli sprechi, dal recupero di una forte eticità nel governo della cosa pubblica. Tematiche che assumono ogni giorno significati di grande valenza per i consumatori e per lopinione pubblica in generale.

12 ~ Relazione sul primo anno di attività IL IL TPL è un settore qualificante in questo contesto: il diritto alla mobilità sostenibile, la risposta alle richieste dellutenza, la qualità del servizio impongono un modello organizzativo a struttura industriale dove sia possibile misurare produzione, costi, produttività. Quindi, innovazione tecnologica, conoscenza e visibilità del servizio prestato, monitoraggio costante fanno parte della nuova frontiera del moderno TPL (Telerilevamento, mezzi moderni, abbassamento tasso di inquinamento acustico e atmosferico – con mezzi a metano, elettrici, ibridi –, accoglienza con bus-terminal e fermate attrezzate, ecc.). Le amministrazioni locali costituiscono il sistema di governo del territorio con cui intrecciare le politiche trasportistiche in risposta alle esigenze di mobilità (PUMAV, piani urbani del Traffico, soste e percorsi dedicati, servizi a richiesta per soggetti particolari). Laumento della velocità commerciale, ora intorno ai 15/16 Kmh nellarea urbana, deve salire fino ai 18/22 Kmh per essere aderente ad una richiesta di trasporto celere che vince la sfida col trasporto privato. Le economie di scala possono continuare a ridurre i costi. GTM, Arpa, Sangritana devono sempre più puntare a politiche unitarie in vista della unificazione societaria, obiettivo del governo regionale. Sono già stati costituiti gruppi di lavoro specifici.

13 ~ Relazione sul primo anno di attività E E IN ARRIVO la scadenza dei contratti di servizio con le amministrazioni pubbliche; le liberalizzazioni, con le gare aperte ai concorrenti europei sono una sfida nuova che si baserà su costi più bassi, qualità e quantità di mezzi a disposizione, organizzazione del servizio e del lavoro, costo del lavoro. Il servizio di TPL in Italia, nellambito dei 50 Km., è in aumento. La quota di mercato è passata dal 12,6% del 2004, alla percentuale del 14,5% del La GTM e Pescara città sono ben collocate nellambito delle città medie italiane (Indagine LEGAMBIENTE). Siamo al 2° posto della graduatoria per la disponibilità di servizio ed al 6° posto per lutilizzazione dei mezzi da parte dellutenza. Bisognerà ridurre questo gap tra disponibilità e uso. Migliorare la velocità commerciale, ottimizzare le linee e le percorrenze, aumentare i titoli di viaggio venduti e sconfiggere levasione tariffaria. A questi temi si sta già lavorando con progetti specifici, insieme a quelli per la sicurezza del personale viaggiante e degli utenti. La valutazione espressa da Legambiente è confermata da uno studio del Dipartimento della Mobilità dellUniversità dAbruzzo, che prendendo a riferimento otto voci specifiche (missione, socialità, redditività, customer satisfation, innovazione, rispetto dei tempi, riduzione sprechi, comunicazione), giudica con un indice medio- alto lattività della G.T.M..

14 ~ Relazione sul primo anno di attività E E ESSENZIALE in questo siffatto quadro generale realizzare un sistema di moderne relazioni industriali, basato sullo scambio continuo di informazione, sulla correttezza dei rapporti, sul principio di autonomia e responsabilità reciproca e sul comune intento di vincere le nuove sfide. Infine, ma non per minore importanza, il C.d.A. è attento al dibattito che in questi mesi ha interessato il cosiddetto costo della politica e non intende sottrarsi a questo problema, condividendone le critiche giuste per quei fenomeni di spreco e di arroganza che spesso si manifestano nel governo della cosa pubblica. Ne respinge però ogni semplificazione e genericità di giudizio. Nella GTM la riduzione dei costi è già in essere; per scelta della Giunta Regionale i componenti del CdA sono passati da sette a cinque, già dal 2006, anticipando di fatto i recenti decreti governativi. I componenti in carica della GTM hanno ridotto quasi a zero le spese di rappresentanza, hanno adottato una drastica politica di riduzione dei costi per spese superflue e non direttamente incidenti sulla qualità del servizio.

15 ~ Relazione sul primo anno di attività A A BBIAMO assunto limpegno condiviso di depoliticizzare la nostra funzione, cercando di dare il nostro meglio in uno spirito di servizio e mettendo nel nostro lavoro le competenze acquisite in altre esperienze e le sensibilità sociali di cui ognuno di noi è portatore, assumendo comportamenti orientati alla massima sobrietà. La Regione Abruzzo come già detto ha deciso di puntare allunificazione delle società pubbliche di TPL. Scelta da noi condivisa per abbattere costi, ridurre la sovrapposizione delle percorrenze, unificare i sistemi gestionali. Stiamo lavorando insieme allAssessorato Regionale ai Trasporti, con ARPA e Sangritana per questo importante risultato. Il CdA ringrazia per la collaborazione e per i risultati conseguiti, la dirigenza, il personale, le OO.SS., le Amministrazioni locali (Pescara in primo luogo) per lo spirito di attiva collaborazione. Un particolare ringraziamento va allAssessore Tommaso Ginoble per lattenzione, i consigli e la discrezione con cui segue i nostri lavori.


Scaricare ppt "~ 1 Relazione sul primo anno di attività"

Presentazioni simili


Annunci Google