La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

C OMUNE DI C ALCI (Provincia di Pisa) IL BILANCIO DI PREVISIONE PER IL CITTADINO 2011 Relazione a cura dellAssessorato al Bilancio e del Settore 1 - Affari.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "C OMUNE DI C ALCI (Provincia di Pisa) IL BILANCIO DI PREVISIONE PER IL CITTADINO 2011 Relazione a cura dellAssessorato al Bilancio e del Settore 1 - Affari."— Transcript della presentazione:

1 C OMUNE DI C ALCI (Provincia di Pisa) IL BILANCIO DI PREVISIONE PER IL CITTADINO 2011 Relazione a cura dellAssessorato al Bilancio e del Settore 1 - Affari Finanziari

2 PREMESSA La formazione del bilancio previsionale per lanno 2011 è stata molto ardua. Non si riscontra infatti nel passato, una contrazione delle risorse pubbliche destinate agli enti locali, importante come quella imposta dal D.L. 78/2010. Per il Comune di Calci, le cui risorse sono tra le più basse dItalia, il taglio è di circa il 12%, pari a ,47 euro. I tagli vanno ad incidere naturalmente sulle risorse disponibili e quindi sulla spesa possibile. Comunque nella formazione del bilancio lAmministrazione ha deciso di mantenere invariato il livello dei servizi e le spese per il sociale e per listruzione, tagliando dove possibile dalle spese di funzionamento e dalle manutenzioni ordinarie. Questo opuscolo è stato redatto per rendere comprensibile a tutti il bilancio previsionale, che nella versione obbligatoria è molto tecnico e di non facile lettura. Il Bilancio è lo strumento più importante della gestione pubblica, esso determina e nello stesso tempo è il prodotto delle scelte della Giunta. E perciò la sintesi delle scelte di politica amministrativa e sociale. In poche parole … Definisce cosa si vuole fare nei limiti di cosa si può fare. Ci auguriamo che questo lavoro possa essere di aiuto per i cittadini e serva a renderli partecipi delle scelte politiche effettuate dalla Giunta comunale. Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino

3 GLI ORGANI DELLENTE IL SINDACO Bruno Possenti tel – Si riserva le competenze in materia di Affari Generali, Rapporti Esterni, Protezione Civile, Cultura. LA GIUNTA COMUNALE Antonio Piccioli tel /527 – Vicesindaco – Assessore al Bilancio, allIstruzione, allOrganizzazione e Personale, ai Lavori Pubblici, alle Risorse Ambientali, Agricole e forestali. Massimiliano Ghimenti tel /527 – Assessore alle Politiche Giovanili e Sport. Mario Pellegrini tel /527 – Assessore alle Politiche Sociali e Sanitarie. Sandro Sandroni tel /527 – Assessore allUrbanistica ed Edilizia Privata, alle Attività Produttive, alla Promozione del Turismo. Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino

4 GLI ORGANI DELLENTE IL CONSIGLIO COMUNALE Sandroni Giovanni – delega alla protezione civile - Capogruppo Per un nuovo centrosinistra Ghimenti Massimiliano Melandri Letizia – delega alle iniziative culturali Palandri Valter Bonanni Alessandro Zannini Maura in Basti Ricotta Valentina Guidi Massimo Sandroni Morena in Novelli – Capogruppo Comunisti Paffetti Fabio Pellegrini Mario Lazzerini Paolo – Capogruppo Calci nel cuore Degli Innocenti Genny Mignani Valter Begliomini Andrea – Capogruppo Una valle un sogno Ciabatti Vito Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino

5 LORGANIZZAZIONE DELLENTE Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino

6 IL TERRITORIO E LE STRUTTURE Superficie complessivaKmq25,18 Strade comunaliKm29,52 Rete fognaria biancaKm 8,00 Rete fognaria neraKm17,60 Rete acquedottoKm42,00 Rete gas metanoKm35,07 Asili nido Scuole materne comunaliclassi 5 Scuole materne privateclassi 2 Scuole primarie (elementari)classi13 Scuola secondaria di primo grado (media)classi 6 CIAF (doposcuola ed altre attività)alunni 119 Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino

7 LA POPOLAZIONE Dati al 31/12/2010 Residenti Nuclei familiari residenti2.851 Nati nel Deceduti nel Residenti in entrata255 Residenti in uscita250 Composizione della popolazione per età Da 0 a 6 anni 454 Da 7 a 14 anni 389 Da 15 a 29 anni 820 Da 30 a 65 anni3.600 Oltre 65 anni1.250 Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino

8 IL BILANCIO 2011 Le difficoltà di bilancio per il Comune di Calci derivano esclusivamente dalla esiguità dei trasferimenti dello Stato e da un Patto di stabilità interno scellerato, che impone anche ai Comuni che hanno liquidità di non poterla spendere. Sul fronte dei trasferimenti il Comune di Calci ha dovuto fare i conti con ,47 euro in meno. Purtroppo la manovra del Governo non finisce qui e nel 2012 i tagli saranno ancora più consistenti. Riguardo al Patto di stabilità ci eravamo lamentati del meccanismo che era in vigore fino al 2010, ma le modifiche apportate dalla legge finanziaria ci penalizzano ulteriormente e ci costringono a operare con grande attenzione e cautela. Il Bilancio di previsione risulta in pareggio: il volume delle previsioni di entrata è infatti uguale alle corrispondenti previsioni di spesa. La manovra complessiva di Bilancio per il 2011 è pari ad ,00

9 Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino

10 Gli equilibri di Bilancio ENTRATE 1)TRIBUTARIE ,57 2)CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI ,62 3)EXTRATRIBUTARIE ,82 SPESE 1) CORRENTI ,23 3) RIMBORSO PRESTITI ,77 SPESE 2) IN C/ CAPITALE ,00 di cui Spese Correnti da oneri di urbanizzazione ,99 (55%) ENTRATE 6) SERVIZI C/ TERZI ,00 SPESE 4) SERVIZI C/ TERZI ,00 ENTRATE 4)ALIENAZIONI, TRASFERIMENTI ,00 5)ACCENSIONE PRESTITI ,99 Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino

11 VARIAZIONI DI SPESA CORRENTE RISPETTO AL 2010 Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino interventi di spesa corrente Assestato 2010 Previsione 2011 Differenza +/- % 1PERSONALE , , ,45-2,50% 2ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO , , ,22-4,74% 3PRESTAZIONE DI SERVIZI , , ,49-1,72% 4UTILIZZO DI BENI DI TERZI 1.000, ,00- 0,010,00% 5TRASFERIMENTI , , ,72-4,13% 6INTERESSI PASSIVI ED ONERI DIVERSI , , ,032,28% 7IMPOSTE E TASSE , ,50 567,090,43% 8ONERI STRAORDINARI DELLA GESTIONE ,00 -0,00% 9FONDO DI RISERVA , , ,0085,19% TOTALE , , ,77-2,08%

12 RIPARTIZIONE DELLA SPESA CORRENTE PER INTERVENTI Il Bilancio di Previsione 2011 Interventi di spesa correntePrevisione 2011% sul totale 1PERSONALE ,71 21,76 2ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO ,33 8,04 3PRESTAZIONE DI SERVIZI ,55 53,85 4UTILIZZO DI BENI DI TERZI 1.000,00 0,02 5TRASFERIMENTI ,79 10,72 6INTERESSI PASSIVI ED ONERI DIVERSI ,35 2,53 7IMPOSTE E TASSE ,50 2,41 8ONERI STRAORDINARI DELLA GESTIONE ,00 0,32 9FONDO DI RISERVA ,00 0,36 TOTALE ,23 100,00

13 RIPARTIZIONE DEGLI INVESTIMENTI PER DESTINAZIONE LAVORI Il Bilancio di Previsione 2011 OPERE PUBBLICHEIMPORTI% sul totale Varie aree pubbliche ,52 Parcheggi ,77 Manutenzione straordinaria scuole ,77 Completamento ex Maffi ,24 Informatizzazione ,15 Piano strutturale d'area ,54 TOTALE ,00

14 RIPARTIZIONE DEGLI INVESTIMENTI PER FONTI DI FINANZIAMENTO Il Bilancio di Previsione 2011 FINANZIAMENTIIMPORTI% sul totale Oneri urbanizzazione ,95 Mutuo ,04 Vendita diritti di superficie ,39 Vendita terreni ,62 TOTALE ,00

15 Le scelte della Giunta 1. Promozione di unazione efficace e costante, nella lotta allevasione fiscale in materia di tributi e nel campo delledilizia, affinché si attui una reale equità fiscale a vantaggio dellintera comunità. 2. Mantenimento della spesa per servizi alla persona e alle famiglie in difficoltà, al livello dello scorso anno, come atto di democrazia e di solidarietà verso i più bisognosi, anche in conseguenza della crisi del lavoro. 3. Mantenimento dei contributi alle Associazioni locali, consapevoli dellimportante lavoro svolto per il bene del paese e della spesa a sostegno delle attività commerciali e del turismo. 4. Rafforzamento del servizio di polizia municipale con lassunzione di un ulteriore addetto e ladozione di turni di lavoro. Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino

16 Le scelte della Giunta 5. Importante potenziamento del servizio di igiene urbana, con lapertura del Centro raccolta rifiuti in località Paduletto e lestensione del servizio di raccolta differenziata porta a porta su tutto il territorio comunale. 6. Conferma degli investimenti per i quali abbiamo ottenuto finanziamenti regionali e precisamente per le seguenti opere: a)sistemazione dellarea antistante la Certosa con il ripristino della vecchia pavimentazione, la costruzione delle fognature ora inesistenti e di una nuova illuminazione. b)costruzione in località La Gabella, di un nuovo asilo nido in bio-edilizia, autosufficiente dal punto di vista energetico. c)ristrutturazione del secondo piano della ex scuola Cardinale Maffi per lutilizzo come doposcuola e per attività associative. 7. Realizzazione del parcheggio detto di Lavagnone a Castelmaggiore e di quello sopra Montemagno, chiudendo con ciò, due problemi aperti da anni. Le opere saranno finanziate con laccensione di un mutuo. Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino

17 Le scelte della Giunta 8.Sempre accendendo un mutuo, inizieremo un programma di manutenzione straordinaria alledificio della scuola media, partendo dalla sostituzione delle finestre che presentano problemi non rimediabili altrimenti 9. Conferma delle numerose attività culturali che vedono il nostro Comune molto attivo. Proseguono le iniziative per celebrare il 150° anniversario dellUnità dItalia. 10. Abbiamo anche iniziato un programma di ricerca di efficienza ed efficacia, riguardante lorganizzazione e il personale. E stata ridisegnata la struttura organizzativa, con una diversa distribuzione dei compiti tra i settori e il personale. Si è cercato di distribuire equamente i carichi di lavoro tra tutto il personale. Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino

18 I limiti allindebitamento Il limite di indebitamento (possibilità di accendere mutui) fissato dallart. 204 del D.Lgs. 267/2000 è stato ridotto dalla Legge di Stabilità 2011 dal 15% all 8% delle entrate dei primi tre titoli del penultimo bilancio consuntivo approvato (Consuntivo del 2008). A fronte delle pressioni dei Comuni, molti dei quali in seria difficoltà, tale limite è stato nuovamente innalzato al 12%. Il Comune di Calci nel 2011 è al 3,3% Nel 2011 per lassunzione di prestiti occorrerà attestare il conseguimento degli obiettivi del Patto di Stabilità dellanno precedente. Il Comune di Calci può farlo avendo rispettato il Patto di Stabilità 2010 Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino

19 FATTORI DI CRITICITA NEL BILANCIO PREVISIONALE 2011 Minori trasferimenti dallo Stato di ,47 Minori trasferimenti indiretti dalla Regione e Provincia a causa dei tagli subiti da questi Enti Maggiori riduzioni sui vari interventi Minori possibilità di effettuare investimenti perché i mutui non incidono sullentrata per rispettare il Patto Attenzione continua alle spese correnti per il Patto di Stabilità e per un saldo obiettivo più alto ( ) Difficoltà ad effettuare i pagamenti con puntualità per rispettare il Patto Maggiore aliquota degli oneri di urbanizzazione per la spesa corrente (55%) Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino

20 ONERI DI URBANIZZAZIONE Per il 2011 sono previsti entrate per ,00 di oneri durbanizzazione, per i quali la Legge n.10 del 26/02/2011 (conversione decreto milleproroghe) prevede un utilizzo : -del 50% a spesa corrente indistinta -del 25% a manutenzione ordinaria del patrimonio comunale QUINDI, IN TOTALE, E POSSIBILE UN UTILIZZO AL 75% PER LA PARTE CORRENTE DEL BILANCIO (COME PER GLI ANNI 2007/2010) Per il 2011 si è previsto lutilizzo in parte corrente di ,99 pari al 55,76% degli oneri di urbanizzazione. Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino

21 T. I. A La TIA (Tariffa di Igiene Ambientale) che ha sostituito dal 2006 la vecchia TARSU, per legge deve coprire interamente il costo del servizio. I costi per la gestione della Stazione ecologica e per la raccolta porta a porta su quasi tutto il territorio comunale hanno generato un aumento del costo totale del servizio. Ad aumentarlo ulteriormente cè poi il pagamento della cosiddetta Ecotassa, a causa del non raggiungimento della percentuale di differenziazione richiesta dalla legge. Infatti Calci era fermo da tempo al 36% mentre la percentuale richiesta era del 45%. Dal 2012 la percentuale dovrà essere pari al 65%. La stazione e il porta a porta consentiranno il raggiungimento di questo obiettivo solo se tutti i cittadini opereranno con senso civico. Il Bilancio Comunale fin dal 2006 ha previsto uno sgravio della tariffa che nel tempo sarebbe dovuto andare a zero. Per i motivi suddetti questo non è stato possibile ed anche questanno la spesa scritta in bilancio è consistente Contributo Comunale : 2006 (1°anno) (2°anno) (3°anno) (4°anno) (5°anno) (6°anno) Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino

22 IL FEDERALISMO FISCALE Devono ancora uscire alcuni decreti attuativi prima che il federalismo comunale diventi realtà. Intanto lo Stato deve definire i costi standard per i servizi, dopodiché potremo capire se sarà conveniente per il nostro Comune oppure no. Dovrà essere fatta unindagine (è partita quella sulla Polizia Municipale) per tutti i servizi e su tutti i Comuni dItalia e poi stabilito il costo necessario per erogare il servizio. Stante il livello dei trasferimenti statali che il Comune di Calci percepisce, riteniamo che si possa sperare in un miglioramento del livello di entrate statali. Non sappiamo quando entrerà in vigore. Il Bilancio di Previsione 2011 relazione per il cittadino


Scaricare ppt "C OMUNE DI C ALCI (Provincia di Pisa) IL BILANCIO DI PREVISIONE PER IL CITTADINO 2011 Relazione a cura dellAssessorato al Bilancio e del Settore 1 - Affari."

Presentazioni simili


Annunci Google