La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Alimentazione & Nutrizione maurizioandorlini.com/unavitamigliore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Alimentazione & Nutrizione maurizioandorlini.com/unavitamigliore."— Transcript della presentazione:

1 1 Alimentazione & Nutrizione maurizioandorlini.com/unavitamigliore

2 Alimentazione & Nutrizione Per scaricare le dispense digitare: Cliccare col tasto destro e scaricare

3 3 "Se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, né in difetto né in eccesso, avremmo trovato la strada per la salute" Ippocrate IV sec. a.C.

4 4 Per gli antichi greci, i barbari erano coloro che non cambiavano dieta alimentare quando erano malati

5 5 Alimentazione & Nutrizione Classificazione degli alimenti: Vecchia : MACRONUTRIENTI- MACRONUTRIENTI proteine, carboidrati, grassi MICRONUTRIENTI- MICRONUTRIENTI vitamine, minerali, oligoelementi, elementi traccia, enzimi, … A questi ora si aggiungono:

6 6 Alimentazione & Nutrizione NON NUTRIENTI BIOATTIVINON NUTRIENTI BIOATTIVI fibre alimentari ANTIOSSIDANTI NON VITAMINICIANTIOSSIDANTI NON VITAMINICI polifenoli ESSENZIALIESSENZIALI vitamine, acidi grassi, alcuni aminoacidi

7 7 Alimentazione & Nutrizione BIODISPONIBILITA : solo una percentuale del contenuto totale di un alimento viene effettivamente utilizzato CARATTERISTICHE DELLALIMENTO CARATTERISTICHE INDIVIDULI

8 8 Alimentazione & Nutrizione Acidi grassi essenziali – Acido linolenico (omega 6) – Acido linoleico (omega 6) Aminoacidi essenziali –Fenilalanina –Isoleucina –Leucina –Lisina –Metionina –Treonina –Triptofano –Valina

9 9 Alimentazione & Nutrizione ALIMENTAZIONE –INTRODUZIONE DI MACRONUTRIENTI NUTRIZIONE –INTRODUZIONE DI MICRONUTRIENTI

10 10 Alimentazione & Nutrizione APPETITO –Stomaco vuoto –Glicemia bassa FAME –Carenza di macro e micronutrienti GOLA –Attrazione per particolari sapori

11 11 Alimentazione & Nutrizione APPETITO –Si cerca la quantità –Si privilegia lenergia Regolato dalla grelina (prodotta dallo stomaco) che stimola lipotalamo. Non è selettivo: purché sia tanta roba!

12 12 Alimentazione & Nutrizione FAME –Si cerca la qualità –Se non si trova si continua a mangiucchiare Si cercano sostanze nutrienti essenziali (+/- 44), energetiche, strumentali e plastiche

13 13 Alimentazione & Nutrizione GOLA (GUSTO) –Si è attratti da particolari sapori Esaltatori di sapidità (glutammati) Sale Pepe Zuccheri semplici e complessi Grassi (soprattutto animali) Si fa una selezione dei cibi, spesso in base a piaceri del passato o a memorie ataviche.

14 14 Tabelle nutrizionali: –Riportano i dosaggi minimi o raccomandati –Sono basate su ricerche fatte: Mezzo secolo fa sulle concentrazioni dei micronutrienti nei cibi Su sostanze sintetiche o pure per determinare sulleffetto dei micronutrienti e delle vitamine sulla salute. Alimentazione & Nutrizione

15 15

16 16 Alimentazione & Nutrizione RICORDA: –Non siamo né carnivori, né erbivori, né frugivori, né tanto meno granivori: –Siamo onnivori. –Non siamo (geneticamente) né cacciatori, né pescatori, né coltivatori –Siamo raccoglitori –Non veniamo né dalla foresta né dalla savana –Veniamo dal mare

17 17 Alimentazione & Nutrizione

18 18 Alimentazione & Nutrizione Una volta sceglievamo il cibo in base allistinto (gusto) Oggi scegliamo il cibo in base a: –Reclame (dove … cè casa!) –Moda (cibi esotici, primizie …) –Abitudini(… eh! La mamma!) –Pigrizia – poco tempo (precotti) –Desiderio di rivalsa/di apparire –Punti e premi e sorpresine

19 19 Alimentazione & Nutrizione I macronutrienti costano poco I micronutrienti costano tanto … che cosa ci dà lindustria? Gli zuccheri sono buoni e si bruciano subito poi abbiamo fame di nuovo … che cosa ci dà lindustria?

20 20 Alimentazione & Nutrizione Per rendere il cibo attraente: Raffinazione Colorazione Aumento del gusto Modifica del sapore Modifica dellodore Omogeneizzazione delle caratteristiche organolettiche (deve essere sempre uguale)

21 21 Alimentazione & Nutrizione Per rendere il cibo attraente: Confezione Colori Premi Sorprese Forme studiate x età di cliente

22 22 Alimentazione & Nutrizione Per poterlo distribuire in tempo utile: Sterilizzazione Conservazione Irradiazione Congelamento/surgelazione Inscatolazione Essiccamento/salatura Sotto vuoto

23 23

24 Alimentazione & Nutrizione Per scaricare le dispense digitare: Cliccare col tasto destro e scaricare

25 25 Alimentazione & Nutrizione Attenzione: Nei supermercati i prodotti peggiori e più cari sono negli scaffali allaltezza degli occhi e delle mani. Quelli più economici (e spesso migliori a parità di prezzo) sono in basso, dove sia scomodo prenderli e soprattutto … che non si vedano bene.

26 26 Alimentazione & Nutrizione I cibi spazzatura ( junk food) sono i più economici e sono più facili da trovare. Quello che risparmi in cibo oggi accantonalo per le medicine di domani. E possibile essere denutriti anche mangiando in continuazione! Alimentazione monotona e/o junk food allarmano il corpo che lancia continui segnali di fame.

27 27 Alimentazione & Nutrizione "Non si può abituare un bambino a mangiare merendine e patatine fritte, a bere bevande gassate e zuccherate, riducendo poi il pranzo e la cena ad una vera e propria battaglia, con strategie di comportamento, ricatti e forzature, e poi aspettarsi un ragazzino che ami la frutta, le verdure e i cereali integrali, che non soffra di stitichezza e difficoltà digestive. Solo un bambino iniziato da piccolo ai gusti naturali, al poco dolce e al poco salato, ai cibi non sofisticati, alla cucina semplice, da adulto avrà un bagaglio di ricordi gustativi che gli permetteranno di apprezzare gli alimenti che non comprometteranno il suo stato di salute. [...] In definitiva, perché il bambino mangi bene e senza troppe proteste occorre che tutta la famiglia si alimenti in modo sano ed equilibrato. dott. Gianfranco Trapani, "Il Manuale dell'alimentazione infantile", Giunti editore

28 28 Cause del cancro F. Nobile et al: La Salute vien mangiando, Habitat ed, 2002

29 29 Influenza del cibo sui tumori più frequenti (I) F. Nobile et al: La Salute vien mangiando, Habitat ed, 2002

30 30 Influenza del cibo sui tumori più frequenti (II) F. Nobile et al: La Salute vien mangiando, Habitat ed, 2002

31 31 Aggiornamento schematico sulle origini esogene di radicali liberi e possibile ruolo del danno indotto dai radicali liberi sulla patogenesi delle principali malattie Lachance PA et al., Nutrition, 2001 Farmaci Infiammazione Fumo Ioni metallici Esercizio fisico intenso Malattie degli occhi Vecchiaia Malattie auto-immuni Malattie vascolari DiabeteMalattie polmonari Malattie neurologiche Tumori Disfunzione mitocondriale Radiazioni Alimentazione (ricca di acidi grassi poliinsaturi - PUFA) Inquinanti Radicali Liberi Lipidi di membrana, proteine, acidi nucleici, carboidrati

32 32 Acidi grassi

33 33 Meccanismi di formazione di addotti con i nucleosidi del DNA Bartsch H et al, Carcinogenesis 1999 aldeidi Acidi grassi polinsaturi Idrossiperossidi degli acidi grassi Propano addotti 4-idrossi alcheni Eteno addotti

34 34 Quali sono gli antiossidanti?

35 35 Contenuto di quercetina nella frutta e verdura Aherne S.A. et al., Nutrition, 2002

36 36 Contenuto di quercetina nelle bevande Aherne S.A. et al., Nutrition, 2002

37 37 Principali fonti di assunzione dei flavonoidi * Aherne S.A. et al., Nutrition, 2002 * assunzione parziale di flavonoidi; i valori si riferiscono soprattutto a tre flavonoli e due flavoni

38 38 J Clin Lab Anal 11: , 1997 IL VINO COME FLUIDO BIOLOGICO: STORIA, PRODUZIONE E RUOLO NELLA PREVENZIONE DELLE MALATTIE. Soleas GJ, Diamandis EP, Goldberg DM. Il vino fa parte della cultura delluomo da anni avendo un ruolo nella dieta e negli aspetti socio-religiosi. La sua produzione ha luogo in ogni continente e la sua composizione chimica è profondamente influenzata dalle tecniche enologiche, dalle coltivazioni delluva dalle quali esso origina, e dai fattori climatici. Oltre alletanolo, che in moderate quantità può ridurre la mortalità dovuta a patologie cardiache mediante laumento dei livelli delle lipoproteine ad alta densità e linibizione dellaggregazione piastrinica, il vino (specialmente il vino rosso) contiene diversi tipi di polifenoli che possiedono proprietà biologiche positive. Questi comprendono gli acidi fenolici (lacido p-cumarico, cinnamico, caffeico, gentisico, ferulico e vanillico), i triidrossi stilbeni (resveratrolo e polidatina) e i flavonoidi (catechina, epicatechina e quercetina). Gli effetti antiossidanti del vino rosso e dei suoi maggiori polifenoli sono stati dimostrati in molti sistemi sperimentali comprendenti sia studi in vitro (lipoproteine umane a bassa densità, liposomi, macrofagi, colture cellulari) che studi nelluomo. Alcuni di questi composti (soprattutto catechina, quercetina e resveratrolo) promuovono la produzione di nitrossido dallendotelio vascolare; inibiscono la sintesi dei trombossani nelle piastrine e dei leucotrieni nei neutrofili, modulano la sintesi e la secrezione delle lipoproteine sia nelle linee cellulari animali che umane ed arrestano la crescita tumorale così come inibiscono la carcinogenesi in diversi sistemi sperimentali. I meccanismi alla base di tali effetti includono linibizione della fosfolipasi A2 e della cicloossigenasi e linibizione di alcune proteinchinasi coinvolte nel segnale cellulare. Sebbene la biodisponibilità di questi composti debba ancora essere completamente stabilita, il vino rosso fornisce un ambiente più favorevole rispetto a frutta e verdura che sono laltra fonte dietetica di antiossidanti.

39 39 Rischio relativo di mortalità totale per quintile di acido ascorbico plasmatico Quintile di acido ascorbico Rischio relativo o o o o o o o o o o o o b b b b b b b b b b b b Tutti Uomini Donne Khaw KT et al. The Lancet, 2001

40 40 Mortalità Malattie cardiovascolari Tutti gli uomini (n=123) Escluso i fumatori (n=100) Escluso coloro che fanno uso di suppl. dietetici (n=81) Age- adjustedandrisk factor - adjusted hazardratio (95% CI) (relative riskestimate) p Tumori Tutti gli uomini (n=116) Escluso i fumatori (n=103) Escluso coloro che fanno uso di suppl. dietetici (n=71) 0.64( ) 0.62 ( ) 0.64 ( ) ( ) 0.74 ( ) 0.76 ( ) Khaw KT, The Lancet, 2001

41 41 Mortalità Malattie cardiovascolari Tutte le donne (n=57) Escluso le fumatrici (n=48) Escluso coloro che fanno uso di suppl. dietetici (n=30) Age - adjustedandrisk factor - adjusted hazardratio (95% CI) (relativeriskestimate) p Tumori Tutte le donne (n=84) Escluso le fumatrici (n=71) Escluso coloro che fanno uso di suppl. dietetici (n=46) 0.81 ( ) 0.78 ( ) 0.78 ( ) ( ) 0.96 ( ) 0.92 ( ) Khaw KT, The Lancet, 2001

42 42 Lachance PA et al., Nutrition, 2001 Piramide del cibo per la promozione della salute elaborata sulla base delle recenti acquisizioni scientifiche sui benefici della dieta ricca diverdure Grassi, oli e frittelle dolci, dolci, paste USO LIMITATO Latte, yogurt, e formaggi 2-3 PORZIONI Verdure 3-5 PORZIONI Pane, cereali, riso e pasta 5-10 PORZIONI Frutta 2-4 PORZIONI Legumi, semi, e noci 1-2 PORZIONI Carne, pollame, pesce, e uova 2-3 PORZIONI

43 43 FITLINE ANTIOXI La combinazione scelta tra la Provitamina A, le vitamine C + E e l'oligominerale Selenio offre la squadra ideale per sostenere il benessere e il sistema immunitario è ricco di bioflavonoidi per sostenere un effetto antiossidante estratto citrico aggiunto a vitamina C, provitamina A e l'oligominerale selenio per un un effetto sinergico nella protezione cellulare contro radicali liberi e stress ossidante. assimilazione migliore e più veloce delle sostanze liposolubili come la Vitamina E e la Provitamina A in forma liquida micromicellata. biodisponibilità più elevata e veloce grazie al concetto di trasporto delle sostanze nutritive (NTC) gusto prelibato, fruttato allarancia

44 44 BASIC PLUS 9 fibre solubili ed insolubili ad alta concentrazione fermenti lattici probiotici ad altissima concentrazione fruttooligosaccaridi (FOS) 32 enzimi digestivi di origine vegetale derivati vegetali ad alto contenuto funzionale vitamina C, Beta - Carotene, Vitamina E, più loligoelemento selenio per assicurare la più completa ed efficace protezione dai processi di ossidazione

45 45 BASIC PLUS Sulla biodisponibilità data dal BET Bioavailability Enhancing Thermonutrient (BET)nel Basics Plus esistono già diverse prove scientifiche che hanno dimostrato che labiodisponibilità di diverse sostanze assunte con il BET è risultata aumentata significativamente. Alcuni esempi: Selenio + 30 % Vitamina C + 39,2 % Vitamina B % ß - carotene + 60 % Coenzima Q % Questo significa che Basics Plus aumenta anche lefficacia di qualsiasi prodotto venga assunto in contemporanea (es. Q10 Plus Emusol). Questo non vale per nutrimenti provenienti dallalimentazione.

46 46 RESTORATE con azione alcalina (basico) favorisce l'equilibrio minerale per capelli (rame), pelle (zinco) e unghie più belle per un recupero veloce (importante dopo attività fisica) calcio, magnesio e vitamina D per ossa e denti sani rafforza il sistema immunitario endogeno contiene un aroma alle erbe ayurvediche per potenziare lassimilazione

47 47 Q 10 plus Glicerina, acqua, lecitina, acido linoleico, acetato di tocoferolo, coenzima Q 10. Acidificante : acido citrico, estratto di pompelmo. Vitamine aggiunte : 100 ml 0,5 ml Vitamina naturale E 3,6 g 18 mg Coenzima Q 10 3,0 g 15 mg

48 48 Q 10 Ubichinone o ubidecarone (benzochinone con 10 catene isopreniche laterali) Somiglia a Vit K e Vit. E: partecipa a quasi tutte le razioni red-ox dellorganismo Serve al trasporto degli elettroni Presente in tutte le membrane del reticolo endoplasmico cellulare, soprattutto quelle dei mitocondri E alla base della produzione di energia

49 49 Q 10 Prodotto a sufficienza da giovani La produzione si riduce con letà e con le malattie (soprattutto croniche) Se manca i mitocondri vanno in apoptosi (muoiono) Quando i mitocondri sono pochi la cellula soffre per mancanza di energia Senza mitocondri muore anche la cellula

50 50 Q 10 Inibiscono la sintesi di precursori del Q 10: I beta bloccanti Gli ipotensivi Le statine (la catena isoprenica deriva dal colesterolo) Le statine possono ridurre il Q 10 del 60%, perciò è consigliata una assunzione giornaliera per ridurre la stanchezza ed i dolori muscolari.

51 51 Q 10 Disfunzioni cardiache Infarto Arresto cardiaco (Q 10 + ipotermia) Emicrania Miopatia mitocondriale Cancro della mammella Malattie neurodegenerative Parkinson

52 52 OMEGA 3 + VIT. E Acidi grassi omega 3 da olio di tonno (60% EPA e DHA) - vitamina E - lecitina

53 53 OMEGA 3 Gli acidi grassi omega-3 sono detti polinsaturi perché hanno vari doppi legami (PUFA 3). I principali acidi grassi del gruppo omega- 3 sono : Lacido α-linolenico o ω3α (18:3; ALA) Lacido eicosapentaenoico (20:5; EPA) Lacido docosaesaenoico (22:6; DHA) (22 C e 6 doppi legami)

54 54 OMEGA 3 Iperlipemie - ipercolesterolemie Disturbi cardiovascolari Aritmie Ipertensione Insufficienza venosa e microcircolo Psoriasi e dermatosi Artrite reumatoide ed artrosi Gravidanza ed allattamento

55 55 OMEGA 3 Demenze e disturbi del sistema nervoso Retinopatie e disturbi della vista Disturbi mentali e depressione Enteriti infiammatorie Neoplasie Patologie autoimmuni Diabete

56 56 OMEGA 3 Sono antagonisti degli omega 6 Acido linolenico acido arachidonico prostaglandine (e altri mediatori) Devono essere in un rapporto minimo 2:1, ottimale 6:1 tra omega 6 ed omega 3 Usare olio di lino crudo – uova – noci – pane integrale – cereali integrali … Non aumentare le dosi di omega 3 senza indicazione medica.

57 57 ACTIVIZE OXIPLUS Vitamina C, Vitamina B1, Vitamina B2, Vitamina B6, Vitamina B12, Biotina, Acido folico, Niacina, Acido Pantotenico, Estratto di Guarana

58 58 ACTIVIZE OXIPLUS Il carburante del cervello e dei muscoli: i carboidrati. Le vitamine B fondamentali alla trasformazione dellenergia nellorganismo; la vitamina PP, lacido pantotenico e lacido folico Le vitamine B6 e C che contribuiscono alla stimolazione nervosa, alla concentrazione e tengono sotto controllo i processi che formano radicali liberi Le vitamine B e la niacina contribuiscono al trasporto delle sostanze nutritive fino alle cellule più lontane migliorandone il metabolismo energetico Le vitamine indispensabili per il corretto funzionamento dei meccanismi alla base della formazione del sangue e al trasporto dellossigeno: lacido folico, la vitamina B12 e la vitamina B6 Il guaranà naturale, utilizzato per stimolare dolcemente il metabolismo energetico ed aumentare leliminazione dei grassi.

59 59 ACTIVIZE OXIPLUS Unassimilazione dellossigeno più rapida ed efficace (fino al 30% in più) Un maggior rifornimento di ossigeno al nostro organismo In particolare, un maggior rifornimento di ossigeno al cervello Il miglioramento dellirrorazione sanguigna nelle zone più lontane (vasodilatazione periferica)


Scaricare ppt "1 Alimentazione & Nutrizione maurizioandorlini.com/unavitamigliore."

Presentazioni simili


Annunci Google