La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La ginnastica artistica tra ESERCIZI e CORPO GIUDICANTE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La ginnastica artistica tra ESERCIZI e CORPO GIUDICANTE."— Transcript della presentazione:

1

2 La ginnastica artistica tra ESERCIZI e CORPO GIUDICANTE

3 Struttura del corso 1Lezioneesercizi2Lezioneesercizi3Lezioneesercizi4Lezioneesercizi5Lezionelaborat.esercizi6Lezionelaborat.esercizi 7lezioneCorpoGiudici8LezioneCorpogiudici9LezioneCorpogiudici10LezioneCorpogiudici11Laborat.Corpogiudici12Laborat.Corpogiudici

4 La F.G.I. (Federazione Ginnastica dItalia ha nel suo organico le seguenti discipline La F.G.I. (Federazione Ginnastica dItalia ha nel suo organico le seguenti discipline Ginnastica artistica maschile Ginnastica artistica maschile Ginnastica artistica femminile Ginnastica artistica femminile Ginnastica ritmica sportiva Ginnastica ritmica sportiva Aerobica Aerobica Trampolino elastico Trampolino elastico

5 LA GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE comprende i seguenti attrezzi Corpo libero Corpo libero Cavallo con maniglie Cavallo con maniglie Anelli Anelli Volteggio Volteggio Parallele pari Parallele pari Sbarra Sbarra

6 LA GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE comprende i seguenti attrezzi Corpo libero Corpo libero Volteggio Volteggio Trave Trave Parallele asimmetriche Parallele asimmetriche

7 LA GINNASTICA RITMICA SPORTIVA comprende i seguenti attrezzi Nastro Nastro Palla Palla Fune Fune Cerchio Cerchio Clavette Clavette

8 GRUPPI STRUTTURALI AI 6 ATTREZZI CORPO LIBERO 1. Rotolamenti (dietro – avanti – tuffi – salti avanti e salti dietro) 2. Spinte arti superiori (ruota – rondata – verticale) 3. Spinte arti inferiori (vedi Volteggio) 4. Arco dorsale (kippe – ribaltata- flic flac) 5. Giochi (staffetta – circuiti)

9 GRUPPI STRUTTURALI AI 6 ATTREZZI CAVALLO CON MANIGLIE Appoggi – mobilità articolare- quadrupedia Appoggi – mobilità articolare- quadrupedia Oscillazioni pendolari (appoggio frontale – dorsale – movimenti preliminari – pre forbici f. e d. dx e sx – pre mulinelli f. e d. dx e sx – forbici f. e d. dx e sx) Oscillazioni pendolari (appoggio frontale – dorsale – movimenti preliminari – pre forbici f. e d. dx e sx – pre mulinelli f. e d. dx e sx – forbici f. e d. dx e sx) Movimenti derivati Movimenti derivati Movimenti circolari (mulinello – stockli o perno – tcheque – stockli inverso – thomas) Movimenti circolari (mulinello – stockli o perno – tcheque – stockli inverso – thomas)

10 GRUPPI STRUTTURALI AI 6 ATTREZZI ANELLI Primi contatti Primi contatti Oscillazioni Oscillazioni Rotazioni – voltabraccia (avanti e dietro) – capovolte – Rotazioni – voltabraccia (avanti e dietro) – capovolte – Slanciappoggio Slanciappoggio

11 GRUPPI STRUTTURALI AI 6 ATTREZZI VOLTEGGIO Rincorsa e battuta in pedana Rincorsa e battuta in pedana Spinte arti superiori e inferiori Spinte arti superiori e inferiori Studio finale Studio finale Giochi di orientamento Giochi di orientamento

12 GRUPPI STRUTTURALI AI 6 ATTREZZI PARALLELE PARI primi contatti (in appoggio – brachiale – in sospensione) primi contatti (in appoggio – brachiale – in sospensione) Oscillazioni ritte (movim. di grande slancio – camb. di frontale – salti avanti e dietro) Oscillazioni ritte (movim. di grande slancio – camb. di frontale – salti avanti e dietro) Oscillazioni brachiali (movim. di passaggio – slanciappoggio av. e dt – cambiam. di fronte) Oscillazioni brachiali (movim. di passaggio – slanciappoggio av. e dt – cambiam. di fronte) Oscillazioni in sospensione (impennata – controkippe) Oscillazioni in sospensione (impennata – controkippe) Movimenti di equilibrio Movimenti di equilibrio

13 GRUPPI STRUTTURALI AI 6 ATTREZZI SBARRA Sbarra bassa (rotaz. In doppio appoggio – infilata – kippe – capovolte) Sbarra bassa (rotaz. In doppio appoggio – infilata – kippe – capovolte) Spinte arti sup. (utilizzo di altri attrezzi) Spinte arti sup. (utilizzo di altri attrezzi) Sbarra alta (oscillazioni – cambi di fronte – infilate – kippe – capov. – slanc. dt – granvolte av. e dt – finali) Sbarra alta (oscillazioni – cambi di fronte – infilate – kippe – capov. – slanc. dt – granvolte av. e dt – finali) Rotazioni varie (endo – stalder – gabrielli – braglia) Rotazioni varie (endo – stalder – gabrielli – braglia)

14 Il P.F.G. e il P.F.S. P.F.G.P.F.S. VELOCITATENUTA DEL CORPO ABILITASCIOLTEZZA RESISTENZA POTENZIAMENTO FORZASPECIFICO AGLI ATTREZZI

15 P.F.G. - LA VELOCITA - E la qualità fisica che permette di spostarci velocemente o di spostare un oggetto in modo rapido. E la qualità fisica che permette di spostarci velocemente o di spostare un oggetto in modo rapido. 3 PRINCIPALI VELOCITA Velocità di reazione Velocità di esecuzione Velocità di spostamento FIBRE BIANCHE veloci FIBRE BIANCHE veloci FIBRE ROSSE lente FIBRE ROSSE lente

16 P.F.G. - LABILITA - Si tratta di una idoneità fisica naturale attraverso la quale latleta rivela le sue attitudini al movimento e più in particolare le sue predisposizioni verso precise discipline sportive. Si tratta di una idoneità fisica naturale attraverso la quale latleta rivela le sue attitudini al movimento e più in particolare le sue predisposizioni verso precise discipline sportive. LABILITA si manifesta principalmente in 3 modi: Attraverso la rapida capacità di apprendimento dei movimenti Attraverso la rapida capacità di apprendimento dei movimenti Attraverso la coordinazione Attraverso la coordinazione Attraverso il rapido apprendimento a nuove forme di movimento Attraverso il rapido apprendimento a nuove forme di movimento

17 P.F.G. - LA RESISTENZA - Gli studi sulla resistenza ci inducono a numerose classificazioni alla cui base ci sono dei parametri fondamentali che sono: Gli studi sulla resistenza ci inducono a numerose classificazioni alla cui base ci sono dei parametri fondamentali che sono: tipo di lavoro – durata e intensità dellesercizio – tempo di recupero PRINCIPALMENTE ABBIAMO 4 CLASSIFICAZIONI GENERALE (indicata come resistenza di base) GENERALE (indicata come resistenza di base) SPECIFICA (la capacità di resistere ad un carico specifico in una disciplina con un impegno massimale in relazione al tipo e alla durata del movimento). SPECIFICA (la capacità di resistere ad un carico specifico in una disciplina con un impegno massimale in relazione al tipo e alla durata del movimento). ORGANICA (riferita allorganismo in toto e comprende: endurance muscolare – resistenza muscolare – resistenza mista) ORGANICA (riferita allorganismo in toto e comprende: endurance muscolare – resistenza muscolare – resistenza mista) SPECIFICA PER LE ALTRE CAPACITA (e comprende sia le capacità condizionali che quelle coordinative) SPECIFICA PER LE ALTRE CAPACITA (e comprende sia le capacità condizionali che quelle coordinative)

18 P.F.G. - LA FORZA - Esistono, principalmente, 3 tipi di forze: Esistono, principalmente, 3 tipi di forze: FORZA MASSIMALE (è la forza massima che possiamo esercitare) FORZA MASSIMALE (è la forza massima che possiamo esercitare) FORZA VELOCE (è la capacità di vincere resistenze in modo rapido) FORZA VELOCE (è la capacità di vincere resistenze in modo rapido) FORZA RESISTENTE ( è la capacità di resistere alla fatica muscolare) FORZA RESISTENTE ( è la capacità di resistere alla fatica muscolare)ALLENAMENTO 1 allenamento ogni 15 gg. decremento della forza 1 allenamento ogni 15 gg. decremento della forza 1 allenamento ogni 7 gg. mantenimento della forza 1 allenamento ogni 7 gg. mantenimento della forza 2 allenamenti ogni 7 gg. discreto incremento della forza 2 allenamenti ogni 7 gg. discreto incremento della forza 3 allenamenti ogni 7 gg. buon incremento della forza 3 allenamenti ogni 7 gg. buon incremento della forza 4 allenamenti ogni 7 gg. ottimo incremento della forza 4 allenamenti ogni 7 gg. ottimo incremento della forza 5/6 allenamenti ogni 7 gg. massimo incremento della forza 5/6 allenamenti ogni 7 gg. massimo incremento della forza

19 P.F.S. - LA TENUTA DEL CORPO - E la capacità che ha un atleta (nel caso specifico un ginnasta) di mantenere tutti i segmenti del corpo in linea. In questo modo il corpo pesa meno e il movimento sarà portato a termine in modo perfetto e senza incidenti. E la capacità che ha un atleta (nel caso specifico un ginnasta) di mantenere tutti i segmenti del corpo in linea. In questo modo il corpo pesa meno e il movimento sarà portato a termine in modo perfetto e senza incidenti. ESERCIZI SPECIFICI La tenuta del corpo si ha attraverso esercizi specifici agli attrezzi ( alla spalliera – a terra – agli anelli – alle parallele – alla sbarra – ect. ) La tenuta del corpo si ha attraverso esercizi specifici agli attrezzi ( alla spalliera – a terra – agli anelli – alle parallele – alla sbarra – ect. )

20 P.F.S. - LA SCIOLTEZZA - E la capacità dellindividuo di compiere movimenti con unampia escursione articolare. E la capacità dellindividuo di compiere movimenti con unampia escursione articolare. Nella ginnastica artistica maschile si cerca di dare scioltezza sia al cingolo scapolo – omerale, che a quello coxo – femorale. Nella ginnastica artistica maschile si cerca di dare scioltezza sia al cingolo scapolo – omerale, che a quello coxo – femorale.ESERCIZI Spaccata destra – spaccata sinistra – spaccata frontale – schiacciata del busto sulle gambe (divaricate e chiuse). Spaccata destra – spaccata sinistra – spaccata frontale – schiacciata del busto sulle gambe (divaricate e chiuse). Traslocazioni della bacchetta in avanti e dietro. Traslocazioni della bacchetta in avanti e dietro.

21 P.F.S. - potenziamento agli attrezzi - SI RIPORTANO ALCUNI ESEMPI DI POTENZIAMENTO CORPO LIBERO ( a terra squadra a gambe divaricate o chiuse in appoggio sugli arti superiori – come sopra aprire e chiudere le gambe – verticale dimpostazione a gambe chiuse e/o divaricate – verticale ritta e spostamento delle mani avanti e dietro – da un piano rialzato salto giro avanti – salita alla fune solo braccia – piegamenti a 90° - piegamenti in verticale tenute – piegamenti con battuta di mani) CORPO LIBERO ( a terra squadra a gambe divaricate o chiuse in appoggio sugli arti superiori – come sopra aprire e chiudere le gambe – verticale dimpostazione a gambe chiuse e/o divaricate – verticale ritta e spostamento delle mani avanti e dietro – da un piano rialzato salto giro avanti – salita alla fune solo braccia – piegamenti a 90° - piegamenti in verticale tenute – piegamenti con battuta di mani) PARALLELE (oscillazioni e verticali – contropiegamenti in verticale – posizione di squadra:piegamenti – massima squadra e orizzontale a gambe divaricate) PARALLELE (oscillazioni e verticali – contropiegamenti in verticale – posizione di squadra:piegamenti – massima squadra e orizzontale a gambe divaricate) ANELLI ( squadra + verticale 5 – orizzontale avanti, dietro, kippe squadra, verticale 3, orizzontale) ANELLI ( squadra + verticale 5 – orizzontale avanti, dietro, kippe squadra, verticale 3, orizzontale) CORPO LIBERO – ANELLI – PARALLELE (lavoro specifico sulle verticali) CORPO LIBERO – ANELLI – PARALLELE (lavoro specifico sulle verticali)

22 GLI ATTREZZI FACILITANTI Sono tutti quegli attrezzi, lo dice la parola stessa FACILITANTI e cioè che aiutano il ginnasta nellapprendimento di un movimento o una serie di essi. Essi cercano, tra laltro, di rendere un movimento anche divertente. Sono tutti quegli attrezzi, lo dice la parola stessa FACILITANTI e cioè che aiutano il ginnasta nellapprendimento di un movimento o una serie di essi. Essi cercano, tra laltro, di rendere un movimento anche divertente. SI RIPORTANO ALCUNI ESEMPI DI ATTREZZI FACILITANTI GIOVANNINO GIOVANNINO TRAMPOLINO e TRAMPOLONE TRAMPOLINO e TRAMPOLONE PEDANA DEL VOLTEGGIO PEDANA DEL VOLTEGGIO PEDANA ELASTICA PEDANA ELASTICA CAVALLO CON O SENZA MANIGLIE CAVALLO CON O SENZA MANIGLIE FUNGO FUNGO ELASTICI ELASTICI CINTURINI CINTURINI BUCHE PARACADUTE BUCHE PARACADUTE CARRUCOLE PER GLI ANELLI CARRUCOLE PER GLI ANELLI

23 MOVIMENTI DI BASE AGLI ATTREZZI Con essi intendiamo tutti quei movimenti senza i quali non è possibile apprendere le diverse difficoltà ai 6 attrezzi. Con essi intendiamo tutti quei movimenti senza i quali non è possibile apprendere le diverse difficoltà ai 6 attrezzi. CORPO LIBERO CORPO LIBERO CAVALLO CON MANIGLIE e FUNGO CAVALLO CON MANIGLIE e FUNGO ANELLI ANELLI VOLTEGGIO e TRAMPOLINO VOLTEGGIO e TRAMPOLINO PARALLELE PARALLELE SBARRA SBARRA Un capitolo a parte meriterebbe la COREOGRAFIA di cui si tratterà a voce.

24 MOVIMENTI DI BASE – CORPO LIBERO - Serie di kippe Serie di kippe Ribaltate Ribaltate Studio rondate Studio rondate Salti avanti (raggruppati – carpiati – tesi) Salti avanti (raggruppati – carpiati – tesi) Salti avanti smezzati Salti avanti smezzati Flic flac avanti (in combinazione) Flic flac avanti (in combinazione) Fli flac dietro Fli flac dietro Flic flac senza mani (da rondata o flic) Flic flac senza mani (da rondata o flic) Rondata flic flac salto teso Rondata flic flac salto teso

25 MOVIMENTI DI BASE – CAVALLO CON MANIGLIE - Forbici frontali Forbici frontali Forbici dorsali Forbici dorsali Mulinelli al fungo Mulinelli al fungo Mulinelli trasversali Mulinelli trasversali Mulinelli longitudinali Mulinelli longitudinali Spostamenti avanti e dietro longitudinali Spostamenti avanti e dietro longitudinali Mulinelli groppa – maniglia Mulinelli groppa – maniglia Mulinelli maniglia – groppa Mulinelli maniglia – groppa Mulinelli al fungo con 1 maniglia Mulinelli al fungo con 1 maniglia Thomas al fungo Thomas al fungo

26 MOVIMENTI DI BASE – ANELLI - Oscillazioni Oscillazioni Voltabraccia frontali Voltabraccia frontali Voltabraccia dorsali Voltabraccia dorsali Verticale tenuta da 5 in poi Verticale tenuta da 5 in poi Elementi stati di forza (minimo 2) Elementi stati di forza (minimo 2) Verticali su appoggi a 45° Verticali su appoggi a 45° Salto teso di finale Salto teso di finale Lavoro con elastici e potenziometro Lavoro con elastici e potenziometro

27 MOVIMENTI DI BASE – VOLTEGGIO – TRAMPOLINO - VOLTEGGIOTRAMPOLINO Studio della rincorsasalto teso avanti Capovoltosalto teso avanti con ½ giro Rondatasalto teso dietro salto teso dietro con ½ giro doppio salto avanti doppio salto dietro

28 MOVIMENTI DI BASE – PARALLELE - Oscillazioni massima squadra e 10 verticali Oscillazioni massima squadra e 10 verticali Oscillazioni su appoggi e 10 verticali Oscillazioni su appoggi e 10 verticali Oscillazioni in appoggio Oscillazioni in appoggio Oscillazioni brachiali Oscillazioni brachiali Oscillazioni in sospensione Oscillazioni in sospensione Kippe lunga e kippe breve Kippe lunga e kippe breve Squadra verticale 2 Squadra verticale 2 Verticale cambio avanti e dietro Verticale cambio avanti e dietro Studio contro kippe Studio contro kippe Salto avanti in uscita Salto avanti in uscita Salto dietro teso in uscita Salto dietro teso in uscita Preparazioni al dietro front Preparazioni al dietro front

29 MOVIMENTI DI BASE – SBARRA - Oscillazioni (palmari – dorsali – cubitali) Oscillazioni (palmari – dorsali – cubitali) Oscillazioni con cambio simultaneo (palmari – dorsali) Oscillazioni con cambio simultaneo (palmari – dorsali) Serie di 3 kippe Serie di 3 kippe Cambi di fronte continuati Cambi di fronte continuati Capovolta verticale Capovolta verticale Granvolta di petto e di dorso Granvolta di petto e di dorso Giro ENDO Giro ENDO Giro STALDER Giro STALDER Infilata traslocazione Infilata traslocazione Salto finale teso di dorso Salto finale teso di dorso Salto finale teso di petto Salto finale teso di petto

30 QUANTE ORE LA SETTIMANA ALLENARE? OBBLIGATORI ALLIEVI: OBBLIGATORI ALLIEVI: 3 volte la settimana x 2 ore = totale 6 ore 3 volte la settimana x 2 ore = totale 6 ore OBBLIGATORI JUNIOR/SENIOR: OBBLIGATORI JUNIOR/SENIOR: 4 volte la settimana x 3 ore = totale 12 ore LIBERI JUNIOR/SENIOR: LIBERI JUNIOR/SENIOR: 6 volte la settimana x 3 – 3 ½ ore = totale 18/20 ore

31 PERCHE ALLENARE TANTO? Facciamo un esempio di programmazione settimanale: LUNEDICLCMANPAR MARTEDISBCLCMANVOL MERCOLEDIPARSBCLCM GIOVEDIANPARSBCLVOL VENERDICMANPARSB SABATOCLCMVOLPAR TOTALECLCMANVOLPARSB minuti ad attrezzo = 2 ore Riscaldamento + P.F.G. + P.F.S. + scioltezza + tenuta = 90 minuti TOTALE 3 ORE e ½

32 PROGRAMMARE GLI ESERCIZI OBBLIGATORI > allievi – camp. serie C OBBLIGATORI > allievi – camp. serie C LIBERI > junior – senior – camp. serie B LIBERI > junior – senior – camp. serie B TEAM ITALIA > camp. serie A – competizioni Internazionali TEAM ITALIA > camp. serie A – competizioni Internazionali SERIE C obbligatori = PUNTI 9.80 SERIE C obbligatori = PUNTI 9.80 SERIE B 3 A - 2 B - 1 C = PUNTI 9.80 SERIE B 3 A - 2 B - 1 C = PUNTI 9.80 SERIE A 4 A - 3 B - 2 C - 1 D = PUNTI 9.50 SERIE A 4 A - 3 B - 2 C - 1 D = PUNTI C = C = D = D = E = E = Super E = Super E = 0.50

33


Scaricare ppt "La ginnastica artistica tra ESERCIZI e CORPO GIUDICANTE."

Presentazioni simili


Annunci Google