La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Uso della forza e Carta ONU. Mantenimento della pace Scopo primo ONU: art. 1, par. 1 Art. 2, par. 4 Sistema di sicurezza Carta Competenza principale Consiglio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Uso della forza e Carta ONU. Mantenimento della pace Scopo primo ONU: art. 1, par. 1 Art. 2, par. 4 Sistema di sicurezza Carta Competenza principale Consiglio."— Transcript della presentazione:

1 Uso della forza e Carta ONU

2 Mantenimento della pace Scopo primo ONU: art. 1, par. 1 Art. 2, par. 4 Sistema di sicurezza Carta Competenza principale Consiglio Sicurezza (art. 24, par. 1) Competenza limitata Assemblea generale Alcune competenze Segretario generale

3 Assemblea generale Composizione Maggioranze: art. 18; consensus Art. 10: ogni questione relativa al mantenimento pace – Art. 14: Discutere e fare raccomandazioni Competenza sempre CS: Art. 12, par. 1: della questione si sta occupando il CS Art. 11, par. 2: necessaria azione Uniting for Peace (1950)

4 Consiglio di Sicurezza Composizione Procedure votazioni: art. 27: questioni procedurali e non procedurali Veto Proposte di riforma CS R2P e obbligo di non porre il veto – Prassi Siria in senso contrario

5 Capitolo VI Carta Funzione conciliativa CS Controversie pericolose per la pace internazionale Competenza non esclusiva Contenuto

6 Capitolo VII Funzione coercitiva Competenza esercitata con frequenza dopo 1990 Anche con riguardo situazioni interne ad un Paese Presupposti: art. 39: discrezionalità CS: Aggressione, violazione della pace, aggressione – Manca definizione aggressione – Ris. AG 3314/1974

7 Limiti attività CS nel Capitolo VII Rispetto Carta Cannizzaro: anche, principi di diritto internazionale nella Carta – Diritti uomo? Jus cogens? Come far valere violazione limiti? Lockerbie 1992

8 Minaccia alla pace Presupposto più richiamato nella prassi Es.: emergenze umanitarie; gravi e sistematiche violazioni diritti umani; colpi di Stato; crisi interne (Libia); terrorismo Dottrina: ruolo CS a tutela interessi fondamentali comunità internazionale Reazione istituzionalizzata a gravi illeciti? Cannizzaro: tendenza a istituzionalizzarsi della comunità internazionale No obbligo di astensione Stato membro in causa

9 Art. 40 Misure provvisorie – Es.: cessate il fuoco Non vincolanti (raccomandazione)

10 Misure non implicanti uso della forza Art. 41 – Decisioni – fonti 3° grado – Anche, raccomandazioni Contenuto Smart sanctions e sanzioni individuali

11 Altra prassi Atti di governo di territori – UNTAC – Cambogia (ris. 745/1992) – no riferimento Cap. VII – UNMIK – Kosovo (ris. 1244/1999, Cap. VII) – UNTAET – Timor est (ris. 1272/1999, Cap. VII) Istituzione tribunali penali internazionali – ICTY – ris. 827/1993 – ICTR – ris. 955/1994 – Acting under Chapter VII of the Charter – Forma di governo di territori?

12 Quale fondamento nella Carta? Cannizzaro: art. 41 – ICTY Tadic 1995 Alcuni: art. 41 non applicabile a individui Altri: deve persistere minaccia alla pace Art. 24.1: poteri residui CS – Critica: solo poteri previsti nella Carta Conforti: norma consuetudinaria ad hoc Picone: CS organo materiale comunità internazionale Arangio-Ruiz: violazione della Carta

13 Misure implicanti uso della forza Artt. 42 ss. Azione di polizia internazionale Risoluzioni operative Articoli mai applicati – Ma qualcuno non esclude reviviscenza Consiglio ha agito in modi diversi

14 Peace-keeping Operations Istituite già a partire anni 50, soprattutto dal 1988 Delega CS a Segretario generale; conclusione accordi con Stati membri Catena di comando arriva al Segretario Funzione peace-keeping Consenso Stato/i territoriali Uso della forza solo per legittima difesa Forze devono rispettare diritto umanitario Fondamento: Cannizzaro art. 42

15 Peace-enforcing Funzione di imporre il ristabilimento della pace Estensione mandato forze peace-keeping Es.: Somalia 1992 ss.

16 Peace-building Amministrazione territori dopo guerre, conflitti civili Cannizzaro: art. 42

17 Autorizzazione alluso della forza da parte Stati Guerra in Corea – 1950 Guerra del Golfo – 1991 Crisi interne – Timor est – Irak Blocchi navali, operazioni aeree Libia 2011

18 Fondamento autorizzazioni Alcuni sono casi di legittima difesa – Kuwait In altri vi è il consenso Stato territoriale – Missione Alba in Albania In tutti gli altri: varie soluzioni Art. 42: delega agli Stati – CEDU Behrami e Saramati Art. 53: delega ad organizzazioni regionali – Ma I protagonisti sono gli Stati

19 Cannizzaro Il diritto internazionale generale considera anche le autorizzazioni rientranti nel sistema ONU e perciò lecite

20 Divieto di uso della forza e Cap. VII Attuazione Capitolo VII è condizione per lapplicazione del divieto di uso della forza? Cannizzaro: no, evoluzione del divieto indipendente da Carta ONU CIG Stretto di Corfù 1949 Cap. VII non è sistema di sanzione di illeciti internazionali

21 Organizzazioni regionali Cap. VIII Carta OSA, NATO, UA, ECOWAS, OSCE, UE, Patto di Varsavia Art. 52: regolamento amichevole delle controversie Art. 53: delega da CS uso forza: organi decentrati Art. 51: legittima difesa collettiva

22 NATO Art. 5 Trattato di Washington 1949: legittima difesa collettiva 1991: azioni fuori area su richiesta ONU Kosovo: 1999: intervento NATO: no autorizzazione – Intervento umanitario? – Che fondamento in Trattato NATO? Dottrina strategica 2010: ampia competenza nella gestione e prevenzione crisi internazionali Non necessaria autorizzazione ONU


Scaricare ppt "Uso della forza e Carta ONU. Mantenimento della pace Scopo primo ONU: art. 1, par. 1 Art. 2, par. 4 Sistema di sicurezza Carta Competenza principale Consiglio."

Presentazioni simili


Annunci Google