La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Libertà Istituto San Giuseppe di Lugo Anno Scolastico 2013-2014 19 dicembre 2013 Classi III A e III B.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Libertà Istituto San Giuseppe di Lugo Anno Scolastico 2013-2014 19 dicembre 2013 Classi III A e III B."— Transcript della presentazione:

1 La Libertà Istituto San Giuseppe di Lugo Anno Scolastico dicembre 2013 Classi III A e III B

2 LIBERTA INGLESE ARTE EDUCAZIONE FISICA RELIGIONE TECNOLOGIA FRANCESE SCIENZE MUSICA ITALIANO STORIA GEOGRAFIA

3 Italiano Strumenti per lanalisi del documento cinematografico Strumenti per lanalisi del documento cinematografico Freedom writers: la scuola come strumento di promozione sociale e di convivenza civile Freedom writers: la scuola come strumento di promozione sociale e di convivenza civile Bella: affrontare scelte difficili Bella: affrontare scelte difficili Gattaca: libertà e progresso scientifico Gattaca: libertà e progresso scientifico Orizzonti di gloria: libertà e carriera, libertà di non eseguire gli ordini, pena di morte Orizzonti di gloria: libertà e carriera, libertà di non eseguire gli ordini, pena di morte

4 Gattaca Libertà e progresso scientifico. Libertà e progresso scientifico.

5 Bella Affrontare scelte difficili e trovare altre possibilità dazione. Affrontare scelte difficili e trovare altre possibilità dazione.

6 Freedom writers La scuola come strumento di promozione sociale e di convivenza civile.

7 Storia Caratteristiche dello Stato e forme di governo Caratteristiche dello Stato e forme di governo La divisione dei poteri La divisione dei poteri Storia dei diritti e della democrazia Storia dei diritti e della democrazia Democrazia ieri e oggi Democrazia ieri e oggi Tolleranza Tolleranza Evoluzione dello Stato italiano Evoluzione dello Stato italiano La Costituzione e lAssemblea costituente La Costituzione e lAssemblea costituente

8 Orizzonti di gloria Libertà e carriera, libertà e pena di morte, libertà di non eseguire gli ordini.

9 Geografia Etnie, culture, lingue e religioni diverse Etnie, culture, lingue e religioni diverse Diritti e diritti negati: schiavitù nel mondo: lavoro minorile, emarginazione, sfruttamento Diritti e diritti negati: schiavitù nel mondo: lavoro minorile, emarginazione, sfruttamento Apartheid Apartheid

10 Inglese

11 FREEDOM IN THE ENGLISH- SPEAKING WORLD TWO FESTIVITIES IN NEW YORK: INDEPENDENCE DAY AND THANKSGIVING TWO FESTIVITIES IN NEW YORK: INDEPENDENCE DAY AND THANKSGIVING NYC: THE MELTING POT NYC: THE MELTING POT ELLIS ISLAND AND THE STATUE OF LIBERTY ELLIS ISLAND AND THE STATUE OF LIBERTY THE FIRST EUROPEANS: THE PILGRIM FATHERS THE FIRST EUROPEANS: THE PILGRIM FATHERS THE AMERICAN REVOLUTION AND GEORGE WASHINGTON THE AMERICAN REVOLUTION AND GEORGE WASHINGTON FREEDOM IN MY LIFE BRITISH AND AMERICAN SCHOOLS: SCHOOLS IN GREAT BRITAN AND IN THE USA BRITISH AND AMERICAN SCHOOLS: SCHOOLS IN GREAT BRITAN AND IN THE USA SUMMERHILL SCHOOL: A BOARDING AND DEMOCRATIC SCHOOL SUMMERHILL SCHOOL: A BOARDING AND DEMOCRATIC SCHOOL

12

13 Musica

14

15 Arte Il MURALE (al plurale MURALES) Il MURALE (al plurale MURALES) I murales sono rappresentazioni pittoriche di scene per lo più d'ispirazione socialpopolare, talvolta con intenti politici, eseguite, anche a più mani, su muri, facciate di edifici, grandi pannelli di materiale vario, in genere posti in luoghi aperti. Nei murales la semplicità, spontanea o voluta, del tratto, insieme con la vivacità dei colori, crea un effetto di grande immediatezza visiva. I murales sono rappresentazioni pittoriche di scene per lo più d'ispirazione socialpopolare, talvolta con intenti politici, eseguite, anche a più mani, su muri, facciate di edifici, grandi pannelli di materiale vario, in genere posti in luoghi aperti. Nei murales la semplicità, spontanea o voluta, del tratto, insieme con la vivacità dei colori, crea un effetto di grande immediatezza visiva. Il termine 'murales' indica, in generale, una pittura realizzata o applicata su una parete. La parola, dunque, non circoscrive tale pratica a una precisa epoca storica o località geografica. Nell'accezione moderna, però, il termine tende a evocare una pittura di grandi dimensioni dalla marcata connotazione politica, ideologica e sociale, eseguita sui muri delle strade o in ambienti chiusi, e offerta al godimento della collettività. Il termine 'murales' indica, in generale, una pittura realizzata o applicata su una parete. La parola, dunque, non circoscrive tale pratica a una precisa epoca storica o località geografica. Nell'accezione moderna, però, il termine tende a evocare una pittura di grandi dimensioni dalla marcata connotazione politica, ideologica e sociale, eseguita sui muri delle strade o in ambienti chiusi, e offerta al godimento della collettività.

16 Il GRAFFITO o Writing come disegno sulla parete deve essere esclusivamente disegnato con le bombolette spray (o aerosol, da cui AEROSOL ART ), sono riconoscibili grazie alle coloratissime e illeggibili scritte, ai particolari effetti cromatici che si ottengono con gli spray e a quelle strane figure molto somiglianti a caricature e fumetti. Le complicate scritte che di solito non vengono comprese, sono in realta' frasi o parole con una particolare evoluzione grafica delle lettere ( evoluzione del lettering ) che le rende irriconoscibili. Il GRAFFITO o Writing come disegno sulla parete deve essere esclusivamente disegnato con le bombolette spray (o aerosol, da cui AEROSOL ART ), sono riconoscibili grazie alle coloratissime e illeggibili scritte, ai particolari effetti cromatici che si ottengono con gli spray e a quelle strane figure molto somiglianti a caricature e fumetti. Le complicate scritte che di solito non vengono comprese, sono in realta' frasi o parole con una particolare evoluzione grafica delle lettere ( evoluzione del lettering ) che le rende irriconoscibili. Il writing nacque da una tag, quando nel 1983 il diciassettenne greco Demetrius, noto come Taki, decorò i muri di New York col proprio nome scritto con una bomboletta spray. Da quel momento si cominciò a parlare del writing e della competizione tra le diverse crew, ovvero bande di teen-agers, che nelle scritte trovarono un mezzo per manifestare la supremazia verso il proprio territorio, il loro disagio sociale di minoranze etniche e il loro diritto alla parola. Dalle tag ai graffiti il passo fu breve, e presto le superfici dei muri newyorkesi si riempirono di angeli-pipistrello disegnati da Keith Haring e dei graffiti dissacranti di Jean Michel Basquiat. Il writing nacque da una tag, quando nel 1983 il diciassettenne greco Demetrius, noto come Taki, decorò i muri di New York col proprio nome scritto con una bomboletta spray. Da quel momento si cominciò a parlare del writing e della competizione tra le diverse crew, ovvero bande di teen-agers, che nelle scritte trovarono un mezzo per manifestare la supremazia verso il proprio territorio, il loro disagio sociale di minoranze etniche e il loro diritto alla parola. Dalle tag ai graffiti il passo fu breve, e presto le superfici dei muri newyorkesi si riempirono di angeli-pipistrello disegnati da Keith Haring e dei graffiti dissacranti di Jean Michel Basquiat.

17 ILLEGALITA Sono nati anche per questo. Per sfidare la legalità e l'ordine metropolitano. I graffiti sono diventati un'emergenza per le maggiori capitali del mondo. Tra criminalizzazione e integrazione, le amministrazioni metropolitane devono fare i conti con le bande, i teppisti, gli artisti. New York, Parigi e Londra hanno messo a disposizione vecchi muri e palazzi dove si possono realizzare i graffiti. Ma il problema resta perché i tags non possono essere recintati ed invadono continuamente spazi. Ogni anno i bilanci comunali devono destinare svariati miliardi per pulire strade e metro. A Los Angeles, è stato creato un distretto di polizia incaricato proprio di lottare contro i graffiti. Si chiama TAGNET, ovvero "tagger and graffiti network enforcement team", ed è un gruppo di repressione.

18 THE CITY OF PHILADELPHIA MURAL ARTS PROGRAM unisce artisti e comunità attraverso un processo collaborativo che mescola la storia dei luoghi con la street art, trasformando gli spazi pubblici, spesso in modo incredibile. La mole di lavori realizzati è veramente notevole: in 27 anni di vita questo progetto ha prodotto ben creazioni! capace di decifrare e scovare i graffitisti di tutto il Sud California.

19 STREET ART: BANKSY STREET ART: BANKSY È uno dei maggiori esponenti della street art. Si sa di lui che è cresciuto a Bristol ma la sua vera identità è tenuta nascosta. Le sue opere sono spesso a sfondo satirico e riguardano argomenti come la politica, la cultura e l'etica. La tecnica che preferisce per i suoi lavori di guerrilla art è da sempre lo stencil, che proprio con Banksy è arrivato a riscuotere un successo sempre maggiore presso street artist di tutto il mondo. I suoi stencil hanno cominciato ad apparire proprio a Bristol, poi a Londra, in particolare nelle zone a nordest, e a seguire nelle maggiori capitali europee, notevolmente non solo sui muri delle strade, ma anche nei posti più impensati come le gabbie dello zoo di Barcellona. È uno dei maggiori esponenti della street art. Si sa di lui che è cresciuto a Bristol ma la sua vera identità è tenuta nascosta. Le sue opere sono spesso a sfondo satirico e riguardano argomenti come la politica, la cultura e l'etica. La tecnica che preferisce per i suoi lavori di guerrilla art è da sempre lo stencil, che proprio con Banksy è arrivato a riscuotere un successo sempre maggiore presso street artist di tutto il mondo. I suoi stencil hanno cominciato ad apparire proprio a Bristol, poi a Londra, in particolare nelle zone a nordest, e a seguire nelle maggiori capitali europee, notevolmente non solo sui muri delle strade, ma anche nei posti più impensati come le gabbie dello zoo di Barcellona.street artsatiricopoliticaculturaeticaguerrilla artstencilLondra Barcellonastreet artsatiricopoliticaculturaeticaguerrilla artstencilLondra Barcellona

20 Educazione fisica 1 Libertà nello sport 2 Diritto allo sport 3 Carta europea dello sport

21 Tecnologia

22 La Ricchezza di denaro e la Ricchezza interiore …

23

24 Lorganisation du pouvoir en France au XVIIIe siècle. À partir du XVIIe siècle, le pouvoir en France est entièrement dans les mains du Roi et cest sous le règne de Louis XIV que saffirme la MONARCHIE ABSOLUE … règne seul … na pas de Premier Ministre … affirme quil tient son pouvoir de Dieu … met la noblesse à lécart, en installant la cour à Versailles Le Roi …

25 Monarchie absolue: les symboles du pouvoir Fleures de lys = Monarchie Couronne = èléction de Dieu Épée = Fonction militaire Main de justice = Fonction de justice Louis XIV, le Roi Soleil

26 Louis XVI et les Trois États La société française est partagée en trois ordres: Clergé Noblesse Tiers État inégalité

27 XVIIIe siècle: le Siècle des Lumières Les philosopes des Lumières contestent la monarchie absolue Montesquieu Voltaire Rousseau La séparation des pouvoirs La tolérance La souveraineté du peuple

28 Les causes de la révolution Insatisfaction du peuple par rapport à linégalité sociale Trop dimpôts Problèmes économiques Nouvelles idées philosophiques Le Roi a trop dépensé pour combattre lAngleterre Intempéries, perte des cultures, famine

29 Étapes fondamentales de la Révolution Mai 1789 États Généraux Mai 1789 États Généraux Juin 1789 le Tiers État sautoproclame Assemblée Nationale Juin 1789 le Tiers État sautoproclame Assemblée Nationale 14 juillet 1789 Prise de la Bastille > devise Liberté, Égalité, Fraternité 14 juillet 1789 Prise de la Bastille > devise Liberté, Égalité, Fraternité 26 août 1789 Déclaration de Droits de lHomme 26 août 1789 Déclaration de Droits de lHomme 1793 La Terreur: le tribunal révolutionnaire décide dexécuter tous ceux qui ne sont pas daccord avec lui 1793 La Terreur: le tribunal révolutionnaire décide dexécuter tous ceux qui ne sont pas daccord avec lui 21 janvier 1793 Louis XVI est guillotiné 21 janvier 1793 Louis XVI est guillotiné 16 octobre 1793 Marie Antoinette est guillotinée 16 octobre 1793 Marie Antoinette est guillotinée 9 novembre 1799 coup détat de Napoléon 9 novembre 1799 coup détat de Napoléon

30 26 août 1789: Déclaration des Droits de lHomme 17 articles

31 Article 1er Les hommes naissent et demeurent libres et égaux en droits. Les distinctions sociales ne peuvent être fondées que sur l'utilité commune. Article 2 Le but de toute association politique est la conservation des droits naturels et imprescriptibles de l'Homme. Ces droits sont la liberté, la propriété, la sûreté, et la résistance à l'oppression. Article 4 La liberté consiste à pouvoir faire tout ce qui ne nuit pas à autrui: ainsi, l'exercice des droits naturels de chaque homme n'a de bornes que celles qui assurent aux autres Membres de la Société la jouissance de ces mêmes droits. Ces bornes ne peuvent être déterminées que par la Loi. Les articles principaux

32 Article 6 La Loi est l'expression de la volonté générale. Tous les Citoyens ont droit de concourir personnellement, ou par leurs Représentants, à sa formation. Elle doit être la même pour tous, soit qu'elle protège, soit qu'elle punisse. Tous les Citoyens étant égaux à ses yeux sont également admissibles à toutes dignités, places et emplois publics, selon leur capacité, et sans autre distinction que celle de leurs vertus et de leurs talents. Article 8 La Loi ne doit établir que des peines strictement et évidemment nécessaires, et nul ne peut être puni qu'en vertu d'une Loi établie et promulguée antérieurement au délit, et légalement appliquée. Article 9 Tout homme étant présumé innocent jusqu'à ce qu'il ait été déclaré coupable, s'il est jugé indispensable de l'arrêter, toute rigueur qui ne serait pas nécessaire pour s'assurer de sa personne doit être sévèrement réprimée par la loi.

33 Article 10 Nul ne doit être inquiété pour ses opinions, même religieuses, pourvu que leur manifestation ne trouble pas l'ordre public établi par la Loi. Article 11 La libre communication des pensées et des opinions est un des droits les plus précieux de l'Homme: tout Citoyen peut donc parler, écrire, imprimer librement, sauf à répondre à l'abus de cette liberté dans les cas déterminés par la Loi.

34 À vous maintenant… Quest-ce que cest pour vous la liberté? Quest-ce que cest pour vous la liberté? Et la fraternité? Et la fraternité? Aujourdhui on peut parler dégalité? Aujourdhui on peut parler dégalité?

35 BrainPOP: la Révolution Française Retrouvez le vidéo ici

36 LIBERTA E RESPONSABILITA CREAZIONE ADAMO ED EVA CAINO ED ABELE IL PECCATO CHE PORTA AL DILUVIO LA TORRE DI BABELE Religione

37 CREAZIONE Libertà, responsabilità e DECISIONE

38 ADAMO ED EVA Libertà, responsabilità e SCELTA

39 CAINO ED ABELE Libertà, responsabilità e RISPETTO

40 IL PECCATO CHE PORTA AL DILUVIO Libertà, responsabilità e UMILTA

41 LA TORRE DI BABELE Libertà, responsabilità e VERITA

42 LIBERTA E: Riconoscere la verità dei propri limiti Fare delle scelte e portarle avanti con responsabilità La mia libertà finisce dove comincia quella dellaltro Saper prendere decisioni Avere lumiltà di fermarsi dove non posso andare oltre La libertà non è fare ciò che si vuole ma volere ciò che si fa.

43 ECOLOGIA LUOMO INTERPRETE DEL BENE E DEL MALE ESISTE UNUNICA RAZZA UMANA LUOMO CON LA TECNICA SI FA PADRONE DELLA VITA LA LOGICA DELLAVERE E DEL POSSEDERE TUTTO LA LIBERTÁ SCIENZE

44 ECOLOGIA

45 LUOMO INTERPRETE DEL BENE E DEL MALE

46 ESISTE UNUNICA RAZZA UMANA

47 LUOMO CON LA TECNICA SI FA PADRONE DELA VITA

48 LA LOGICA DELLAVERE E DEL POSSEDERE TUTTO


Scaricare ppt "La Libertà Istituto San Giuseppe di Lugo Anno Scolastico 2013-2014 19 dicembre 2013 Classi III A e III B."

Presentazioni simili


Annunci Google