La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE PROCEDURE CONCORSUALI 1.FALLIMENTO 2.CONCORDATO PREVENTIVO 3.LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA 4.AMMINSTRAZIONE STRAORDINARIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE PROCEDURE CONCORSUALI 1.FALLIMENTO 2.CONCORDATO PREVENTIVO 3.LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA 4.AMMINSTRAZIONE STRAORDINARIA."— Transcript della presentazione:

1 LE PROCEDURE CONCORSUALI 1.FALLIMENTO 2.CONCORDATO PREVENTIVO 3.LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA 4.AMMINSTRAZIONE STRAORDINARIA

2 LE PROCEDURE CONCORSUALI DEFINIZIONE Limprenditore commerciale che si trovi in stato dinsolvenza deve essere sottoposto ad una delle PROCEDURE ESECUTIVE ( fallimento,concordato preventivo,liquidazione coatta amministrativa,amministrazione straordinaria ) previste dal decreto regio del 1942 (modificato dal d.lgs. n.° 5 del 2006). Queste si chiamano concorsuali poiché differiscono da quelle individuali in quanto proposte dal singolo creditore, munito di titolo esecutivo, nei confronti di un proprio debitore inadempiente.

3 LE PROCEDURE CONCORSUALI: IL FALLIMENTO CARATTERI - Concorsualità = il patrimonio del fallito ( soggetto insolvente) è messo a disposizione non di un solo creditore ma di tutti i creditori. Nel fallimento non è necessario che il creditore sia munito di titolo di credito ma che dimostri di essere creditore. I creditori concorrono tutti a parità di condizioni ( par condicio creditorum) tranne per quelli che vantano una causa legittima di prelazione ( creditori privilegiati) ossia una garanzia reale ( pegno o ipoteca ). Gli altri si definiscono chirografari CARATTERI - Concorsualità = il patrimonio del fallito ( soggetto insolvente) è messo a disposizione non di un solo creditore ma di tutti i creditori. Nel fallimento non è necessario che il creditore sia munito di titolo di credito ma che dimostri di essere creditore. I creditori concorrono tutti a parità di condizioni ( par condicio creditorum) tranne per quelli che vantano una causa legittima di prelazione ( creditori privilegiati) ossia una garanzia reale ( pegno o ipoteca ). Gli altri si definiscono chirografari

4 LE PROCEDURE CONCORSUALI: IL FALLIMENTO CARATTERI delladempimento delle obbligazioni con tutti i beni presenti e futuri. -Universalità = il fallimento colpisce non singoli beni del debitore ma tutti i beni ed i diritti, egli è, quindi, spossessato dei propri beni. È per questo motivo che secondo il principio della responsabilità patrimoniale il debitore risponde delladempimento delle obbligazioni con tutti i beni presenti e futuri. CARATTERI delladempimento delle obbligazioni con tutti i beni presenti e futuri. -Universalità = il fallimento colpisce non singoli beni del debitore ma tutti i beni ed i diritti, egli è, quindi, spossessato dei propri beni. È per questo motivo che secondo il principio della responsabilità patrimoniale il debitore risponde delladempimento delle obbligazioni con tutti i beni presenti e futuri.

5 LE PROCEDURE CONCORSUALI: IL FALLIMENTO CARATTERI interesse pubblico - Ufficiosità = può essere proposto su iniziativa del Pubblico Ministero al contrario di quanto accade per lesecuzione individuale che è proposta solo dal creditore. Questo perché il fallimento persegue anche finalità di interesse pubblico CARATTERI interesse pubblico - Ufficiosità = può essere proposto su iniziativa del Pubblico Ministero al contrario di quanto accade per lesecuzione individuale che è proposta solo dal creditore. Questo perché il fallimento persegue anche finalità di interesse pubblico

6 LE PROCEDURE CONCORSUALI: IL FALLIMENTO PRESUPPOSTI - Presupposto soggettivo ( chi fallisce?)= gli imprenditori che esercitano unattività commerciale, esclusi gli enti pubblici e i piccoli imprenditori ( investimenti per euro e ricavi per euro). Per gli altri debitori, professionisti,pubblici dipendenti, lavoratori autonomi piccoli imprenditori, cè sempre lazione individuale PRESUPPOSTI - Presupposto soggettivo ( chi fallisce?)= gli imprenditori che esercitano unattività commerciale, esclusi gli enti pubblici e i piccoli imprenditori ( investimenti per euro e ricavi per euro). Per gli altri debitori, professionisti,pubblici dipendenti, lavoratori autonomi piccoli imprenditori, cè sempre lazione individuale

7 LE PROCEDURE CONCORSUALI: IL FALLIMENTO PRESUPPOSTI regolarmente -Presupposto oggettivo ( quando si fallisce ?)= quando non si è in grado di soddisfare regolarmente le proprie obbligazioni. Deve essere chiaro il concetto di: Inadempimento Inadempimento = una o più obbligazioni determinate; Insolvenza Insolvenza = situazione generale che non permette di operare correttamente sul mercato. PRESUPPOSTI regolarmente -Presupposto oggettivo ( quando si fallisce ?)= quando non si è in grado di soddisfare regolarmente le proprie obbligazioni. Deve essere chiaro il concetto di: Inadempimento Inadempimento = una o più obbligazioni determinate; Insolvenza Insolvenza = situazione generale che non permette di operare correttamente sul mercato.

8 LE PROCEDURE CONCORSUALI: IL FALLIMENTO LA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO Il Tribunale della sede principale ed effettiva dellimpresa: obbligatoriamente 1.convoca ( entro un anno dalla cessazione dellattività ) obbligatoriamente il debitore; pre- fallimentare 2.istruisce la fase pre- fallimentare; rigetto SENTENZA DICHIARATIVA 3.adotta la sua decisione di rigetto del fallimento o emette SENTENZA DICHIARATIVA del fallimento. LA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO Il Tribunale della sede principale ed effettiva dellimpresa: obbligatoriamente 1.convoca ( entro un anno dalla cessazione dellattività ) obbligatoriamente il debitore; pre- fallimentare 2.istruisce la fase pre- fallimentare; rigetto SENTENZA DICHIARATIVA 3.adotta la sua decisione di rigetto del fallimento o emette SENTENZA DICHIARATIVA del fallimento.

9 LE PROCEDURE CONCORSUALI: IL FALLIMENTO EFFETTI PER IL FALLITO Effetti patrimoniali Effetti patrimoniali > spossessamento dei beni, pur rimanendone proprietario non ne può disporre, fino allincanto. Effetti personali Effetti personali > limitazione del diritto di corrispondenza e di circolazione. La posta ( anche quella elettronica) deve essere consegnata al curatore, non può allontanarsi dalla residenza. EFFETTI PER IL FALLITO Effetti patrimoniali Effetti patrimoniali > spossessamento dei beni, pur rimanendone proprietario non ne può disporre, fino allincanto. Effetti personali Effetti personali > limitazione del diritto di corrispondenza e di circolazione. La posta ( anche quella elettronica) deve essere consegnata al curatore, non può allontanarsi dalla residenza.

10 LE PROCEDURE CONCORSUALI: IL FALLIMENTO EFFETTI PER I CREDITORI Per quelli principali > far valere il proprio credito Per quelli chirografari > vengono riconosciuti gli interessi maturati fino a quel momento e quindi non quelli successivi. EFFETTI PER I CREDITORI Per quelli principali > far valere il proprio credito Per quelli chirografari > vengono riconosciuti gli interessi maturati fino a quel momento e quindi non quelli successivi.

11 LE PROCEDURE CONCORSUALI: IL FALLIMENTO EFFETTI sui rapporti giuridici pendenti 1.Scioglimento 1.Scioglimento automatico dei contratti, soprattutto di quelli in cui il curatore non può subentrare 2.Prosecuzione 2.Prosecuzione da parte del curatore di quei contratti utili per la massa dei creditori 3.Sospensione 3.Sospensione di quei contratti per cui il curatore si riserva di volerne subentrare EFFETTI sui rapporti giuridici pendenti 1.Scioglimento 1.Scioglimento automatico dei contratti, soprattutto di quelli in cui il curatore non può subentrare 2.Prosecuzione 2.Prosecuzione da parte del curatore di quei contratti utili per la massa dei creditori 3.Sospensione 3.Sospensione di quei contratti per cui il curatore si riserva di volerne subentrare

12 LE PROCEDURE CONCORSUALI: IL FALLIMENTO EFFETTI sugli atti pregiudizievoli ai creditori revocatoria fallimentare Per evitare che il fallito possa compiere atti, che in vista del fallimento, possano impoverire il patrimonio. In questo caso il giudice emette una revocatoria fallimentare. tre anni Questa non può essere più proposta dopo che sono passati tre anni dalla dichiarazione di fallimento EFFETTI sugli atti pregiudizievoli ai creditori revocatoria fallimentare Per evitare che il fallito possa compiere atti, che in vista del fallimento, possano impoverire il patrimonio. In questo caso il giudice emette una revocatoria fallimentare. tre anni Questa non può essere più proposta dopo che sono passati tre anni dalla dichiarazione di fallimento

13 Le procedure concorsuali: Il fallimento,gli organi GLI ORGANI 1.Il tribunale fallimentare 1.Il tribunale fallimentare> nomina il giudice delegato,decide i reclami, paga il curatore. 2.Il giudice delegato> 2.Il giudice delegato> controlla loperato del curatore, nomina il comitato dei creditori 3.Il curatore> 3.Il curatore>amministra il patrimonio fallimentare,realizza gli interessi della massa dei creditori. Sono avocati, commercialisti,ragionieri ecc… presenta la relazione fallimentare. 4.Il comitato dei soci> 4.Il comitato dei soci> composto da 3 o 5 mebri è un organo consultivo con pareri non vincolanti GLI ORGANI 1.Il tribunale fallimentare 1.Il tribunale fallimentare> nomina il giudice delegato,decide i reclami, paga il curatore. 2.Il giudice delegato> 2.Il giudice delegato> controlla loperato del curatore, nomina il comitato dei creditori 3.Il curatore> 3.Il curatore>amministra il patrimonio fallimentare,realizza gli interessi della massa dei creditori. Sono avocati, commercialisti,ragionieri ecc… presenta la relazione fallimentare. 4.Il comitato dei soci> 4.Il comitato dei soci> composto da 3 o 5 mebri è un organo consultivo con pareri non vincolanti

14 Le procedure concorsuali: Il fallimento, le fasi IL CURATORE DEVE 1.Acquisire e conservare lattivo> 1.Acquisire e conservare lattivo> sigilli,inventario,presa in consegna,elenco creditori. 2.Accertare il passivo ( verifica crediti)> 2.Accertare il passivo ( verifica crediti)> stato del passivo definitivo, insinuazione di credito( domanda del creditore che intende partecipare alle fasi concorsuali) 3.Liquidazione dellattivo ( vendita dei beni )> 3.Liquidazione dellattivo ( vendita dei beni )> recupero del credito, cessione ad altri, transizioni di controversie. 4.Riparto dellattivo ( distribuzione del ricavato )> 4.Riparto dellattivo ( distribuzione del ricavato )> progetto di riparto,rendiconto della gestione. 5.Chiusura del fallimento ed eventuale esdebitazione> 5.Chiusura del fallimento ed eventuale esdebitazione> il fallito in questa fase può proporre ai creditori un concordato fallimentare ossia un accordo e se si è dimostrato meritevole una ESDEBITAZIONE ossia la possibilità di ritenere inesigibili i crediti rimasti insoddisfatti. IL CURATORE DEVE 1.Acquisire e conservare lattivo> 1.Acquisire e conservare lattivo> sigilli,inventario,presa in consegna,elenco creditori. 2.Accertare il passivo ( verifica crediti)> 2.Accertare il passivo ( verifica crediti)> stato del passivo definitivo, insinuazione di credito( domanda del creditore che intende partecipare alle fasi concorsuali) 3.Liquidazione dellattivo ( vendita dei beni )> 3.Liquidazione dellattivo ( vendita dei beni )> recupero del credito, cessione ad altri, transizioni di controversie. 4.Riparto dellattivo ( distribuzione del ricavato )> 4.Riparto dellattivo ( distribuzione del ricavato )> progetto di riparto,rendiconto della gestione. 5.Chiusura del fallimento ed eventuale esdebitazione> 5.Chiusura del fallimento ed eventuale esdebitazione> il fallito in questa fase può proporre ai creditori un concordato fallimentare ossia un accordo e se si è dimostrato meritevole una ESDEBITAZIONE ossia la possibilità di ritenere inesigibili i crediti rimasti insoddisfatti.

15 Le procedure concorsuali: il fallimento delle società Società di persone> Società di persone> il fallimento del socio non determina il fallimento della società il contrario invece si soprattutto per quelli illimitatamente responsabili. A volte il fallimento si estende anche agli ex soci ( entro un anno dalla loro fuoriuscita) Società di capitali> Società di capitali> i soci non falliscono tutto al più il curatore può proporre una azione di responsabilità contro: gli amministratori, direttori generali, sindaci, liquidatori Società di persone> Società di persone> il fallimento del socio non determina il fallimento della società il contrario invece si soprattutto per quelli illimitatamente responsabili. A volte il fallimento si estende anche agli ex soci ( entro un anno dalla loro fuoriuscita) Società di capitali> Società di capitali> i soci non falliscono tutto al più il curatore può proporre una azione di responsabilità contro: gli amministratori, direttori generali, sindaci, liquidatori

16 Le procedure concorsuali: i reati fallimentari Di per se il fallimento non costituisce reato ma per la stessa ragione può comportare lapplicazione di una sanzione penale quando è accompagnato da comportamenti punibili dalla legge. I reati si possono riassumere in 1.Bacarotta semplice 1.Bacarotta semplice ( colpa ) 2.Bancarotta fraudolenta 2.Bancarotta fraudolenta ( dolo) Di per se il fallimento non costituisce reato ma per la stessa ragione può comportare lapplicazione di una sanzione penale quando è accompagnato da comportamenti punibili dalla legge. I reati si possono riassumere in 1.Bacarotta semplice 1.Bacarotta semplice ( colpa ) 2.Bancarotta fraudolenta 2.Bancarotta fraudolenta ( dolo)

17 Le procedure concorsuali : procedure alternative al fallimento Concordato preventivo > ha il compito di raggiunge un accordo che consenta di prevenire il fallimento. Amministrazione straordinaria > è lo stato che interviene per salvaguardare linteresse pubblico di una grande azienda per evitare il fallimento attraverso una procedura di risanamento. Liquidazione coatta amministrativa> prevista per alcune categorie di imprese di settori delicati, banche,assicurazioni, cooperative, SIM, società fiduciarie….ecc. Concordato preventivo > ha il compito di raggiunge un accordo che consenta di prevenire il fallimento. Amministrazione straordinaria > è lo stato che interviene per salvaguardare linteresse pubblico di una grande azienda per evitare il fallimento attraverso una procedura di risanamento. Liquidazione coatta amministrativa> prevista per alcune categorie di imprese di settori delicati, banche,assicurazioni, cooperative, SIM, società fiduciarie….ecc.

18 Le procedure concorsuali: il concordato preventivo Occorre presentare al Tribunale un ricorso con allegato un piano di sistemazione del passivo che prevede: La ristrutturazione dei debiti Di un assuntore, ossia un soggetto che rilevi tutti i beni prima dellincanto Suddivisione dei creditori Prospettive di pagamento EFFETTI Per i debitori Per i debitori> conservazione del patrimonio sotto la sorveglianza del tribunale, autorizzazione per gli atti di straordinaria amministrazione. Per i creditori Per i creditori> divieto di azioni esecutive contro il debitore, sospensione dei termini di prescrizione, inefficacia delle cause di prelazione. Occorre presentare al Tribunale un ricorso con allegato un piano di sistemazione del passivo che prevede: La ristrutturazione dei debiti Di un assuntore, ossia un soggetto che rilevi tutti i beni prima dellincanto Suddivisione dei creditori Prospettive di pagamento EFFETTI Per i debitori Per i debitori> conservazione del patrimonio sotto la sorveglianza del tribunale, autorizzazione per gli atti di straordinaria amministrazione. Per i creditori Per i creditori> divieto di azioni esecutive contro il debitore, sospensione dei termini di prescrizione, inefficacia delle cause di prelazione.

19 Le procedure concorsuali: il concordato preventivo FASI DELLA PROCEDURA Domanda Domanda di ricorso al tribunale; Ammissione Ammissione del ricorso del tribunale; Deliberazione Deliberazione dei creditori che accettano e sono informati del concordato; Omologazione Omologazione ( decisione/omologa del tribunale) di accettare il concordato in caso contrario si procede al fallimento. FASI DELLA PROCEDURA Domanda Domanda di ricorso al tribunale; Ammissione Ammissione del ricorso del tribunale; Deliberazione Deliberazione dei creditori che accettano e sono informati del concordato; Omologazione Omologazione ( decisione/omologa del tribunale) di accettare il concordato in caso contrario si procede al fallimento.

20 Le procedure concorsuali: la liquidazione coatta amministrativa Deliberata dal Ministro competente ( industria, economia, lavoro ecc) attraverso il controllo di unautorità di vigilanza. Solo per categorie di imprese particolari di interesse pubblico. FASI Accertamento dello stato dinsolvenza Messa in liquidazione Accertamento del passivo Liquidazione dellattivo Ripartizione dellattivo Deliberata dal Ministro competente ( industria, economia, lavoro ecc) attraverso il controllo di unautorità di vigilanza. Solo per categorie di imprese particolari di interesse pubblico. FASI Accertamento dello stato dinsolvenza Messa in liquidazione Accertamento del passivo Liquidazione dellattivo Ripartizione dellattivo

21 Le procedure concorsuali: lamministrazione straordinaria Per le grandi imprese in stato dinsolvenza ha lo scopo di recuperare la loro condizione al fine del mantenimento dellinteresse sociale e dei livelli di occupazione. PRESUPPOSTI Imprese commerciali Numero di lavoratori non inferiore a 200 Debiti per un importo non inferiore ai due terzi del totale dellattivo dello S.P. quanto deiricavi dellultimo esercizio. FASI Piano di recupero Tutela dei lavoratori apposito Fondo di garanzia Nuovo modello con maggiore velocità e flessibilità per imprese con mille dipendenti e debiti per un miliardo Per le grandi imprese in stato dinsolvenza ha lo scopo di recuperare la loro condizione al fine del mantenimento dellinteresse sociale e dei livelli di occupazione. PRESUPPOSTI Imprese commerciali Numero di lavoratori non inferiore a 200 Debiti per un importo non inferiore ai due terzi del totale dellattivo dello S.P. quanto deiricavi dellultimo esercizio. FASI Piano di recupero Tutela dei lavoratori apposito Fondo di garanzia Nuovo modello con maggiore velocità e flessibilità per imprese con mille dipendenti e debiti per un miliardo


Scaricare ppt "LE PROCEDURE CONCORSUALI 1.FALLIMENTO 2.CONCORDATO PREVENTIVO 3.LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA 4.AMMINSTRAZIONE STRAORDINARIA."

Presentazioni simili


Annunci Google