La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alla madre Antologia di poesie e scritti Dedicati alla Madre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alla madre Antologia di poesie e scritti Dedicati alla Madre."— Transcript della presentazione:

1

2 Alla madre Antologia di poesie e scritti Dedicati alla Madre

3 Le mie impronte Queste mie mani che sanno accarezzare e alla tua festa sanno cogliere anche un fiore, hanno un difetto: quello di lasciare le loro impronte su tutto ciò che vanno a toccare. Rallegrati però che sto crescendo e i segni sui muri e sulle sedie, saranno presto un ricordo solamente. Perciò oggi ti regalo le mie impronte, perché tu possa ricordarti un giorno lontano come erano piccoline le mie mani al tempo in cui cercavano le tue! Dal web

4 Le fate esistono ancora, ma non vivono in un luogo d'incanto ci sono molto vicine, son le mamme, le mamme soltanto. Non hanno capelli di sole non son vestite di luna eppure ognuna risplende d'amore e di bontà: ha una bacchetta magica che tanti miracoli fa dal web

5 Per fare una mamma si prende una M come mare, margherita, mondo; poi si prende una A come amore, armonia, autunno; poi si mescola un'altra M come mistero, mela, marea; poi un'altra M come mattina, mora, melodia; poi una A come arcobaleno, aurora, angelo. Poi si mescolano insieme con amore, cara mammina sei sempre nel mio cuore! TI AMO MAMMA!!!! Susy

6 Una casa senza mamma Una casa senza mamma E' come un fuoco senza fiamma, Dove la mamma c'è Il bimbo è piccolo re La bimba è reginella La casa è sempre bella. Serenata alla Mamma

7 Ciò che una madre canta Ciò che una madre canta vicino alla sua culla, accompagnerà un bimbo per tutta la sua vita. Henry Ward Beecher

8 La mamma Che cosa vuoi dire questo nome? Pensa: tu eri un piccolo essere debole e affamato; una donna si mise vicino a te: camminava quando tu camminavi; si fermava quando ti fermavi; sorrideva quando tu piangevi. La mamma ti ha insegnato a parlare e ad amare; riscalda le tue manine nelle sue. ti stringe al seno con immenso affetto e darebbe per te tutta la sua vita. Victor Hugo

9 Dobbiamo rendere grazie a Dio perché i nostri genitori ci hanno amato. Immaginatevi: se mia madre non mi avesse amata, sono convinta che non avreste alcuna Madre Teresa. Non starei qui a rivolgervi la parola, se mia madre non mi avesse amata.

10 LA MAMMA Sul paesino bianco bianco scende la notte scura scura, ma il cuor piccino non ha paura, anzi è preso da un dolce incanto. Che cos'ha per compagnia la piazzetta solitaria? Ha la fontana che sempre varia la sua canzone di fantasia. E l'alberella che par morta senza un fremito di volo? L'alberella ha l'usignolo che col suo piangere la conforta. E nella casa che s'empie già d'uno stuolo vago e leggero d'ombre vestite di mistero., il bambino felice cos'ha? Il bambino ha la sua mamma a che gli fa nido con le braccia, che se lo stringe guancia a guancia e gli canta la ninna nanna. Diego Valeri

11 Lei è bella Lei è bella. È la vita stessa nel suo più tenero luccichio daurora. È bella per la sollecitudine con cui accorre dal suo bambino. Tutte le madri hanno questa bellezza, questa verità, questa santità. Tutte le madri hanno questa grazia, una bellezza che viene dallamore come il giorno viene dal sole, come il sole viene da Dio. Christian Bobin

12 Le verità che contano, i grandi principi, alla fine, restano sempre due o tre. Sono quelli che ti ha insegnato tua madre da bambino. Enzo Biagi

13 La parola più bella sulle labbra del genere umano è "Madre", e la più bella invocazione è "Madre mia". E' la fonte dell'amore, della misericordia, della comprensione, del perdono. Ogni cosa in natura parla della madre. La stella Sole è madre della terra e le dà il suo nutrimento di calore; non lascia mai l'universo nella sera finché non abbia coricato la terra al suolo del mare e al canto melodioso di uccelli e acque correnti. E questa terra è madre degli alberi e dei fiori. Li produce, li alleva, e li svezza. Alberi e fiori diventano madri tenere dei loro grandi frutti e semi. La parola "madre" è nascosta nel cuore e sale alle labbra nei momenti di dolore e di felicità, come il profumo sale dal cuore della rosa e si mescola all'aria chiara e nell'aria nuvolosa. Kahlil Gibran

14 Il cuore di una madre è un abisso in fondo al quale si trova sempre un perdono. Honorè De Balzac

15 L'unica spiegazione per l'altruismo, l'abnegazione, la devozione e la tenerezza della maternità, è l'amore Leroy Brownlow

16 Ti bastava poco Ti bastava una spolveratine di cipria di quella economica, Non profumata, Un po' di nero intinto col dito nella caligine Della pentola dei fondi del caffè e Ti credevi truccata come una principessa. Ti bastava poco... Il sorriso della nipotina che ti correva dietro, Perché la coccolassi tra le braccia. Una taroccata del "to vecio", perché la pastasciutta era scotta. Tu gongolavi: "finalmente si è accorto che il pranzo l'ho preparato io. « Ti bastava la felicità dei tuoi (figli e nipoti). Un vestitino a una tinta per andar alla messa. Con tanto amore, come lo sapevi dare tu, mamma, Magari cercandolo in un mazzetto di prataioli o di margherite da campo, Preparate sul tavolo al posto "del to vecio"... Rino Passigato

17 Mamma bella O perla d'una mamma, o mamma bella, il bene che ti voglio è tanto, tanto! Del cuoricino mio tu sei la stella, il sogno azzurro, l'estasi, l'incanto del cuoricino mio tu sei la fiamma. O mamma bella, o perla d'una mamma. Del paradiso gli angeli raggianti, veduti non li ho mai fuor che su' quadri; ma io per farli più rassomiglianti loro darei l'immagine di madri, scegliendo te fra tutte per modella, o perla d'una mamma, o mamma bella. E. Fiorentino

18 Grazie mamma perché mi hai dato la tenerezza delle tue carezze, il bacio della buona notte, il tuo sorriso premuroso, la dolce tua mano che mi dà sicurezza. Hai asciugato in segreto le mie lacrime, hai incoraggiato i miei passi, hai corretto i miei errori, hai protetto il mio cammino, hai educato il mio spirito, con saggezza e con amore mi hai introdotto alla vita. E mentre vegliavi con cura su di me trovavi il tempo per i mille lavori di casa. Tu non hai mai pensato di chiedere un grazie. Grazie mamma. Judith Bond

19 Le mamme! Seguono con lo sguardo preoccupato i figli, mentre lasciano il selciato, camminano di fretta lungo il giorno, e inciampano nei panni che hanno intorno. I loro sogni chiudono tra nuvole di vapore su pentole che rigirano per ore. Poi, le vedi, accostarsi quiete, dietro unimposta e lì pare, che attendano risposta. S allarga e si stringe la speranza così, come il respiro sul vetro quand avanza. Con aria un po svagata, alzano il viso, spiano le nuvole, il sole e un suo sorriso ma, le sorprendi a gioire tra le tende nello scoprir la neve mentre scende. Che bimbe! Sussurrano pian, piano, un cantico lontano, nel fissare sul bianco dellesterno un perduto gioco che pare esser eterno. In fine, quando è sera, tutte le fatiche adagiano a maniera: scuotono e piegano, uno ad uno, ogni lor male, e appoggiano lievi la testa sul guanciale. Le mamme, quasi sempre, aspettano, prima di dormire… han sempre la smania di capire! E meditano sui pensieri del giorno e, si chiedono e, si rispondono e, quando proprio non sanno, si arrendono e lasciano tutto al sonno. ANNA MARIA CONSOLO

20 Mia madre Mia madre, con le sue larghe spalle e il sorriso di sempre. Mia madre, cui la vita ha regalato solo il poter vivere da sola. Mia madre, dolce, fragile, forte, immensa. Mia madre, con il suo solo modo di essere madre. Daniela Adamo

21 Ad una grande Mamma Ricordo, piccino, quando mi accudivi con la dolcezza del tuo grande cuore quando, ferito, dai doveri della Vita lenivi le mie pene con il tuo Amore. Azzurro, lAngelo che ti teneva la mano rosso, era il cuore, della tua passione caldo era il pianto che scendeva muto sulle tue guance ad ogni mio dolore. Ora che il tempo è ormai fuggito e come adulto, io ti sto osservando: ora che i miei figli hanno bisogno daiuto mi accorgo delle pene che hai patito. Noi vecchi, piccoli, tabbiamo conosciuto quando il vigore ti bruciava in petto quando la Vita, per tè era un successo. Adesso, invece che ti vedo stanca sola, senza più forza, lAnima smarrita mi rendo conto che per te, la Vita ha perduto ormai lantico smalto. Desidero però che tu conosca a fondo quanto è grande il bene che ti voglio. Silvano Montanari

22 Ad una madre… Parole scritte… Voce data al cuore. Ogni volta che gli sguardi si sono incrociati… ma le parole divergevano. Ogni volta che le mie mani avrebbero voluto stringerti, e darti la forza. Don Chischiotte che combattevo mulini a vento. Rotolavo tra le braccia di papà, Ma in lontananza il tuo sguardo fedele. Quando pensavo a come eri bella anche senza il trucco, Magica… perché risolvevi ogni pastrocchio… io ed i guai siamo fratelli. Graffio la vita, e lei mi Schiaffeggia. Gridavi sempre, gridi sempre, Urlerai sempre. Sai, anche se tu sussurrassi io sentirei le tue parole indelebili e squillanti. Sei forte. Mi hai dato la forza di combattere… Coi tuoi consigli mi battezzi alla vita, assolvi i miei peccati. Mai ti ho nascosto nulla, perché io vivo in te, e so che tu vivi in me. Non ho mai pianto senza sentire la tua mano sul mio viso. Quando sento il tuo profumo, di Donna, tutto tace. Ed io mi chiedo quando tra le mie braccia vivrà un cucciolo, che si addormenterà sulla mia pelle, e sognerà cullato dal mio Profumo, di Donna.. Cerca nei miei occhi, Mamma, cerca nel mio cuore. Giada Staffieri

23 Amore di madre, prima di ogni altro amore. Incorruttibile sublime. Coraggioso, nessuno lo può eguagliare. Vola in alto, lontano. Supera gli abissi del dolore, la nebbia fitta che lo avvolge nella solitudine. Un cuore grande, caldo rifugio. Bagliore di luce e di speranze future Gloria Salvi

24 Alla madre Forse, Infranto il mistero, nel chiarore del mio ricordo un'ombra apparirai, un nonnulla vestito di dolore. Tu, non diversa, tu come non mai; solo il paesaggio muterà colore In un nembo di cenere e di sole identica, ma prossima al candore del cielo passerai senza parole Io ti vedrò sussistere nel vago degli sguardi serali, nel ritardo dei fuochi che si spengono in un ago di luce rossa a cui trema lo sguardo Mario Luzi

25 Mia madre. Oggi sono andata a trovare mia madre è là che riposa è là già da tempo. Ma io vorrei averla con me. Star lì davanti al suo marmo più non mi basta. La sua anima è sempre con me notte e giorno, ma è del suo corpo che sento il bisogno. Oggi speravo mi desse un messaggio, ma niente, nulla mi è giunto. Volevo trovare sollievo ma niente. A casa ritorno più triste di prima. Non sento più le voci delle anime amiche e quelle di dentro mi assalgono e gridano, tormentano lanima mia. Più di prima, sempre……. Maria Cristina La Torre

26 Buonanotte mamma Buonanotte, mamma ……… te lo dico piano piano così Nessuno si accorge che sei ancora qui e domani, forse, potrò dirti ancora Buonanotte. E farò finta di non vedere quella fatica di vivere il dolore di tutti i giorni e ti farò tante domande perché tante sono le cose che non ho ascoltato e non cè rimasto ancora molto tempo per noi due - e tu lo sai-. Buonanotte mamma, buonanotte al tuo viso, a tutti i tuoi sguardi, al tuo amore smisurato impossibile da eguagliare, ed al tuo bisogno di amore di bambina senza madre, al tuo vivere per me. Un giorno riuscirò a dirti di nuovo Buongiorno mamma Tu mi porgerai mio figlio ed io ritroverò quel tuo sorriso così speciale che mi farà sentire casa anche un angolo di inferno. Natakarla

27 MIA MADRE Ti ho riempito la valigia. E' piena di era e di fu di momenti e pensieri di volti e nomi sorrisi e lacrime. Aspettiamo assieme che il treno parta. Mi lascerai in silenzio mentre ti fai sempre più piccola. E' il solito treno che già conosci. L'hai visto partire altre volte dalla nostra stazione sempre più vuota. Agli addii ci siamo abituati. Lo sai. E quando arrivi salutami gli altri. Paolo Carbonaio

28 Perché' non torni Mamma perché non torni dal tuo sofferto tramonto? La tua mente è nascosta ormai nel sonno dell'eternità; il tuo semplice cuore sente l'urto violento della morte. Ti guardo sempre col pianto che m'inasprisce l'anima di pensieri funesti e cupi. Rimani ancora con noi, mamma; la tua luce è il nostro sole, la tua parola il nostro sorriso, il tuo sguardo la benedizione. Santo Conter

29 Mamma. Il mio pensiero è entrato nei tuoi occhi, sedendosi per brevi attimi accanto al tuo sguardo. Ho visto tutto il tempo, costruire il tuo sogno, in un guizzo di luce. Un futuro radioso che, ti rendesse orgogliosa. Quel sogno è un po diverso da come lo desideravi tu! Hai saputo coprire la sofferenza nella certezza di vedere la mia vita evolversi in qualcosa di nuovo. E così è stato nonostante i problemi che la disabilità mi fa incontrare sono una Donna capace di vivere la vita con leggerezza, speranza e un po dironia. Sei stata la stella che ha tracciato il mio sentiero nelluniverso. Gloria Salvi

30 Supplica a mia madre E' difficile dire con parole di figlio ciò a cui nel cuore ben poco assomiglio. Tu se la sola al mondo che sa, del mio cuore, ciò che è stato sempre, prima di ogni altro amore. Per questo devo dirti ciò ch'è orrendo conoscere, è dentro la tua grazia che nasce la mia angoscia. Sei insostituibile. Per questo è dannata alla solitudine la vita che mi hai data E non voglio esser solo. Ho un'infinita fame d'amore, dell'amore di corpi senza anima. Perché l'anima è in te, sei tu, ma tu sei mia madre e il tuo amore è la mia schiavitù; ho passato l'infanzia schiavo di questo senso alto, irrimediabile, di un impegno immenso. Era l'unico modo per sentire la vita l'unica tinta, l'unica forma, ora è finita Sopravviviamo ed è la confusione di una vita rinata fuori dalla ragione ti supplico, ah, ti supplico, non voler morire. Sono qui, solo, con te, in un futuro aprile... Pier Paolo PASOLINI

31 A mia madre Poiché io ben sento che negli alti cieli gli angeli, bisbigliando l'uno all'altro, parola non trovano, fra i loro ardenti accenti, che sia più devota di quella di "madre" io già da tempo a te ho dato quel caro nome, a te che più che madre mi sei e che mi ricolmi il cuore, dove Morte t'installò, lo spirito liberando, al contempo, della mia Virginia. La mia propria madre, che così presto mi lasciò, non fu che di me solo madre; ma tu sei madre di colei che io così caramente ho amato: sicché a me più cara tu sei dell'altra per quell'infinita via per cui la mia sposa fu alla mia anima più cara che la vita stessa. Edgar Allan Poe

32 TU MADRE Tu, madre, che da i tristi occhi preganti mi vigilavi pallida ne 'l viso e per l'onda felice de' miei canti abbandonata rifiorivi a 'l riso; tu che le angosce mie tumultuanti, s'io ne 'l silenzio ti guardava fiso, indovinavi, e le braccia tremanti a 'l collo mi gettavi d'improvviso; tu che per me in segreto avevi sparse tante lacrime e ròsa lentamente senza di me languivi di desío: tu non questo credevi! Tu, con arse le pupille, quel dí, ma pur fidente ne 'l mio destino, mi gridasti. Gabriele D'Annunzio

33 Carezza di mamma Son qui accanto al tuo lettino, in silenzio. Tu sospiri, un bisbiglio e vuoi parlare mi chino sul tuo viso per capire e vedo che. Trema la fragile mano come foglia sollevata dal vento, nel convulso movimento par che voglia per un attimo fermare, quel vortice di vento. E mentre cerca il mio viso... all'improvviso una carezza, la sua, l'ultima! D'incanto tutto si placa tutto è silenzio. Carezza di mamma, dove tutto l'amore ha racchiuso, nell'immenso spazio...d'un solo istante. Giuliana Marinetti

34 Madri Madri…madri di dolore dalle braccia dispiegate, fontane di disperazione urlanti e strazianti, per figli sepolti sotto montagne di odio! Madri di figli maledetti, cresciuti per diventare vecchi, vecchi come padri. Madri con occhi imploranti, vestite di tragiche memorie. Madri alla deriva che vagano su oceani dacqua, alla ricerca di sponde gentili o affondando in fredde tenebre. Madri…madri che avanzano contro vento senza disperdere la loro dolcezza, senza perdere il loro amore… Raffaele Marchesi

35 Sulla tua bianca tomba Sulla tua bianca tomba sbocciano i fiori bianchi della vita. Oh quanti anni sono già spariti senza di te - quanti anni? Sulla tua bianca tomba ormai chiusa da anni qualcosa sembra sollevarsi: inesplicabile come la morte. Sulla tua bianca tomba, Madre, amore mio spento, dal mio amore filiale una prece: A lei dona l'eterno riposo. Papa Giovanni Paolo II Cracovia, primavera 1939

36 Per tutte le mamme Gesù, voglio pregarti per le mamme: quelle che stringono tra le braccia il loro primo bambino; le mamme che accompagnano i figli a scuola, al catechismo, al nuoto; le mamme ricche e le mamme povere; le mamme giovani e le mamme vecchie; le mamme dei missionari; le mamme dei carcerati; le mamme che gioiscono per i figli sani quelle che piangono per i figli malati; e le mamme felici e quelle infelici; le mamme che vivono, le mamme che invecchiano, le mamme che muoiono. Il Vangelo secondo Jonathan

37 L'immagine di una mamma ALL'ETA DI 4 ANNI Mia mamma sa fare tutto! 8 ANNI Mia mamma sa tutto! Proprio tutto! 12 ANNI Mia mamma non sa veramente proprio tutto. 14 ANNI Naturalmente, mamma non lo sa, neppure questo! 16 ANNI Mamma? E' una fuori moda senza speranza. 18 ANNI Quella vecchia donna? É fuori tempo! 25 ANNI Beh, potrebbe sapere qualcosina al riguardo. 35 ANNI Prima di decidere, sentiamo l'opinione di mamma. 45 ANNI Mi chiedo che cosa ne avrebbe pensato mamma al riguardo 65 ANNI Vorrei poterne parlare con mamma...

38


Scaricare ppt "Alla madre Antologia di poesie e scritti Dedicati alla Madre."

Presentazioni simili


Annunci Google