La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

0 Bozza per discussione La strategia Rai nellera della discontinuità Andrea Fabiano Vice Direttore Marketing 6 Novembre 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "0 Bozza per discussione La strategia Rai nellera della discontinuità Andrea Fabiano Vice Direttore Marketing 6 Novembre 2013."— Transcript della presentazione:

1 0 Bozza per discussione La strategia Rai nellera della discontinuità Andrea Fabiano Vice Direttore Marketing 6 Novembre 2013

2 1 Bozza per discussione I fattori della discontinuità nel sistema televisivo Evoluzione del broadcasting

3 2 Bozza per discussione Levoluzione del broadcasting: le tre epoche della televisione LA COMPETIZIONE COMMERCIALE (neo tv) LA COMPETIZIONE COMMERCIALE (neo tv) LA RIVOLUZIONE DIGITALE (post tv) IL MONOPOLIO PUBBLICO (paleo tv) IL MONOPOLIO PUBBLICO (paleo tv)

4 3 Levoluzione del broadcasting: le principali tappe del cambiamento del mercato italiano negli anni Switch-off

5 4 Nellarco di dieci anni, il numero delle famiglie abbonate alla pay tv è triplicato Fonte: elaborazioni su dati operatori. * Stream/Telepiù. Milioni di famiglie abbonate alla pay tv 6,5 x 3

6 5 Il passaggio al digitale, definito in sede europea e gestito su base nazionale, è stato completato nei principali paesi europei Calendario del passaggio al digitale nei principali mercati televisivi europei

7 6 Nel corso degli ultimi anni il mercato italiano si è articolato su due piattaforme digitali e si è affollato di nuovi operatori Player nazionali attivi sulle principali piattaforme televisive (1991)

8 7 Nel corso degli ultimi anni il mercato italiano si è articolato su due piattaforme digitali e si è affollato di nuovi operatori Player nazionali attivi sulle principali piattaforme televisive (2001)

9 8 Nel corso degli ultimi anni il mercato italiano si è articolato su due piattaforme digitali e si è affollato di nuovi operatori Player nazionali attivi sulle principali piattaforme televisive (2013)

10 9 Lofferta disponibile, gratuita e a pagamento, è cresciuta in modo esponenziale nel corso degli ultimi anni Numero dei canali nazionali disponibili sulle principali piattaforme tv Canali terrestri pay Canali terrestri free Canali satellitari pay 11 > 60 > 235 > 50 > 140 > 25 x 6 x 22 x 4

11 10 Con il passaggio al digitale, lofferta in chiaro si è notevolmente ampliata anche grazie allingresso di nuovi importanti player Canali nazionali gratuiti disponibili sul digitale terrestre (Settembre 2013)

12 11 Dal 2007 si assiste a un costante incremento della platea tv Ascolto medio giornaliero del mezzo televisivo (mln di spettatori)

13 12 La moltiplicazione dellofferta ha determinato una crescente frammentazione dellaudience a discapito delle reti generaliste Share medio giornaliero dei canali generalisti e delle altre reti

14 13 Ladozione dellHD (e in misura minore del 3D) e dei Personal Video Recorder (es. My Sky HD) cambia lesperienza fruitiva PVR Punto di non ritorno in termini di aspettative di fruizione altamente spettacolare/coinvolgente e personalizzata nella scelta di cosa e quando vedere

15 14 Bozza per discussione I fattori della discontinuità nel sistema televisivo Evoluzione del broadcasting Evoluzione del broadband

16 15 Levoluzione del broadband: lo sviluppo delle piattaforme on line e dei device connettibili di nuova generazione Sviluppo delle reti broadband fisse e mobili

17 16 Bozza per discussione Lemergere di un nuovo canale distributivo e, soprattutto, di nuove forme di intrattenimento e informazione Tv / eventi esclusivi in diretta Programmi tv / contenuti audiovisivi editi on demand (integrali, o snack) e/o scaricabili Contenuti inediti on demand (es. web series) User generated content Social media …

18 17 Le nuove forme di intrattenimento e informazione sono accessibili da una pluralità di device connettibili e contesti di fruizione Connessione a Internet, non dedicata e non garantita, tramite adsl/fibra ottica, wi-fi, 3G o superiori

19 18 Bozza per discussione Quale impatto? In forte ascesa e con volumi importanti (ma mancano rilevazioni di sistema ufficiali e attendibili) Sviluppo di un nuovo livello di intermediazione tra la moltitudine dei contenuti e i fruitori e prepotente ingresso nel business di nuovi e rilevanti player della più diversa matrice Ricavi in forte crescita, soprattutto la pubblicità e più recentemente i servizi pay; sostenibilità economica da dimostrare (ma mancano rilevazioni di sistema ufficiali e attendibili) Consumi Catena del valore e competizione Economics

20 19 Bozza per discussione Quali sono i nuovi player e quali differenze strutturali rispetto ai broadcaster tradizionali? Player globali Dimensioni economico- finanziarie molto rilevanti Gestori di piattaforme/device, controllo del cliente e proprietà dei dati Snellezza degli assetti industriali e organizzativi Meno regole

21 20 Bozza per discussione Quali scenari si aprono nel rapporto tra broadcaster tradizionali e questi nuovi player ? Competizione? Collaborazione? Coopetizione?

22 21 Bozza per discussione I fattori della discontinuità nel sistema televisivo Evoluzione del broadcasting Evoluzione del broadband Crisi economica e finanziaria

23 22 La crisi economica e finanziaria Crisi economica

24 23 La crisi economica, insieme alla frammentazione dellaudience, ha prodotto un brusco calo della raccolta pubblicitaria delle reti generaliste Elaborazioni e stime su dati Nielsen e operatori. Canali generalisti Rai 1, Rai 2, Rai 3, Can 5, Ita 1, Rete 4, La7, Mtv, Deejay) Canali specializzati free (Rai, Mediaset) Canali pay (Sky, Mediaset Premium) Totale 3,9 3,5 3,8 3,7 3,1 2,8 Ricavi pubblicitari dei principali canali televisivi ( miliardi)

25 24 Gli effetti della crisi si sentono anche nel settore della pay tv con il rallentamento, se non con la fine, della crescita dei ricavi Elaborazioni e stime su dati operatori. Ricavi da canone Rai e da abbonamenti pay-tv/pay-per-view ( miliardi) Abbonamenti pay tv / pay-per-view (Sky e Mediaset Premium Canone Rai

26 25 Le risorse della tv in chiaro e della tv a pagamento tendono sempre più a eguagliarsi Elaborazioni e stime su dati operatori. Risorse complessive della tv in chiaro e della tv a pagamento ( miliardi) 31%34%38%39%40%43%44% % pay tv su totale mercato Ricavi della pay tv (abbonamenti, pay-per- view e pubblicità di Sky e Mediaset Premium) Ricavi della tv in chiaro (canone Rai, pubblicità sui canali generalisti e specializzati gratuiti di Rai, Mediaset, Cairo, Mtv e Lespresso)

27 26 Bozza per discussione I fattori della discontinuità nel sistema televisivo Evoluzione del broadcasting Evoluzione del broadband Crisi economica e finanziaria Messa in discussione del Servizio Pubblico

28 27 Bozza per discussione La crisi e levoluzione del mercato producono in tutta Europa la messa in discussione del Servizio Pubblico Crisi, in particolare della finanza pubblica Moltiplicazione e innovazione dellofferta Messa in discussione del Servizio Pubblico

29 28 Bozza per discussione La necessità di una nuova legittimazione del Servizio Pubblico Crisi della finanza pubblica Moltiplicazione e innovazione dellofferta Impatto finanziario su risorse pubbliche in un contesto di contrazione del welfare Necessità di una nuova legittimazione presso lopinione pubblica Minore visibilità e comprensione del Servizio Pubblico in uno scenario di multiofferta

30 29 Bozza per discussione Limpegno dellassociazione dei Servizi Pubblici Europei (EBU) Universality Independence Excellence Diversity Accountability Innovation

31 30 Bozza per discussione Sono numerosi i paesi europei nei quali il dibattito è molto acceso e in molti casi ha portato a riforme o ridimensionamenti Regno Unito: rinegoziazione accordo Stato-BBC Francia: eliminazione parziale della pubblicità Spagna: eliminazione totale della pubblicità Ungheria: riassetto organizzativo con forte caratterizzazione politica Portogallo: dimezzamento risorse pubbliche e ipotesi di affidamento del servizio pubblico in concessione …

32 31 Bozza per discussione Tutto questo mentre stiamo assistendo a una forte espansione internazionale di TV/STATO …

33 32 Bozza per discussione Le sfide per Rai

34 33 Bozza per discussione Le sfide per Rai

35 34 Bozza per discussione La strategia in campo televisivo: la focalizzazione sulla tv in chiaro con un bouquet multicanale

36 35 Bozza per discussione La strategia in campo televisivo: la focalizzazione sulla tv in chiaro con un bouquet multicanale

37 36 Bozza per discussione La strategia in campo televisivo: la focalizzazione sulla tv in chiaro con un bouquet multicanale

38 37 Bozza per discussione La strategia in campo televisivo: la focalizzazione sulla tv in chiaro con un bouquet multicanale

39 38 Bozza per discussione La strategia in campo televisivo: la focalizzazione sulla tv in chiaro con un bouquet multicanale

40 39 Bozza per discussione La strategia in campo web: Rai.it

41 40 Bozza per discussione La strategia in campo web: Rai.tv

42 41 Bozza per discussione La strategia in campo web: Rai.tv

43 42 Bozza per discussione La strategia in campo web Canale diffusivo complementare a quello broadcast per la trasmissione in diretta dei canali radio/tv Ambiente per la gestione/sviluppo delle interazioni con laudience e le conversazioni Nuovi modelli di offerta per rendere sempre disponibile i programmi radio tv Produzione web native/driven Nuovi modelli di business


Scaricare ppt "0 Bozza per discussione La strategia Rai nellera della discontinuità Andrea Fabiano Vice Direttore Marketing 6 Novembre 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google