La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Charles Rozan nel suo libro « Les végétaux dans les proverbes» (1905) scriveva : « Les végétaux ou sont.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Charles Rozan nel suo libro « Les végétaux dans les proverbes» (1905) scriveva : « Les végétaux ou sont."— Transcript della presentazione:

1 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Charles Rozan nel suo libro « Les végétaux dans les proverbes» (1905) scriveva : « Les végétaux ou sont des êtres organisés, vivants, qui sont privés de la faculté de se mouvoir et de se faire entendre. Cette immobilité qui les caractérise a donné naissance aux expressions planter là quelquun ou le laisser en plant, pour signifier qu'on l'abandonne, qu'on ne vient pas le chercher ou qu'on l'oublie après lui avoir promis de revenir. »

2 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Egli osserva che il melone, che noi consideriamo delicato e saporito, doveva essere per gli antichi insapore e insipido, dal momento che la parola melone era usata in espressioni ingiuriose. Tertulliano diceva di Marcione che aveva un melone al posto del cuore, mentre Tersite derideva i greci chiamandoli meloni.

3 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Ecco un interessante proverbio francese: il a employé toutes les herbes de la Saint-Jean Questa espressione viene dalla credenza popolare che attribuiva speciali virtù a certe erbe che venivano colte il giorno di San Giovanni, alle luci dellalba. In passato, alle erbe di San Giovanni si attribuiva il potere di guarire dalle malattie e quello di proteggere dagli incendi e dai malefici.

4 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Erbe e cucina: un binomio molto interessante. Nellimmaginario contemporaneo le erbe evocano pratiche magiche e leggende, ma anche la sapienza esoterica degli antichi e i segreti dellerborista, esperto di infusi e di cure naturali. La conoscenza delle erbe sembra appartenere ad un originario e ancestrale mondo femminile. Luniverso vegetale nella cultura occidentale greco- romana è femminile.

5 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Gli inglesi danno questa definizione per le erbe commestibili: Leaf vegetables, also called potherbs, greens, vegetable greens, leafy greens or salad greens, are plant leaves eaten as a vegetable, sometimes accompanied by tender petioles and shoots. Although they come from a very wide variety of plants, most share a great deal with other leaf vegetables in nutrition and cooking methods. Petiole = picciolo. In botanica, il picciolo è il gambo di fissaggio della lama foglia al gambo. Il picciolo è la transizione tra lo stelo e la lamina fogliare, e di solito ha la stessa struttura interna del gambo.

6 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Le erbe e la medicina Luso delle erbe a scopo terapeutico è antico. Lerboristeria si sviluppa soprattutto a cura degli ordini monastici: benedettini, cistercensi, certosini, francescani, ecc. Lorto dei semplici, il giardino dei semplici semplice: pianta medicinale, e anche il medicamento o droga che da essa si ricava, così come era denominata nellantico insegnamento di botanica e farmacologia nelle facoltà di medicina delle università italiane del 16° sec. e seguenti. Giardino, orto dei s.: luogo nel quale si coltivano le piante medicinali ( fitoterapia).

7 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Le erbe e la medicina Luso delle erbe a scopo terapeutico è antico. Lerboristeria si sviluppa soprattutto a cura degli ordini monastici: benedettini, cistercensi, certosini, francescani, ecc. Lorto dei semplici, il giardino dei semplici semplice: pianta medicinale, e anche il medicamento o droga che da essa si ricava, così come era denominata nellantico insegnamento di botanica e farmacologia nelle facoltà di medicina delle università italiane del 16° sec. e seguenti. Giardino, orto dei s.: luogo nel quale si coltivano le piante medicinali ( fitoterapia).

8 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Cè oggi un fiorire di libri e articoli sulle virtù teraupeitiche delle piante e sulluso di antichi preparati medici. Maria Trében (1982) ha tratto fuori dalloblio lelisir svedese. Lelisir svedese era una panacea particolarmente apprezzata contro intossicazioni, occlusione intestinale, ferite, sinusite, deformazioni ossee ma anche per combattere la sordità, lepilessia, la meningite e altro. Maria Trében presenta in un articolo i risultati strabilianti da lei ottenuti utilizzando lelisir.

9 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Erbe utilizzate nella composizione dellelisir svedese. Angelica Zedoaria Manna Aloe Senna Canfora Radice di rabarbaro Teriaca Radice di carlino Mirra Zafferano

10 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano LAngelica L. è un genere di piante della famiglia delle Apiaceee (Ombrellifere, che comprende piante erbacee perenni o biennali, che possono raggiungere anche i due metri di altezza. Hanno in genere un portamento eretto con un fusto robusto, percorso da numerose scanalature e molto ramificato. Le foglie sono alterne, di colore verde, più chiaro nella pagina inferiore e portate da dei lunghi piccioli e provviste di un'ampia guaina.

11 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano La Zedoària (Curcuma zedoaria) è una pianta erbacea perenne delle genere Curcuma L., della famiglia delle Zingiberaceae. E originaria dell'India e viene coltivata nel Sud Est Asiatico. Talvolta impiegata in cucina come spezia e rientra nella composizione di alcuni liquori ad azione amaro- tonica. Possiede un'azione benefica sull'apparato digerente.

12 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano La manna è un prodotto ottenuto dalcune specie di piante del del genere Fraxinus (frassini), in particolare Fraxinus ornus (orniello o frassino da manna). La Manna è un lassativo leggero esente da controindicazioni, particolarmente adatto alla primissima infanzia, alle persone molto anziane debilitate e convalescenti; viene somministrata generalmente nel latte.

13 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano La manna è un regolatore e rinfrescante intestinale, purifica l'apparato digerente da tossine e appesantimenti dovuti a cattiva alimentazione; nonché un cosmetico naturale. Ha una benefica azione sull'apparato respiratorio come fluidificante, emolliente e sedativo della tosse. È un dolcificante naturale a basso contenuto di glucosio e fruttosio, utilizzabile come dolcificante per diabetici.

14 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano LAloe è una pianta succulenta della famiglia delle Aloaceae. L'uso dell'aloe è molto antico, come testimoniato dal testo cuneiforme di alcune tavolette d'argilla ritrovate sul finire dell'Ottocento da un gruppo di archeologi nella città mesopotamica di Nippur, nei pressi di Bagdad, Iraq, e databili attorno al 2000 a.C.

15 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano L'aloe era nota e utilizzata anche presso gli egizi (es. citata nel "papiro Ebers" del 1550 a.C.) per i preparati per l'imbalsamazione (da qui "pianta dell'immortalità") o per la cura e l'igiene del corpo o come cicatrizzante. Viene citata anche nel Vangelo (es. Giovanni 19, 39): Vi andò anche Nicod è mo, quello che in precedenza era andato da lui di notte, e portò una mistura di mirra e di aloe di circa cento libbre. Veniva infatti usata per la preparazione degli unguenti prima della sepoltura (es. Giovanni 19, 40): Essi presero allora il corpo di Ges ù, e lo avvolsero in bende insieme con oli aromatici, com' è usanza seppellire per i Giudei.

16 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano La Senna Mill. è un genere che comprende piccoli alberi e arbusti della famiglia delle Leguminose o Fabacee. La senna è probabilmente l'erba lassativa più largamente utilizzata nelle preparazioni erboristiche. Appartiene alla classe dei lassativi naturali che sono sconsigliati in gravidanza, nella fase dellallattamento e nel caso il paziente soffra di emorroidi.

17 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano La canfora è una sostanza cerosa, bianca o trasparente con un forte odore aromatico. Si trova in parecchi vegetali, ma viene estratta principalmente dal legno della Cinnamomum camphora (Laurus camphora), un grande albero sempreverde.

18 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Il rabarbaro (genere Rheum) è una pianta erbacea perenne, rizomatosa, appartenente alla famiglia delle Polygonaceae. L'uso del rabarbaro a scopo alimentare o medicinale ha origini antichissime.

19 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano La teriaca (dal greco thériakè, cioè antidoto) è un preparato farmaceutico dalle supposte virtù miracolose di origine antichissima. Sebbene con molte variazioni di ricetta, questo elettuario è stato utilizzato per secoli, addirittura fino allinizio del XX secolo. Probabilmente i romani la ripresero partendo dallantidoto universale di Mitridate. Composizione: Radice di angelica, radice di cimicifuga, radice di valeriana, corteccia di cannella, radice di curcuma zedoaria, cardamomo e mirra.

20 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Uova in camicia con salsa alle erbe La salsa alle erbe In poco olio doliva fate rosolare del lardo magro a dadini, una cipolla tagliata sottilissima e uno spicchio daglio, che poi eliminerete. Aggiungete timo, alloro e prezzemolo finemente tritati. Cospargete con un po di farina, quindi versate 1 bicchiere di vino rosso e un bicchiere di brodo. Lasciate a fuoco basso una ventina di minuti, mescolando di tanto in tanto. Regolate di sale e di pepe se necessario aggiungete brodo. Passate la salsa e mettete da parte il lardo che utilizzerete di nuovo nella salsa al momento di servire.

21 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Uova in camicia con salsa alle erbe Preparazione Preparate le uova in camicia. Riscaldate la salsa cui avrete aggiunto il lardo. In un piatto di portata adagiate le uova in camicia su crostoni di pane, quindi condite con la salsa, Guarnite con ciuffi di prezzemolo. Potete servire le uova in camicia insieme ad uninsalata ti patate lesse e usare la salsa alle erbe per condire il tutto.

22 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Come si preparano le uova in camicia?

23 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Si versa laceto nellacqua per indurire meglio luovo

24 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Sgusciate luovo in una ciotola

25 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Versate luovo nellacqua bollente

26 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Versatelo senza romperlo!

27 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Si lascia cuocere per tre minuti

28 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Si estrae luovo con un mestolo bucato

29 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Si poggia ad asciugare sulla carta da cucina

30 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Si eliminano con un coltellino i bordi sbavati

31 Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Ecco la consistenza delluovo quando è ben fatto


Scaricare ppt "Cucina con le erbe – Lezione 1 Gilberto Marzano Charles Rozan nel suo libro « Les végétaux dans les proverbes» (1905) scriveva : « Les végétaux ou sont."

Presentazioni simili


Annunci Google