La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Piacenza, 27 marzo 2007 Hospice territoriale di Piacenza obiettivi, stato dellarte e prossimi passi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Piacenza, 27 marzo 2007 Hospice territoriale di Piacenza obiettivi, stato dellarte e prossimi passi."— Transcript della presentazione:

1 Piacenza, 27 marzo 2007 Hospice territoriale di Piacenza obiettivi, stato dellarte e prossimi passi

2 pag. 1 LHospice territoriale dellarea piacentina elementi base dal piano strategico 2020 Fonte: documento Piano strategico per Piacenza: Piacenza 2020 Il presente documento riprende il percorso fin qui svolto e individua i passi necessari al raggiungimento dellobiettivo finale -la realizzazione dellHospice- LHospice è una struttura sanitaria residenziale che deve farsi carico dellassistenza al paziente terminale e alla sua famiglia attraverso unorganizzazione in grado di erogare cure palliative e servizi di sostegno psicologico con il coordinamento di personale (interno e non) opportunamente formato Obiettivodivenire un soggetto virtuoso e riconosciuto sul territorio ad alto livello come fornitore di servizi socio-sanitari attraverso opportuni accordi e convenzioni con altri soggetti istituzionali, privati o del volontariato. Si deve collocare allinterno della rete delle cure palliative e delle altre tipologie assistenziali (assistenza domiciliare integrata, forme di home care, RSA, lungodegenze, ospedale per acuti) il modello di Hospice è di natura alberghiero-territoriale con caratterizzazione infermieristica il dimensionamento del Centro è un dato definito -come indicazione della Regione Emilia Romagna- e pari a un massimo di 15 posti letto la struttura è dedicata a pazienti terminali adulti e non si prevede laccesso a soggetti in età pediatrica i servizi offerti comprendono quelli definiti dalla normativa, a cui si aggiungono ulteriori servizi innovativi orientati al benessere psico-fisico della persona la localizzazione è una chiave di successo del Centro in termini di qualità architettonica e ambientale e di facilità di raggiungimento e di accesso le valutazioni di fattibilità del Centro tengono conto dei requisiti regionali per laccreditamento Caratteristiche fondamentali

3 pag. 2 Il percorso svolto ad oggi identificazione dei servizi e dellorganizzazione ipotesi economiche indicazioni sul modello di gestione analisi di alcuni modelli Hospice allEstero analisi delle principali realtà Hospice italiane Analisi dei modelli esistenti (organizzazione ed economics) Valutazione di massima (gestione, organizzazione ed economics) Progetto bandiera piano strategico per Piacenza 2020

4 pag. 3 Alcune evidenze del modello La struttura Hospice è dedicata a pazienti adulti con malattie oncologiche, cardio- oncologiche, neurologiche e respiratorie I servizi erogati comprendono: prestazioni diagnostico-terapeutiche in accordo con eventuali altre strutture assistenza al paziente e famiglia (medica, infermieristica, sociale, psicologica e religiosa) procedure diagnostico-terapeutiche e assistenziali (accesso, erogazione, dimissione e valutazione della performance) La gestione del personale dipendente o non, assume un ruolo centrale per lattività dellHospice, data anche la delicatezza che ha il rapporto con il paziente. Occorre considerare: figure professionali da coinvolgere: infermieri, operatori socio-sanitari, medici (medicina generale e specialistici), psicologi, professionisti esterni gestione della rete dei volontari e delle associazioni nonché dei fornitori esterni, il cui personale deve essere adeguatamente preparato per operare nel Centro formazione sia per personale del Centro sia per personale esterno coinvolto nella gestione Lo studio di fattibilità condotto ha portato importanti risultati sia in termini di condivisione del progetto da parte dei diversi soggetti coinvolti, sia in termini di individuazione degli elementi guida per la successiva fase di progettazione esecutiva

5 pag. 4 Le condizioni alla base del successo delliniziativa La volontà del territorio, interpretata dai soggetti pubblici, da quelli privati e dal non profit, nello sviluppo del Centro Hospice la presenza di un gruppo di promotori riconosciuti sul territorio per la realizzazione del progetto la cui attività è concretizzata nel Tavolo di coordinamento dei soggetti promotori lindividuazione della governance sottoscritta dal Tavolo di coordinamento e conseguentemente dai soggetti promotori dellAssociazione Hospice la costituzione dellAssociazione Hospice che opera al fine di promuovere e sostenere la realizzazione del Centro Hospice lidentificazione da parte dellAssociazione del soggetto per la realizzazione e la gestione del Centro Hospice attraverso un Bando di Gara la copertura degli investimenti iniziali la copertura delle presunte perdite di esercizio nel tempo la necessità di pianificare le azioni di marketing sociale e di fund-raising il disegno delle modalità di funzionamento del Centro e in particolare: la qualificazione dei servizi offerti e dellorganizzazione per la loro fruizione lindividuazione delle politiche di gestione -la gestione del personale interno ed esterno- lindividuazione dei valori, delle modalità e delle regole di interazione con i soggetti del territorio funzionali alla gestione operativa (AUSL, rete ADI, volontariato, …) in coerenza con le caratteristiche individuate e condivise

6 pag. 5 Il modello proposto Associazione Hospice comprende le forze Istituzionali, sociali ed economiche del territorio Centro Hospice soggetto realizzatore e gestore del Centro Hospice Soggetti con cui relazionarsi Pubblica Amministrazione Azienda USL Membri dellAssociazione linee guida per la gestione protocollo di intesa e meccanismi di governance Soggetti con cui relazionarsi Azienda USL, ADI, MMG, Volontari, Membri dellAssociazione, altri atti e contrattualiz- zazioni accordi e meccanismi di coordinamento coordinamento, indirizzo, controllo fund raising gestione operativa convenzione con Ausl realizza la struttura del Centro e gestisce il Centro in coerenza con i fabbisogni indicati dallAssociazione è responsabile della gestione e della massimizzazione della qualità del servizio nel rispetto delle condizioni di equilibrio economico- finanziario definisce i fabbisogni del Centro, bandisce la gara per la scelta del soggetto realizzatore e gestore del Centro definisce il fabbisogno economico-finanziario, il piano degli investimenti definisce le linee guida di gestione e concorda gli accordi tra soggetti esterni (es. Ausl) e soggetto realizzatore e gestore controlla la gestione nel tempo definisce e realizza le politiche e i piani di marketing e fund- raising AssociazioneSoggetto gestore

7 pag. 6 Le attività dellAssociazione Realizzazione e gestione della struttura Hospice definire i fabbisogni per la gestione del Centro, la forma gestionale e il modello dei servizi integrando le offerte sanitarie, assistenziali, sociali, culturali, psicologiche, formative, religiose stipulare le necessarie convenzioni con lAusl di Piacenza definire il fabbisogno architettonico/impiantistico coerente con il modello individuato concordare attività e responsabilità tra il soggetto committente (Ausl) e il soggetto gestore individuare il soggetto per la realizzazione e la gestione del Centro attraverso un Bando di Gara in coerenza con i fabbisogni individuati definire il fabbisogno economico-finanziario comprendente: piano degli investimenti, conto economico gestionale, break-even di gestione, … controllare nel tempo landamento della gestione operativa della struttura garantendo la massimizzazione della qualità del servizio e del rispetto delle condizioni di equilibrio economico-finanziario instaurare forme di collaborazione e sviluppare piani e politiche di marketing e di fund- raising, anche per il reperimento di risorse finanziarie

8 pag. 7 Il percorso Costituzione dellAssociazione definizione dei fabbisogni Selezione del soggetto il Tavolo di coordinamento dei soggetti promotori stipula il protocollo di intesa per la realizzazione dellHospice i soggetti interessati costituiscono formalmente lAssociazione dellHospice definisce i fabbisogni del Centro da inserire nel Bando in termini di: tipologia dei servizi livelli di qualità livelli di esternalizzazione dei servizi organizzazione (dimensionamento, ruoli, responsabilità) sistemi informativi, di controllo, di gestione del personale dimensioni economico-finanziario progettazione di massima (architettonica e impiantistica) identifica il business plan delliniziativa e le politiche di marketing e di fund-raising stipula la convenzione con lAusl (titolarità della convenzione) e i protocolli dintesa, gli statuti, i patti para-sociali, le convenzioni con gli altri soggetti coinvolti lAssociazione seleziona il soggetto sulla base della graduatoria del Bando Bando di Gara Identificazione del soggetto per la realizzazione e la gestione identifica i parametri quantitativi e qualitativi per la valutazione del soggetto per la realizzazione e la gestione del Centro definisce le modalità di realizzazione della Gara per individuare i soggetti ammessi apertura della Gara lAssociazione: APRILE 2008 MAGGIO - FINE GIUGNO 2008 SETTEMBRE 2008

9 pag. 8 Le azioni da sviluppare Costituzione dellAssociazione Stipula del protocollo di intesa la stipula del protocollo di intesa per la realizzazione dellHospice Costituzione dellAssociazione la costituzione formale dellAssociazione dellHospice stesura dello statuto e atto costitutivo identificazione del modello di Governance AttivitàSoggetti da coinvolgere soggetti partecipanti al Tavolo di coordinamento soggetti interessati legale, notaio, commercialista (con esperienza nel campo sociale non-profit) Global Strategy

10 pag. 9 Le azioni da sviluppare Definizione dei fabbisogni, piani e politiche, contratti e autorizzazioni Definizione dei fabbisogni per il Bando lidentificazione dei servizi da erogare e gli standard di qualità il modello organizzativo, del Centro: modalità di erogazione del servizio; livelli di esternalizzazione dei servizi; organizzazione -vertice, staff, funzioni-, ruoli e responsabilità; standard dei sistemi (informativi, di controllo, di gestione del personale e della formazione) il progetto preliminare (di massima) architettonico e degli impianti del Centro le previsioni economico-finanziarie Piani e politiche di gestione il business plan delliniziativa e il disegno delle necessarie politiche e piani di marketing sociale e di fund raising con leventuale creazione/formazione di soggetti dedicati alla gestione delle relazioni esterne, per la realizzazione di eventi, per la raccolta di fondi e contributi Contrattualistica e Iter autorizzativi la stipula della convenzione con lAusl di Piacenza (titolarità della convenzione) il conseguimento delle necessarie autorizzazioni e accreditamenti AttivitàSoggetti da coinvolgere Global Strategy studio di architettura/ingegneria Associazione Global Strategy Associazione Global Strategy Associazioine legale, notaio, commercialista (con esperienza nel campo sociale non-profit)

11 pag. 10 Le azioni da sviluppare Bando di Gara Stesura e pubblicazione del Bando di Gara lidentificazione dei parametri quantitativi e qualitativi per la scelta del soggetto per la realizzazione e la gestione del Centro la modalità di realizzazione della Gara per individuare i soggetti ammessi lapertura del Bando Selezione del soggetto per realizzare e gestire il Centro la valutazione dei progetti ricevuti la scelta del soggetto AttivitàSoggetti da coinvolgere legale, notaio, commercialista (con esperienza nel campo sociale non-profit) Associazione Global Strategy Associazione

12 pag. 11 Le azioni da sviluppare Project Management e gestione Coordinamento progettuale (Project Management) il supporto alle diverse fasi del progetto il coinvolgimento di tutti i soggetti partecipanti, valorizzando opportunamente le diverse esperienze il monitoraggio dellandamento del progetto il coordinamento continuo con i rappresentanti della committenza Gestione il controllo nel tempo dellandamento della gestione operativa del Centro lidentificazione e la realizzazione dei piani di marketing sociale e di fund-raising AttivitàSoggetti da coinvolgere Associazione


Scaricare ppt "Piacenza, 27 marzo 2007 Hospice territoriale di Piacenza obiettivi, stato dellarte e prossimi passi."

Presentazioni simili


Annunci Google