La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PA Digitale Ri-progettare i processi per una PA senza carta Walter D. Gualtieri Finmatica BOLOGNA

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PA Digitale Ri-progettare i processi per una PA senza carta Walter D. Gualtieri Finmatica BOLOGNA"— Transcript della presentazione:

1 PA Digitale Ri-progettare i processi per una PA senza carta Walter D. Gualtieri Finmatica BOLOGNA

2 Il PA D è unopportunità PA D: una visione unitaria Il risultato cercato: efficienza Un esempio Le opportunità Una soluzione unitaria che porta allefficienza

3 Codice PA digitale Diritti degli utenti (cittadini / imprese) - sezione 2 Utilizzo delle tecnologie digitali (Art.3) Partecipazione al procedimento amm.vo (Art.4) Moduli e Formulari (Art.58) Pagamenti … informatici (Art.5) Utilizzo della PEC (Art.6) Comunicazione multicanale Qualità dei servizi (Art.7) Ri progettare – i processi Digitalizzazione e riorganizzazione (Art.13) De - Certificazione

4 Art.3Situazione attuale Cittadino / imprese Pubblica Amministrazione Si reca fisicamente c/o la PA ricevegestisce

5 Pubblica Amministrazione Art.4Obiettivo Compila la documentazione necessaria Inoltra Cittadino / imprese ricevegestisce Si reca fisicamente c/o la PA

6 Art.4 Inoltro Informatico …. Art.57 Portale accesso e ricerca Inoltro della documentazione Protocollo Informatico per ricezione e smistamento pratica Compilazione MODULI CittadiniImprese Firma digitale documentazione Gestione Pratica Avanzamentopratica Diritto di accesso allo stato dei documenti Ri-progettare i processi

7 Art.4-57 … cosa cerchiamo ? Strumento per informatizzare tutta la modulistica necessaria per comunicare con la PA, consente di realizzare, in autonomia,moduli di raccolta dati.

8 Art di cosa stiamo parlando ? Strumento per creare la modulistica ON LINE interattiva La modulistica oggi disponibile ON LINE è statica: occorre scaricarla compilarla e consegnarla. Quasi mai viene permessa una compilazione online I moduli ON-Line devono essere strutturati e devono avere un valore informatico oltre che informativo, cioè basati su campi di cui si possano definire gli attributi classici (tipo, lunghezza, domini e controlli) Compilazione intelligente: i campi possono essere già precompilati e possono essere effettuati controlli sui contenuti. Laccesso a domini eterogenei evita la riscrittura di dati già presenti nel sistema. -> Meno errori di scrittura e di interpretazione Aperto ai sistemi di PEC e FD, CIE, CNS Strumento per la creazione dei modelli INTUITIVI Leditor (HTML) deve essere simile ai normali editor in commercio per semplificare la creazione, con la particolarità di poter inserire i campi specifici del modulo

9 ri progettare i processi Art di cosa stiamo parlando ? Gestione delle pratiche cioè linsieme di più moduli Deve permettere di guidare la compilazione presentando i dati sequenza (campi precompilati e controlli in cascata da associare a più modelli). Avvio dei processi di lavorazione Avviamento del sistema di Workflow: i dati del cliente vengono inoltrati / gestiti e smistati agli uffici e ai sistemi applicativi competenti

10 Art.4 Ricerca e compilazione Ricerca procedimento Autenticazione Ricerca dellimpresa Compilazione guidata di tutti i documenti necessari per lavvio del procedimanto SW: Spedizione allimprenditore dei documenti compilati in formato PDF Imprenditore

11 Art.4Firma, inoltro e protocollazione Imprenditore SW: Ricezione della mail contenente i documenti in formato PDF FD i documenti Upload di file firmati allinterno del portale della PA SW: Creazione di una Mail contenente i file firmati SW: Spedizione della Mail alla Casella Istituzionale SW: Protocollo Informatico Assegnazione del numero di protocollo SW: Protocollo Informatico Inserimento documentnel EDMS Uff.Protocollo Smistamento SW al SUAP

12 Art.4 Inserimento nel gestionale Sportellista SUAP accesso alle pratiche in carico (EDMS) Creazione della pratica allinterno del SUAP SW: Creazione della pratica allinterno del SUAP

13 Art.4-57 Modulo apertura di un esercizio di Barbiere

14 Art.4-57 Modulo per inserimento segnalazione

15 editor Word per permettere la creazione dei modelli basati sullinsieme di campi definiti Art.4-57 Modulistica

16 Art.4-57 Modulo - Cartella ematologica

17 Art. 12 Richiesta parere allente terzo Sportellista SUAP Richiesta N°Protocollo Sw: Protocollazione in uscita SW: Spedizione allEnte terzo Comunicazioni per Enti Terzi

18 Art. 6 Rilascio autorizzazione Sportellista SUAP Creazione AUTORIZZAZIONE Sw: FD del documento Richiesta N°Protocollo SW: Protocollazione in uscita SW: Spedizione Allimprenditore

19 Chi fa cosa Imprenditore Ricerca procedimento Compila pratica FD pratica Stampa … pratica Inoltra la pratica a una casella istituzionale Verifica lo stato della sua pratica Portale delle imprese Accesso al portale Autenticazione Accesso alle pratiche Gestione della pratica

20 Chi fa cosa Caricamento normativa Crea modelli Pubblica modelli Crea pratica Gestisce pratica Sportellista SUAP Stampa … modulitica Rilascia atto Registro delle imprese Crea procedimenti

21 Art. 42… Documenti o informazioni Archiviazione e catalogazione di documenti in qualsiasi formato elettronico Gestione delle competenze su ogni documento, massima sicurezza (ACL) Registrazione automatica di ogni evento relativo al ciclo di vita del documento Gestione avanzata di versioni, allegati e riferimenti incrociati Organizzazione in fascicoli Dialogo con sistemi legacy (API)

22 Art Ri progettare i processi Definire, creare e gestire lesecuzione di processi, intesi come uninsieme di attività destinate a realizzare un obiettivo

23 Art Ri progettare i processi Progettazione visuale dei flussi Librerie per lutilizzo da parte di utenti non informatici (attività predefinite) Leggibilità dei flussi Access Control List su ogni flusso / nodo / attività Integrazione con i Sistemi Informativi già in uso in presso la PA (JDBC/ODBC) - mediante il J-Link Le fasi di approvazione, di comunicazione, di interrogazione (mail, sms, fax) devono essere sempre diponibili - mediante il J-CS

24 Art Lavorare per processi Il software può essere utilizzato per qualsiasi processo: attività sequenziali e/o parallele attività automatiche (comunicazione,integrazione con i sistemi già esistenti) attività manuali (visualizzazione e inserimento dati, decisioni) tecnologia nativa WEB: nessuna installazione client utilizzabile ovunque interfaccia intuitiva interazione con il processo: visualizzare dati introdurne di nuovi approvare/respingere monitoraggio dei flussi controllare le performance verificare i tempi di risposta identificare i colli di bottiglia

25 Art.45 Trasmissione Art.45 Trasmissione Trasmissione di documenti con qualsiasi mezzo telematico o informatico. Motore per la messaggistica multicanale, gestisce invii di mail, sms, fax, print (per posta cartacea) Communication Interface Manager (CIM): genera e spedisce i messaggi Communication Server (CS): permette di memorizzare su un database i messaggi preparati dal CIM allo scopo di temporizzare linvio.

26 Cooperazione applicativa Accedere alle applicazioni e ai dati Deve riconoscere il tipo documento Deve identificare il dominio di appartenenza dei dati Deve identificare le regole di cooperazione applicativa (WS, API, …) Deve interagire con le tecnologie disponibili Deve interagire con i soggetti coinvolti (workflow e cms) e deve tenere traccia dei dati e dei documenti trattati (EDMS)

27 Art Diritto alluso tecnologia Strumento ONLINE per ottenere informazioni o servizi CMS integrato con j-Paperlink e con j-Workflow Classificazione dei servizi basata sugli eventi della vita Gestione accessi: diversi profili daccesso per garantire il massimo di protezione dei dati Gestione CIE, CNS, FD… Permette di gestire un sito internet e/o intranet

28 J-Portal J-Pay J-Suite: un framework Applicativo Compilazione d ocumentazione Inoltro della documentazione Gestione Pratica Avanzamentopratica accesso e Portale accesso e ricerca Portale Esigenze Servizi di Base CMS, news, forum, sondaggi… Autenticazione CIE, CNS, Firma digitale J-Communicator Messaggistica multi canale ( , sms, PEC, fax,..) J-DMS: archiviazione e gestione dei documenti J-Workflow Gestione dei processi J-PaperLink Ambiente web per la creazione della modulistica J-Link Motore per linteroperabilità, la coop applicativa, …? PagamentiOn-Line

29 Chi siamo ?

30 Il Gruppo Finmatica Oltre 200 persone impiegate Sistema di Qualità certificato Fatturato di oltre 18 milioni di Oltre 600 referenze tra le aziende pubbliche e private

31 Il Gruppo Finmatica Presenti sul mercato IT dal società 2000, sede a Legnano, fornisce assistenza ai clienti del Nord Ovest 1986 Bologna laboratorio R&D, servizi commerciali e amministrativi 1969, software e servizi per la sanità 1976, software e servizi per la PAL 1981, soluzioni di connettività e sicurezza 1986, sede a Catania, fornisce assistenza ai clienti della regione Sicilia 1999, sede a Catanzaro, fornisce assistenza ai clienti della regione Calabria

32 Certificazioni

33 Un Caso eccellente Il Comune di Varese

34 Richieste di intervento POLIZIA LOCALE – UFFICIO STRADE/TECNOLOGICI Polizia Locale Strade Impianti tecnologici Il supporto cartaceo viene spedito allufficio interessato Intervento Comunicazione telefonica di intervento effettuato Commessi per il trasporto cartaceo FLUSSI DI CONTROLLO PRECEDENTI (NON S.I.C.)

35 mandando una mail di avviso allufficio Strade o Impianti tecnologici Si compila direttamente la richiesta di intervento in una pagina Intranet protetta da password, il webserver prende in consegna la richiesta mandando una mail di avviso allufficio Strade o Impianti tecnologici … POLIZIA LOCALE – UFFICIO STRADE/TECNOLOGICI FLUSSI DI CONTROLLO S.I.C.

36 PAGINA WEB richiesta di intervento FLUSSI DI CONTROLLO S.I.C.

37 … a risposta ricevuta, quindi nel momento in cui la richiesta è stata presa in considerazione, il flusso di richiesta viene terminato. FLUSSI DI CONTROLLO S.I.C.

38 PAGINA WEB risposta alla richiesta di intervento FLUSSI DI CONTROLLO S.I.C.

39 … a questo punto viene fatto partire un secondo flusso che gestisce le risposte da parte dellUfficio Strade / Impianti Tecnologici. FLUSSI DI CONTROLLO S.I.C.

40 A risposta avvenuta il nuovo flusso scrive tali dati nel database per tenere traccia anche delle risposte relative alle segnalazioni. Viene sbloccato il semaforo considerando la richiesta chiusa e manda una mail alla CENTRALE OPERATIVA DEI VIGILI con i dati di risposta. FLUSSI DI CONTROLLO S.I.C.

41 LIntranet per la consultazione È possibile consultare una pagina della intranet comunale, protetta da password, per visualizzare le richieste evase o inevase e quelle della giornata, di 1 o 2 settimane fa, 1 mese fa o degli altri anni. FLUSSI DI CONTROLLO S.I.C.

42 Risultati della richiesta FLUSSI DI CONTROLLO S.I.C.

43 AO-1

44 AO-2

45 AO-3

46 AO-4

47 Garda

48 Originali flussi

49 Art.4 Ricerca e compilazione

50 Art.4Firma, inoltro o protocollazione

51 Art.4 Inserimento nel gestionale

52 Preparazione e spedizione parere allente terzo

53 Flusso autorizzatorio ente terzo e spedizione parere

54 Inserimento parere allinterno del SUI

55 Art. 6 Rilascio autorizzazione

56 Chi fa cosa

57


Scaricare ppt "PA Digitale Ri-progettare i processi per una PA senza carta Walter D. Gualtieri Finmatica BOLOGNA"

Presentazioni simili


Annunci Google