La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNITÀ 4.2 LA DIETA NELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI 4 MODULO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNITÀ 4.2 LA DIETA NELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI 4 MODULO."— Transcript della presentazione:

1 UNITÀ 4.2 LA DIETA NELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI 4 MODULO

2 Pag. 286 Le malattie cardiovascolari Le malattie cardiovascolari (MCV) sono le malattie del cuore e dei vasi sanguigni Fattori di rischio: non modificabili (età > 45 anni, sesso maschile, predisposizione genetica) modificabili (abitudine al fumo di sigaretta, obesità, sedentarietà, ipertensione, ipercolesterolemia, stress) La presenza di più fattori di rischio aumenta notevolmente il rischio di MCV

3 Pag. 287 Prevenzione del rischio CV Aumentare lattività fisica (anche semplici passeggiate) riduce il rischio CV Per i fumatori il rischio CV è 2-6 volte superiore (il rischio aumenta anche con il fumo passivo) Gli AG saturi e il colesterolo aumentano il rischio CV Lacido oleico (olio di oliva) e gli AG polinsaturi della serie ω-3 (pesci dei mari freddi) riducono il rischio CV La fibra (sp. se solubile) rallenta lassorbimento di colesterolo e abbassa la colesterolemia

4 Pag. 288 Ipertensione arteriosa Ipertensione arteriosa = aumento a carattere stabile della pressione arteriosa (PA) PA max.: pressione sistolica (quella sviluppata durante la sistole cardiaca) PA min.: pressione diastolica (quella sviluppata durante la diastole cardiaca) PA > 140/90 mmHg ipertensione arteriosa I disturbi provocati dall'ipertensione gravano sugli organi vitali: cervello, cuore, retina, vasi arteriosi e rene Spesso i soggetti ipertesi ignorano la loro condizione perché non sempre lipertensione presenta dei sintomi Se si presentano sintomi, questi possono essere: mal di testa, ronzii alle orecchie, vertigini, ecc.

5 Pag. 289 Indicazioni dietetiche nellipertensione Se il peso corporeo è eccessivo, dimagrire praticare attività fisica e sportiva di tipo amatoriale Diminuire lapporto di sale da cucina (NaCl) dieta iposodica < 3 g Na/die

6 Pag. 290 Iperlipidemie e aterosclerosi Iperlipidemia = valori sopra la norma dei lipidi nel sangue: ipercolesterolemia ipertrigliceridemia iperlipidemia combinata Liperlipidemia è un fattore di rischio per le MCV

7 Pag. 291 Aterosclerosi Malattia degenerativa che colpisce arterie grandi e medie Si caratterizza per la formazione di placche ateromatose sulla parete interne del vaso che riducono il flusso del sangue ischemia Arterie più colpite : a. cuore (coronarie) a. cervello (carotide) a. arti inferiori a. reni a. app. gastrointestinale Nella fase iniziale laterosclerosi è asintomatica, spesso si manifesta quando comporta complicanze

8 Pag. 292 Ipercolesterolemia È leccesso di colesterolo nel sangue (> 200 mg/dl) Alti livelli del colesterolo LDL o "colesterolo cattivo aumentano il rischio CV Le LDL trasportano il colesterolo dal fegato ai tessuti Alti livelli di colesterolo HDL o colesterolo buono diminuiscono il rischio CV Le HDL trasportano il colesterolo dai tessuti al fegato (rimuovendo così il colesterolo in eccesso dai tessuti), dal quale viene eliminato come sali biliari

9 Pag. 293 Ipertrigliceridemia È laumento del livello di trigliceridi nel sangue (>200 mg/dl)


Scaricare ppt "UNITÀ 4.2 LA DIETA NELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI 4 MODULO."

Presentazioni simili


Annunci Google