La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Carta Nazionale dei Servizi. Agenda Obiettivi della presentazione Obiettivi della presentazione Quadro normativo di riferimento Quadro normativo di riferimento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Carta Nazionale dei Servizi. Agenda Obiettivi della presentazione Obiettivi della presentazione Quadro normativo di riferimento Quadro normativo di riferimento."— Transcript della presentazione:

1 Carta Nazionale dei Servizi

2 Agenda Obiettivi della presentazione Obiettivi della presentazione Quadro normativo di riferimento Quadro normativo di riferimento Principi generali Principi generali Smart card e interoperabilità Smart card e interoperabilità Servizi e applicazioni della CNS Servizi e applicazioni della CNS CNS e Regione Toscana CNS e Regione Toscana CNS e le altre PP.AA. CNS e le altre PP.AA.

3 Agenda Obiettivi della presentazione Obiettivi della presentazione Quadro normativo di riferimento Quadro normativo di riferimento Principi generali Principi generali Smart card e interoperabilità Smart card e interoperabilità Servizi e applicazioni della CNS Servizi e applicazioni della CNS CNS e Regione Toscana CNS e Regione Toscana CNS e le altre PP.AA. CNS e le altre PP.AA.

4 Obiettivi della presentazione Overview della CNS Overview della CNS Attività e ruolo Infocamere Attività e ruolo Infocamere Tecnologico Organizzativo Normativo

5 Agenda Obiettivi della presentazione Obiettivi della presentazione Quadro normativo di riferimento Quadro normativo di riferimento Principi generali Principi generali Smart card e interoperabilità Smart card e interoperabilità Servizi e applicazioni della CNS Servizi e applicazioni della CNS CNS e Regione Toscana CNS e Regione Toscana CNS e le altre PP.AA. CNS e le altre PP.AA.

6 Quadro normativo di riferimento D.Lgs. 23 gennaio 2002 n.10D.Lgs. 23 gennaio 2002 n.10 Testo unico (D.P.R. n.445/2000)Testo unico (D.P.R. n.445/2000) Art.1,Art 36 La CNS è definita come il documento rilasciato su supporto informatico per consentire laccesso per via telematica ai servizi erogati dalla P.A. D.P.R. 2 marzo 2004 n. 117D.P.R. 2 marzo 2004 n. 117 Regolamento concernente la diffusione della CNS, a norma dellart. 27 delle DISPOSIZIONI ORDINAMENTALI IN MATERIA DI PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Regole tecniche Regole tecniche e di sicurezza relative alle tecnologie e ai materiali utilizzati per la produzione della Carta nazionale dei servizi (G.U. n.296 del 18/12/2004)

7 Agenda Obiettivi della presentazione Obiettivi della presentazione Quadro normativo di riferimento Quadro normativo di riferimento Principi generali Principi generali Smart card e interoperabilità Smart card e interoperabilità Servizi e applicazioni della CNS Servizi e applicazioni della CNS CNS e Regione Toscana CNS e Regione Toscana CNS e le altre PP.AA. CNS e le altre PP.AA.

8 Principi generali tecnici La CNS è uno strumento di autenticazione in rete. La CNS non identifica a vista. Le caratteristiche del micro chip sono equivalenti a quelle della CIE. La CNS contiene un certificato di autenticazione rilasciato dai certificatori accreditati. Il certificato di autenticazione ha un profilo standardizzato. La CNS deve essere predisposta per operare come carta sanitaria La CNS deve essere predisposta per ospitare il servizio di firma digitale

9 Principi generali organizzativi 1/4 La CNS può essere emessa da tutte le PP.AA. su richiesta del cittadino. Tutte le PP. AA. che erogano servizi in rete devono garantirne laccesso ai titolari di CNS (e CIE). La CNS prevede un layout libero. E obbligatorio riportare la scritta CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI e lamministrazione emittente. La CNS può essere usata ai fini del pagamento tra soggetti privati e P.A. La CNS può contenere le informazioni per la firma digitale. La CNS può contenere una banda magnetica, (anche per le finalità di pagamento)

10 Principi generali organizzativi 2/4 Regole tecniche Produttore Ente emettitore Certificatore responsabile delle plastiche inizializzazione file system … registrazione utenti->identificazione aggiornamento INA personalizzazione/consegna gestione ciclo di vita CNS generazione certificato aut. CNS

11 Principi generali organizzativi 3/4 Ente Emettitore Lamministrazione emittente è responsabile dellidentificazione del titolare e di consegnare la carta al suo legittimo proprietario. Lamministrazione che emette carte CNS è responsabile di definire un servizio di call center per la revoca o sospensione della CNS. Lamministrazione può disporre la revoca. Le informazioni anagrafiche relative alle carte CNS sono inviate al sistema INA-SAIA (indice nazionale delle anagrafi). Lamministrazione che emette le carte CNS definisce le procedure di gestione, personalizzazione e rilascio delle carte CNS e le descrive in un apposito manuale della sicurezza.

12 Principi generali organizzativi 4/4Certificatore Certificatore accreditato ai sensi dellart.5 del D.Lgs 23 gennaio 2002, n.10 I certificatori sono iscritti in un elenco, consultabile via telematica, tenuto dal D.I.T. (Dipartimento Innov. Tecn.) Profilo di Certificato per lautenticazione CNS RFC 3280 Informazioni del titolare commonName: Es. commonName: DMMRNT63H14H501T/ cd3fdfdfeH2Duoewf5oasookDHo= Codice fiscale Id univoco carta Hash dal file dati personali

13 Agenda Obiettivi della presentazione Obiettivi della presentazione Quadro normativo di riferimento Quadro normativo di riferimento Principi generali Principi generali Smart card e interoperabilità Smart card e interoperabilità Servizi e applicazioni della CNS Servizi e applicazioni della CNS CNS e Regione Toscana CNS e Regione Toscana CNS e le altre PP.AA. CNS e le altre PP.AA.

14 Smart card – caratteristiche e interoperabilità 1/2 Smart card ISO 7816 EEPROM >= 32KB APDU standard pubblicate sul sito CNIPA Certificata CC EAL4+ pp CWA14169 Altri standard… compatibile Netlink compatibile Netlink PKCS#11 PKCS#11 ASN1 ASN1 File system e struttura dati

15 Smart card – caratteristiche e interoperabilità 2/2 Interoperabilità fondata su ISO , 2, …, 9 –Part 1-4 full –Part 8 oggetti di sicurezza –Part 9 comandi per la gestione del ciclo di vita Il protocollo dintesa 13 maggio 2003 –Siglato da Mininterno, MIT e i 9 principali produttori di smartcard –Standard aperto –Art 2 e art 4 Garanzia nel mantenimento dello standard tecnologico –Art 3 Consultazioni per la definizione, approvazione e verifica di eventuali variazioni indotte dallo sviluppo tecnologico.

16 Smart card – produzione 1/2 autenticazione certa delloperatore registrazione di tutte le operazioni effettuate e dei dati utili alla tracciatura del processo protezione delle informazioni di tracciatura in modo tale da garantirne integrità e non ripudio La produzione delle smart card destinate ad operare come CNS deve avvenire con criteri che garantiscano la segretezza delle informazioni presenti nelle carte inizializzate.

17 Smart card – produzione 2/2 Conservazione e trasporto delle carte Caveau Trasporto con bolla di consegna tra plant diversi Gestione degli scarti Controllo allunità Distruzione con verbale e con più persone Generazione delle chiavi archivi cifrati per le chiavi PIN, PUK, etc… Tracciatura delle operazioni Conservazione dei registri cartacei o elettronici per almeno 10 anni Protezione delle informazioni di tracciatura registri elettronici cifrati con smartcard RSA gestione e custodia sicura della smartcard operatore Misure organizzative Almeno un Responsabile della sicurezza presente per ogni turno Garanzia del rispetto di tutte le procedure Misure di sicurezza fisiche Almeno doppio livello recintato con telecamere e sistemi anti intrusione Custodia 24h Accesso dei dipendenti differenziato per funzione

18 Smart card - emissione Il circuito di emissione comprende: Personalizzazione della carta Verifica dei dati anagrafici Consegna della carta al titolare Consegna dei codici segreti PIN e PUK Protezione delle carte inizializzate Protezione dei flussi di dati Canali cifrati (almeno 128 bit) Mutua autenticazione Codice in materia di protezione dei dati personali – DL 30 giugno 2003, n. 196 Carta nazionale dei servizi Comune di XYZ Puk: 1234 Pin: 1234

19 Agenda Obiettivi della presentazione Obiettivi della presentazione Quadro normativo di riferimento Quadro normativo di riferimento Principi generali Principi generali Smart card e interoperabilità Smart card e interoperabilità Servizi e applicazioni della CNS Servizi e applicazioni della CNS CNS e Regione Toscana CNS e Regione Toscana CNS e le altre PP.AA. CNS e le altre PP.AA.

20 Circuito di emissione 1/2 Centro Servizi di Autenticazione Centro Servizi di Autenticazione Fornitori dei servizi applicativi Fornitori dei servizi applicativi Ente Certificatore Accesso al servizio di identificazione $ $ $ Accesso Registration Authority Emettitore Registration Authority Emettitore Emissione carta Emissione PIN Gestione della CA Registrazione Autorizzazione Acquisizione dati Autenticazioni pending Identificazione Verifica dati Archivi Identificativi Liste di revoca e sospensioni Personalizzatore Produttore CNS

21 Circuito di emissione 2/2 Produzione, InizializzazioneProduzione, Inizializzazione Presso un produttore accreditato (che rispetta le misure di sicurezza) PersonalizzazionePersonalizzazione Presso lente emettitore o presso struttura delegata (che rispetta le misure di sicurezza, e comunque, la responsabilità e dellente emettitore) Rilascio certificati di autenticazioneRilascio certificati di autenticazione Possono operare come emettitori dei certificati di autenticazione della CNS esclusivamente i certificatori accreditati di cui allarticolo 5 del Decreto Legislativo 23 gennaio 2002, n.10. Imbustamento e consegnaImbustamento e consegna Presso strutture dellente emettitore o direttamente a casa via posta (ma solo dopo la necessaria fase didentificazione a vista e dopo la dichiarazione del non possesso CIE)

22 Multiapplicazione E un documento di Identificazione in Rete Consente la fruizione di servizi PA Centrali Consente la fruizione di servizi PA Locali Può ospitare la funzionalità di firma digitale qualificata Può ospitare applicazione di carta Sanitaria Netlink compatibile Può ospitare Servizi di Pagamento On-Line »ed inoltre… altri certificati X.509 (Cifra, posta elettronica firmata,...) Altri dati, per altre applicazioni specifiche (controllo accesso fisico, caricamento di token per eventuali sistemi di pagamento a circuito chiuso, etc…)

23 Servizi locali - Firma Digitale Qualificata – MultiGestione Servizi aggiuntivi Locali –Possono essere caricati dallente emettitore, anche dopo il rilascio e a cura di una struttura delegata Firma Digitale Qualificata –Può essere caricata da una delle CA pubbliche ed accreditata Multigestione: diversi enti possono gestire in sicurezza la stessa card (ASL, Certificatore) DF firma digitale

24 Servizi aggiuntivi, come si implementano? Chiave di Autenticazione RSA (External Authentication) File Binario ad accesso libero: Contiene Kia | Kic cifrate. DF2 Chiavi 3DES per il Secure Messaging La creazione degli oggetti nel DF2 può avvenire solo dopo essersi autenticati con la chiave BSO_InstPubKey BSO_InstPubKey BSO_Kic BSO_Kia EF_InstFile

25 Agenda Obiettivi della presentazione Obiettivi della presentazione Quadro normativo di riferimento Quadro normativo di riferimento Principi generali Principi generali Smart card e interoperabilità Smart card e interoperabilità Servizi e applicazioni della CNS Servizi e applicazioni della CNS CNS e Regione Toscana CNS e Regione Toscana CNS e le altre PP.AA. CNS e le altre PP.AA.

26 Ruoli e attività di Infocamere Ente Certificatore Servizi Ente emettitore CCIAA Regione Toscana altre PP.AA. Nellambito della CNS… 1,3 Mln smartcard Firma Digitale 1,3 Mln smartcard Firma Digitale Servizio Firma Digitale Servizio Firma Digitale Servizi on-line fruibili mediante CNS Servizi on-line fruibili mediante CNS

27 Circuito di Emissione CNS La modalità di rilascio della CNS è sostanzialmente analoga a quella della carta di firma Ente Emettitore Produttore Certificatore INA Cittadino/Titolare Carte inizializzate Carte personalizzate Ready card Ready card Post card Post card

28 CNS, Regione Toscana e utenti Misure di sicurezza Gestione scarti Tracciatura operazioni Protezione informazioni di tracciatura Protezione flusso dei dati Documentazione /Manualistica Qualità ISO 9000/2000 Manuale operativo CNS Manuale Utente Analisi del rischio Piano della sicurezza Utente 2 PIN/2 PUK: cert. di firma e cert. CNS Predisposizione Netlink Autenticazione servizi on-line mediante smartcard Altri certificati opzionali

29 Agenda Obiettivi della presentazione Obiettivi della presentazione Quadro normativo di riferimento Quadro normativo di riferimento Principi generali Principi generali Smart card e interoperabilità Smart card e interoperabilità Servizi e applicazioni della CNS Servizi e applicazioni della CNS CNS e CCIAA CNS e CCIAA CNS e le altre PP.AA. CNS e le altre PP.AA.

30 Vantaggi per le PP.AA. e cittadini Miglioramento del dialogo tra PP.AA. e cittadini Interazioni delle PP.AA. tra di loro e con altri soggetti pubblici e privati (banche, enti erogatori dei servizi di pubblica utilità) Attività di tipo normativo, organizzativo e tecnico per semplificare i processi e i meccanismi interni delle PP.AA. Imparzialità nellerogazione delle prestazioni e uguaglianza del diritto allaccesso ai servizi Informazione dei cittadini utenti sui servizi offerti e le modalità di erogazione Riduzione sostanziale dei tempi di attesa e dei spostamenti fisici


Scaricare ppt "Carta Nazionale dei Servizi. Agenda Obiettivi della presentazione Obiettivi della presentazione Quadro normativo di riferimento Quadro normativo di riferimento."

Presentazioni simili


Annunci Google