La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Consiglio Comunitario - Novafeltria, 23 Aprile 2008

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Consiglio Comunitario - Novafeltria, 23 Aprile 2008"— Transcript della presentazione:

1 Consiglio Comunitario - Novafeltria, 23 Aprile 2008
COMUNITA MONTANA ALTA VALMARECCHIA AMBITO TERRITORIALE SOCIALE N° 2 AREA: SERVIZI SOCIALI ELEMENTI DI EFFICACIA, EFFICIENZA ED ECONOMICITA’ IN ALCUNI SERVIZI SOCIALI ASSOCIATI GESTITI DALLA COMUNITA’ MONTANA ALTA VALMARECCHIA Consiglio Comunitario - Novafeltria, 23 Aprile 2008

2 EFFICACIA, EFFICIENZA ED ECONOMICITA’
NEI SERVIZI SOCIALI EFFICACIA: è la capacità di un intervento di raggiungere l’obiettivo prefissato. 2. EFFICIENZA: è la capacità di raggiungere l’obiettivo prefissato col minimo sforzo finanziario ed umano. E’ EVIDENTE CHE IL BASE ALLE DUE DEFINZIONI, LA VALUTAZIONE DI EFFICACIA DEVE PRECEDERE QUELLA DI EFFICIENZA, E LA SECONDA NON Può DARSI SENZA LA PRIMA 3. ECONOMICITA’ (quello richiesto): SINTETIZZA LA CAPACITA’ DI UN’AZIENDA O ENTE NEL LUNGO PERIODO DI UTILIZZARE IN MODO EFFICIENTE LE PROPRIE RISORSE RAGGIUNGENDO IN MODO EFFICACE I PROPRI OBIETTIVI.

3 RIFLESSIONI SUI TERMINI
RIFLESSIONE: è facile trovare, nei servizi sociali, indicatori di efficienza (rapporti); mentre molto più difficile è definire quali sono gli indicatori di efficacia, in quanto si rifanno ad ASSUNTI DI VALORE; devono riferirsi a categorie come il benessere, o la qualità della vita di individui ecc. ALCUNI SERVIZI SOCIALI NASCONO APPUNTO SULLA BASE DI ASSUNTI DI VALORE CHE SI HANNO O NO (DIRITTI PORTATORI DI HANDICAP, BENESSERE DELLA POPOLAZIONE ANZIANA, 2. RIFLESSIONE: nella nostra vallata i servizi sociali associati, vista l’esiguità degli interventi, non permettono sempre di attivare strategie aziendalistiche per un’economia di scala, ma raggiungono però un altro ben più importante obiettivo: RIESCONO A DARE DEI SERVIZI IN POSTI DOVE NON SONO MAI ESISTINTI (diritto di cittadinanza).

4 Servizio Assistenza Scolastica Handicap
N° Ore settimanali assistenza scol. N° bambini con handicap seguiti N° Ore Annue Educatore

5 Elementi di “QUALITA’ apportati negli anni nel Servizio di Assistenza Scolastica Handicap
1. Dal 2005: Assunzione degli addetti quali Educatori Professionali da Cooperativa Sociale (a seguito pubblico appalto) con versamenti previdenziali, assistenziali, ferie, malattia, ecc. 2. Dal 2006: Assegnazione agli educatori di ore aggiuntive per riunioni con famiglia, insegnanti, equipe, per personalizzazione intervento scolastico. 3. Dal 2007: Sostituzione di educatore in malattia o indisposto entro 24 ore, con sostituto. 4. Dal 2008: Formazione integrata degli educatori con insegnanti su specifiche materie inerenti handicap e didattica. Coordinamento personale per 15 ore settimanali (pagate 3)

6 ECONOMICITA’ PER I COMUNI nel Servizio di Assistenza Scolastica Handicap
LA COMUNITA’ MONTANA INTERCETTA FINANZIAMENTI CHE RIDUCOMO I COSTI DEI COMUNI (es. Contributi regionali, Fondazione Cassa Risparmio, Progetti ministero, ecc.) Comune di Residenza Cognome e Nome Bambino N° complessivo Bambini Ore settimanali assegnate Ore dal al Euro Orarie per Educatore Totale Quota Comunità Montana (Fondazione + Regione ecc.) Rimangono IMPEGNI COMUNI ANNO 2007  A 3 24 792,00 17,67 13.994,64 10.188,68 3.805,96  B 6 38 1.254,00 22.158,18 16.132,08 6.026,10 2 18 594,00 10.495,98 7.641,51 2.854,47 14 462,00 8.163,54 5.943,40 2.220,14 1 12 396,00 6.997,32 5.094,34 1.902,98 TOTALI 61.809,66 45.000,00 16.809,66

7 Assistente Sociale – Ufficio Promozione Sociale

8 Assistente Sociale – Ufficio Promozione Sociale
1. L’Assistente Sociale: opera per i Comuni di Casteldelci, Maiolo, Pennabilli, Sant’Agata Feltria, Talamello con un impegno orario di 36 ore settimanali. 2. Il Costo annuo dell’Assistente Sociale: è pari a circa complessivi Euro ,00 di cui ,00 a carico Comuni e ,00 a carico dell’Ambito Sociale (fondi regionali e comunitari) e non è variato nel periodo preso in considerazione. 3. Avendo aumentato le prestazioni: nel cosro degli anni e non avendo aumentato il costo è evidente che il servizio è da considerarsi economico. 4. Sarebbe oltremodo difficile: per un Comune singolo avere questo tipo di servizio organizzato in forma autonoma (es. Comune Casteldelci paga Euro/anno). Pag. 1

9 ESTERNALIZZAZIONE DI ALCUNI SERVIZI SOCIALI
1. OBBLIGO DI LEGGE: non è più possibile affidare incarichi di collaborazione e consulenza così come si faceva anni fa’. Restrizioni giuridiche. 2. VARIABILITA’ DEI SERVIZI: alcuni servizi sociali sono variabili e legati a fattori che non possono essere conosciuti ex ante. Es. Assistenza Educativa Scolastica dipende dagli insegnanti di sostegno, dal proseguimento agli studi di alcuni ragazzi portatori di handicap, ecc. 3. ASSUNZIONE TEMPO INDETERMINATO: è quindi quasi impraticabile ed onerosa per le PP.AA. 4. NON CI SONO VINCOLI: di sorta tra pubblica amministrazione e operatori sociali in quanto dipendenti dalla Cooperativa Sociale che li assume con contratto a tempo indeterminato, con tutti i relativi diritti. 5. SUSSIDIARIETA’ ORIZZONTALE: Art. 118 Costituzione – Riforma del Titolo V)

10 2. N° 18 POSTI: riservati ai nostri ragazzi.
CENTRO SOCIO EDUCATIVO DIURNO “IL NODO” PER PORTATORI DI HANDICAP MEDIO GRAVI 1. GESTIONE: Cooperativa Sociale “LA FRATERNITA” – Papa Giovanni XXIII. 2. N° 18 POSTI: riservati ai nostri ragazzi. 3. COSTI GESTIONE ASSOCIATA: 50% costo personale Regione Marche L.R. 18/96 260,00 Euro Mensili carico famiglia 170,00 Euro mensili carico Comune di residenza Fondo solidarietà fra Comuni 90,00 Euro mensili carico Zona Territoriale N° 1 4. COSTI MENSILI: a carico famiglia, Comuni e ASUR ammontano a circa Euro 540,00. Il costo di un eguale servizio ad es. a Pesaro o Verucchio è di circa EURO 90,00 al giorno (Euro 2.700,00 Mese).

11 Ore Effettuate mensili
MISURE PER IL CONTROLLO DELLA QUALITA’ PERCEPITA E MONITORAGGIO DEGLI INTERVENTI CUSTOMER SATISFACTION: Questionari telefonici o questionari anonimi a risposta multipla a familiari per i seguenti servizi: CENTRI ESTIVI AL MARE (Campi solari) SCUOLE MATERNE ESTIVE IPPOTERAPIA 2. VERIFICA MENSILE DELLE ORE EFFETTUATE PER SINGOLO UTENTE Utente Servizio Comune di Residenza MESE DI MARZO Ore Sett.li Assegnate Ore Mensili assegnate Ore Effettuate mensili Differenza in + o in - 1 4 17 12,00 -5 2 13,50 -4 3 6 26 22,00 14,00 -3 5 18,00 22 95 79,50 -16


Scaricare ppt "Consiglio Comunitario - Novafeltria, 23 Aprile 2008"

Presentazioni simili


Annunci Google