La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ADDIZIONALE IRPEF DEL COMUNE DI VERONA Gruppo Consiliare Comunale Partito Democratico a cura di Vincenzo DArienzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ADDIZIONALE IRPEF DEL COMUNE DI VERONA Gruppo Consiliare Comunale Partito Democratico a cura di Vincenzo DArienzo."— Transcript della presentazione:

1 ADDIZIONALE IRPEF DEL COMUNE DI VERONA Gruppo Consiliare Comunale Partito Democratico a cura di Vincenzo DArienzo

2 Dati del Comune 55.338 contribuenti esentati; 0,5 per cento per redditi da 10mila a 15mila (26.704 contribuenti); 0,65 per i redditi da 15 a 28mila euro (69.269 contribuenti), 0,78 per i redditi da 28 a 55mila euro (31.139 persone – per calcolo empirico, 20.000 sono stati collocati nella fascia 28/33.000 euro di reddito); 0,79 per cento per quelli da 55 a 75mila euro (5.103 contribuenti); oltre 75mila euro pagherà lo 0,8 per cento (6.577 persone).

3 ADDIZIONALE IRPEF Laddizionale colpisce soprattutto i contribuenti medi, in stragrande maggioranza lavoratori dipendenti e pensionati il cui reddito medio va da 15 a 33.000 euro. Dati: 194.130 contribuenti (55.338 esentati); 115.973 di essi saranno tassati in media del doppio rispetto allattuale; 22.819 contribuenti pagheranno quasi il triplo dellattuale.

4 Effetti proposta Comune Mensile Stipendio/ pensione lordo Mensile Stipendio/ pensione netto (circa) Reddito annuo lordo Prelievo attuale Prelievo futuro Incremento percentuale 1.000 758 12.00036 60 + 67% 1.300 984 15.60046,8 78,9+ 68% 1.500 1.136 18.000 54 94,5 +75% 1.800 1.363 21.600 64,8 117,9 +82% 2.000 1.515 24.000 72 133,5 + 85% 2.500 1.893 30.000 90 175,1 + 94% 2.750 2.083 33.000 99 198,5 +113% 3.000 2.272 36.000 108 221,9 + 105% 3.333 (cumulo coniugi) 2.525 40.000 120 253,1 +111%

5 Proposta aliquote Partito Democratico esenzione per i redditi da 0 a 11mila euro; aliquota dello 0,4 per cento per redditi da 11 a 15mila euro; aliquota dello 0,5 per cento per i redditi da 15 a 28mila euro; aliquota dello 0,65 per cento per i redditi da 28 a 55mila euro; aliquota dello 0,8 per cento per i redditi da 55mila euro

6 Confronti Mensile Stipendio/ pensione lordo Mensile Stipendio/ pensione netto (circa) Reddito annuo lordo Prelievo proposta Comune Prelievo proposta PD 1.000 758 12.00060 40 1.300 984 15.60078,963 1.500 1.136 18.000 94,5 75 1.800 1.363 21.600 117,9 93 2.000 1.515 24.000 133,5 105 2.500 1.893 30.000 175,1 128 2.750 2.083 33.000 198,5 157,5 3.000 2.272 36.000 221,9 177 3.333 (cumulo coniugi) 2.525 40.000 253,1 203

7 IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Gruppo Consiliare Comunale Partito Democratico a cura di Vincenzo DArienzo

8 IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA LIMU decisa dal Comune graverà soprattutto sulla fascia media dei contribuenti, ovvero sui proprietari della sola abitazione principale. Pochi sono i contribuenti con più di 5 unità immobiliari, soglia oltre la quale è stata prevista laliquota più alta. Speciosa limposta sugli alloggi ATER e AGEC. Il rischio che le due aziende aumentino laffitto agli inquilini e/o rimandino sine die le ristrutturazioni è concretamente collegato dalle decisioni del Comune.

9 Effetti proposta Comune sullabitazione principale Rendita catastalePrelievo attualePrelievo futuro 400 ==== 68,80 450 ==== 102,40 600 ==== 203,20 700 ==== 270,40 800 ==== 337,60 1.000 ==== 472,00 Dallimposta occorre detrarre 50 per ciascun figlio fino al massimo di 8 figli.

10 Proposta PD Il Partito Democratico propone lintroduzione dellaliquota più alta (10,6) e sottrae da essa alcune categorie (familiari ed economiche) che vengono agevolate: abitazione principale (0,2); immobili ATER e AGEC; i titolari di ununica unità immobiliare concessa in uso gratuito a parenti di I grado in linea retta purché questi la adibiscano a propria abitazione principale (4,6); i proprietari che ancorché titolari di altra unità immobiliare adibita a propria abitazione principale, concedono la seconda casa ereditata dai genitori o in uso gratuito o in locazione ai parenti di 1° grado in linea retta che la utilizzino come abitazione principale (7,0); la locazione della seconda casa ad alcune categorie di persone purché siano in possesso di determinati requisiti oggettivi. In questo modo si sostengono certe tipologie di inquilini (7,0); le unità destinate a spettacoli musicali, teatrali, sale cinematografiche (7,0); gli studi privati ed i negozi utilizzati direttamente dal soggetto passivo (10,0).

11 Effetti proposta PD sullabitazione principale Rendita catastalePrelievo attualePrelievo futuro 400 ==== 450 ==== 600 ==== 1,60 700 ==== 35,20 800 ==== 68,80 1.000 ==== 136 Dallimposta occorre detrarre 50 per ciascun figlio fino al massimo di 8 figli.

12 Confronti Rendita catastaleProposta ComuneProposta PD 400 68,80 ==== 450 102,40 ==== 600 203,20 1,60 700 270,40 35,20 800 337,60 68,80 1.000 472,00 136 Dallimposta occorre detrarre 50 per ciascun figlio fino al massimo di 8figli.

13 Somma prelievi per famiglia Mensile Stipendio/ pensione netto Rendita catastale abitazione principale Prelievo attuale (solo addizionale IRPEF) Prelievo futuro (IMU + Addizionale IRPEF) 758 400 450 600 36 128,80 162,40 263,20 984 500 600 700 46,8 164,9 282,1 349,3 1.136 600 700 800 54 297,7 364,9 432,1 1.363 700 800 900 64,8 388,3 455,5 472,7 Dalla quota IMU non è stata operata la detrazione per i figli.

14 ANALISI ALIQUOTE IMU E ADDIZIONALE IRPEF DEL COMUNE DI VERONA GRAZIE Gruppo Consiliare Comunale Partito Democratico a cura di Vincenzo DArienzo


Scaricare ppt "ADDIZIONALE IRPEF DEL COMUNE DI VERONA Gruppo Consiliare Comunale Partito Democratico a cura di Vincenzo DArienzo."

Presentazioni simili


Annunci Google