La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

METODI FISICI DI DOSIMETRIA DI FASCI ULTRASONORI PER DIAGNOSTICA Dr. Riccardo Di Liberto MISURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE 1° anno - 2° semestre a.a. 2005-2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "METODI FISICI DI DOSIMETRIA DI FASCI ULTRASONORI PER DIAGNOSTICA Dr. Riccardo Di Liberto MISURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE 1° anno - 2° semestre a.a. 2005-2006."— Transcript della presentazione:

1 METODI FISICI DI DOSIMETRIA DI FASCI ULTRASONORI PER DIAGNOSTICA Dr. Riccardo Di Liberto MISURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE 1° anno - 2° semestre a.a

2 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEGLI ECOGRAFI Principi di funzionamento; Trasduttori e forma del fascio ultrasonoro emesso; Modi di analisi; Mezzi di contrasto.

3 PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO Utilizzo di ultrasuoni nella gamma di frequenze tra 2 Mhz e 20 MHz; Attesa degli echi generati da interfacce comprese tra mezzi con diversa impedenza acustica, oppure prodotti da diffusori acustici.

4 TRASDUTTORI E FORMA DEL FASCIO Ultrasuoni generati e ricevuti da elementi piezoelettrici ( ceramiche, quarzi, PVDF); Utilizzo di onde ultrasonore continue o pulsate Trasduttori singoli o disposti su matrici per focalizzazione e scansione automatica

5 Forma del fascio generato da un trasduttore Impulsi (PD, PRP, PRF, duty factor)

6 FOCALIZZAZIONE Ottenuta con trasduttori di forma concava; Ottenuta con lenti acustiche (rifrazione); Ottenuta con matrici di trasduttori eccitati con opportuni ritardi.

7 SCANSIONE AUTOMATICA Linear array Phased arrayConvex array Meccanica

8 PRINCIPALI MODI DI ANALISI Modo di analisi A (A-mode) Modo di analisi B (B-mode) Real-time Modo di analisi M(M-mode) Doppler pulsato Color Doppler

9 A-MODE Il tempo (t) di ritorno di un eco al trasduttore è legato alla profondità (L) della interfaccia che lo genera: c = velocità ultrasuoni = 1540 m/s

10 B-MODE Si determina la posizione della linea di vista da cui provengono gli echi; Gli echi vengono rappresentati su uno schermo con una modulazione in scala di grigi in base alla loro ampiezza; Si acquisiscono i dati di linee di scansione poste lungo un piano (piano di scansione) e si costruisce unimmagine bidimensionale.

11 REAL-TIME La scansione viene eseguita velocemente e ripetutamente, con matrici di trasduttori, in modo da seguire in tempo reale i movimenti delle strutture interne al paziente.

12 M-MODE Viene seguito il moto di una interfaccia mediante la rappresentazione della sua profondità in funzione del tempo Se linterfaccia è ferma viene visualizzata una linea retta orizzontale; se linterfaccia cambia la sua profondità la linea si sposta verticalmente. ECOCARDIOGRAFIA

13 DOPPLER IMAGING f D = frequenza Doppler v = velocita di scorrimento del fluido c = velocità dellonda ultrasonora nel mezzo

14 COLOR DOPPLER Sullimmagine bidimensionale in scala di grigi viene sovrapposta una mappatura in colore riferita alla frequenza Doppler e quindi alla velocità del fluido. rosso: f D > 0 blu: f D < 0

15 MEZZI DI CONTRASTO Utilizzati per migliorare le diagnosi Bolle di aria libere o incapsulate con tropismo specifico Immagine ottenuta senza mezzo di contrasto Immagine ottenuta con mezzo di contrasto

16 MECCANISMI CHE INDUCONO EFFETTI BIOLOGICI Effetti meccanici della pressione acustica Streaming (fluidi) Cavitazione stabile e transiente (soglia di intensità) Effetti termici (assorbimento)

17 GRANDEZZE FISICHE CORRELATE CON GLI EFFETTI BIOLOGICI PRESSIONE ACUSTICA (Pa) INTENSITÀ ACUSTICA (mW/cm 2 ) Pressione massima negativa (p r ) Pressione efficace sulla durata dellimpulso (p p ) Pressione di picco spaziale efficace sullimpulso (p spp ) Pressione di picco spaziale efficace sul periodo di ripetizione (p spr ) Intensità di picco spaziale mediata sullimpulso (Isppa) Intensità di picco spaziale e media temporale (Ispta)

18 LINEE GUIDA FDA E AIUM SUI LIMITI DI DOSE Nel caso di fasci focalizzati con I spta < 1 W/cm 2 gli effetti termici e di cavitazione risultano comunque trascurabili.

19 Tipi di ECOGRAFI di differente tecnologia Marca: ATL Modello: Hdi 3000 (banda larga) Marca: SIEMENS Modello: Antares (banda stretta)

20 SONDE ANALOGHE NEI DUE TIPI DI ECOGRAFO ATL Hdi 3000SIEMENS Antares Convex 4-2Linear 10-5Convex 5-2Linear 10-5

21 CONTROLLI DI QUALITA Analisi di alcuni parametri delle immagini di un apposito fantoccio mediante il software UltraIq (Ramsoft). Il software prende in considerazione i livelli di grigio dei pixel. Uniformità Linearità assiale Risoluzione assiale e laterale Forma di pseudo cisti e pseudo tumori Ampiezza della zona morta

22 FANTOCCIO GAMMEX RMI 403GS LE

23 ATL Hdi 3000 SONDA CONVEX Fuochi

24 MISURE DI PRESSIONE ED INTENSITA ACUSTICA Vengono eseguite misure con diverse configurazioni degli ecografi: ricerca del picco spaziale della pressione acustica efficace mediata sullimpulso, al fine di calcolare I spta. andamento della pressione acustica massima negativa, della pressione acustica efficace mediata sullimpulso e della I spta in funzione della emissione dellecografo (indice meccanico MI) andamento dei profili di emissione in direzione della scansione e in direzione perpendicolare alla scansione, alla profondità del picco spaziale.

25 IDROFONO

26 ± 11%tra 1 MHz e 7 MHz ± 10,4%tra 8 MHz e 10 MHz ± 12,2%tra 11 MHz e 13 MHz ± 14,3%a 15 Mhz ± 14,9%a 17 MHz ± 16%a 19 MHz ± 16,6%a 20 MHz Incertezza di misura Impedenza di tipo capacitivo 84 3 pF Curva di calibrazione

27 FANTOCCIO AD ACQUA

28 ANALISI DEGLI IMPULSI

29 RICERCA DEL PICCO SPAZIALE Il fuoco a profondità intermedia è quello che genera i valori più alti della pressione acustica di picco mediata sulla durata dellimpulso

30 ANDAMENTO CON LINDICE MECCANICO (MI) p r = pressione massima negativa di picco spaziale f = frequenza portante dellimpulso


Scaricare ppt "METODI FISICI DI DOSIMETRIA DI FASCI ULTRASONORI PER DIAGNOSTICA Dr. Riccardo Di Liberto MISURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE 1° anno - 2° semestre a.a. 2005-2006."

Presentazioni simili


Annunci Google