La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FORMARE AD UNA FEDE ADULTA Potenza,19 ottobre 2003.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FORMARE AD UNA FEDE ADULTA Potenza,19 ottobre 2003."— Transcript della presentazione:

1 FORMARE AD UNA FEDE ADULTA Potenza,19 ottobre 2003

2 PREMESSA Fede adulta non è sinonimo di fede degli adulti; Non si tratta quindi di età; Fede adulta va intesa come fede matura; Ricordando che fede matura NON E fede arrivata……

3 IN QUESTO CONTESTO CULTURALE Si assiste ad una crisi culturale di trasmissione generalizzata; Diventare adulti è poco desiderabile; I modelli di successo sono quelli adolescenziali.

4 IN UNAC RINNOVATA Siamo in una fase di rinnovamento dellAC, ma con alcune scelte già fatte: METTERE AL CENTRO LA PAROLA DI DIO (consegna del Vangelo a tutti i soci); E soprattutto idea di formazione come CONFORMAZIONE A CRISTO = conformare la nostra umanità allimmagine del Figlio.

5 CHI E IL DESTINATARIO? Chi frequenta la comunità ed ha fatto una scelta di fede; Chi frequenta la comunità e non ha fatto una vera scelta; Chi non frequenta con assiduità però manifesta una domanda di fede; Chi si è allontanato ma potrebbe ricominciare se contattato...

6 …la fede partecipa delle dinamiche di vita, quindi una fede è matura se cè una maturità umana: Quando una persona è matura? 1. è una persona in costante evoluzione ma ha una direzione, ha deciso sulla propria vita; 2. vive un rapporto positivo con la propria storia e la sa raccontare; 3. si costruisce e si inventa progressivamente nella duplice capacità di a)fare memoria, b)progettare; 4. si sente chiamata a dei compiti; 5. si offre ad altri in una relazione gratuità.

7 TRATTI DI UNA VITA DI FEDE ADULTA E una fede in continua evoluzione: è unesperienza relazionale tra Dio e luomo, tra due libertà.

8 Alcune tappe di questa evoluzione sono: Lo stadio del NOI. Lappartenenza comunitaria immediata, fiduciosa; Lo stadio dellio razionale: il primo riferimento dellatto di credere è dentro di sé e non appoggiato sullesterno; Lo stadio dellio relazionale, riunificazione, in comunione con gli altri e con se stesso.

9 FEDE COME: ATTO DI RELAZIONE; SCELTA LIBERA E PERSONALE; GRATUITA; APPARTENENZA; RESPONSABILITA

10 Ognuno di noi ha delle pre-comprensioni in molti ambiti, anche su Dio e sulla Chiesa, sono il risultato di una storia complessa ed occorre tenerne conto…… PERCHE SONO IMPORTANTI? Formare qualcuno è aiutarlo a far evolvere il proprio sistema di rappresentazioni o fornirgli gli strumenti per costruirne un altro più adeguato alla realtà

11 COME FARE QUESTO? Certo non con il semplice aumento delle conoscenze; Anche una semplice dinamica di gruppo non basta; Occorre destrutturare e ristrutturare

12 NOTE DI METODO PER UNA PROPOSTA A MISURA DI ADULTO LAVORANDO SU DI SE (ladulto è il responsabile primo della sua fede, ha bisogno di un formatore come accompagnatore); A PARTIRE DALLA PROPRIA ESPERIENZA A PARTIRE DA UNA SERIE DI BISOGNI HA BISOGNO DI PERCEPIRE LUTILITA DI QUELLO CHE FA.

13 IL FORMATORE E UN INDICATORE DI CAMMINI; SA CREARE LUOGHI DI ASCOLTO; OFFRE CHIAVI DI RILETTURA; SUSCITA PROGETTUALITANELLA DIREZIONE DELLA NASCENTE UMANIZZAZIONE DI SE, DEGLI ALTRI, DEL MONDO.


Scaricare ppt "FORMARE AD UNA FEDE ADULTA Potenza,19 ottobre 2003."

Presentazioni simili


Annunci Google