La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Progetto R.I.So.R.S.E. Elisabetta Davoli Roma-Forum P.A 12 maggio 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Progetto R.I.So.R.S.E. Elisabetta Davoli Roma-Forum P.A 12 maggio 2005."— Transcript della presentazione:

1 Il Progetto R.I.So.R.S.E. Elisabetta Davoli Roma-Forum P.A 12 maggio 2005

2 Il progetto R.I.So.R.S.E. R icerca I nnovazione So stegno R iforma S istema E ducativo

3 Il processo di riforma richiede: Creazione sistema MIUR,IRRE,INDIRE in grado supportare lavvio della riforma attraverso Promozione di PROGETTI di RICERCA AZIONE sulle pratiche educative e didattiche Informazione e promozione delle attività connesse allapplicazione della legge Censimento a livello regionale delle iniziative assunte dalle scuole per i processi di riforma in atto

4 Il sistema Il progetto R.I.So.R.S.E. come azione di sistema tra: Istituzioni scolastiche MIUR USR IRRE INDIRE

5 M.I.U.R - ruolo istituzionale Direzione Generale Ordinamenti Scolastici: supporto attuazione a regime riforma; Direzione Generale Comunicazione: potenziamento processo di comunicazione sui contenuti della riforma; Direzione Generale Personale scuola: piano formazione per la riforma Direzione Generale Sistemi informativi: politiche innovazione tecnologica

6 U.S.R. ruolo istituzionale Azione di governo del sistema scolastico sul piano organizzativo ed amministrativo

7 I.R.R.E. ruolo istituzionale Enti deputati alla ricerca educativa e didattica 1. hanno maturato specifiche esperienze al riguardo, a livello regionale e interregionale 2. hanno operato anche in rete 3. hanno accresciuto potenzialità di intervento sulle istituzioni scolastiche

8 I.N.D.I.R.E. ruolo istituzionale Sistema di documentazione delle esperienze di ricerca e innovazione didattica e pedagogica in ambito nazionale e internazionale.

9 IL PERCORSO PROGETTUALE Il passato anno 2003/4 Il presente anno 2004/5

10 Il passato Fase preliminare ottobre-dicembre 2003 Fase iniziale gennaio-febbraio 2004 Fase centrale marzo-aprile 2004

11 Fase preliminare ottobre-dicembre 2003 Redazione del progetto Presentazione ai Presidenti e Direttori IRRE Nomina del Comitato di Coordinamento Nomina del Gruppo Tecnico Definizione del questionario 0

12 Il gruppo di Coordinamento (1) Elisabetta Davoli – MIUR- Presidente Benito Agnesi – MIUR Giovanna Occhipinti – MIUR Michele Iaccarino - MIUR Sergio Govi – MIUR Orazio Pasquali – MIUR Diana Saccardo – MIUR Giuliana Sandrone Boscarino – Università degli Studi - Bergamo Giovanni Biondi – INDIRE

13 Il gruppo di Coordinamento (2) Gianfranco Savelli – Presidente IRRE Umbria Filiberto Arzelà – Presidente IRRE Liguria Maddalena Carraro - Presidente IRRE Veneto Gabriele Uras - Presidente IRRE Sardegna Giuseppe Meroni - Presidente IRRE Lombardia Antonietta De Michele - Presidente IRRE Basilicata Giuseppe Italiano - Direttore IRRE Toscana Ruggero Toni - Direttore IRRE Emilia Romagna Antonio Giannandrea - Direttore IRRE Molise Francesco Gesmundo - Direttore IRRE Puglia

14 Il Gruppo Tecnico Giuseppe Italiano – IRRE Toscana - Coordinatore Benito Agnesi – MIUR Giovanna Occhipinti – MIUR Sergio Govi – MIUR Orazio Pasquali – MIUR Diana Saccardo – MIUR Giovanni Biondi – INDIRE Enzo Dameri – IRRE Liguria Donata La Rocca – IRRE Basilicata Feliciana Cicardi – IRRE Lombardia Mario Marani – IRRE Puglia Maria Donata Mezzetti – IRRE Umbria Maria Piscitelli – IRRE Toscana Anna Rita Mancarella – IRRE Veneto Giuliana Sandrone Boscarino – Università degli Studi - Bergamo

15 Il Gruppo Documentalista Elisabetta Davoli – MIUR- Coordinatori Orazio Pasquali – MIUR Diana Saccardo – MIUR Giuseppe Italiano – IRRE Toscana Feliciana Cicardi – IRRE Lombardia Mario Marani – IRRE Puglia Maria Piscitelli – IRRE Toscana Gloria Bernardi – IRRE Toscana Paolo Odasso - IRRE Piemonte Vittorino Muchelutti - IRRE Friuli Venezia Giulia Marinella Filippi - IRRE Sicilia Anna Rita Mancarella – IRRE Veneto Maria Donata Mezzetti – IRRE Umbria

16 Questionario 0 Strumento di autoanalisi e autorilevazione da parte delle scuole sull adesione ai processi di riforma nellanno (sperimentazione ex DM 100/2002) e sullintroduzione di elementi innovativi nellanno scolastico in corso. Efficace modello di campionatura e lettura dei processi attuati dalle varie realtà scolastiche. Ha consentito ai Gruppi regionali di operare uno screening sistematico delle situazioni innovative in rapporto alla pratica degli oggetti innovativi.

17 Fase iniziale gennaio-febbraio 2004 Scelta delle scuole a livello regionale (IRRE) Formazione degli osservatori a livello nazionale (MIUR) Predisposizione e presentazione degli strumenti a livello nazionale (MIUR)

18 Fase centrale marzo-aprile 2004 Interventi esplorativi nelle scuole Confronto tra i team Attivazione del gruppo di documentazione Redazione dei rapporti regionali Redazione del rapporto nazionale

19 Evento conclusivo 9 dicembre 2004 Seminario Nazionale sul progetto R.I.So.R.S.E. per la presentazione del Rapporto Nazionale e dei Rapporti Regionali IRRE. Testimonianza di scuole protagoniste della ricerca.

20 Ricerca –Azione: il senso Osservazione dellattività didattica di analisi delle pratiche intese come procedure per fare Esemplificazione di pratiche significative desunte da interazioni con le scuole Sviluppo di attività laboratoriali nelle scuole

21 Valore della ricerca anno primo TEMPISTICA CAMPIONATURA SCUOLE SCELTA DEGLI ESPERTI CONDIVISIONE OBIETTIVI RICERCA RUOLO NUOVO IRRE, RETE TRA IRRE,USR,INDIRE,SCUOLE CENTRALITA DIDATTICA

22 La scuola primaria La scuola secondaria di 1 grado Il presente:anno secondo

23 I laboratori in atto LABORATORI DI FORMAZIONE CON LE 540 SCUOLE PRIMARIE-rete NUOVI LABORATORI DI RICERCA NELLE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO (circa 150)

24 Scuola primaria I LABORATORI DI FORMAZIONE CON LE SCUOLE PRIMARIE: LE ESPERIENZE DIVENTANO STUDIO DI CASO

25 Scuola primaria Ampliamento, approfondimento e documentazione del progetto dellanno decorso 1. Conferma scuole e loro utilizzo come rete sul territorio per creazione di laboratori di ricerca sul territorio 2. Sviluppo di studi di caso dalle pratiche significative già reperite per realizzare, dintesa con INDIRE, attività di formazione sulla piattaforma 3. Seminari di approfondimento ed accompagnamento sulle tematiche della riforma

26 Scuola secondaria di 1 grado NUOVI LABORATORI DI RICERCA- AZIONE NELLE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO: almeno uno per provincia

27 Scuola secondaria 1 grado Fasi introduttive 1. Individuazione referente di progetto per ogni IRRE 2. Costituzione gruppo regionale di ricerca con partecipazione congiunta di personale IRRE e USR 3. Selezione dei ricercatori/esperti che stanno conducendo la ricerca-azione con i consigli di classe delle scuole 4. Individuazione delle scuole da coinvolgere per i Laboratori ricerca

28 Scuola secondaria 1 grado A livello nazionale sono stati effettuati: 2 Seminari nazionali di informazione/informazione per gli esperti ricercatori IRRE(1 per ogni scuola) e i referenti IRRE regionali (Bellaria-Rimini dicembre 2004 e Senigallia marzo 2005) Incontri intermedi del gruppo tecnico con i referenti IRRE

29 Laboratori di ricerca Uno per ogni provincia con possibilità di ampliare in base alle risorse professionali degli IRRE e alle dimensioni territoriali La scuola prescelta partecipa con uno o più consigli di classe in dialogo aperto e franco con un esperto IRRE attraverso: strumenti percorsi tempi fissati in via generale, in modo da pervenire a documentare processi e strumenti della riforma realizzati in situazione.

30 Strumenti ricerca Diario di bordo Schede di verbalizzazione degli incontri Scheda analitica per raccolta elementi utili per stesura RAPPORTO FINALE Piattaforma on-line che documenta le fasi.

31 Esperto-ricercatore Ruolo fondamentale per la riuscita della ricerca Profilo specifico Attività di informazione/formazione: Seminario nazionale introduttivo (dicembre 2004) Seminario nazionale intermedio di taratura (marzo 2005)

32 Prodotti Rapporto finale regionale a cura di ogni IRRE Rapporto finale nazionale (su indicazioni precise e in corso di realizzazione con protocolli definiti e condivisi con IRRE) Reperimento pratiche significative sugli aspetti innovativi della riforma per una trasferibilità alle scuole

33 Le fasi definite in corso SCELTA SCUOLE E INDIVIDUAZIONE DEGLI ESPERTI : dicembre 2004 FORMAZIONE DEGLI ESPERTI e PRESENTAZIONE STRUMENTI: dicembre 2004 e marzo 2005 CONTATTI E VISITE SCUOLE: febbraio-maggio 2005 REDAZIONE RAPPORTI REGIONALI entro giugno 2005 per REDAZIONE RAPPORTO NAZIONALE( entro luglio 2005 ) INSERIMENTO PRATICHE SIGNIFICATIVE PIATTAFORMA INDIRE: entro luglio 2004 PUBBLICAZIONE RISULTATI ANNALI: entro settembre 2005

34 Traguardo generale Promuovere e sostenere laboratori di ricerca educativa nelle scuole sugli oggetti culturali della riforma per realizzare una vetrina della innovazione.

35 R.I.So.R.S.E. Osservare per capire, Ricercare per aiutare


Scaricare ppt "Il Progetto R.I.So.R.S.E. Elisabetta Davoli Roma-Forum P.A 12 maggio 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google